Tags Posts tagged with "Aukey"

Aukey

0 35

Nel 2016 Apple ha presentato i nuovi MacBook Air, ed è stato chiaro come i connettori USB-A fossero arrivati a fine corsa, per essere sostituiti dalla più performante e polivalente USB-C. Infatti attraverso la porta USB-C possiamo andare a gestire le porte mancanti, come HDMI, Ethernet e VGA, fino ad arrivare ai lettori di schede SD. Aukey ci viene in soccorso sfornando un Hub USB-C, che ci permette di avere al suo interno: 4K HDMI, Thunderbolt 3, 2 Porte USB 3.0, Porta Dati USB-C, Lettore di Schede SD/Micro SD.

Confezione

Nella confezione oltre all’hub USB, troviamo il manualetto di istruzioni e la garanzia.

Ergonomia e Costruzione

Come detto, l’AUKEY Hub USB-C (7 in 1 ) in Alluminio è molto compatto e leggero con i due ingressi. di collegamento alle porte usb-c presenti sul MacBook. Sul lato lungo troviamo 2 porte porte USB-3, 1 Porta Thunderbolt 3,  1 Porta dati USB-C ed il Lettore di Schede SD/Micro SD. Mentre sul lato corto troviamo l’ingresso HDMI.

Utilizzo

L’utilizzo è molto facile, basta infatti collegare l’HUB alle porte  USB-C presenti sul nostro MacBook. Durante i nostri test non abbiamo notato nessun calo di prestazioni, nel trasferimento di dati attraverso le varie porte di collegamento. Per chi utilizza spesso monitor esterni collegati al proprio MacBook, trarrà enorme beneficio dalla porta HDMI. Molto comodo inoltre il lettore di schede SD e micro SD.

La porta USB-C offre prestazioni considerevoli, abbiamo il doppio della velocità rispetto ad USB 3 e 20 volte superiore alla USB 2.

Conclusioni

L’AUKEY Hub USB (7 in 1 ) è solo uno dei migliaia di prodotti simili che è possibile reperire su shop come Amazon, ma abbiamo scelto questo modello per via della compattezza e del prezzo davvero contenuto, e siamo rimasti sorpresi dalla qualità costruttiva dell’alluminio. L’AUKEY Hub USB (7 in 1 ) è infatti acquistabile al prezzo di 29.99 euro su Amazon a questo link.

Se quindi avete anche voi un MacBook di ultima generazione, non posso fare altro che consigliarvi l’AUKEY Hub USB-C per MacBook Air 2018/2019 e MacBook PRO 2019-2016.

 

0 212

Di auricolari ne abbiamo provati davvero tanti con forme diverse, ma questo modello Aukey True Wireless Earbuds è molto simile alle AirPods Apple se non per il fatto di essere in-ear, vediamo come si sono comportate nella nostra prova.

Confezione

La confezione è di forma rettangolare con foto del prodotto stampata sopra; al suo interno troviamo la base di ricarica con all’interno le cuffie, il cavetto micro-usb, la guida rapida e dei gommini di varie misure per adattarsi ai vari tipi di orecchio.

La confezione potrebbe sembrare molto scarna, ma alla fine contiene tutto il necessario per poter utilizzare le cuffie.

La base di ricarica possiamo portarla tranquillamente con noi, di misure contenute 40X4X4 mm ci permettono di riporre la base anche nelle tasche dei jeans.

Costruzione, Ergonomia

Le Aukey True Wireless Earbuds sono costruite davvero bene, con materiali di buona qualità. Una volta posizionate all’interno dell’orecchio, la qualità del suono è davvero buona, i bassi sono poco presenti mentre gli alti di buon livello.

Il peso contenuto di soli 9gr, rendono questi auricolari davvero ottimi sia per lo sport che per il tempo libero, una volta indossate ci si dimentica di averle.

Sul fronte della custodia troviamo i due led di ricarica di colore colore, che si spengono una volta completata la ricarica.

Le Aukey True Wireless Earbuds sono costruite con un buon materiale che le rendono poco scivolose rispetto ad altre cuffie simili.

Per ricaricare le cuffie, basta riporle all’interno della custodia per essere ricaricate oppure collegare il cavo micro-usb per ricaricare sia la base che le cuffie.

 

Utilizzo

Il primo step da effettuare è quello di associare le cuffie al nostro dispositivo bluetooth. Estrarre entrambe le cuffie dalla base di ricarica, entro 5 secondi si collegheranno tra loro. Una volta avvenuto il collegamento, gli indicatori led lampeggeranno verde e rosso per indicare che sono pronti per l’associazione.

A questo punto basterà selezionare nella lista dei dispositivi disponibili nel nostro device ed associare il dispositivo denominato AUKEY EP-T21, nel caso in cui venisse richiesto il codice pin basterà digitare 0000.

Sulla parte esterna, gli auricolari sono provvisti di un pannello touch che ci permetterà di eseguire diverse funzioni.

Play/Pausa effettuando il doppio tap sull’auricolare destro/sinistro.

Traccia successiva tenendo premuto per 2 secondi sull’auricolare destro.

Traccia precedente tenendo premuto per 2 secondi sull’auricolare sinistro.

Rispondi/Termina chiamata doppio tap sull’auricolare destro.

Rifiuta chiamata pressione prolungata sull’auricolare destro/sinistro.

Assistenti vocali(Siri/Google) toccare 3 volte l’auricolare destro/sinistro.

Dopo aver effettuato il primo pairing, le Aukey True Wireless Earbuds si agganceranno in modo automatico appena le tirate fuori dalla custodia, sia con dispositivi Android che iOS.

Nei vari test effettuati, sia in chiamata che con la musica, il suono è davvero pulito senza sbavature.

 

Autonomia

La Aukey True Wireless Earbuds hanno un’autonomia di 5 ore, avendole provate per diverse ore in giorni diversi posso dire che si raggiungono tranquillamente le ore dichiarate, sfruttandole in chiamata o per ascolto della musica. La base di ricarica invece ci permettere di ricaricare i nostri auricolari per ben 4 volte.

 

Conclusioni

Le Aukey True Wireless Earbuds sono delle cuffie in-ear, diverse dal solito design, ben costruite e leggere. Le possiamo trovare a soli 29,99€ su Amazon

0 310

Per chi viaggia spesso in auto, sa quanto sia importante avere un buon supporto per il proprio smartphone. Negli anni ne ho provati davvero tanti, ma quelli che reputo più comodi sono quelli magnetici, in fatto di praticità d’uso per me restano imbattibili. Finita l’estate e dopo tante giornate passate al sole, anche l’ultimo supporto è deceduto, quindi ho deciso di acquistarne uno nuovo e l’occhio mi è caduto sul modello dell’AUKEY (che conosciamo molto bene come brand), Porta Cellulare Auto Magnetico 360.

Confezione

La confezione è di medie dimensioni, dovuto alle misure contenute del supporto stesso. Una volta aperta, troviamo il supporto, la base adesiva, due piastre in metallo (uno tondo e l’altro rettangolare) per adattarli ai propri smartphone, che vanno inseriti tra la cover e lo smartphone ed infine la documentazione utente.

Costruzione

Il supporto è costruito in maniera impeccabile e solido, non si sento scricchiolii durante la regolazione o spostamento del braccio. La ventosa ha un ottimo grip e con la possibilità di essere lavata e riutilizzata, offre l’opportunità di essere spostata di posizione senza il rischio di rovinarla. Il gancio posizionato sulla parte superiore, risulta essere molto robusto quindi non c’è il pericolo di romperlo durante il serraggio. Il peso è davvero contenuto circa 70gr, possiamo utilizzarlo come supporto sul cruscotto oppure attaccato al vetro.

Utilizzo

Una volta scelta la zona dove collocare il nostro supporto, rimuovere la pellicola rossa dalla base adesiva e posizionarla sul cruscotto, infine rimuovere la pellicola anche dal supporto e poggiarla sulla base applicata in precedenza, premere il pulsante posto sulla parte posteriore per fissare il supporto.

Successivamente, passiamo alla regolazione del braccio che offre un’escursione di 90° ed è ruotabile di 360°.

A questo punto, dopo aver messo la piastra metallica tra la cover e il nostro smartphone, poggiamolo sullo snodo che praticamente incollerà a se il nostro smartphone, visto che il magnete presente all’interno ha una forza davvero notevole.

Conclusioni

Da quando sto usando il supporto nella mia auto, non ho riscontrato nessun tipo di problema. La comodità di entrare in auto e poggiare il telefono sul supporto è un qualcosa di unico, soprattutto per il fatto che non c’è bisogno di usare due mani, come accade con i supporti classici che incastrano il telefono tra le alette.

Nei vari tragitti mi è capitato di passare su strade dissestate, pensavo che il telefono sarebbe caduto e invece non si è mai mosso di un millimetro, davvero soddisfatto.

Attualmente il supporto è disponibile su Amazon ad un prezzo di circa 13 euro.

0 319

Quante volte avete desiderato di registrare una scena mentre eravate in auto ? Che sia un’incidente o altro, al giorno d’oggi esistono tantissime dashcam, ma questo modello che abbiamo provato dell’ AUKEY(DRA2) è davvero particolare. Infatti non è la classica dashcam, ma è un vero e proprio specchietto retrovisore con funzione dashcam e touchscreen. Vediamo come si è comportato durante la nostra prova.

Confezione

La confezione è di dimensioni generose, considerando la lunghezza dello specchietto contenuto all’interno. Una volta aperta, troviamo lo specchietto, l’alimentazione tramite accendisigari, il cavo di 7 metri per collegare la retrocamera nella zona posteriore, la retrocamera, le linguette in silicone per agganciare lo specchietto, le staffe, adesivi 3M ed alcune viti, infine la documentazione utente.

Costruzione

Lo specchietto è costruito davvero bene e risulta essere molto solido. Il peso dello specchietto è abbastanza importante, considerando che all’interno vi è tutta la strumentazione per gestire il software e la batteria ricaricabile. Il vetro ha un buon trattamento oleofobico ma niente di trascendentale. Il display è da 6.8″ quindi bello ampio che non copre per intero la lunghezza del vetro ma resta sulla parte centrale dello stesso.

Utilizzo

Lo specchietto va agganciato tramite le linguette in silicone allo specchietto presente sull’auto. Una volta agganciato andrà alimentato attraverso la presa dell’accendisigari, oppure se avete un po’ di dimestichezza con l’elettronica, direttamente alla batteria dell’auto. La parte più rognosa è quella del passaggio del cavo per collegare la retro camera, sulla nostra auto abbiamo fatto passare il cavo attraverso le varie guarnizioni sino a giungere nel bagagliaio. Posizionata la telecamera sul posto a voi più consono, tramite gli adesivi 3M presenti nella confezione oppure usando le viti in dotazione. Il passo successivo è quello di collegare il cavetto del nostro specchietto a quello della retromarcia, se non siete esperti o non vi sentite sicuri chiedete al vostro elettrauto. L’ultimo step è quello di inserire una microsd (non presente nella confezione) e formattarla tramite il menu dello specchietto, per poter registrare i video, che sono 1080p per la camera frontale e 720p per quella posteriore.

Una volta acceso lo specchietto, vi consigliamo di impostare in primis l’orario e la data corretta, successivamente impostare le modalità di registrazione, dove troviamo la funzione time-lapse direttamente sulla sd senza dover montare il video successivamente, modalità parcheggio permette di registrare un video se l’auto viene toccata da un’altra vettura, tramite il giroscopio viene attivata la registrazione, la modalità emergenza registra video in caso di incidente. Infine la modalità loop registra continuamente il video, sovrascrivendo le vecchie registrazioni.

I video registrati, posso essere visualizzati direttamente sullo specchietto oppure collegando la microsd su un computer.

La retrocamera si attiva con l’innesto della retro marcia, sul display vedremo delle linee di 3 colori, gialle, verdi e rosse, che stanno ad indicare la distanza dall’oggetto o auto presente nella traettoria.

Lo specchietto si attiva automaticamente quando entrate in auto e si disattiva con lo spegnimento della stessa, gestendo il tutto tramite la batteria ausiliaria.

La batteria integrata all’interno da 500 mAh, permette la registrazione di video in modalità parking o in caso di incidente.

L’angolo di visione della cam frontale è di 170° mentre 160° quella posteriore.

 

 

Conclusioni

Durante il nostro periodo di prova, non abbiamo notato nessun difetto o mal funzionamento dello stesso. Davvero carina la modalità time-lapse, nel caso di lunghi viaggi vi permette di creare un video, pronto per essere utilizzato o condiviso sui vari social.

Lo specchietto è disponibile su Amazon ad un prezzo di circa 79,99 euro.

0 422

Lo standard USB C comincia a diffondersi e con esso i vari accessori compatibili; e in quest’ottica che abbiamo deciso di provare un caricabatteria con doppio ingresso USB C, parliamo del AUKEY USB C Caricatore da Muro 60W.

Confezione

Nella classica confezione AUKEY in cartone riciclato, oltre al caricatore è presente solo il manualetto di istruzioni.

Ergonomia e Costruzione

Nonostante siano presenti solo due porte USB di Tipo C, il Caricabatterie è abbastanza grande e pesante. Su uno dei due lati corti sono presenti le 2 porte USB C, di cui 1 dotate della tecnologia PD da 60 W, indicato sia sull’alimentatore e una da 18 W, peccato siano delle stesso colore.

Poco sopra è presente il LED di stato.

Utilizzo

Ovviamente l’utilizzo è molto facile e immediato, basta infatti collegare il Caricabatteria ad una presa e un cavetto USB C in una delle prese presenti. Peccato che non sia fornito in confezione alcun cavetto USB C.

Quando un singolo dispositivo è collegato alla seconda porta (PD da 60 W), il Dynamic Detect fornisce la piena potenza al caricabatterie. Per più di un dispositivo il Dynamic Detect garantisce una ricarica simultanea efficace distribuendo in modo intelligente la potenza.

Il caricabatteria è dotato di USB Power Delivery, ovvero un nuovo standard di ricarica multitensione universale che negozia dinamicamente la potenza di uscita tramite una connessione USB Type-C per ricaricare in modo sicuro ed efficiente un’ampia gamma di dispositivi compatibili.

Tramite le due porte è possibile ricaricare contemporaneamente smartphone e portatile.

Durante l’utilizzo non abbiamo riscontrato alcun tipo di problema o di surriscaldamento.

Conclusioni

L’AUKEY USB C Caricatore da Muro 60W è un ottimo prodotto al passo con le tecnologie attuali.

L’unico difetto è la mancanza di un cavetto USB C, considerando il prezzo non basso (certo le tecnologie impiegate sono di alto livello), ce lo saremmo aspettati in confezione.

E’ possibile reperire l’AUKEY USB C Caricatore da Muro 60W su Amazon ad un prezzo di 60 euro.

Se quindi avete anche voi la necessità di caricare due dispositivi USB C in contemporanea, non posso fare altro che consigliarvi l’AUKEY USB C Caricatore da Muro 60W.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Ingresso: AC 100–240V 50/60Hz
Tecnologia: Power Delivery 3.0, Dynamic Detect
Uscita 1: (18W Power Delivery) 5V 3A, 9V 2A, 12V 1.5A
Uscita 2: (60W Power Delivery) 5V 3A, 9V 3A, 12V 3A, 15V 3A, 20V 3A
Uscita Massima: 63W
Dimensioni: 67 x 64 x 29 mm
Peso: 148 g

Durante il periodo estivo, abbiamo fatto diverse gite fuori porta e all’estero, prima di partire abbiamo cercato un powerbank più capiente del solito, la nostra scelta è caduta su AUKEY Powerbank 26500mAh con diverse porte che vediamo in dettaglio nella recensione.

Confezione

Nella confezione oltre alla batteria troviamo 1 cavetto usb-micro usb (20cm di lunghezza) e un manuale d’uso ed un cavetto USB-C.

Ergonomia e Costruzione

Su uno dei due lati “corti” troviamo le varie porte, 3 porte usb di cui le prime due (5V/3A) e l’altra (5V2.4A), una usb-c utilizzata sia come ingresso che come uscita, infine una porta Lightning usata come ingresso. Sul lato destro(guardando la batteria dal retro) troviamo una micro-usb utilizzata per l’ingresso per la ricarica della batteria interna, mentre su quello sinistro il LED di stato per l’indicazione della carica.

Utilizzo

Come tutti i Power Bank ultima generazione, anche l’AUKEY Powerbank da 26500mAh dispone di tecnologia intelligente per la ricarica di diversi dispositivi, decidendo per ognuno l’amperaggio migliore per la ricarica. Con le 3 porte USB è possibile ricaricare 3 dispositivi contemporaneamente ma l’uscita massima sarà di 5.4A totali.

Per utilizzare il power bank basterà collegare il nostro dispositivo ad una delle due porte, premere il pulsante e partirà la ricarica e il LED ci indicherà lo stato di carica del power bank, che potremmo tenere sotto controllo attraverso i 4 led che indicano lo stato di carica.

La quantità di carica è davvero immensa e quasi inesauribile ma la ricarica potrebbe risultare problematica. Utilizzando un caricatore da 2A e uno dei due ingressi presenti, da 0 a 100%,ci vorranno circa 7/8h. Durante la carica anche qui avremo i 4 led, ognuno dei quali indica il 25% di ricarica della batteria interna.

Tra i vari powerbank che abbiamo provato sul nostro blog, questo AUKEY Powerbank da 26500mAh è uno dei pochi che riesce a caricare una Nintendo Switch senza problemi ed in poco tempo.

Conclusioni

L’AUKEY Powerbank da 26500mAh è una riserva di energia davvero immensa, riuscendo a ricaricare completamente la batteria di un Kindle FIREiPhone e Nintendo Switch senza terminare la sua carica. Davvero un ottimo risultato considerando il prezzo di acquisto.

L’AUKEY Powerbank 26500mAh lo si può trovare a circa 39 euro su Amazon.

In questo caso più che il prezzo c’è da considerare le dimensioni, il peso e il tempo di ricarica. Consigliamo quindi di acquistare anche un caricatore con doppia presa usb da almeno 2A.

Oggi vi proponiamo la recensione di un paio di cuffie davvero interessanti, le Aukey EP-X1Cuffie con Cancellazione Attiva del Rumore, con microfono e ingresso audio da 3,5 mm.

Confezione

La confezione è la classica Aukey, in cartone riciclato, con le cuffie inserite in un alloggiamento sagomato di spugna, che le protegge dagli urti. Rimosso il tutto troviamo i vari accessori, i gommini di varie misure, la custodia per il trasporto, il connettore USB-Jack 3.5mm per la ricarica e la guida rapida.

Costruzione

Come tutti i prodotti Aukey, anche le Cuffie con Cancellazione Attiva del Rumore sono di buona fattura e, complice anche il peso di soli 19.6 grammi, una volta indossati, quasi ci si dimentica di averli.

Sul cavetto destro troviamo il microfono, mentre alla congiunzione dei due cavetti che arrivano agli auricolari, troviamo il comando per la gestione della cancellazione del rumore e relativa batteria; sul comando troviamo, su un lato, il LED di stato e il selettore di modalità (Cancellazione Attiva, Spenta, Modalità di Monitor), mentre frontalmente troviamo il tasto multifunzione per poter mettere in pausa la riproduzione o passare al brano successivo.

Utilizzo

Già dal primo utilizzo, siamo rimasti impressionati dalla qualità offerta dal sistema di Cancellazione del rumore, una volta attivato, l’isolamento è davvero alto e la qualità riprodotto è ottima con un suono molto avvolgente e con bassi davvero potenti.

L’audio riprodotto è molto pulito ed i tagli di frequenza sono davvero ottimi, con bassi corposi e alti di buon livello a qualsiasi volume di ascolto.

Per la cancellazione del rumore sono previste due modalità, A e M; la modalità A indica l’attivazione della cancellazione del rumore e M indica la modalità Monitor, tramite la quale è possibile avere una cancellazione più bassa, in modo da poter utilizzare le cuffie andando in bici o durante la corsa.

Tramite il tasto multifunzione potremmo mettere in pausa la riproduzione o passare al brano successivo.

Ottimo l’utilizzo anche in chiamata dove avremo un audio pulito e l’interlocutore ci sentirà senza problemi; in questo caso il tasto multifunzione ci servirà per rispondere o interrompere una chiamata o richiamare l’ultimo numero chiamato.

Autonomia

Aukey dichiara più di 4 ore di autonomia ed effettivamente la durata reale si avvicina molto a questo valore, riuscendo a riprodurre musica in maniera continuativa per 4h con la cancellazione del rumore attiva. Esaurita la batteria potremmo continuare ad utilizzare le cuffie, ma senza la cancellazione attiva.

Per la ricarica serve circa un’oretta e mezza.

Conclusioni

Le cuffie Aukey EP-X1 con la Cancellazione Attiva del Rumore sono davvero un buono prodotto, la qualità costruttiva è nel complesso buona, e l’audio riprodotto è di ottimo livello.

Se proprio vogliamo guardare il pelo nell’uovo, manca il controllo del volume e considerando la qualità del suono con la Cancellazione Attiva le 4h disponibili stanno un po’ strette.

E’ possibile acquistare le cuffie Aukey EP-X1 sul Amazon ad un prezzo di 30 euro (nel momento in cui scriviamo la recensione).

Caratteristiche e specifiche tecniche

Chip Cancellazione del Rumore: AS3415
Ingresso di Carica: DC 5V
Tempo di Ricarica: 3 ore
Batteria: Li-Polymer (20mAh)
Durata della Batteria: 4 ore
Connettore: jack stereo da 3,5 mm
Dimensioni: 173 x 172 x 66mm
Peso: 19.6 g

0 669

Con l’arrivo della bella stagione e quindi delle giornate all’aria aperta, abbiamo deciso di testare un power bank con pannello solare, la nostra scelta è caduta su AUKEY Powerbank 16000mAh 2 Porte con Ingresso/Uscita USB-C e USB.

Confezione

Nella confezione oltre alla batteria troviamo 1 cavetto usb-micro usb (20cm di lunghezza) e un manuale d’uso. Sarebbe stato utile trovare anche un cavetto USB-C.

Ergonomia e Costruzione

Su uno dei due lati “corti” troviamo le 3 porte di cui, una micro-usb utilizzata per l’ingresso per la ricarica della batteria interna, una usb-c utilizzata sia come ingresso che come uscita ed infine porta standard usb come uscita. Anteriormente è presente il pulsante che permette di accendere i LED di stato per l’indicazione della carica.

Utilizzo

Come tutti i Power Bank ultima generazione, anche l’AUKEY Powerbank da 16000mAh dispone di tecnologia intelligente per la ricarica di diversi dispositivi, decidendo per ognuno l’amperaggio migliore per la ricarica. Con le 2 porte USB è possibile ricaricare 2 dispositivi contemporaneamente ma l’uscita massima sarà di 5.4A totali.

Per utilizzare il power bank basterà collegare il nostro dispositivo ad una delle due porte, premere il pulsante e partirà la ricarica e il LED ci indicherà lo stato di carica del power bank, che potremmo tenere sotto controllo attravero i 4 led che indicano lo stato di carica.

La quantità di carica è davvero immensa e quasi inesauribile ma la ricarica potrebbe risultare problematica. Utilizzando un caricatore da 2A e uno dei due ingressi presenti, da 0 a 100%,ci vorranno circa 7/8h. Durante la carica anche qui avremo i 4 led, ognuno dei quali indica il 25% di ricarica della batteria interna.

Facciamo una precisazione sul pannello solare, questo permette la ricarica diretto di un device collegato ad una delle porte disponibili, USB o USB-C. Infatti una volta posto sotto una fonte luminosa si accende usa spia sopra l’ingresso della micro-usb, ciò indica quindi che il vostro dispositivo si sta ricaricando. All’inizio si potrebbe pensare che il pannello usb, possa ricaricare la batteria interna del powerbank, lasciandolo quindi sotto una fonte solare, mentre come detto poc’anzi, il pannello solare effettua una ricarica diretta del dispositivo collegato.

Conclusioni

L’AUKEY Powerbank 16000mAh 2 Porte con Ingresso/Uscita USB-C + Micro USB è una riserva di energia davvero immensa, riuscendo a ricaricare completamente la batteria da 11666mAh dell’iPad 3 avendone ancora per ricaricare anche i 7000mAh dell’iPad Air 2. Davvero un ottimo risultato considerando il prezzo di acquisto.

L’AUKEY Powerbank 16000mAh lo si può trovare a circa 39 euro su Amazon.

In questo caso più che il prezzo c’è da considerare le dimensioni, il peso e il tempo di ricarica. Consigliamo quindi di acquistare anche un caricatore con doppia presa usb da almeno 2A.

0 693

Visto che sta arrivando l’estate, perchè non provare uno speaker bluetooth da portarci in spiaggia ? Abbiamo deciso di testare lo Speaker Bluetooth 4.2 Aukey da 20W.

Confezione

Nella confezione, classico cartone riciclato in stile Aukey, oltre allo speaker troviamo un cavetto USB-microUSB, il cavo audio da 3.5″ e il manuale d’uso.

Ergonomia e Costruzione

Lo speaker si presenta con dimensioni contenute, infatti misura 83 x 25 x 45 mm per un peso di 798g grammi. Su lato superiore troviamo il pulsante di accensione e della connessione bt, sono inoltre presenti 3 pulsanti per gestire il volume e play/pause e mute. Tutti i pulsanti sono in gomma e in rilievo quindi comodi da raggiungere. Sul lato inferiore è presente una gomma antiscivolo, che rende stabile il nostro speaker. Sul retro è presente il jack da 3.5″ per ingresso aux ed il connettore micro-usb per la ricarica. Sulla parte bassa frontale, troviamo sul lato sinistro il led di segnalazione bluetooth e sul lato destro il microfono, che ci permette di effettuare delle chiamate in vivavoce, davvero comodo.

Utilizzo

Lo Speaker AUKEY, ha un’ottima autonomia fino a 12 ore, che ci permette quindi di ascoltare la nostra musica per buona parte della giornata. L’accoppiamento via BT è davvero semplice e immediato sia con dispositivi Android che iOS, infatti una volta accesa la cassa, basterà premere una volta sul pulsante BT, in modo tale da entrare in modalità accoppiamento e trovare lo speaker, attraverso il vostro smartphone nella sezione BT.

La qualità audio, è davvero buona, i bassi sono belli corposi senza distorcere e vengono riprodotti bene, cosi come i toni alti. I 20W permettono di ascoltare la musica anche in ambienti grandi e all’aperto.

Dotato anche di un microfono, possiamo usare la nostra cassa AUKEY anche per le chiamate in vivavoce con il nostro smartphone.

La ricarica completa avviene all’incirca in 4 ore, non proprio poco, ma con un’autonomia di 12 ore non è male.

Conclusioni

La cassa Aukey offre un suono tutto sommato gradevole, pur non avendo dimensioni generose, i 20W erogano un buon volume e il suono resta sempre limpido, quindi compagno ideale delle nostre giornate sulle spiagge.

Possiamo trovare lo speaker Aukey Bluetooth a 49,90 euro(nella versione nera) su Amazon.

Il tunnel carpale è una sindrome che causa dolore, senso di intorpidimento e formicolio al polso, alla mano e alle dita che può colpire chi utilizza per molte ore un mouse, ma ci sono dei prodotti che consentono di alleviare il dolore e prevenire l’insorgere del tunnel carpale. Da anni, sono commercializzati mouse ergonomici che aiutano a ridurre l’impatto dell’uso costante della tecnologia.

E quello che vi presentiamo oggi fa parte di questa categoria, è il Mouse Verticale ergonomico USB.

Confezione

Oltre al Mouse troviamo solo guida rapida e certificato di garanzia.

Ergonomia e Costruzione

Il Mouse Verticale Aukey ha una buona ergonomia, ed è piacevole al tatto. Il design sagomato fa sì che sta comodamente nel palmo della mano. Frontalmente troviamo i due tasti principali e tra di loro la rotellina, poco sotto troviamo il pulsante per il la selezione dei DPI.

Sul lato sinistro troviamo la sagomatura per il pollice e 2 pulsanti per andare avanti/indietro tra le pagine web o tra le cartelle presenti nel disco fisso; per il tasto indietro va presa un po’ di dimestichezza per l’utilizzo, vista la posizione non proprio intuitiva.

Sempre sul lato sinistro, sotto i due pulsanti, troviamo le due strisce LED di colore BLU. Un’altra striscia LED di colore  BLU, è presente sul lato opposto.

Utilizzo

Per utilizzare il mouse basta collegarlo ad una porta USB del PC e in un attimo viene riconosciuto senza problemi (testato su Windows 10).

Come detto, il mouse ha un’ottima ergonomia e dei due tasti laterali va presa dimestichezza solo con quello inferiore (indietro) che non è dove ce lo si aspetta, nessuno problema per l’altro tasto (avanti).

Conclusioni

Il Mouse Verticale ergonomico USB di Aukey, è prodotto con un rapporto qualità prezzo davvero ottimo.

Il Mouse Verticale Wireless di Aukey è disponibile su Amazon ad un prezzo di poco inferiore ai 15 euro, davvero poco.