Authors Posts by MarKusss

MarKusss

3195 POSTS 7 COMMENTS

0 63

In un attimo di noia, vagavo su Amazon in cerca di qualche prodotto particolare e mi sono imbattuto in questo Caricatore Wireless con lampada notturna ricaricabile, di Aukey. Vediamo di cosa si tratta.

Confezione

Nella confezione, oltre alla basetta di ricarica e alla lampada, troviamo il cavetto USB-USB Tipo C, una placchetta adesiva di metallo, garanzia e manuale di istruzioni.

Ergonomia e Costruzione

Il Caricatore Wireless di Aukey è di ottima fattura, con una bel design tondeggiante e sottile e un’ottima qualità delle plastiche utilizzate. La zona superiore è divisa in due parti, con la zona di sinistra con un cerchio in gomma che indica lo spazio per la ricarica wireless, mente nella zona destra troviamo la lampada ricaricabile e smontabile. A destra è presente l’ingresso USB di Tipo C.

La lampada è di forma circolare con, superiormente una parte argentata a specchio con superficie sensibile al tocco, tramite la quale è possibile accendere e modificare la luminosità; nella zona esterna sono presenti i LED per l’illuminazione.

Posteriormente troviamo un comodo gancio per poterla appendere durante l’uso, nonchè la zona metallica per la collocazione sulla placchetta metallica in dotazione.

Utilizzo

L’utilizzo è molto facile ed intuitivo, basta infatti collegare il cavo USB in dotazione ad un alimentatore o al PC.

Una volta collegata la basetta all’alimentatore, con successiva accensione del LED di stato (nel caso di lampada posizionata nel suo alloggiamento, si accenderà anche il LED inerente la carica della batteria della lampada), basterà appoggiare il nostro dispositivo sulla superficie circolare per far cominciare la ricarica dello stesso. Appena collegata, il LED si accenderà di colore blu fisso e diventerà bianco lampeggiante (lentamente) una volta che sarà partita la carica dello smartphone; qualora ci fossero dei problemi e la carica non fosse erogata (per esempio per un dispositivo non compatibile), il LED bianco lampeggerebbe più velocemente, in caso di errori, il LED diventerà blu.

La ricarica wireless è erogata fino ad un massimo di 10 W di potenza e, indipendentemente dal caricatore usato, e a seconda dello smartphone (quindi diversa capacità delle batterie) i tempi variano. Per es per il Mate 20 Pro (qui la nostra prova) per una ricarica completa (dal 20/30% circa) stiamo intorno all’ora e mezza.

La lampada, invece, come detto, nella parte superiore ha una parte argentata è dotata di dotata di tecnologia touch a sfioramento tramite la quale è possibile accendere e modificare la luminosità, con un tocco la lampada si accende, con un altro tocco si spegne, tenendo premuto, invece, sarà possibile aumentare o diminuire l’intensità della luminosità.

La vera peculiarità della lampada, è che essendo dotata di una batteria da 600 mAh è possibile portarla in giro o utilizzarla in ambienti con scarsa illuminazione, come un mobile o un armadio.

Noi abbiamo riposto la lampada in un armadio quasi sempre buio, tramite la placchetta in dotazione, ma è possibile fissarla anche con il gancio presente nella parte posteriore. La luce fornita è davvero ottima e la batteria fornisce circa 6h di utilizzo consecutivo alla massima luminosità e poco meno di 2gg pieni (48h) alla minima luminosità. Riposta in un ambiente tipo un armadio, quindi utilizzata non spesso e per poco tempo, la durata aumenterà. Ovviamente una volta scaricata dovremmo riporla sul caricatore WiFi per la ricarica.

Conclusioni

La Lampada Notturna con Ricarica Wireless di Aukey è un prodotto particolare offerto ad un prezzo alla portata di tutti. E’ infatti possibile acquistarlo su Amazon a questo link  al prezzo di 19.99, davvero poco per la qualità del prodotto.

Se avete quindi un dispositivo compatibile con la ricarica wireless e contemporaneamente vi serve una lampada da collocare in qualche posto buio della vostra casa, questo particolare caricatore wireless di Aukey, fa al caso vostro.

Caratteristiche tecniche

Base di Rirarica

Compatibilità: Qi, Quick Charge, 2.0/3.0
Ingresso: DC 5V 2A, 9V 2A
Uscita: DC 5V 1A, 6V 1A, 9V 1.1A
Potenza in uscita: 5W, 7,5W, 10W
Dimensioni / peso: 80 x 80 x 9 mm

Lampada

Lumen: 2 lm (min) – 18 lm (max)
Temperatura di colore: 2700 – 3000 K
CRI: 80Ra
Ingresso: DC 5V 2A, 9V 2A
Consumo di Potenza: 0,8 W
Tempo di ricarica: 3 ore
Durata: 7 ore (luce brillante), 48 ore (luce fioca)
Batteria: 600 mAh
Tipo LED: SMD2835
Dimensioni / peso: 80 x 80 x 38 mm – Peso 1.68 kg

0 74

I momenti di crisi come quello attuale sono i periodi più propizi per il propagarsi delle fake news. Pronta a sfruttare le inquietudini delle persone, la disinformazione si mimetizza sia sui quotidiani online sia sui social network, diventando ancor più difficile da identificare.  Lo dimostrano le cifre segnalate da Facebook nell’ultimo Community Standards Enforcement Report del 2020, dove oltre ai preoccupanti dati sulla violenza online, sono stati rilevati 2 miliardi di profili falsi e 50 milioni di contenuti inattendibili sull’emergenza COVID-19. Il problema è attuale ed in crescita, diverse organizzazioni mondiali hanno espresso le loro perplessità nei confronti delle piattaforme di social media e la gestione delle notizie, specialmente considerando cosa succede quando una fake news fa presa su un pubblico impressionabile, come nel caso delle antenne 5G bruciate nel Regno Unito.

Facebook, come sempre, ha reagito ed ha implementato una serie di misure di sicurezza aggiuntive, i cui frutti sono appunto le cifre già citate.

Gli strumenti di Facebook contro la disinformazione

Il social creato da Mark Zuckerberg si è dotato di diversi sistemi di sicurezza contro le fake news. Alcuni sono visibili come i fact checker, che si occupano di controllare l’attendibilità delle notizie e dei post su Facebook, altri sistemi di sono meno visibili come l’utilizzo dell’AI per creare e migliorare algoritmi che rilevino automaticamente le fake news e gli account robotizzati.

Un utile strumento per gli utenti è il pulsante con la lettera “i” che troviamo nell’angolo in basso a destra delle immagini di anteprima dei post su FB. Toccando l’icona accederemo alle informazioni di chi ha pubblicato il post o la notizia così da farsi un’idea dell’attendibilità del publisher e della notizia che stiamo leggendo.

Inoltre, gli utenti e gli amministratori di pagine che pubblicano o condividono fake news vengono informati direttamente da Facebook sull’inattendibilità delle notizie. Entrambe le categorie ricevono un messaggio, a volte anche nel momento stesso della condivisione se la notizia è già stata contrassegnata.

Perché la disinformazione su Facebook?

Difficile immaginare la disinformazione come frutto di una svista, più probabile che sia frutto di un’operazione intenzionale o di una cattiva pratica della professione giornalistica. Facebook – ma anche altre piattaforme social – rappresenta uno dei canali ideali per chi vuole diffondere fake news perché è in grado di raggiungere un elevato numero di utenti che, grazie alla condivisione inconsapevole di contenuti, moltiplicano la portata del messaggio.

Il fine di chi crea e diffonde la disinformazione si riduce a due tipi di motivazioni: il lucro e la manipolazione di opinioni. Le false notizie sensazionali inducono gli utenti ad aprire link o file per approfondire la notizia e a cadere così nel clickbaiting o in truffe più articolate e pericolose come i siti di phishing. Esistono invece profili che cercano di manipolare l’opinione pubblica tramite la disinformazione con notizie, foto e video per fomentare malcontento o razzismo.  In questo momento il tema più cercato online rimane il coronavirus, Facebook a questo proposito ha creato un Centro informazioni sul Covid 19, al quale vengono indirizzati gli utenti che fanno ricerche sull’argomento. Quando si effettuano ricerche su questioni così importanti è bene cercare di risalire sempre alla fonte delle notizie e selezionare solo quelle attendibili e, quando possibile, ufficiali.

A questo proposito, uno strumento utile è il documento dell’Unione Europea “Come riconoscere le notizie false”, che riassume in modo semplice e chiaro i principi base del buon uso dell’informazione.

Due semplici soluzioni tecnologiche

Saper riconoscere le fake news e utilizzare le funzionalità di Facebook sono le basi per informarsi su questa piattaforma in modo sicuro.  Se una notizia sembra sospetta Panda Security ha elaborato dei consigli per verificarne l’attendibilità:

  • Verificare sempre la fonte: cercare in rete il nome dell’autore dell’articolo; ricercare la stessa notizia anche su altre testate; esplorare il sito che ha pubblicato la notizia nella sezione “about us” e capire l’attività del sito in questione (azienda, società o singolo che sia)
  • Fonti come Blog o siti amatoriali non sono attendibili poiché non hanno alcun controllo editoriale
  • Controllare con una ricerca online la data e se il fatto narrato è davvero accaduto. Può capitare che notizie vecchie siano pubblicate come nuove, assumendo così un altro significato perché estrapolate dal loro contesto originale.
  • Attenzione alle estensioni dei siti: se l’URL ha estensioni come “.lo” oppure “.com.co”, si tratta di siti che cercano visualizzazioni con qualsiasi tipo di notizia.
  • Mai fidarsi dei titoli: la maggior parte delle fake news si nasconde dietro titoli ambigui o troppo esagerati.
  • La presenza di immagini e video non rappresenta più una prova concreta di fondatezza. Una ricerca su Google su altre fonti permette di verificarne la veridicità
  • Diffidate dalle notizie, immagini, audio e video che possono arrivare da Whatsapp, Telegram o Messenger in cui la fonte non è chiara

Panda Security consiglia di adottare due soluzioni di sicurezza semplici ed efficaci per mettersi a riparo da eventuali rischi derivanti le fake news ed individuarle preventivamente:

  • Scaricare un antivirus leggero e potente per proteggerti dalle minacce diffuse insieme alle fake news sui siti e nei messaggi di phishing.
  • Installare l’estensione per browser NewsGuard, che aiuta a riconoscere le notizie attendibili su Facebook contrassegnandole con uno scudo verde. Ad esempio, cercando la pagina Facebook di Internazionale, apparirà un simbolo verde in diversi punti della pagina: nel pulsante delle informazioni, accanto al link esterno e a fianco del titolo di ogni notizia. Questo succede perché Internazionale è una testata seria e le sue notizie sono attendibili.

La Rete resta un luogo pieno di false informazioni ma anche di strumenti geniali che aiutano la navigazione quotidiana e permettono di utilizzarla per diversi scopi, tra cui forse il più importante rimane appunto informarsi. Con un uso responsabile e con gli strumenti a disposizione è possibile riconoscere le fake news su Facebook e su altri social network continuando a goderci il buono di Internet, che per fortuna continua a superare di gran lunga il lato oscuro del Web.

Buona navigazione e buona caccia alle fake news su Facebook!

0 87

HONOR Watch GS Pro, il nuovo e innovativo wearable creato da HONOR per aiutare gli avventurieri urbani ad aumentare le loro prestazioni e ad esplorare i grandi spazi aperti, è il compagno ideale per chi desidera uscire dalla propria comfort zone e per chi osa esplorare.

Design robusto, durata della batteria superiore a 25 giorni e capacità di navigazione GPS potenziate per la vostra prossima avventura

Caratterizzato da un design robusto, lunetta in acciaio inossidabile 316L, tecnologia di finitura del metallo ad alta precisione, l’orologio HONOR Watch GS Pro offre un look sofisticato per consentire agli utenti di essere allo stesso tempo sempre pronti alla vita di città e all’avventura all’aria aperta. Dotato di una straordinaria durata della batteria di 25 giorni, HONOR Watch GS Pro offre capacità di navigazione potenziate, tra cui la funzione GPS Route Back per guidare l’utente in modo sicuro verso il punto di partenza, nonché avvisi meteorologici e notifiche di alba e tramonto, ideali per gli avventurieri che vogliono percorrere tratti più lunghi. Inoltre, HONOR Watch GS Pro supporta più di 100 modalità di allenamento tra cui l’arrampicata in montagna, l’escursionismo, lo sci, la corsa indoor e outdoor e l’allenamento a corpo libero per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi di salute e fitness e spingervi oltre i vostri limiti.

Diversi cinturini tra cui scegliere, le versioni Camo Blue e Camo Grey in arrivo a ottobre 

HONOR Watch GS Pro è realizzato in fluoro elastomero per garantire alte prestazioni e nylon confortevole al posto dei tradizionali materiali siliconici. I fluoro elastometri sono altamente resistenti al calore e al sudore e meno inclini a indurre reazioni allergiche. Lo smartwatch HONOR Watch GS Pro è disponibile nei colori Charcoal Black e Marl White.

I materiali in nylon hanno un design e una sicurezza senza tempo ed essendo leggero e durevoli sono perfetti da indossare tutto il giorno. Lo smartwatch HONOR Watch GS Pro è disponibile con cinturino in nylon in due diverse colorazioni Camo Blue, in arrivo a ottobre e Camo Grey a novembre. Utilizzando la tecnica di tintura Dope Dyeing, il cinturino in nylon di HONOR Watch GS Pro offre un colore più acceso e una maggiore resistenza all’usura. Utilizzando meno prodotti chimici, la tintura Dope Dyeing è più rispettosa dell’ambiente rispetto al processo di tintura tradizionale.

HONOR è partner di Ed Jackson, ex giocatore di rugby professionista e tetraplegico ora in fase di recupero

HONOR ha presentato la sua campagna #DaretoExplore, un richiamo per i giovani esploratori che si allenano in modo efficace e sognano la prossima grande avventura. Per dare il via alla campagna, HONOR si è unito a Ed Jackson, ex giocatore di rugby professionista e tetraplegico in fase di recupero, che ha scalato le montagne per raccogliere fondi a scopo benefico dopo un incidente che tre anni fa lo ha lasciato paralizzato dal collo in giù.

Abituato all’avventura, Ed ha utilizzato HONOR Watch GS Pro come aiuto per allenarsi nei suoi estenuanti trekking, tra cui il più recente sulla cima del Gran Paradiso in Italia, che gli ha permesso di spingersi oltre i limiti e di esplorare grandissimi spazi aperti. A causa della sua disabilità, Ed utilizza fino al 50% di energia in più rispetto agli altri atleti. La tecnologia wearable e le funzioni di monitoraggio della salute di HONOR Watch GS Pro sono state un’ancora di salvezza per Ed, permettendogli di monitorare in modo più efficace la frequenza cardiaca, il deficit calorico e la qualità del sonno.

Per promuovere HONOR Watch GS Pro tra gli amanti dell’avventura e dell’outdoor, HONOR invita i propri utenti a mettersi alla prova in un gioco di ruolo dal titolo “100 ore di sopravvivenza”.

Lo smartwatch HONOR Watch GS Pro è disponibile al prezzo di €249,90 sullo store HiHonor.

Presentato pochi giorni fa (qui l’evento), abbiamo avuto modo di provare il nuovo modello DS220+ (qui l’unboxing) a completamento della gamma Plus, si tratta di un NAS a 2 baie pensato per rispondere alle esigenze di archiviazione di utenti domestici, freelance e aziende di piccole dimensioni. Vediamo come si è comportato.

Confezione

Nella confezione troviamo le istruzioni rapide, l’alimentatore, due cavi lan, viti per il serraggio dei dischi da 2.5″ e i cassettini per inserire i due dischi che possono essere nel formato da 3.5″ oppure 2.5″, sia meccanici che ssd.

Costruzione

Sotto il punto di vista del design, il DS220+ riprende il form factory del modello che va a sostituire, il DS218+, rispecchiandone, forma, dimensioni e peso, cambia invece il processore che qui è un Intel Celeron J4025 Dual Core 2.0 GHz, 2GB di RAM, espandibili fino a 6 GB (2GB saldati sulla scheda e slot per gli ulteriori 4), esattamente come il DS218+.

Il DS220+ offre un incremento pari al 17% nelle performance rispetto ai modelli precedenti per quanto concerne l’indicizzazione dei video e le operazioni ad alta intensità. Ciò garantisce un miglioramento del tempo di risposta del database che arriva a velocità pari a 225 MB/sec in lettura sequenziale e 192MB/sec in scrittura.

Sul pannello frontale, superiormente, troviamo 5 led di stato, Status, LAN 1, LAN 2, Disco 1 e Disco 2; poco sotto sono presenti, porta USB 3.0, pulsante per la Copia veloce da USB e pulsante di accensione e spegnimento.

Sul pannello posteriore, superiormente e per una buona metà dello spazio a disposizione troviamo la ventola per il raffreddamento interno, poco sotto sono presenti i due ingressi LAN, con alla loro sinistra il pulsante per il reset, subito sotto una porta USB 3.0 e l’ingresso per l’alimentazione; sulla destra, invece, troviamo lo Slot di sicurezza Kensington.

All’interno del DS220+ troviamo gli alloggiamenti per i due dischi da 3.5 pollici e lo slot per il banco di RAM aggiuntivo.

I dischi da 3.5 pollici sono alloggiati in 2 comode slitte che ne permettono l’installazione senza viti.

Processore e memoria

Nel cuore di questo NAS troviamo un Intel Celeron J4025 Dual Core 2.0 GHz e 2 GB di memoria RAM DDR3L (espandibile fino a 6GB), che ci permettono di eseguire qualsiasi operazione senza nessun rallentamento, come la transcodifica in tempo reale e il supporto per Plex.

Software ed ecosistema

Il software Synology contenuto nel nas è il DSM (Disk Station Manager), giunto alla versione 6.2 con tantissime novità. Un’interfaccia semplice ed intuitiva anche per chi è alle prime armi con i NAS, il tutto diviso in modo chiaro attraverso menù studiati nei minimi dettagli.

Attraverso il DSM possiamo attingere ai pacchetti programmi presenti sullo store Synology, o sullo store della community, in costante crescita. Le applicazioni presenti sullo store sono davvero tante, si parte da quelle consigliate da Synology per gestire la musica, video, foto in primis. Ma troviamo tantissime altre applicazioni come ad esempio mail server, web server il tutto configurabile con pochi semplici passaggi.

Grazie alla funzione quickconnect di Synology, possiamo abilitare l’accesso remoto senza dover smanettare nel nostro router per aprire le porte di comunicazione, in quanto pensa a tutto quickconnect. Possiamo inoltre utilizzare il NAS come sistema di backup per i nostri mac con Time Machine.

Con questo nuovo NAS sarà possibile creare uno storage cloud privato e personale dove gli utenti potranno salvare automaticamente i loro file, liberando spazio su PC e smartphone. Grazie a Synology Moments sarà possibile gestire ed organizzare facilmente foto e video, raggruppandoli automaticamente in cartelle relative a specifici luoghi, persone o date. Inoltre, con Photo Station, Video Station, e Audio Station gli appassionati di fotografia e video maker potranno gestire i file senza comprometterne la qualità e navigare liberamente nei propri archivi da qualunque device connesso.

Lato mobile

Oltre alle applicazioni per il NAS, Synology mette a disposizione per i nostri dispositivi mobile sia iOS che Android, che ci permettono di accedere a file, musica e video con il minimo sforzo sia da locale che da remoto sempre attraverso il quickconnect, come per esempio DS file per la gestione dei file presenti sul NAS, DS photo, per effettuare un backup di foto e video presenti sul nostro dispositivo, DS cam per controllare le cam presenti su Surveillance Station.

Configurazione iniziale

La configurazione iniziale è davvero semplice, basterà digitare il seguente indirizzo Web nella barra dell’indirizzo del proprio browser, find.synology.comdiskstation:5000 per poter cominciare la configurazione del NAS, cliccando sull’elemento trovato e attendere l’apertura di una finestra nel nostro browser predefinito per iniziare la configurazione.

Verrà chiesto di scaricare l’ultima versione disponibile di DSM che in base alla velocità della vostra connessione potrà impiegarci diversi minuti, successivamente bisognerà creare un account Synology per poter usufruire di tutti i servizi messi a disposizione come il quickconnect accennato in precedenza.

Una volta effettuato l’accesso ci troveremo di fronte alla schermata principale del DSM, che ci guiderà attraverso un piccolo tutorial per spiegarci le basi di utilizzo del software e delle sue applicazioni.

Il primo passo sarà quello di configurare i nostri dischi per il corretto funzionamento, si procederà alla formattazione e scelta del file system ed infine alla creazione dell’eventuale sistema RAID.

A questo punto siamo pronti per smanettare e installare le applicazioni messe a disposizione dallo store Synology o della community.

Utilizzo

Durante l’uso, il NAS si è sempre comportato in modo egregio, senza mai avere la minima incertezza nello svolgere l’operazione che abbiamo richiesto sia nella copia di grandi file o condivisione di file video 4K.

Transcodifica video

Durante i nostri test abbiamo messo a dura prova il nuovo nato di casa Synology, sia con il formato 4K che 1080p ed è filato tutto liscio, con le prove effettuate su una Tv 4K collegata via Wi-FI al Router al quale era collegato il DS220+.

Applicazioni

Nel parco applicazioni presenti sul NAS vi è presente l’applicazione Video Station, che permette di trasformare il vostro NAS in un media center. Abbiamo provato a riprodurre qualche filmato in 4K sulla nostra tv anch’essa 4K, il tutto è avvenuto senza il minimo indugio da parte del NAS e grazie alla LAN GigaBit abbiamo potuto verificare come l’avvio del filmato e la possibilità di spostarsi avanti e indietro durante la riproduzione, venivano processati in pochissimo tempo di gran lunga superiore al classico sistema LAN 10/100.

 

DS VIDEO è a tutti gli effetti un media center completo in ogni suo aspetto, una volta caricati i vostri video sul NAS e aggiunte le cartelle che l’applicazione dovrà gestire, il sistema effettuerà il download delle informazioni dei vari titoli trovati. Vi ritroverete la vostra collezione personale completa di tutto, anno di pubblicazione, regia, autori, attori, genere e riepilogo del film. I Synology NAS con supporto per la transcodifica in tempo reale ora consentono anche di eseguire la transcodifica dei film in anticipo usando la transcodifica offline. È possibile avviare la transcodifica di un file video utilizzando uno smartphone o un browser web e scaricare il video sui dispositivi mobile e vederlo offline in qualsiasi momento senza doversi preoccupare della connessione Internet. DS video consente di condividere la raccolta archiviata sulla DiskStation con un semplice collegamento.

DS audio permette di gestire la nostra collezione audio per ascoltarla sulla nostra TV, oppure utilizzando gli altoparlanti AirPlay o Bluetooth. Grazie alle applicazioni per iOS e Android possiamo sfruttare la condivisione su Chromecast. Ad esempio se siamo a casa di amici, ci basterà connetterci al nostro NAS per trasmettere i contenuti sul Chromecast del nostro amico. Una delle funzioni che ci ha particolarmente colpiti è la possibilità di creare delle playlist e salvarle nel nostro dispositivo mobile, una sorta di Spotify gratuito. Inoltre DS audio è compatibile anche con Apple Watch trasformandolo in un vero e proprio telecomando.

DS Photo vi permetterà di archiviare e gestire le vostre foto in modo semplice e veloce, potrete caricare le foto appena scattate con il vostro smartphone direttamente sul vostro NAS. Inoltre potrete condividere album o singole foto con i vostri amici, inviando un semplice collegamento. La funzione di caricamento automatico delle foto può essere una manna dal cielo quando siete in viaggio, non dovrete più preoccuparvi di perdere qualche scatto in quanto verranno salvati automaticamente sul vostro sistema(tramite connessione dati). Con DS Photo possiamo inoltre scaricare le foto dal nostro NAS su un dispositivo mobile, per poterle vedere anche in caso di connessione internet instabile o assente.

Ds Cam e Surveillance Station vi permettono di realizzare il vostro centro di sorveglianza, per avere sempre sotto controllo casa o ufficio. Ormai sono comuni le IpCam, che permettono di controllare a distanza i nostri ambienti e attraverso DS Cam potremo fare tutto ciò senza l’uso di applicazioni di terze parti. Si potrà persino registrare sul disco del NAS come un vero e proprio sistema di sorveglianza.

Ds Get vi da la possibilità di gestire i download quando siete fuori casa/ufficio. Quante volte vi è capitato di essere in giro e vi siete dimenticate di mettere a scaricare un file di diversi GB mentre stavate uscendo? Ecco con Ds Get potrete farlo in tutta comodità, basterà accedere al NAS e aggiungere il file che volete scaricare, potrete mettere in download anche file torrent e scegliere quale file contenuto al suo interno aggiungere al download.

Ds Finder permette di avviare, spegnere e monitorare lo stato della DiskStation quando si è in fuori ufficio o casa.

Conclusioni

Durante il nostro test abbiamo verificato le velocità di trasferimento e grazie alle porte LAN GigaBit abbiamo toccato punte di 115MB/s, velocità davvero ottime, niente a che vedere con le normali porte LAN 10/100Mbit. Il trasferimento sulla porta USB 3.0 si è assestato su 100MB/s. Per chi ha bisogno di spostare grandi mole di dati, le porte GigaBit fanno veramente la differenza sia in ambito aziendale che domestico.

Il Synology DiskStation DS220+ è un ottimo prodotto sia per uffici di piccole dimensioni che per utilizzo privato con prestazioni davvero ottimo per questo tipo di utilizzo.

Attualmente lo si può trovare su Amazon ad un prezzo intorno ai 350 euro.

Caratteristiche tecniche

Processore: Intel Celeron J4025 Dual Core 2.0 GHz, burst da 2.9 GHz
RAM: 2 GB DDR4 non-ECC, espandibile fino a 6 GB tramite slot dedicato
Storage: 2 Baie compatibili con HDD da 3.5″ e HDD/SDD da 2.5″ – Max 32 TB (16 TB drive x 2)
Power: 60 W
Consumo: 14.69 W (Utilizzo) – 4.41 W (HDD in stand by)
Dimensioni / peso: 165 x 108 x 232.2 mm, peso 1.30 kg

0 159

Con oltre 100 milioni di dispositivi venduti in tutto il mondo, i clienti di Fire TV guardano contenuti in streaming per miliardi di ore ogni mese. Oggi, Amazon ha migliorato ulteriormente Fire TV attraverso la nuova generazione di Fire TV Stick e la nuovissima Fire TV Stick Lite; oltre ad introdurre una nuova interfaccia ancora più personalizzata. Inoltre, da oggi, Fire TV Cube è disponibile anche per i clienti in Italia: si tratta di un dispositivo per la riproduzione di contenuti multimediali in streaming 4K Ultra HD controllabile con la voce tramite Alexa, oltre a essere la più veloce e potente Fire TV di sempre.

Ciò che più ci appassiona è inventare soluzioni che consentano ai nostri clienti di godersi sempre più il meglio dei contenuti per l’intrattenimento“, ha affermato Eric Saarnio, responsabile di Amazon Devices EU. “Con la nuova Fire TV Cube i clienti in Italia hanno, con il solo utilizzo della voce, il completo controllo della loro esperienza di divertimento, guardando la TV e i film per loro più importanti. La nuova interfaccia di Fire TV viene realizzata su misura per ogni cliente e semplifica la riproduzione dei programmi preferiti utilizzando la nuova generazione, ancora più potente, di Fire TV Stick e la conveniente Fire TV Stick Lite”.

La Fire TV Stick ora è il 50% più potente con la tecnologia HDR e supporto Dolby Atmos: a soli 39,99 EUR
La nuovissima Fire TV Stick è dotata di un processore quad-core da 1,7 GHz migliorato che la rende il 50% più potente rispetto all’ultimo modello. La nuova Fire TV Stick offre una riproduzione in streaming più rapida con risoluzione 1080p a 60 fps e compatibilità con la tecnologia HDR. Il WiFi dual-band e la doppia antenna supportano la connessione a reti a 5 GHz per uno streaming più stabile e meno interruzioni di connessione. Fire TV Stick è dotata anche di audio Dolby Atmos per riprodurre un suono avvolgente grazie a contenuti e ad altoparlanti compatibili, e di un telecomando vocale Alexa con pulsanti per l’accensione, la regolazione del volume e la disattivazione dell’audio per un facile controllo di TV, soundbar e ricevitori A/V.  La nuova Fire TV Stick offre prestazioni migliorate consumando il 50% in meno di energia rispetto ai modelli precedenti.

Fire TV Stick Lite: streaming Full-HD conveniente, a soli 29,99 EUR
Fire TV Stick Lite
è un modo nuovo – e ancora più conveniente – di poter riprodurre contenuti in streaming con risoluzione Full HD. É il 50% più potente del modello precedente ed è dotata del supporto per la tecnologia HDR. Fire TV Stick Lite è dotata inoltre di Alexa Voice Remote Lite, un telecomando semplificato che consente di utilizzare la voce per cercare, avviare e controllare i contenuti.

Fire TV Cube: la Fire TV più veloce e potente
Dotato di un processore hexa-core ultra potente, Fire TV Cube offre un’interfaccia utente rapida e fluida, con accesso a Dolby Vision e contenuti 4K Ultra HD fino a 60 fps. Fire TV Cube supporta i colori brillanti garantiti dalla tecnologia HDR, con Dolby Vision e HDR 10+, oltre alla nitidezza dell’audio Dolby Atmos.

Fire TV Cube offre un riconoscimento vocale a lungo raggio all’avanguardia, con otto microfoni e una tecnologia di beamforming avanzata che combina i segnali dei singoli microfoni per eliminare il rumore, il riverbero, eventuali contenuti in riproduzione e persino ulteriori conversazioni che avvengono in contemporanea per assicurarsi che Alexa senta chiaramente la richiesta mentre è posizionata accanto alla TV. Grazie al supporto del nuovo potente processore, è possibile cercare e riprodurre contenuti usando solo la voce. Al momento del lancio, app di streaming come Prime Video, Netflix, YouTube e ARTE supporteranno controlli vocali in-app migliorati. Dall’altra parte della stanza, basterà dire semplicemente “Alexa, fai partire La fantastica signora Maisel”, “Alexa, accendi la TV”, “Alexa, alza il volume” e Alexa risponderà alla richiesta.

Inoltre, Fire TV Cube utilizza la tecnologia a infrarossi multidirezionale, protocolli basati su cloud e HDMI CEC che, combinati con Alexa, consentono di controllare la TV, la soundbar, il ricevitore A/V e altri dispositivi domestici intelligenti compatibili. Fire TV Cube ti consente anche di cambiare gli ingressi sui televisori compatibili. Con l’altoparlante integrato, Fire TV Cube consente inoltre di controllare il tempo, ascoltare le notizie e molto altro, anche a TV spenta.

Una nuova interfaccia utente di Fire TV personalizzata
L’interfaccia utente di Fire TV è stata riprogettata per risultare più intuitiva, semplice e personalizzata. Il menù principale si trova ora al centro dello schermo per trovare più semplicemente quello che si sta cercando. È possibile passare direttamente al proprio servizio streaming preferito o scorrere velocemente le app supportate per dare un’occhiata al contenuto prima di avviare la riproduzione. Una nuovissima esperienza di ricerca rende più facile che mai scoprire fantastici film, programmi TV e altro ancora, con funzionalità di navigazione che consentono ricerche ampie e specifiche in base al genere (ad es. commedie, azione), alle categorie utili (ad es. bambini e famiglia) e altro ancora.

Alexa è al centro della nuova esperienza di Fire TV, con controlli vocali migliorati che permettono di accedere in modo semplice e immediato all’intrattenimento. Basterà dire semplicemente “Alexa, vai su Libreria” per sfogliare video e film. Attraverso i profili utente, Fire TV ora offre un’esperienza personalizzata per un massimo di sei membri di una famiglia, fornendo consigli sui contenuti individuali, cronologia di visualizzazione, elenchi di controllo, impostazioni preferite e altro ancora. La modifica dei profili utente può avvenire in modo semplice e immediata dicendo “Alexa, passa al mio profilo”. Dopo la configurazione iniziale, Alexa riconoscerà automaticamente la voce e passerà al profilo del cliente.

Alexa diventa ogni giorno più intelligente e l’interfaccia utente riprogettata di Fire TV permette di accedere a una schermata “Scopri Alexa” che mostra tutte le funzionalità di Alexa e aiuta a visualizzare il meteo, l’andamento della borsa e altro ancora. È possibile anche visualizzare e controllare i dispositivi smart collegati alla propria casa. Inoltre, Fire TV Cube potrà essere utilizzato per le videochiamate con Alexa, collegando una webcam Logitech compatibile per rimanere in contatto con amici e familiari sullo schermo più grande di casa tua. La videochiamata Alexa sarà disponibile entro la fine dell’anno.

Disponibilità
La nuovissima Fire TV Stick costa 39,99 EUR e la sua spedizione in Italia inizierà la prossima settimana. Il dispositivo è disponibile per il pre-ordine sul sito Amazon. Fire TV Stick Lite costa 29,99 EUR e le spedizioni in Italia inizieranno la prossima settimana. I clienti possono effettuare il pre-ordine qui.

A partire da oggi, Fire TV Cube è disponibile su Amazon a 119,99 EUR.

L’esperienza di Fire TV ridisegnata inizierà a essere distribuita a livello globale entro la fine dell’anno a partire dalle nuove Fire TV Stick e Fire TV Stick Lite. Le caratteristiche esatte variano in base al Paese.

 

0 143

Amazon ha presentato una nuovissima gamma di dispositivi Echo con un design completamente nuovo, un audio migliorato e funzionalità che rendono Alexa più intelligente, coinvolgente e utile che mai.

Questi sono i migliori dispositivi Echo che abbiamo mai realizzato”, afferma Eric Saarnio, Vice President Amazon Devices EU. “Echo ed Echo Dot sono bellissimi e offrono un audio migliorato, mentre Echo Show 10 ripensa completamente l’esperienza d’uso di Alexa con uno schermo: il display si muove con l’utente rimanendo sempre visibile. Avviene tutto in modo naturale, come una normale conversazione. Inoltre, Alexa diventa sempre più intelligente: è possibile chiedere di guardare Netflix, fare chiamate di gruppo e molto altro”.

Il nuovo Echo: nuovo design sferico, audio stereo Dolby e un hub Zigbee integrato

Il nuovo Echo combina in un unico dispositivo le caratteristiche migliori di Echo ed Echo Plus, mantenendo lo stesso prezzo di Echo. Presenta un design completamente nuovo e una finitura in tessuto che si adatta perfettamente a qualsiasi stanza, con un anello luminoso a LED alla base della sfera che si riflette sulle superfici per una maggiore visibilità. Anche l’audio è stato migliorato: grazie al woofer da 3” (76 mm) e ai due tweeter (20 mm/0,8”), Echo offre un suono stereo Dolby da un unico dispositivo con alti nitidi, medi dinamici e bassi profondi. Come Echo Studio, il nuovo Echo rileva automaticamente l’acustica del tuo spazio e ottimizza la riproduzione audio. Basterà chiedere di ascoltare la propria canzone preferita per apprezzare un suono ricco di sfumature che si adatta automaticamente a qualsiasi stanza. Per la prima volta, Echo include un hub per la Casa Intelligente, con il supporto di Zigbee, e dispone anche della connettività Bluetooth LE.

Echo Dot ed Echo Dot con orologio: nuovi design sferici e un suono più nitido e pieno

I clienti hanno reso Echo Dot il dispositivo più venduto e oggi è stato ulteriormente migliorato. Il nuovo Echo Dot ha lo stesso design sferico e la stessa finitura in tessuto di Echo, che lo rendono elegante e adatto ad ogni spazio. Echo Dot è compatto, ma presenta un potente altoparlante frontale da 41 mm che riproduce voci nitide e bassi bilanciati per un audio pieno in qualsiasi stanza della casa. Il nuovo Echo Dot con orologio presenta gli stessi miglioramenti di Echo Dot, oltre a un display LED che consente di controllare facilmente l’ora, la temperatura esterna, i timer e le sveglie. E, da oggi, la funzione che consente di spegnere la sveglia con un tocco, che i clienti adorano su Echo Dot con orologio, sarà disponibile anche su Echo Dot ed Echo.

Echo Show 10: progettato per muoversi con l’utente

Il nuovo Echo Show 10 è il frutto di una completa riprogettazione dell’utilizzo di Alexa con uno schermo ed è stato migliorato in molti modi. Dispone di uno schermo 10” adattivo con risoluzione HD e colori brillanti che resta sempre visibile mentre l’utente interagisce con Alexa, indipendentemente dal punto della stanza in cui si trova. Inoltre, il nuovo motore senza spazzole è totalmente silenzioso: mentre Echo Show 10 ruota, non si sentirà alcun rumore.

Con Echo Show 10, è possibile chiedere ad Alexa di effettuare una videochiamata senza preoccuparsi di finire fuori dall’inquadratura perché, mentre ci si muove, anche il display ruota. E la nuova telecamera grandangolare da 13 MP regola l’inquadratura per mantenere l’utente e l’interlocutore sempre in primo piano e al centro dell’immagine.

Inoltre, con le nuove chiamate di gruppo di Alexa, è possibile creare un gruppo di 8 amici, o familiari, e chiedere semplicemente “Alexa, chiama la mia famiglia” per entrare in contatto con loro.

Mentre Echo Show 10 ruota, ruotano anche i doppi tweeter frontali e il potente woofer, fornendo un suono direzionale di alta qualità che si adatta automaticamente a qualsiasi stanza e garantisce una riproduzione audio eccellente per musica, video e molto altro. Echo Show 10 si muoverà mentre si guardano le notizie, il sommario quotidiano o i vari contenuti da Prime Video*. Presto, tramite Echo Show, i clienti potranno accedere anche ai contenuti Netflix. Basterà chiedere di cercare un contenuto all’interno del catalogo, per godersi le serie originali Netflix, tra cui Stranger Things, The Crown, The Irish Man usando solo la voce.

Migliorare l’esperienza dei nostri clienti significa anche garantirgli l’accesso a Netflix ovunque si trovino. Siamo entusiasti di questa collaborazione con Amazon, che permetterà di offrire i contenuti Netflix più amati e conosciuti attraverso i dispositivi Echo Show, così da rendere tutto più semplice utilizzando semplicemente la propria voce Barry Smith, Partner Engagement Manager, Netflix.

Echo Show 10 utilizza algoritmi di visione artificiale evoluti che aiutano a rendere la casa dei clienti più intelligente e sicura. È possibile anche visualizzare le riprese dal vivo effettuate da Echo Show 10 su un altro dispositivo Echo Show o tramite l’app Alexa, facendo ruotare il dispositivo da remoto per vedere l’intera stanza o impostare una routine che permette di accendere automaticamente le luci quando Echo Show 10 rileva che qualcuno è entrato nella stanza. Inoltre, le funzionalità per la Casa Intelligente integrate includono il supporto per Zigbee e per la connettività Bluetooth.

Come tutti i dispositivi Echo, anche Echo Show 10 è stato progettato pensando alla privacy. Grazie all’utilizzo combinato della localizzazione basata sull’audio e della visione artificiale, elaborate in locale direttamente nel dispositivo, si muove intelligentemente mantenendo lo schermo rivolto verso il cliente, o rileva quando lo stesso è “Assente”. È possibile disattivare il movimento in qualsiasi momento semplicemente chiudendo il coperchio della fotocamera, regolando le impostazioni della privacy sul dispositivo o nell’app Alexa o semplicemente dicendo “Alexa, disattiva il movimento“.

Sostenibile

Tutti i dispositivi Echo annunciati sono costruiti con tessuto e alluminio pressofuso riciclati al 100%, oltre che con plastica riciclata. Inoltre, tutti i materiali a base di fibra di legno utilizzati per la confezione del dispositivo Echo provengono da foreste gestite in modo responsabile o da fonti riciclate. Oltre a utilizzare materiali sostenibili, questi dispositivi Echo sono dotati anche della modalità Risparmio energetico, che consentirà di risparmiare energia in modo intelligente durante i periodi di inattività, per tutta la durata del ciclo di vita del dispositivo.

Prezzi e disponibilità

Echo (99,99 EUR) ed Echo Dot (59,99 EUR) saranno disponibili nei colori antracite, bianco ghiaccio e ceruleo. Echo Dot con orologio (69,99 EUR) sarà disponibile in bianco ghiaccio e ceruleo. I nuovi prodotti possono essere preordinati a partire da oggi e inizieranno a essere spediti entro la fine dell’anno.

Echo Show 10 (249,99 EUR) sarà disponibile nei colori antracite e bianco. È possibile registrarsi per ricevere una notifica quando il nuovo Echo Show 10 sarà disponibile. Tutte le nuove funzionalità annunciate oggi saranno disponibili su tutti i dispositivi Echo Show entro la fine dell’anno.

 

0 169

Si stima che siano tra le 6 e le 7 mila le lingue parlate in tutto il mondo: tra idiomi ufficiali, parlate regionali, dialetti, gestualità, linguaggi inventati e slang, la Terra è un vero e proprio “melting pot”, è proprio il caso di dirlo. Con la globalizzazione, i social network e la formazione internazionale, poi, anche i confini tra una lingua e l’altra sono diventati più confusi e sono sempre di più le occasioni di imparare lingue diverse dalla propria.

Tra app, social, corsi e giochi a portata di smartphone, diventare poliglotti non è mai stato così semplice. Secondo l’ultimo sondaggio condotto da Wiko sulla propria community Instagram, infatti, un buon 59% del campione dichiara di essersi approcciato a una lingua straniera grazie a questi strumenti.

Ma quali sono le abitudini e le preferenze linguistiche degli italiani online?

Wiko – brand franco-cinese di telefonia da sempre attento a trend e fenomeni che interessano le nuove generazioni – ha voluto scoprirlo in occasione della Giornata Europea delle Lingue, che ricorre il 26 settembre di ogni anno proprio per celebrare e promuovere la diversità linguistica.

L’idea diffusa vuole che gli italiani non siano esattamente fluenti nelle lingue straniere, ma il sondaggio di Wiko smentisce questo pregiudizio: il 66% degli intervistati afferma di conoscere più di una lingua. Anche se la passione per il plurilinguismo vince, però, al momento di ordinare al ristorante o in coda al museo, il traduttore automatico simultaneo, per il 72% dei rispondenti, resta sempre una delle migliori invenzioni del nuovo secolo!

Il 60% preferisce ancora utilizzare l’italiano in chat e online, ma sui socialsoprattutto per la Generazione Z, è un’altra storia! Nella comunicazione tra giovani – tra meme, GIF e video – quando si zittisce l’interlocutore con una risposta pronta lo si “blasta”, la migliore amica o l’anima gemella diventano “bae” e per dichiarare la propria approvazione incondizionata per un’idea si esclama “I stan”. In breve, lo slang social è rigorosamente inglese: lo sostiene il 70% degli intervistati.

Se in ambito entertainment, il 53% è più pigro e, per quanto sia affezionato a una serie tv, preferisce attendere che escano gli episodi in italiano, per il 47% dei rispondenti l’utilizzo dell’inglese sul lavoro è sinonimo di maggiore competenza.

Warning (per restare in tema): occhio a gaffe e fraintendimenti! Pare che per più della metà degli intervistati (53%), infatti, le incomprensioni linguistiche siano all’ordine del giorno.

Comunque, all’idea che la lingua del futuro sarà una commistione di diversi idiomi la maggioranza (anche se con uno scarto minimo) si oppone categoricamente, o almeno spera di no. Salvaguardare la diversità linguistica è importante per il 60% dei rispondenti.

Insomma, come si suol dire, “il mondo è bello perché è vario”. La diversità è colore, cultura, ricchezza e opportunità di crescita, e come tale va celebrata, anche online.

Presentato ad Agosto (qui la notizia) e subito disponibile, abbiamo avuto modo di provare il Wiko Y81, dispositivo entry level della case Franco-Cinese; vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La confezione è abbastanza grande di colore binaco e molto economica nella fattura; appena aperta, troviamo lo smartphone, rimosso il quale troviamo gli accessori, guida rapida e clip per l’apertura del carrellino per Nano SIM e microSD (in uno scatolino dedicato), cavetto USB-microUSB, caricatore da 5V/2A, cover trasparente e auricolari.

Prime Impressioni

Il Wiko Y81 ha un display V-shape IPS LCD da 6.2 pollici con risoluzione HD+ (1520 x 720), monta un processore MediaTek Helio A20 (MT6761D) Quad Core a 1,8GHz, 2GB di RAM e 32GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 256GB. Il comparto fotocamera principale è composto da un sensore da 13 MP, presente il Flash LED; da 5 MP il sensore presente sulla fotocamera anteriore.

Esteticamente abbiamo un corpo e cover posteriore in policarbonato, nulla di eccezionale, ottimo il touch & feel.

Wiko dichiara 2 giorni di utilizzo con la batteria long-lasting da 4000 mAh, lo scopriremo nei prossimi giorni.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.2″ V-shape IPS LCD, HD+ (1520 x 720) – 19:9
Fotocamera Frontale: 5 MP
Fotocamera Posteriore: 13 MP con Flash LED
Processore: Quad-Core MediaTek Helio A20 (MT6761D) @1,8GHz
Processore Grafico: IMG GE8300
Memoria: 32GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 256 GB, 2 GB RAM
Dimensioni / peso: 157,9 x 76,1 x 8,3 mm, peso 166 g
Batteria: Ai polimeri di litio da 4000 mAh (non removibile)
Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth v4.2, A2DP, LE
Reti: LTE-A (2CA) Cat. 4 DL 150 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione:  NON presente
NFC: No
IRDA: No
USB: microUSB 2.0, USB On-The-Go
3.5mm jack: Sì
GPS: Sì, con A-GPS
Radio:
Lettore di impronte: No
Sistema operativo: Android 10 Go Edition
Sim: Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

0 164

L’avvio del nuovo campionato di calcio porta con sé una buona notizia per tutti i tifosi e gli appassionati di sport. DAZN è da oggi disponibile per il download su tutti i dispositivi Huawei dotati di Huawei Mobile Services.

Dopo l’arrivo di DAZN su AppGallery a giugno 2020 per i device GMS – come HUAWEI P30 Pro new edition, HUAWEI P Smart Pro e HUAWEI P Smart 2020, da oggi, tutti coloro che hanno uno dei device della famiglia HUAWEI P40 o uno degli ultimi tablet presentati da Huawei, come HUAWEI MatePad T10 o HUAWEI MatePad T10 S, potranno seguire le loro squadre preferite o tutti i grandi eventi sportivi proposti da DAZN.

Scaricando la app DAZN, sarà possibile accedere a tutto il catalogo sportivo del servizio di streaming che attualmente comprende tre partite per ogni giornata di Serie A TIM, tutti i match della Serie BKT, il grande calcio internazionaleMotoGPMoto2, Moto3 e i canali Eurosport 1 HD ed Eurosport 2 HD con tennis, ciclismo, basket, sport invernali e tanto altro.

Lo sport appassiona, unisce, crea squadre e sostenitori. Per noi rendere l’offerta DAZN disponibile per tutti i device Huawei vuol dire offrire a tutti i nostri utenti la possibilità di ritrovarsi, tifare e seguire i propri sport preferiti anche in mobilità. Venire incontro alle esigenze dei consumatori è per noi una priorità”. Ha commentato Isabella Lazzini, Marketing & Retail Director Huawei CBG Italia.

Attiva in oltre 170 PaesiHUAWEI AppGallery, la prima vera alternativa agli app store negli ultimi dieci anni ha attualmente oltre 96.000 app integrate con HMS Core e oltre 490 milioni di utenti attivi a livello globale. Inoltre, ha anche raggiunto il record di 261 miliardi di download di app tra gennaio e agosto 2020.

COME SCARICARE DAZN

Per scaricare l’app DAZN o qualunque altra applicazione tra le numerose app presenti su HUAWEI AppGallery – e non solo – è possibile utilizzare anche HUAWEI Petal Search, un widget di ricerca che permette un accesso rapido e comodo a tutto l’elenco di applicazioni in costante aggiornamento, oltre che a notizie, immagini e altro ancora fornendo risultati più accurati e rilevanti per ciascun utente, in modo da consentire la piena personalizzazione e gestione dell’esperienza con il proprio smartphone. Huawei Petal Search offre un’esperienza di ricerca alternativa che mostra le app provenienti da più store, indicandone per ciascuna la fonte. Grazie alla completa integrazione con Huawei AppGallery, mostra come primo risultato le app disponibili sullo store proprietario Huawei.

0 198

Dal know-how Garmin in fatto di tecnologia applicata allo sport nasce una nuova serie di smartwatch che fa del benessere e dello stile i propri punti di forza: ecco i Garmin Venu Sq e Venu Sq Music Edition.

Il design e l’anima tecnologica segnano un ulteriore passo avanti nel mondo Garmin che con i Venu Sq vuole mettersi al polso di tutti coloro che cercano un indossabile dalla indiscutibile credibilità in fatto di monitoraggio delle prestazioni, senza per questo dover rinunciare allo stile più moderno.

Un accessorio particolare è diventato indispensabile per il pubblico “active” quasi quanto il cellulare: lo smartwatch. Lo sviluppo tecnologico ha garantito negli anni un costante aggiornamento sia in termini di software che di hardware e oggi Garmin è pronta a segnare un nuovo punto di svolta.

Dalla più alta tecnologia in fatto di analisi sulla salute e sul benessere al costante monitoraggio e supporto nella gestione della propria routine, dallo stile che richiama l’ambizione sportiva al design moderno che si ispira alle atmosfere urban delle grandi città: questo e molto altro è racchiuso nei nuovi Venu Sq e Venu Sq Music Edition.

I modelli della serie Venu Sq sono dotati di un elegante e luminoso display squadrato LCD ad alta definizione, touchscreen Corning Gorilla Glass da 1,3 pollici delimitati da una lunetta in alluminio e due pulsanti laterali per la migliore esperienza d’uso.

I Venu Sq si allacciano al polso tramite ergonomici e colorati cinturini in silicone. Inoltre, Venu Sq Music Edition offre la possibilità agli utenti di archiviare direttamente sullo smartwatch le proprie playlist musicali o di ascoltarle tramite servizi di streaming quali Spotify, Amazon Music e Deezer; il tutto utilizzando cuffie Bluetooth compatibili di terze parti, senza bisogno dello smartphone.

Disponibile in entrambi i modelli, invece, la funzione Garmin Pay™ grazie alla quale è possibile effettuare pagamenti contactless facili e sicuri direttamente dall’orologio; le banche aderenti sono consultabili al seguente link: https://explore.garmin.com/it-IT/garmin-pay/.

Dallo smartwatch tutte le analisi del proprio stato di forma e benessere

Come l’aspetto estetico anche il cuore tecnologico dei nuovi dispositivi Garmin segna un deciso cambio di paradigma nella gamma dei wearable del colosso americano. Infatti, il ventaglio di funzioni wellness viene supportato dall’innovativo monitoraggio della frequenza cardiaca ElevateTM 24/7 di Garmin. Questa tecnologia è in grado di campionare la frequenza cardiaca per tutto il tempo che il Venu Sq viene indossato, anche di notte.

Ed è proprio durante le ore notturne che i nuovi Garmin completano il loro tracciamento analizzando le fasi di sonno leggero, profondo e REM.

Questo è possibile grazie alla misurazione del numero di respiri al minuto e grazie anche al sensore Pulse Ox che misura i livelli di saturazione dell’ossigeno presente nel sangue. Al risveglio, gli utenti possono così rivedere le proprie statistiche sul sonno in Garmin Connect™ per valutare la qualità del riposo.

A tutto questo gli ingegneri Garmin hanno aggiunto avvisi in caso di rilevamento di frequenza cardiaca anomala, il monitoraggio del ciclo mestruale (solo su profilazione donna o non specificato in Garmin Connect), il rilevamento dello stress con promemoria per dedicarsi qualche istante di relax, il controllo dell’idratazione e molto altro ancora. Per esempio, la funzione Body Battery™ che mostra agli utenti il proprio livello di energia aiutandoli a programmare allenamenti, tempi di riposo attivo e sonno notturno.

Innovativi sono anche il controllo e la gestione della respirazione che i nuovi Venu Sq offrono. Infatti, quando una particolare situazione di stress richiede di fermarsi un attimo per rilassarsi, gli utenti possono accedere direttamente dal proprio orologio a quattro differenti attività di respirazione consapevole: “Tranquillità” per favorire il sonno, “Coerenza” per facilitare l’equilibrio e la calma e due versioni di “Relax e concentrazione”, di differente durata, per migliorare l’attenzione ed alleviare lo stress. Al termine di ogni attività di respirazione viene fornito un riepilogo che mostra la durata, l’andamento del respiro, la frequenza cardiaca media e la variazione dello stress.

Quotidianità sportiva

Per tutte le volte in cui il bisogno di movimento prende il sopravvento sulla routine sedentaria i nuovi Venu Sq offrono oltre 20 profili integrati per il monitoraggio dei propri allenamenti. Gli smartwatch GPS Garmin monitorano i passi, i minuti di intensità, e tra profili di sport indoor o outdoor c’è solo l’imbarazzo della scelta: pilates, yoga, pesi, ellittica, step, camminata, corsa, nuoto in piscina, bici solo per citarne alcuni.

Inoltre, quando ci si pone un obiettivo per il quale serve un piano di allenamento costante, l’ampia selezione di opzioni training di Venu Sq prevede allenamenti preimpostati e disponibili per il download gratuito dal portale Garmin Connect/Mobile ed offre la possibilità di creare allenamenti personalizzati.

Presente nei nuovi smartwatch Venu Sq anche l’opportunità di disporre di piani di allenamento running gratuiti attraverso Garmin Coach, presente su Garmin Connect/Mobile, per preparare nel miglior modo possibile una corsa da 5Km, 10km o una mezza maratona. Questo calendario di allenamenti mette a disposizione dei runner (neofiti o appassionati) dei veri e propri allenatori virtuali che seguono lo sviluppo dei training; coach Greg McMillan, Amy Parkerson-Mitchell ed il mitico Jeff Galloway.

Infine, un aspetto non certo trascurabile è quello offerto dalle funzioni di sicurezza LiveTrack™Incident Detection e Richiesta assistenza quando si decide di uscire in bici, a correre o a camminare. Queste permettono a Venu Sq di inviare a parenti ed amici la propria posizione in tempo reale, sia quando ci si allena che quando si sta gareggiando e sono in grado di rilevare automaticamente incidenti e trasmettere la posizione dell’utente a una lista di contatti di emergenza, oppure di inviare un messaggio di richiesta di assistenza con la semplice pressione di un tasto.

Venu Sq per tutto il giorno

Gli ultimi arrivati nella collezione wearable di Garmin si propongono come accessori indispensabili per chi ama una quotidianità sportiva ma non solo. La serie Venu Sq, infatti, garantisce connessione e comodità tutto il giorno grazie a numerose funzioni smart. Tra queste la possibilità di ricevere notifiche direttamente sul display dell’orologio quali chiamate in arrivo, messaggi di testo (ai quali solo gli utenti Android possono rispondere direttamente dal dispositivo), aggiornamenti sui social media ed ipromemoria del calendario.

Infine, tramite lo store on-line di Garmin, Connect IQ™ si possono scaricare app, widget o nuovi e colorati quadranti che si possono anche personalizzare tramite personali fotografie.

Compatibili con smartphone Android e Apple e con un’autonomia di batteria fino a 6 giorni in modalità smartwatch e 14 ore in modalità GPS oppure 6 ore GPS + Musica, i nuovi Venu Sq e Venu Sq Music Edition sono disponibili rispettivamente a un prezzo consigliato al pubblico di 199,99 Euro e di 249,99 Euro.