Hard Disk

Presentato l’anno scorso, abbiamo avuto modo di provare il Western Digital Blue 3D NAND SATA SSD, nel formato da 4 TB, unità SSD concepita per essere utilizzata nei desktop.

Confezione

Nella confezione, oltre al disco SSD, è presente solo la manualistica.

Costruzione

La serie WD BLUE è dedicata ai PC Desktop e anche questo SSD, con il classico form factor da 2.5 pollici, non fa eccezione.

WD Blue 3D NAND SATA SSD utilizza la tecnologia 3D NAND non solo per le capacità più elevate (fino a 4 TB con un fattore di forma 2.5″ 7 mm) rispetto alla generazione precedente di SSD WD Blue, ma anche per ridurre le interferenze cell-to-cell per un’affidabilità ottimizzata.

Senza parti mobili, un’unità SSD è progettata per prevenire la perdita di dati in caso di urti o cadute accidentali. Inoltre con un MTTF (Mean Time To Failure) di 1,75 milioni di ore, diverse tecnologie per la correzione degli errori e fino a 600 TBW (terabyte scritti), le SSD 3D NAND SATA WD Blue possono proteggere i dati per gli anni a venire.

La tecnologia 3D NAND permette velocità di lettura sequenziali fino a 560 MB/s e velocità di scrittura sequenziali fino a 530 MB/s.

Con una certificazione di F.I.T. Lab (Functional Integrity Testing Lab) di WD, ogni unità SSD 3D NAND SATA WD Blue viene verificata per la compatibilità con un’ampia gamma di computer desktop e portatili. Ogni unità SSD 3D NAND SATA WD Blue viene sottoposta a numerosi test di compatibilità e affidabilità per assicurare che sia conforme agli alti standard del marchio WD.

Funzionamento

Come accennato, la linea Blue di Western Digital, è pensata per un utilizzo prettamente Desktop e questo disco SSD rientra in questa categoria, quindi lo abbiamo provato in questa tipologia di utilizzo.

Abbiamo utilizzato il WD Blue come disco dati e l’incremento prestazionale rispetto al disco meccanico che ha sostituito è subito evidente già dalla prima installazione.

Western Digital per il modello da 4 TB dichiara una velocità di trasferimento di 560 MB/s in lettura e di 530 MB/s e dai test effettuati non possiamo che confermare questo dato, con valore molto vicino in lettura (556 MB/s) e abbastanza vicino in scrittura (487 MB/s).

SSD Dashboard Di WD E Software Acronis Disponibili Per Il Download

Western Digital, mette a disposizione per i suoi clienti due software di gestione molto utili, SSD Dashboard e Acronis True Image WD Edition. Entrambi i software sono disponibili gratuitamente sul sito del produttore a questo link.

SSD Dashboard

SSD Dashboard è utile per controllare la capacità disponibile dell’unità, le temperature operative, gli attributi SMART, aggiornamenti del firmware e molto altro.

Acronis True Image WD Edition

Tramite Acronis True Image WD Edition sarà possibile clonare unità ed eseguire il backup di sistemi operativi, applicazioni, impostazioni e di tutti i dati, rimuovendo in modo sicuro i dati di cui non hai più bisogno. Acronis True Image WD Edition ti offre tutti gli strumenti essenziali per ripristinare il computer in caso di disastri come la perdita di dati, l’eliminazione accidentale di file o cartelle critici o la rottura totale dell’hard disk. Se si verificano guasti che bloccano l’accesso alle informazioni o influenzano il funzionamento del sistema, sarà possibile ripristinare con facilità il sistema e i dati persi

Conclusioni

Con giochi e video in 4K lo spazio a disposizione non è mai abbastanza e un HDD esterno è sicuramente la scelta più facile ed economica, ma un disco interno rappresenta una scelta più “pulita” e performante, soprattutto se si punta su di un disco SSD.

Il Western Digital Blue 3D NAND SATA SSD da 4 TB, è disponibile su Amazon ad un prezzo di circa 588 euro, certo tanti, ma stiamo parlando di un’unità SSD unica nel suo genere, per efficienza e sicurezza di utilizzo; sono previsti anche tagli da 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB, sia in formato 2.5 pollici che in m.2 (fino a 2 TB) sempre SATA 3.

Caratteristiche Tecniche

Interfaccia: SATA III 6,0 Gbit/s
Formato: 2.5″
Tipo memoria: 3D NAND
Velocità lettura: 560 MB/s
Velocità scrittura: 530 MB/s
Classificazione per TBW: 600
Capacità: 4 TB
Dimensioni: 100.33 x 69.85 x 7 mm
Peso: 37.4 g

Annunciato ad inizio anno e dovendo sostituire SSD M.2 SATA in un nostro Jumper EZbook X4, abbiamo deciso di acquistare il Kingston A400 SSD SA400M8/480G, modello da 480 GB. Vediamo come si è comportato.

Confezione

Come standard Kingston, la confezione è molto basilare, in plastica con l’SSD in bella mostra.

Funzionamento

Il Kingston A400 è equipaggiato con un controller di ultima generazione che permette di raggiungere velocità dichiarate in lettura e scrittura pari a 500 MB/s e 450 MB/s e garantisce un MTBF (durata media di vita) di un milione di ore e un TBW (byte totali scritti) di 160 TB, specifiche, quindi, di tutto rispetto.

Come per tutti i casi di cambio hard disk, una volta installato il disco, si può procedere in due modi, o si effettua un’installazione pulita del sistema operativo, relative applicazioni e dati personali o si procede con una copia totale, clonazione, del vecchio hard disk.

Per la seconda opzione, Kingston ci viene in aiuto mettendoci a disposizione un programma per la clonazione del nostro vecchio hard disk sul nuovo SSD. Il programma in questione si chiama Acronis True Image OEM ed è scaricabile gratuitamente a questo indirizzo.

Noi abbiamo deciso di effettuare un’installazione pulita del sistema.

Test Velocità

Kingston dichiara una velocità di 500 MB/s in lettura e di 450 MB/s in scrittura e in entrambi i casi abbiamo registrato valori più alti, ovvero 547 MB/s in lettura e 518 MB/s in scrittura, davvero non male.

Come diciamo sempre, i numeri lasciano il tempo che trovano, quello che conta è la velocità nell’uso quotidiano e il Kingston A400 si comporta egregiamente.

Conclusioni

Il Kingston A400 da 480 GB è un ottimo prodotto dalle ottime prestazioni offerto ad un prezzo in linea con il mercato.

E’ possibile acquistare il Kingston A400 su Amazon ad un prezzo tra i 70 e gli 80 euro a seconda del periodo.

Caratteristiche Tecniche

Capacità: 480 GB
Interfaccia: M.2 SATA Rev. 3.0 (6Gb/s)
Formato: M.2 2280
Memoria: Nand 3D
Velocità di lettura/scrittura: 500 MB/s / 450 MB/S
Durata stimata (MTBF): 1 milione di ore
Byte totali scritti (TBW): 160 TB
Temperatura operativa: 0 – 70° C
Consumo energetico: 0,195W in standby / 0,279W medio / 0,642W (MAX) lettura / 1,535W (MAX) scrittura
Dimensioni: 80 mm x 22 mm x 1,35 mm
Altri: (software di migrazione) disponibile tramite download
Contenuto della confezione: Unità SSD, Guida rapida, Scheda di garanzia

Presentato qualche mese fa, abbiamo avuto modo di provare il Western Digital Red SA500, nel formato da 1 TB, unità SSD concepita per essere utilizzata nei NAS.

Confezione

Nella confezione, oltre al disco SSD, è presente solo la manualistica.

Costruzione

La serie WD RED è dedicata ai NAS e anche questo SSD, con il classico form factor da 2.5 pollici, non fa eccezione.

A differenza delle comuni unità SSD, le SSD WD Red NAS SATA sono state progettate e testate appositamente per l’utilizzo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La loro resistenza e l’efficienza della cache le rendono ideali per le applicazioni più complesse.

Questa resistenza, unita a un efficiente sistema di caching per file di grandi dimensioni, rende queste unità ideali per database OLTP, ambienti multi-utente, rendering di foto, editing di video in 4K e 8K, e altre applicazioni complesse. Con i formati 2,5 e M.2 e capacità da 500 GB fino a 4 TB (solo 2,5), l’unità SSD WD Red SA500 NAS SATA permette di ottimizzare il sistema NAS esistente, o magri uno nuovo, per garantire prestazioni e resistenza superiori.

L’unità SSD WD Red SA500 NAS SATA offre uno storage ottimizzato per la cache nei sistemi NAS in modo da poter accedere rapidamente ai contenuti usati più di frequente.

La WD Red SA500 come memorie monta le super collaudate 3D NAND.

Funzionamento

Come accennato, la linea RED di Western Digital, è pensata per un utilizzo h24 nei NAS, e questo disco SSD rientra in questa categoria, quindi lo abbiamo provato in questa tipologia di utilizzo, in un NAS Synology, il DS218+.

Il DS218+ prevede 2 slitte per gli HDD da 3.5, quindi abbiamo utilizzato uno di questi alloggiamenti con un riduttore per il montaggio, dopodiché abbiamo provveduto ad installare il Sistema Operativo Synology e cominciato a configurare e utilizzare il NAS.

Durante l’utilizzo non abbiamo riscontrato alcun tipo di problema e l’incremento prestazionale rispetto ad un disco meccanico è subito evidente già dalla prima installazione.

Il buffer da 128mb aiuta durante il funzionamento, aumentandone le prestazioni.

Western Digital per il modello da 1 TB dichiara una velocità di trasferimento di 560 MB/s in lettura e di 530 MB/s e dai test effettuati non possiamo che confermare questo dato.

Conclusioni

I NAS e i dischi di rete stanno diventando sempre più accessibili anche all’utilizzatore medio magari non troppo esperto, ed è proprio per queste situazioni che scegliere un disco della serie RED di Western Digital è senza ombra di dubbio un’ottima scelta.

Il Western Digital Red SA500 NAS SATA SSD da 1 TB, è disponibile su Amazon ad un prezzo di circa 150 euro, certo non pochi, ma stiamo parlando di un’unità SSD unica nel suo genere, per efficienza e sicurezza di utilizzo; sono previsti anche tagli da 500 GB, 2 TB e 4 TB, sia in formato 2.5 pollici che in m.2 sempre SATA 3.

Quindi se anche voi avete appena acquistato un NAS, o volete dare un’incremento prestazionale al vostro NAS esistente, allora non possiamo far altro che consigliarvi un Western Digital Red SA500.

Caratteristiche Tecniche

Interfaccia: SATA III 6,0 Gbit/s
Formato: 2.5″
Tipo memoria: 3D NAND
Velocità lettura: 560 MB/s
Velocità scrittura: 530 MB/s
Classificazione per TBW: 600
Capacità: 1 TB
Consumo di energia (in lettura): 2,55 W
Consumo di energia (in scrittura): 3,75 W
Consumo energetico (in sospensione): 0,012 W
Dimensioni: 100.2 x 69.85 x 7 mm
Peso: 37.4 g

Presentato qualche mese fa (qui la notizia), il WD_Black P10 Game Drive da 2 TB, fa parte della nuova gamma di soluzioni di storage esterne di Western Digital, rivolte ai PC e alle console dei gamers per favorire l’accesso a nuove coinvolgenti e vincenti esperienze di gioco, evitando l’inconveniente di raggiungere il limite della loro capacità di storage. Abbiamo avuto modo di provarlo per un mesetto, ecco le nostre considerazioni.

Confezione

Oltre al disco, è presente il cavetto di connessione USB 3.0 e la guida rapida.

Costruzione / Ergonomia

Il design della linea WD_Black è molto ricercato e particolare e il P10 Game ha uno superiore in alluminio, metre quello inferiore è in plastica.

L’esterno sottile e particolare conferisce all’unità un aspetto molto distintivo che non passa inosservato.

Su uno dei due lati corti è presente il generoso LED bianco e l’ingresso per il cavetto di connessione.

Funzionamento

Il WD_Black P10 Game Drive, viene fornito formattato in exFAT, file System compatibile con la maggior parte dei dispositivi e dei sistemi, quindi sarà sufficiente collegare il disco ad una porta USB 3.0 per poterlo utilizzare.

Test Velocità

Abbiamo effettuato dei test di scrittura e lettura per determinare l’effettiva velocità di trasferimento dei file.
Abbiamo collegato l’unità a diversi PC (portatili e desktop) e abbiamo registrato una velocità in scrittura pari a 134.8 Mb/s e di 132.4 Mb/s in lettura, valori che ci permettono di copiare 13 file da 2.84 GB  in circa 25 secondi.

Conclusioni

Abbiamo avuto modo di usare, il WD_Black P10 Game Drive per un mesetto, portandolo in giro e usandolo sia a casa che a lavoro. La capacità di 2 TB ne confluisce uno spessore davvero ridotto, a tutto vantaggio della portabilità.

Il WD_Black P10 Game Drive è molto silenzioso in ogni circostanza e il LED di stato bianco è piacevole e non da fastidio nemmeno in ambienti bui.

Il WD_Black P10 Game Drive 2 TB lo si può trovare Amazon ad un prezzo di circa 125 euro.

Caratteristiche tecniche

Interfaccia: USB 3.2 Gen 1
Velocità: 140 MB/s
Capacità: 2 TB
Dimensioni: 118 x 88 x 12.8 mm
Peso: 140 g
Compatibilità: Playstation 4 Pro o PS4 con software di sistema in versione 4.50 o successive, Xbox One, Windows 8.1, 10, macOS 10.11+
Contenuto della Confezione: WD_BLACK P10 Game Drive, Cavo USB 3.0 (da Type A a Micro-B), Guida di installazione rapida

All’ultimo IFA di Berlino, Toshiba ha aggiornato la gamma N300, con il taglio da 16 TB (qui la presentazione), noi abbiamo avuto modo di provare il modello da 8 TB, che nonostante sia stato presentato un paio d’anni fa (qui la notizia) era perfetto per testare il NAS QNAP TS 351 (qui la prova) arrivato in redazione.

Confezione

Nella confezione, oltre al disco, è presente solo la manualistica.

Costruzione

La serie Toshiba N300 è dedicata ai NAS, quindi abbiamo un form factor del tipo 3.5 pollici.

Il Toshiba N300 è dotato di un sensore d’urto interno ed è ottimizzato per soddisfare le esigenze di affidabilità, prestazioni e scalabilità dei dispositivi di archiviazione ad alta capacità utilizzati 24h al giorno per 7 giorni la settimana, da utenti privati, uffici domestici e piccole imprese. Le unità N300, inoltre, sono in grado di raggiungere fino a 180 TB di dati l’anno, un valore fino a tre volte superiore rispetto ai tradizionali hard disk desktop.

Inoltre, i sensori multipli di caduta rilevano e compensano urti e vibrazioni di rotazione, mentre il controllo error recovery riduce il tempo di ripristino degli errori dei dati. L’affidabilità è ulteriormente supportata attraverso la tecnologia Ramp Load di Toshiba, che riduce l’usura e le possibilità di rottura della testina dell’hard disk.

L’interfaccia di collegamento dell’HDD è basata sullo standard Serial ATA 3.0 (Serial ATA-600) che garantisce buone prestazioni in fase di trasmissione dati; troviamo inoltre un buffer da 128 MB che permette di migliorare la velocità di accesso a dati e la Dynamic Cache Technology di Toshiba, un algoritmo cache self-contained con buffer management integrato, che ottimizza l’allocazione della cache durante i processi di lettura/scrittura per garantire prestazioni di alto livello richieste dai domini in tempo reale.; la velocità di rotazione è di 7200 giri/min.

Funzionamento

Come accennato, la linea N300 di Toshiba, è pensata per un utilizzo h24 in NAS, quindi lo abbiamo provato in questa tipologia di utilizzo, come detto nel QNAP TS 351, NAS QNAP di ultima generazione.

Il NAS QNAP prevede tre slitte per gli HDD da 3.5, quindi abbiamo utilizzato uno di questi alloggiamenti per il montaggio, dopodiché abbiamo provveduto ad installare il Sistema Operativo QNAP e cominciato a configurare e utilizzare il NAS.

Durante l’utilizzo non abbiamo riscontrato alcun tipo di problema e il disco è risultato abbastanza silenzioso in tutte le circostanze.

Il buffer da 128mb aiuta durante il funzionamento, aumentandone le prestazioni.

Toshiba per il modello da 8 TB dichiara una velocità di trasferimento di 241 MB/s e dai test effettuati non possiamo che confermare questo dato.

Conclusioni

I NAS e i dischi di rete stanno diventando sempre più accessibili anche all’utilizzatore medio magari non troppo esperto, ed è proprio per queste situazioni che la serie N300 di Toshiba può essere considerata un’ottima scelta.

Il Toshiba N300 da 8 TB è disponibile su Amazon ad un prezzo di circa 215 euro, certo non pochi, ma stiamo parlando di uno spazio di archiviazione molto ampio e di un’unità con molte tecnologie utili e specifiche per l’utilizza NAS; sono previsti anche tagli da 4 TB e 6 TB.

Quindi se anche voi avete appena acquistato un NAS e siete indecisi sul disco da mettere dentro o volete cambiare il vostro disco attuale magari per aumentare la capienza, allora non possiamo far altro che consigliarvi un Toshiba N300.

Caratteristiche Tecniche

Interfaccia: SATA 6,0 Gbit/s
Velocità di rotazione: 7200 giri/min
Dimensione del buffer: 128 MB
Latenza media: 4,17 ms
Carichi di lavoro: 180 TB/anno
Operatività 24×7:
Capacità: 8 TB
Dimensioni: 147 x 101.85 x 26.1 mm
Peso: 770 g
Consumo Lettura/Scrittura: 9.2 W tip.
Consumo a riposo: 6,2 W tip.
Rumore (a riposo): 33 dB tip.

Disponibile da Gennaio (qui la notizia), il Toshiba Canvio Advance 4 TB arricchisce la nutrita flotta di HDD ad alta capacità di Toshiba. Abbiamo avuto modo di provarlo per un mesetto, ecco le nostre considerazioni.

Confezione

Oltre al disco, è presente il cavetto di connessione USB 3.0 e la guida rapida, mentre il manuale utente è pre-installato sull’hard disk.

Costruzione / Ergonomia

Il design di della linea Canvio Advance è sofisticato e colorato, con finitura compatta lucida. L’esterno sottile ed elegante conferisce all’unità un aspetto particolarmente distintivo che non passa inosservato.

Davvero molto bella la colorazione Rossa con finitura lucida del modello da noi provato.

Funzionamento

Il Toshiba Canvio Advance, viene fornito formattato in NTFS, file System proprietario Microsoft e usato sul suo sistema operativo, Windows, ma ovviamente è possibile formattarlo nel file system che ci più ci interessa.

Test Velocità

Abbiamo effettuato dei test di scrittura e lettura per determinare l’effettiva velocità di trasferimento dei file.
Abbiamo collegato l’unità a diversi PC (portatili e desktop) e abbiamo registrato una velocità in scrittura pari a 144.1 Mb/s e di 121.2 Mb/s in lettura, valori che ci permettono di copiare 13 file da 2.84 GB  in circa 25 secondi.

Programmi

Toshiba Storage Backup Software

Il software di backup Toshiba è scaricabile dal sito Toshiba a questo link e offre un’interfaccia intuitiva e di facile utilizzo per facilitare il backup dei tuoi dati.

È sufficiente scegliere i file o cartelle, le impostazioni relative alla frequenza e all’orario di esecuzione dei backup e il software si occuperà di tutto il resto.

Toshiba Storage Security Software

Il software di protezione Toshiba è scaricabile sul sito Toshiba a questo link e permette di proteggere il nostro hard disk con una password esclusiva.

Conclusioni

Abbiamo avuto modo di usare, il Toshiba Canvio Advance 4 TB per un mesetto, portandolo in giro e usandolo sia a casa che a lavoro, anche come supporto NAS collegato al FRITZ!Box 7590 (qui la recensione). La capacità di 4 TB ne comporta delle dimensioni abbastanza voluminose, ma ciò non ne compromette la portabilità.

Il Toshiba Canvio Advance è abbastanza silenzioso in ogni circostanza e il LED di stato azzurro è molto piacevole e non da fastidio nemmeno in ambienti bui.

Il Toshiba Canvio Advance 4 TB lo si può trovare Amazon ad un prezzo di circa 135 euro.

Caratteristiche tecniche

Interfaccia: USB 3.0 (compatibile con USB 2.0)
Velocità: di trasferimento massima: Circa 5 Gbps
Colore: nero, bianco, blu o rosso, con finitura lucida
Capacità: 2 TB
File system: NTFS (per MS Windows) Necessaria riformattazione per Mac OS
Alimentazione: Potenza bus USB (fino a 900 mA)
Dimensioni: 109 × 78 × 19 mm
Peso: 232.9 g
Requisiti di sistema: NTFS formattato per Microsoft Windows 10, Windows 8.1, Windows® 7
Una porta USB 3.0 o USB 2.0 libera – Per macOS v10.14 /v10.13 /v10.12/v10.11/10.10 è necessaria la riformattazione
Contenuto della Confezione: Canvio Advance, Cavo USB 3.0 (da Type A a Micro-B), Manuale dell’utente (pre-installato sull’hard disk)
Software per il backup: Toshiba Storage Backup Software (da scaricare)
Software di blocco con password: Toshiba Storage Security Software (da scaricare)

Presentato a fine anno scorso, abbiamo avuto modo di provare per un mesetto il QNAP TS-351, vediamo come si è comportato durante il nostro test.

Confezione

Viste le dimensioni del prodotto, la confezione non poteva che essere molto grande e al suo interno oltre al NAS, troviamo troviamo le istruzioni rapide, l’alimentatore, un cavo LAN, 2 dissipatori di calore per M.2 SSD e 3 perni per l’installazione.

Costruzione

Il TS-351 è molto ben fatto e trasmette una bella e rassicurante sensazione di solidità.

Sul pannello frontale troviamo gli 8 LED (Stato, LAN, USB, Unità 1, Unità 2, Unità 3, M.2 1, M.2 2), il pulsante di accensione e una porta USB 3.0.

Posteriormente oltre alle 3 viti per l’apertura del coperchio, troviamo lo slot Kensington, l’ingresso per l’alimentazione, due porte USB, l’ingresso LAN Gigabit, una porta HDMI 1.4a, un ingresso audio line-out da 3,5 mm e il pulsante Reset. Il NAS ha anche uno speaker integrato.

Al suo interno il TS-351 oltre agli alloggiamento per i tre dischi da 3.5 pollici è dotato anche di due slot M.2 che supportano altrettante soluzioni M.2 2280 (Gen2 x1, 5 Gb/s).

Prevista la possibilità di rimuovere i dischi a caldo (senza spegnere il NAS), nel caso in cui uno dei tre dischi avesse problemi (ovviamente solo se avete configurato bene il RAID), ovviamente aprendo il case.

I dischi da 3.5 pollici sono alloggiati in 3 comode slitte che ne permettono l’installazione senza viti.

Processore e memoria

Nel cuore di questo NAS troviamo un Intel Celeron J1800, Dual Core da 2.41 GHz (fino a 2,58 Ghz) e 2 GB di memoria RAM DDR3L (espandibile fino a 8GB), che ci permettono di eseguire qualsiasi operazione senza nessun rallentamento, come la transcodifica in tempo reale e il supporto Plex

Software ed ecosistema

Il sistema operativo è il collaudato QTS in versione 4.3.5 e con la tecnologia Qtier, il NAS offre il tiering automatico, cioè l’efficienza dell’archiviazione è ottimizzata su SSD M.2, SSD da 2,5 pollici e HDD ad alta capacità con prestazioni complessive migliorate e costi ridotti.

L’interfaccia semplice ed intuitiva anche per chi è alle prime armi con i NAS, il tutto diviso in modo chiaro attraverso menù studiati nei minimi dettagli.

Attraverso l’interfaccia possiamo attingere ai pacchetti programmi presenti sullo store QNAP che sono davvero tante, come ad esempio mail server, web server il tutto configurabile con pochi semplici passaggi.

Possiamo inoltre utilizzare il NAS come sistema di backup per i nostri mac con Time Machine.

Molto comoda, per esempio la possibilità di impostare l’accensione e lo spegnimento automatico, con tanto di voce che lo segnala.

Lato mobile

Oltre alle applicazioni per il NAS, QNAP mette a disposizione per i nostri dispositivi mobile sia iOS che Android, diverse app che ci permettono di accedere a file, musica e video con il minimo sforzo sia da locale che da remoto e anche effettuare il backup dei nostri dispositivi.

Configurazione iniziale

La configurazione iniziale è davvero semplice, basterà andare sul sito web myQNAPcloud e seguire le istruzione che via via verranno visualizzate.

Una volta avviato, l’assistente cercherà in modo automatico il NAS nella nostra rete, noi non dovremo far altro che cliccare sull’elemento trovato e iniziare la configurazione.

Una volta effettuato l’accesso ci troveremo di fronte alla schermata principale del QTS,  che ci guiderà attraverso un piccolo tutorial per spiegarci le basi di utilizzo del software e delle sue applicazioni.

A questo punto siamo pronti per smanettare e installare le applicazioni messe a disposizione dallo store QNAP o della community.

E’ possibile anche effettuare la virtualizzazione di un sistema operativo a scelta (Windows o Linux) con una comodo giuda che ci illustrerà come fare.

Utilizzo

Nonostante il singolo giga di RAM durante l’uso il NAS si è sempre comportato in modo egregio, senza mai avere la minima incertezza nonostante ogni tanto il Robottino ci notificasse la memoria insufficiente. Certo l’upgrade almeno a 2 GB è consigliato in caso di utilizzo medio alto; la ventola ogni tanto fa sentire la sua presenza.

Applicazioni

Le app pre installate non sono molte, ma è possibile sbizzarrirsi utilizzando lo store QNAP.

Alcune applicazione pre installate

File Station 5

File Station è il file manager per il NAS QNAP. Ovunque ci troviamo, possiamo facilmente caricare, scaricare e gestire i file NAS con un browser web. E’ possibile anche creare connessioni remote con il “Servizio cloud” e il “Protocollo di rete per dispositivi remoti”, che consente di gestire tutti i file tramite server e servizi diversi.

myQNAPCloud

myQNAPCloud consente di lavorare su più dispositivi da una posizione centrale, fornendo maggiore flessibilità per gestire i file. Sarà sufficiente trascinare file e cartelle da trasferire dal PC al NAS e viceversa.

 

Media Streaming Add-on

Media Streaming è un componente aggiuntivo che consente di eseguire lo streaming dei file multimediali su dispositivi diversi in posizioni diverse utilizzando AirPlay, DLNA, Chromecast e HDMI. Include anche impostazioni avanzate per DLNA Media Server, che consente di impostare i controlli client DLNA, le lingue dei menu e altre opzioni.

Surveillance Station

Surveillance Station permette di realizzare il vostro centro di sorveglianza, per avere sempre sotto controllo casa o ufficio. Ormai sono comuni le IpCam, che permettono di controllare a distanza i nostri ambienti e attraverso Surveillance Station potremo fare tutto ciò senza l’uso di applicazioni di terze parti. Si potrà persino registrare sul disco del NAS come un vero e proprio sistema di sorveglianza.

Hybrid Backup Sync

Un’app non presente tra quelle pre installate ma molto interessante è Hybrid Backup Sync, tramite la quale è possibile effettuare, backup, ripristino e sincronizzazione in modo semplice e veloce.

E’ possibile creare spazi di archiviazione per i nostri Backup, sia sul NAS e altri server, sia su Cloud online, come Google Drive, Dropbox, Amazon Drive, Azure

Archiviazione e Snapshot

Gli snapshot consentono al NAS di registrare in qualsiasi momento lo stato del sistema. In caso di blocchi nel sistema, è possibile ritornare allo stato precedente registrato dall’istantanea.

Uno snapshot registra lo stato dei dati in un punto nel tempo. I dati possono essere ripristinati nello stato precedente in caso di eliminazione o di modifica accidentale.

QNAP ha sviluppato una tecnologia snapshot proprietaria, basata su ext4, che archivia i dati modificati “all’esterno del volume” aumentando la velocità e la stabilità in termini di prestazioni di accesso ai file. Questa operazione pertanto influisce di meno sulle prestazioni di archiviazione.

Storage Manager è caratterizzato da numerosi strumenti di acquisizione di snapshot e di ripristino file e dati in caso di necessità. I singoli file possono essere ripristinati facilmente se eliminati o non salvati correttamente e tutto il può essere riportato a uno stato precedente e più integro se necessario. Gli snapshot possono essere acquisiti su base pianificata o manualmente, quindi sottoposti a backup su altri NAS o Server per fornire una soluzione di backup onnicomprensiva.

 

Conclusioni

Durante il nostro test abbiamo verificato le velocità di trasferimento e grazie alle porte LAN GigaBit abbiamo toccato punte di 80 MB/s, addirittura di 120 MB/s utilizzando un’unità SSD collegata via USB 3.0 (la ADATA SD600Q) velocità davvero ottime. Per chi ha bisogno di spostare grandi mole di dati, le porte GigaBit fanno veramente la differenza sia in ambito aziendale che domestico. Non possiamo che consigliare l’acquisto di questo NAS QNAP TS-351, disponibile su Amazon ad un prezzo di 266 euro.

Caratteristiche tecniche

  • Processore: Intel Celeron dual-core J1800 2,41 GHz (fino a 2,58 GHz), 64-bit x86
  • Processori grafici: Intel HD Graphics
  • Memoria: DDR3L SODIMM da 2 GB (1 da 2 GB), Max 8 GB (2 da 4 GB)
  • Memoria Flash: 512MB (doppia protezione sistema operativo di avvio)
  • Vano unità: 3 x 3.5-inch SATA 6Gb/s, 3Gb/s – Bay 1, 2: SATA 3Gbps, Bay 3: SATA 6Gbps
  • Compatibilità unità: Dischi rigidi SATA da 3,5” – Dischi rigidi SATA da 2,5” – Dischi allo stato solido SATA da 2,5”
  • Slot SSD M.2: 2 slot NVMe 500 MB/s M.2 2280
  • Supporto accelerazione cache SSD: Vani disco 3 – Slot M.2 1 e 2
  • Porta Gigabit Ethernet (RJ45): 1
  • Jumbo Frame:
  • Porta USB 2.0: 2
  • Porta USB 3.0: 1
  • Uscita HDMI: 1, HDMI 1.4a (fino a 1080p)
  • Uscita audio: 1 x built-in speaker, 1 x 3.5mm line out jack (for ampfliers or speakers)
  • Indicatori LED: Stato sistema, LAN, USB, HDD1-3, SSD M.2 1-2
  • Pulsanti: Alimentazione, Ripristino, Copia USB
  • Dimensioni (A x L x P): 142 × 150 × 260,1 mm
  • Peso (Netto): 1,64 kg
  • Temperatura operativa: 0 – 40 °C (32°F – 104°F)
  • Unità di alimentazione: Adattatore da 65W, 100 – 240V
  • Consumo energetico: Modalità sospensione HDD: 18,56 W
  • Consumo energetico: Modalità operativa, tipica: 26,22 W (con dischi tutti popolati)
  • Ventola: 1 ventola intelligente da 9 cm (12V CC)
  • Livello sonoro: 21,8 db(A)
  • Avviso di sistema: Richieste vocali o cicalino
  • Slot di sicurezza Kensington:

Per un paio di settimane abbiamo avuto modo provare l’interessantissimo SSD Adata SD600Q (qui l’unboxing), vediamo come si è comportato.

Confezione

La confezione è rettangolare e di dimensioni contenute; una volta aperta, troviamo il drive SSD in uno scomparto in plastica con cavo USB 3 e guida rapida, sotto.

Ergonomia e Costruzione

L’Adata SD600Q è di ottima fattura, abbastanza compatto e portatile, di forma quadrata e la qualità costruttiva è davvero ottima e il silicone antiurto (disponibile in diverse colorazioni) garantisce un’adeguata protezione all’involucro in plastica rigida. L’SD600Q può resistere a cadute fino a 1,22 metri e soddisfa lo standard militare statunitense MIL-STD-810G 516.6.

Come dicevamo, l’Adata SD600Q è abbastanza compatto, infatti misura 80 x 80 x 15,2 mm per 60g di peso.

Inferiormente troviamo l’ingresso USB 3.2.

All’interno troviamo la memoria 3D NAND, nella versione da noi provata, da 480GB, con una velocità dichiarata di 440 MB/s in lettura e scrittura.

Funzionamento

Man mano che le Pen Drive hanno aumentato la capacità, a fronte di un prezzo sempre minore e accessibile, gli HardDisk portatili sono diventati sempre meno utilizzati, soprattutto per via delle loro dimensioni che seppur contenute, sono notevolmente superiore a quelle delle Pen Drive.

Il progresso tecnologico avanza a ritmi sempre più elevati, infatti sul mercato troviamo unità esterne con dischi SSD al posto dei classici dischi meccanici.

Per la sua unita SSD Portatile, Adata ha utilizzato una memoria 3D NAND, che rende il trasferimento dei file, molto veloce.

L’SD600Q è compatibile con Windows, Mac OS e Android e supporta Hot Plug. Funziona immediatamente con laptop, tablet, smartphone e console giochi. Ciò semplifica la condivisione e lo spostamento dei contenuti tra le piattaforme, senza effettuare lunghe installazioni.

Test Velocità

Abbiamo effettuato dei test di scrittura e lettura per determinare l’effettiva velocità di trasferimento dei file e abbiamo ottenuto risultati non molto vicini ai dati dichiarati.

Utilizzando il connettore in dotazione, abbiamo ottenuto un valore di 310 MB/s in lettura e di 265 MB/s in scrittura.

Dati a parte, nell’utilizzo reale, abbiamo trovato la SD600Q molto veloce, riuscendo a copiare anche file di grosse dimensioni in pochi secondi.

Conclusioni

Nelle settimane di test, abbiamo messo a dura prova la Adata SD600Q, che si è ben comportata in tutte le occasioni.

Abbiamo avuto modo di provarla in diverse circostanze senza riscontrare alcun tipo di problema.

La Adata SD600Q da 480GB è disponibile su Amazon ad un prezzo di circa 90 euro.

Caratteristiche e Specifiche Tecniche

  • Dimensioni: 80 x 80 x 15,2 mm
  • Peso: 60 g
  • Interfaccia: USB 3.2 (retrocompatibile con USB 2.0)
  • Tensione operativa: 5 V CC, 900 mA
  • Temperatura operativa: 5–50°C
  • Requisiti di sistema:Windows XP / Vista / 7 / 8 / 8.1 / 10 – Mac OS X 10.6 o successivo
    Linux Kernel 2.6 o successivo – Android 5.0 o successivo
  • Garanzia: Garanzia limitata di 3 anni

 

Disponibile da qualche mese, abbiamo avuto modo di provare l’interessantissimo SSD Adata SD600Q; vediamo le prime impressioni.

Confezione

La confezione è rettangolare e di dimensioni contenute; una volta aperta, troviamo il drive SSD in uno scomparto in plastica con cavo USB 3 e guida rapida, sotto.

Prime Impressioni

Il drive è di dimensioni contenute, anche se non è tra i più piccoli presenti sul mercato ma la qualità costruttiva è davvero ottima e il silicone antiurto (disponibile in diverse colorazioni) garantisce un’adeguata protezione all’involucro in plastica rigida. L’SD600Q può resistere a cadute fino a 1,22 metri e soddisfa lo standard militare statunitense MIL-STD-810G 516.6.

Il modello in nostro possesso è la versione da 480 GB e la velocità dichiarata è di 440 MB/s in lettura e scrittura, grazie alla memoria 3D NAND Flash, che offre prestazioni eccellenti, affidabilità e tempi di caricamento più brevi.

L’SD600Q è compatibile con Windows, Mac OS e Android e supporta Hot Plug. Funziona immediatamente con laptop, tablet, smartphone e console giochi. Ciò semplifica la condivisione e lo spostamento dei contenuti tra le piattaforme, senza effettuare lunghe installazioni.

Nei prossimi giorni saremo più dettagliati sul funzionamento del drive.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni: 80 x 80 x 15,2 mm
  • Peso: 60 g
  • Interfaccia: USB 3.2 (retrocompatibile con USB 2.0)
  • Tensione operativa: 5 V CC, 900 mA
  • Temperatura operativa: 5–50°C
  • Requisiti di sistema:Windows XP / Vista / 7 / 8 / 8.1 / 10 – Mac OS X 10.6 o successivo
    Linux Kernel 2.6 o successivo – Android 5.0 o successivo
  • Garanzia: Garanzia limitata di 3 anni

Annunciato ad inizio anno abbiamo ricevuto in prova l’interessantissimo Samsung 970 EVO Plus nella versione da 1 TB, disco SSD di tipo M.2 NVMe. Vediamo come si è comportato durante la nostra prova.

Confezione

Oltre al disco SSD, è presente solo manualistica/garanzia.

Costruzione

Samsung ha equipaggiato il 970 EVO Plus con memoria V-NAND di quinta generazione, utilizzando come controller il Phoenix già visto sul 970 EVO. Questa nuova generazione di memoria 3D NAND di Samsung ha 96 layer garantendo a velocità superiori rispetto alla precedente a 64 layer, tutto ad una tensione di 1.2 volt.

Come TBW, Terabytes scritti, per la versione da 1 TB da noi provata, Samsung garantisce un valore di 600; gli altri valori sono, 150 TBW per il modello da 256 GB, 300 TBW per il modello da 512 GB e 1200 TBW per il modello da 2 TB. Per tutti i modelli la garanzia è di 5 anni.

Funzionamento

Come per tutti i casi di cambio hard disk, una volta installata la SSD, si può procedere in due modi, o si effettua un’installazione pulita del sistema operativo con relative applicazioni e dati personali o si procede con una copia totale, una clonazione, del vecchio hard disk.

Samsung Data Migration

In caso si voglia clonare il vecchio HDD, Samsung ci viene in aiuto mettendoci a disposizione un programma per la clonazione del nostro vecchio hard disk sul nuovo SSD. Il programma in questione si chiama Samsung Data Migration ed è scaricabile gratuitamente a questo indirizzo.

Noi avevamo fatto un’istallazione pulita (vivamente consigliata) pochi giorni prima della ricezione del 970 EVO Plus e quindi abbiamo utilizzato Samsung Data Migration anche per testarne il funzionamento.

Una volta installato verranno riconosciuti i dischi presenti e quindi possiamo far partire la copia. La copia è stata effettuata “disco su disco” partendo da un altro disco SSD, la clonazione è durata una decina di minuti.

Dopo aver concluso la clonazione e riavviato il PC, sarà necessario impostare da BIOS il nuovo disco  SSD come principale e possiamo cominciare ad utilizzare il nuovo disco.

Test Velocità

Se con il precedente disco SSD, un Western Digital WDS240G2G0A da 240GB e una velocità in lettura e scrittura di 550 MB/s e 270 MB/s, il sistema era molto fluido ed esente da impuntamenti, con il 970 EVO Plus, la velocità sarà ai massimi livelli con un’apertura praticamente immediata delle app leggere e un’incremento prestazionale notevole nel caricamento dei giochi, anche pesanti.

Samsung dichiara una velocità di 3500 MB/s in lettura e di 3200 MB/s in scrittura, valori perfettamente confermati dai nostri test.

Tali valori sono possibili grazie alla cache TurboWrite, una parte di memoria programmata per lavorare come una NAND SLC garantendo un aumento prestazionale.

La cache TurboWrite è divisa in due parti, una fissa che non varia e una variabile chiamata Intelligent TurboWrite, che cambia in base alla quantità di spazio libero presente.

Sul modello da 1 TB ci sono 6 GB fissi di capacità TurboWrite che possono essere coadiuvati da ulteriori 36 GB massimo con la tecnologia Intelligent TurboWrite in base allo spazio libero presente.

Come diciamo sempre, i numeri lasciano il tempo che trovano, quello che conta è la velocità nell’uso quotidiano e il 970 EVO Plus si comporta egregiamente.

Configurazione di Test

Il drive SSD è stato montato su un sistema così composto:

Per avviare il sistema operativo, Windows 10, relativi servizi e app ci vogliono circa 20 secondi e si ha già pieno possesso del PC con tutto caricato e avviato. Mentre ci vogliono pochi secondi per lo spegnimento completo.

Durante i nostri test e durante un utilizzo stress, abbiamo riscontrato una temperatura massima di 80° a pieno carico e 35° a riposo.

APP desktop Samsung Magician 4

Samsung mette a disposizione un’applicazione desktop per la gestione dei suoi SSD, Samsung Magician 4, scaricabile gratuitamente a questo indirizzo.

Dal pannello principale, è possibile avere una panoramica del SSD e controllare lo stato del disco; abbiamo, quindi, la possibilità di controllare lo stato del Drive, il totale di byte scritti, la versione di firmware installata, nonché il tipo di interfaccia, di drive NVMe, lo status del TRIM, il supporto al RAPID Mod, la capacità totale e quella disponibile.

E’ possibile effettuare un Benchmark delle prestazioni, ottimizzare l’unità utilizzando il TRIM.

Presente anche la Funzione Over Provvisione, tramite la quale è possibile ottimizzare le prestazioni e la durata dell’unità, riservandole spazio libero aggiuntivo.

Conclusioni

Il Samsung 970 EVO Plus da 1 TB è un ottimo prodotto dalle ottime prestazioni offerto ad un prezzo in linea con il mercato. Le prestazioni sono elevate e anche resistenza e sicurezza, tutto affiancato dalla garanzia di 5 anni. L’unico appunto da fare è l’elevata temperatura che viene raggiunte, che non lo rende l’ideale nei portatili super sottili.

E’ possibile acquistare il Samsung 970 EVO Plus su Amazon ad un prezzo di 220 euro.

Le prestazioni sono ottime ed è possibile tenere tutto sotto controllo tramite Samsung Magician 4.

Caratteristiche Tecniche

Capacità: 1 TB
Interfaccia: PCIe Gen 3.0 x 4, NVMe 1.3
Formato: M.2 2280
Memoria di archiviazione: Samsung V-NAND 3-bit MLC
Velocità di lettura/scrittura: 3500/3200MB/s
Affidabilità (TBW): 600
Temperatura operativa: 0 – 70° C
Dimensioni: 80,15 x 22,15 x 2,38 mm
Altri: Software Magician per gestione SSD disponibile tramite download
Contenuto della confezione: Unità SSD, Guida rapida, Scheda di garanzia