Tags Posts tagged with "Wiko"

Wiko

0 169

Si stima che siano tra le 6 e le 7 mila le lingue parlate in tutto il mondo: tra idiomi ufficiali, parlate regionali, dialetti, gestualità, linguaggi inventati e slang, la Terra è un vero e proprio “melting pot”, è proprio il caso di dirlo. Con la globalizzazione, i social network e la formazione internazionale, poi, anche i confini tra una lingua e l’altra sono diventati più confusi e sono sempre di più le occasioni di imparare lingue diverse dalla propria.

Tra app, social, corsi e giochi a portata di smartphone, diventare poliglotti non è mai stato così semplice. Secondo l’ultimo sondaggio condotto da Wiko sulla propria community Instagram, infatti, un buon 59% del campione dichiara di essersi approcciato a una lingua straniera grazie a questi strumenti.

Ma quali sono le abitudini e le preferenze linguistiche degli italiani online?

Wiko – brand franco-cinese di telefonia da sempre attento a trend e fenomeni che interessano le nuove generazioni – ha voluto scoprirlo in occasione della Giornata Europea delle Lingue, che ricorre il 26 settembre di ogni anno proprio per celebrare e promuovere la diversità linguistica.

L’idea diffusa vuole che gli italiani non siano esattamente fluenti nelle lingue straniere, ma il sondaggio di Wiko smentisce questo pregiudizio: il 66% degli intervistati afferma di conoscere più di una lingua. Anche se la passione per il plurilinguismo vince, però, al momento di ordinare al ristorante o in coda al museo, il traduttore automatico simultaneo, per il 72% dei rispondenti, resta sempre una delle migliori invenzioni del nuovo secolo!

Il 60% preferisce ancora utilizzare l’italiano in chat e online, ma sui socialsoprattutto per la Generazione Z, è un’altra storia! Nella comunicazione tra giovani – tra meme, GIF e video – quando si zittisce l’interlocutore con una risposta pronta lo si “blasta”, la migliore amica o l’anima gemella diventano “bae” e per dichiarare la propria approvazione incondizionata per un’idea si esclama “I stan”. In breve, lo slang social è rigorosamente inglese: lo sostiene il 70% degli intervistati.

Se in ambito entertainment, il 53% è più pigro e, per quanto sia affezionato a una serie tv, preferisce attendere che escano gli episodi in italiano, per il 47% dei rispondenti l’utilizzo dell’inglese sul lavoro è sinonimo di maggiore competenza.

Warning (per restare in tema): occhio a gaffe e fraintendimenti! Pare che per più della metà degli intervistati (53%), infatti, le incomprensioni linguistiche siano all’ordine del giorno.

Comunque, all’idea che la lingua del futuro sarà una commistione di diversi idiomi la maggioranza (anche se con uno scarto minimo) si oppone categoricamente, o almeno spera di no. Salvaguardare la diversità linguistica è importante per il 60% dei rispondenti.

Insomma, come si suol dire, “il mondo è bello perché è vario”. La diversità è colore, cultura, ricchezza e opportunità di crescita, e come tale va celebrata, anche online.

Presentato ad Agosto (qui la notizia) e subito disponibile, abbiamo avuto modo di provare il Wiko Y81, dispositivo entry level della case Franco-Cinese; vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La confezione è abbastanza grande di colore binaco e molto economica nella fattura; appena aperta, troviamo lo smartphone, rimosso il quale troviamo gli accessori, guida rapida e clip per l’apertura del carrellino per Nano SIM e microSD (in uno scatolino dedicato), cavetto USB-microUSB, caricatore da 5V/2A, cover trasparente e auricolari.

Prime Impressioni

Il Wiko Y81 ha un display V-shape IPS LCD da 6.2 pollici con risoluzione HD+ (1520 x 720), monta un processore MediaTek Helio A20 (MT6761D) Quad Core a 1,8GHz, 2GB di RAM e 32GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 256GB. Il comparto fotocamera principale è composto da un sensore da 13 MP, presente il Flash LED; da 5 MP il sensore presente sulla fotocamera anteriore.

Esteticamente abbiamo un corpo e cover posteriore in policarbonato, nulla di eccezionale, ottimo il touch & feel.

Wiko dichiara 2 giorni di utilizzo con la batteria long-lasting da 4000 mAh, lo scopriremo nei prossimi giorni.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.2″ V-shape IPS LCD, HD+ (1520 x 720) – 19:9
Fotocamera Frontale: 5 MP
Fotocamera Posteriore: 13 MP con Flash LED
Processore: Quad-Core MediaTek Helio A20 (MT6761D) @1,8GHz
Processore Grafico: IMG GE8300
Memoria: 32GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 256 GB, 2 GB RAM
Dimensioni / peso: 157,9 x 76,1 x 8,3 mm, peso 166 g
Batteria: Ai polimeri di litio da 4000 mAh (non removibile)
Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth v4.2, A2DP, LE
Reti: LTE-A (2CA) Cat. 4 DL 150 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione:  NON presente
NFC: No
IRDA: No
USB: microUSB 2.0, USB On-The-Go
3.5mm jack: Sì
GPS: Sì, con A-GPS
Radio:
Lettore di impronte: No
Sistema operativo: Android 10 Go Edition
Sim: Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

0 154

Le temperature sembrano non volersene accorgere, ma l’autunno è arrivato. La stagione che porta le prime piogge abbondanti e i primi freschi, ma anche degli splendidi colori, è iniziata. E se di colori si parla, non si può non rimanere affascinati dal foliage e dalla cosiddetta foliage mania che impazza sui social. Dal giallo all’arancione, passando per il rosso, il bordeaux e il marrone, l’autunno è un tripudio di foglie e alberi variopinti.

Wiko, il brand franco-cinese di telefonia sempre attento alle tendenze, soprattutto quelle in campo smartphone photography, ha voluto rendere omaggio a questa stagione stilando una serie di consigli – alla portata di tutti – per utilizzare il foliage e la natura in maniera più originale. Allontanandosi da foto scontate, banali, viste e riviste sui feed.

Per farlo ha chiesto il supporto di chi fa della fotografia e della creatività il suo mestiere: Marco Bottigelli, riconosciuto travel photographer a livello internazionale e Giorgia Polo, influencer e graphic designer, più nota su Instagram come @giorgette_p.

Partiamo quindi con la fotografia outdoor e gli spunti di Marco Bottigelli.

  1. CAMBIA IL PUNTO DI VISTA. Per evitare di proporre soggetti poco accattivanti, Marco Bottigelli suggerisce di non limitarsi al primo punto di vista. È sempre il più banale. La fotografia, anche quella con lo smartphone, è fatta di ricerca e osservazione. “Provare con angolazioni differenti è utile: alzati o abbassati, vedrai la scena cambiare magicamente dietro l’obiettivo”.
  2. SCEGLI COSA INCLUDERE. Ricerca dei pattern grafici ripetuti, per dare un effetto “artistico”. Un consiglio pratico e facilmente attuabile è quello di sfruttare le linee verticali degli alberi.
  3. GUIDA LO SPETTATORE/FOLLOWER. Se vuoi immergere davvero nello scatto la persona che sta guardando la foto o chi la intravede sul proprio profilo social, allora rendila partecipe.  Un corso d’acqua o un sentiero in un bosco autunnale sono degli importanti oggetti che possono guidare e immergere lo sguardo all’interno della scena.

Infine, consiglio valido per ogni tipo di inquadratura, è quello di prestare sempre la massima attenzione alla luce, evitando di fotografare dove ci sono zone di ombra molto forti, prediligendo invece le ore della giornata dove la luce è più diffusa.

Come fare invece a distinguersi, a creare delle foto che generino stupore, alimentino like e commenti quando si è in casa in autunno, magari durante una giornata uggiosa? Wiko ha chiesto a Giorgia Polo alcuni consigli per la fotografia indoor.

  1. CREA DEL MOVIMENTO. La fotografia in casa può essere più piatta e statica. Un consiglio per animarla è quello di utilizzare le foglie e muoverle come se ci fosse un colpo di vento. Facendole cadere davanti all’obiettivo dello smartphone si darà vita e profondità allo scatto.
  2. GIOCA CON I COLORI. Come ci dicevamo, il foliage può aggiungere colore e calore anche in casa. Un classico flat lay dall’alto avrà tutto un altro appeal se affiancato a un arcobaleno di toni caldi e ad altri props e oggetti, come zucche, melograni e castagne, senza dimenticare i loro ricci.
  3. COGLI I POSTI PIÙ INUSUALI. Nelle foto indoor autunnali, tazze fumanti e morbide coperte la fanno da padrone, ma perché non usare le foglie in maniera inusuale? L’inquadratura di un libro o di un grande atlante aperto con una foglia inserita a mo’ di segnalibro sarà molto meno scontata e catturerà lo sguardo, strappando un like anche al più insospettabile dei follower.

Non resta dunque che munirsi di smartphone, voglia di sperimentare e provare!

0 360

È inutile far finta di niente, tergiversare e procrastinare: settembre è il mese dei grandi inizi e delle ripartenze. Scuole a regime, back to work, rientri in ufficio, ma anche ritorno al training e alle buone pratiche sportive.

Wiko, il brand franco-cinese di tecnologia, ha voluto stilare una wishlist assolutamente democratica e accessibile, rigorosamente sotto i 150€, per tornare a muoversi, a scaldare i muscoli e rimettere in moto il metabolismo a tempo di musica, con un’attenzione particolare ai supporti tecnologici.

Per farlo, ha chiamato una special guest, Federica Maria Angelucci, personal trainer e insegnante certificata di pilates, nota in rete come Princess Pilates e su Instagram come @Princesspilates.coach, per avere dei pratici consigli.

Prima di tutto – sostiene Federica – è bene scegliere tre giorni a settimana in cui dedicare almeno 30 minuti di tempo all’allenamento, prendendoci cura del nostro corpo, ricordandoci di avere costanza, mantenendo la frequenza che ci siamo prefissati”.

LUNEDÌ E VENERDÌ: TOTAL BODY CON WISHAKE VIBES

In casa, in una pausa dallo smart working o rientrati dall’ufficio, è il momento degli esercizi di tonificazione total body. Sono sufficienti un tappetino e della musica. Il supporto perfetto? Le nuove WiSHAKE Vibes di Wiko, un sistema di altoparlanti 2 in 1 ultra-portatile che offre grande autonomia (fino a 8 ore di riproduzione) e suono effetto stereo, con bassi profondi e alti chiari e cristallini. Grazie al pratico formato e alla tecnologia Bluetooth® 5.0, che garantisce un facile abbinamento con tutti i dispositivi iOS e Android è possibile connettersi ovunque, senza preoccupazioni, fino a un raggio di 10 metri. Per una maggiore flessibilità d’utilizzo, gli altoparlanti possono essere facilmente combinati come sound bar attraverso le clip magnetiche.

Se non bastasse, in caso di training particolarmente intensi, WiSHAKE Vibes è resistente agli spruzzi d’acqua (IPX4) e a prova di caduta.

Prezzo suggerito: 49,99€. Disponibile in esclusiva sull’e-store italiano di Wiko: www.wikomobile.com

Il consiglio di Princess Pilatesscegliete una playlist 126 bpm, carica di energia, a ritmo sostenuto per resistere meglio alle ripetizioni che fanno bruciare il nostro muscolo in modo efficace e divertente. Online è possibile trovare allenamenti completi di molti trainer competenti ma anche pillole da 15 minuti dedicate a glutei, addome, braccia, gambe, da combinare assieme.

MERCOLEDÌ: UN TRAINING RIGENERANTE CON WiSHAKE POCKET

Una volta a settimana, ad esempio il mercoledì, è bene inserire un allenamento per la flessibilità e l’equilibrio, senza dimenticare l’importanza della corretta respirazione. Che sia yoga, pilates o anche solo una meditazione guidata, in questo caso la musica diventa un piacevole sottofondo. Wiko propone per l’occasione i WiSHAKE Pocket, i nuovi auricolari wireless che offrono un’esperienza sonora pulita e chiara.

Leggeri come una piuma – 4 grammi ciascuno – caratterizzati da una elegante finitura glossy bianca, WiSHAKE Pocket di Wiko garantiscono fino a 4 ore di autonomia con una sola carica e un basso consumo energetico. La custodia funge anche da stazione di ricarica e permette fino a 3 ricariche complete aggiuntive, per un’autonomia totale di 16 ore. È inoltre facilissimo usare questi auricolari, grazie ai comandi intuitivi per fare lo skip da un brano all’altro con un solo tocco.

Prezzo suggerito: 29,99€. Disponibili in esclusiva sull’e-store italiano di Wiko www.wikomobile.com

Il consiglio di Princess Pilates: in questo caso, è opportuno scegliere una musica meditativa e rilassante. Scegliete una playlist che non superi i 95 bpm, senza alzare eccessivamente il volume.

WEEK-END A PASSO SPEDITO CON IL MONITORAGGIO DI WIKO HEALTH 

Nel week-end, infine, ci si può ritagliare uno slot per un allenamento cardiovascolare open air. Che sia una corsetta per i più allenati, o una camminata a passo spedito, la soluzione di Wiko è di tenere sempre con sé uno smartphone, come il nuovo Y81 che integra l’app Wiko Health. Semplice e intuitiva, Wiko Health permette di monitorare l’attività fisica svolta giornalmente, contando i passi fatti, le distanze percorse, le calorie bruciate, il tempo di attività. È possibile inoltre fissare degli obiettivi, modificarli e personalizzarli con il passare dei giorni e con i progressi fatti. Il tutto, con la possibilità di condividere le proprie “imprese” sui social.

Lo smartphone Y81 di Wiko monta un full screen da 6.22” per una visualizzazione più ampia e definita, una batteria long-lasting da 4000 mAh e un’ampia memoria da 32 GB che consente di memorizzare tutti i ricordi, le foto e i filmati.

Prezzo suggerito: 109,99€. Inclusi nella confezione cover trasparente e film protettivo per il display.

Il consiglio di Princess Pilatesnon dimentichiamoci mai di prenderci almeno 10 minuti per uno stretching al termine dell’attività. Praticarlo in maniera costante è utile per aumentare la flessibilità dei muscoli, senza mai superare la soglia del dolore.

 

0 163

Wiko, brand franco-cinese di smartphone, e adidas Playground Milano League, uno degli eventi sportivi più noti e amati del capoluogo meneghino, lanciano il progetto Street Art Experience per l’edizione 0202.

L’iniziativa nasce con il comune obiettivo di affiancare alcune forme d’arte di strada allo sport contribuendo così allo sviluppo di una comunità dinamica, sempre in fermento e con la voglia di valorizzare il territorio, rafforzando il senso di appartenenza alla città.

Come farlo? L’idea è semplice: lanciando un talent scouting sui social che coinvolge due noti street artist della scena milanese, Manu Invisible (su Instagram @ManuInvisible) e la crew di Art of Sool (su Instagram @ArtOfSool) al fianco dell’Associazione Culturale Key Gallery di Milano, con l’obiettivo di rintracciare due giovani talenti per la realizzazione di due opere originali di street art.

Dal 15 al 25 settembre ci si potrà candidare per affiancare gli Art of Sool nella realizzazione di un mega wall in via Michele Lessona, Municipio 8, di Milano gestito dall’Associazione Culturale Quarto Oggiaro Vivibile. A seguire, invece, dal 26 settembre al 6 ottobre la call to action si aprirà a coloro che vorranno vedere il proprio talento al fianco di Manu Invisible per personalizzare, in chiave artistica, il playground di via Sammartini presso il Comitato Parcheggio Sammartini 31, Municipio 2 di Milano.

Le due social call to action saranno attive sui canali Instagram e Facebook dei due artisti e di Key Gallery.

Sarà facilissimo partecipare: basterà semplicemente commentare sotto i post di Manu Invisible, Art of Sool o Key Gallery con il proprio profilo Instagram o Facebook taggando @wikoitalia e @playgroundmilanoleague, inserendo l’hashtag di riferimento #wikoxstreetart. In alternativa sarà possibile inviare un’e-mail a playgroundmilanoleague@gmail.com segnalando il proprio profilo Instagram o portfolio per una valutazione dei lavori svolti.

Al termine delle due social call to action, una giuria composta da Wiko, Key Gallery e dagli artisti Art of Sool e Manu Invisible selezionerà i due “talenti in erba” che potranno dare sfogo alla propria creatività. Il concept sarà legato proprio alla città di Milano, alla sua energia e vitalità.

Le due opere verranno realizzate – condizioni meteo permettendo – a partire dalla metà di ottobre.

Con questa iniziativa, ancora una volta, Wiko ha voluto ribadire la sua prossimità alle nuove generazioni, ai loro linguaggi, codici stilistici e passioni, facendosi amplificatore, insieme con adidas Playground Milano League, dei talenti e delle capacità dei futuri artisti di domani. Il tutto scegliendo – non a caso – una forma artistica, come quella della street art, che incarna in sé i valori dell’inclusività e dell’accessibilità.

0 219

Cancel culture nel 2019 è stata eletta parola – meglio dire espressione – dell’anno da un famoso dizionario australiano. Il fenomeno, più diffuso negli Stati Uniti e in generale nei paesi anglosassoni, sta prendendo piede un po’ ovunque. Il fine è quello di discostarsi – o perfino boicottare – dalle posizioni scomode o comunque non condivisibili di alcuni individui o gruppi di persone.

Per saperne di più Wiko, il brand franco-cinese di telefonia, da sempre attento a trend e fenomeni che interessano le nuove generazioni, ha voluto interrogare la sua Instagram community con un sondaggio ad hoc.

Cosa ne pensano i giovani italiani del ruolo dei social? Come ci si comporta di fronte a posizioni forti e tranchant che inondano i propri feed e le bacheche?

Se per il 60% dei rispondenti è vero che i social hanno perso parte del loro scopo originario di condivisione positiva di idee e contenuti, è altrettanto vero che è aumentato negli anni il loro potere di far informazione, sensibilizzare e fare cultura. Oltre il 67% è d’accordo con questa affermazione, mentre solo il restante 37% attribuisce ai social uno scopo più ludico e di intrattenimento.

I social sono degli amplificatori fortissimi e così chi li usa per esprimere le proprie opinioni gode di un’importante cassa di risonanza. Il 58% dei partecipanti al sondaggio di Wiko si dichiara d’accordo con i vip e, in generale, con le persone influenti che utilizzano la loro visibilità per affrontare dei temi sensibili ed esporre la propria posizione.

C’è un rovescio? Ovviamente sì: quello, in qualità di fan/follower, di volersi allontanare da tali pareri e dichiarazioni esplicite.

È qui, dunque, che entrano temi e discussioni come la cancel culture e il social distancing, seppur virtuali. Il 57% dei rispondenti dichiara di aver pensato di cancellarsi da almeno una piattaforma social. Inoltre, se ci si imbatte in post controversi e dibattiti online, la strategia preferita dal 75% del campione è quella di fare un defollow immediato, piuttosto che esprimere la propria opinione.

Lo stesso avviene quando certe posizioni sono assunte da persone famose. Il 60% degli stessi ha ammesso di aver “boicottato” un personaggio noto per parole o azioni contrarie ai propri valori.

Anche in questo caso, non si alimentano dibattiti, non si accendono gli spiriti, si preferisce smettere di seguire il diretto interessato.

Un defollow silenzioso, non urlato, che è però pieno di significato: se la fanbase si contrae, con essa si riduce drasticamente anche il potere di informare e influenzare. È la strategia scelta dall’84% dei rispondenti.

Il passaggio da 100.000 follower a poche centinaia è dietro l’angolo. Saper utilizzare i social media è oggi più che mai una skill complessa e articolata.

0 185

Se nei mesi scorsi l’hashtag più popolare era #iorestoacasa, interrotto dalla piacevole pausa delle vacanze estive, oggi è rientrato prepotentemente in auge il #backtowork.

Settimane di lontananza dall’ufficio – e, in alcuni casi, perfino mesi a causa del lock down – richiedono una particolare attenzione. Ora che le energie sono state ricaricate e che le ferie hanno sortito il giusto effetto, la mente è più leggera e i ritmi ancora rallentati. Settembre è il momento migliore, paragonabile a gennaio, e forse ancor più produttivo, per impostare l’anno di lavoro e affrontare il carico di impegni che verrà.

Ne è fermamente convinta Sabrina Toscani, Fondatrice di Organizzare Italia, co-fondatrice e presidente di APOI Associazione Professional Organizers Italia che Wiko, brand franco-cinese di telefonia, ha voluto interpellare proprio per raccogliere dei preziosi e pratici consigli per vivere senza ansie e, anzi, con la massima produttività il rientro al lavoro. Ovviamente il tutto con un occhio di riguardo per la tecnologia e per i dispositivi mobili che ci aiutano nel day by day.

Razionalizza gli spazi 

Sabrina Toscani consiglia di approfittare delle prime settimane di lavoro per impostare la scrivania e tutto ciò che serve per aiutare il cervello con un setting organizzativo funzionale. Che tu sia in smart working, remote working o in rientro in ufficio, è importante verificare che la tua sedia sia sempre funzionale e ti permetta la postura corretta durante tutto il giorno, che la scrivania sia sgombra e pulita per accogliere il nuovo, che il computer e il mouse abbiano la giusta collocazione e che lo schermo sia alla giusta distanza. Le vecchie carte, i fogli e gli appunti di settimane o mesi fa? Meglio archiviarli o buttarli. A portata di mano devono esserci notes, penne e smartphone: tutto ciò che è utile per la tua attività, nulla di più.

Attenzione agli spazi digitali e virtuali

La stessa attenzione alla pulizia e all’alleggerimento va posta sul computer e ancora di più sullo smartphone. È utile fare una revisione di tutte le icone presenti sul desktop e delle app scaricate sul cellulare, lasciando solo quelle che si usano veramente. “Se hai dei dubbi o perdi troppo tempo nel valutare un vecchio documento – suggerisce Sabrina Toscani – crea una cartella ‘archivio 2020’ oppure ‘archivio settembre’ dove mettere ciò che non sei riuscito a collocare altrove, ma che hai paura di cestinare, potrai ritrovarlo con facilità solo se ti sarà necessario”.

Elabora le email

Solo dopo aver impostato l’organizzazione degli spazi fisici e digitali, passa a leggere e valutare le email. Sforzati di trovare già alla prima lettura una collocazione alla posta per evitare di lasciarla inevasa nell’inbox e trovare così l’accumulo di informazioni e richieste già dai primi giorni. Di volta in volta, che tu stia utilizzando il PC o lo smartphone, decidi cosa fare dell’email che hai letto: puoi cestinarla se non necessaria o non interessante, inoltrarla e subito archiviarla se non presuppone una tua azione, rispondere subito se la tua risposta può essere fatta entro 2 minuti e poi toglierla da lì, archiviarla in una cartella ‘da fare’ o ‘ in elaborazione’ se devi tornarci su.

Imposta la to-do-list della giornata

Il back to work è un momento utile e funzionale per chiarire ciò che funziona e ciò che non funziona più nei tuoi sistemi organizzativi, cercando un’alternativa per questi ultimi. In particolare, è importante fare attenzione a scegliere un posto dove elencare le cose da fare, facendo in modo che questa lista sia facilmente accessibile e modificabile. Il modo più pratico è scegliere una app da scaricare sul cellulare per contenere le to-do-list. Sarà il riferimento unico per inserire tutte le attività in programma nella giornata.

La calendarizzazione degli impegni

Scegli un calendario (cartaceo o digitale) che sia il tuo punto di riferimento per gli impegni a lungo termine delle settimane che verranno. Troppi calendari o troppe liste sparse ovunque, o tenute a mente, non aiutano il cervello a lavorare perché lo confondono e rischiano di provocare sovraccarico informativo. La semplicità premia, pertanto, occorre prediligere pochi sistemi e strumenti con un obiettivo organizzativo unico e chiaro.

Pronti quindi a ripartire? Il ritorno alla routine senza imporsi fretta e ritmi forsennati può essere facilmente gestito e affrontato in modo sereno e produttivo.

0 209

Ultra-immersività è la parola d’ordine del nuovo View5. Grazie al suo Full O display senza cornici, il nuovo device di Wiko è perfetto per la visione di video, per il gaming e la navigazione sui social network. La Quad Camera da 48 MP con funzionalità AI permette inoltre di elevare l’esperienza fotografica grazie alle opzioni pro disponibili a bordo, come l’obiettivo ultra-grandangolare, il macro e l’effetto Bokeh.
Ma c’è di più: grazie all’autonomia praticamente infinita di View5, potrai quasi scordarti del caricabatteria!

SCATTI PRO
Portare l’esperienza fotografica a nuovi livelli non è mai stato così semplice grazie alla Quad Camera da 48MP con funzionalità AI di Wiko View5, ideale per catturare immagini dettagliate di natura, animali, cibo, amici e altro ancora, anche a distanza. Gestire la scarsa illuminazione non sarà un problema, poiché il sensore più grande e la dimensione dei pixel garantiscono meno rumore per scatti nitidi anche al buio. C’è uno scatto per ogni occasione! Ampliare il proprio sguardo è un gioco da ragazzi con l’obiettivo ultra-grandangolare da 120°: da foto di gruppo a panorami naturali, ora tutto entra senza sforzi nell’inquadratura!

Con l’obiettivo Macro puoi ingigantire anche i più piccoli dettagli senza rinunciare alla nitidezza delle texture e dei motivi più microscopici, osservabili con occhi nuovi grazie alla lente da 5MP. E perché non aggiungere un po’ di Bokeh? Un’immagine luminosa può diventare davvero d’impatto con l’effetto sfocatura artistica.

VISIONE FULL SCREEN CON IL NUOVO O DISPLAY
Non esistono più confini all’esperienza visiva del display full screen senza notch di View5, per un’immersione assoluta in film, giochi, pagine Instagram e tanto altro. La vividezza dei colori e dei dettagli dell’O display in formato 20:9 con risoluzione HD+ permette di godere di ogni contenuto multimediale. Inoltre, l’indicatore circolare O di durata della batteria incorporato avvisa l’utente direttamente sullo schermo, diventando verde durante la carica, bianco quando la batteria è al di sopra del 15% e rosso se l’energia residua è inferiore a questa soglia.

ESPERTI DI AUTONOMIA. 2 SOLE CARICHE IN 1 SETTIMANA
È battery-phone mania! La batteria potenziata da 5000mAh di View5 certificata da SmartViser, ente indipendente specializzato nel Device Testing, garantisce 3 giorni e mezzo di autonomia con una sola carica. La tranquillità di guardare, giocare e godersi il proprio smartphone per più giorni è realtà! Con l’AI Battery Master sarà anche possibile gestire la carica in maniera ancora più intelligente, ottimizzando il comportamento delle app di terze parti e il consumo di energia, aumentando al contempo la durata della batteria.

64GB ROM E 3GB RAM, MEMORIA SENZA LIMITI
Memoria più ampia, più spazio di archiviazione! Wiko View5 offre 64GB di memoria e 3GB di RAM espandibili con una scheda micro SD aggiuntiva da 256GB, per poter salvare agilmente foto, video e tutte le app preferite.

ELEGANTE, ISPIRATO AI COLORI DELLA NATURA
L’elegante design con back cover in simil-vetro e cornice lucida a specchio che produce riflessi profondi dà al View5 il tocco di classe finale. Il nuovo design a gradiente prende ispirazione dalla natura, nelle sfumature Midnight Blue, Peach Gold e Pine Green.

INTUITIVITÀ E SICUREZZA
Una serie di funzioni user-friendly e l’esperienza d’uso che diviene davvero intuitiva. Con la tecnologia Fingerprint è sufficiente la punta delle dita per sbloccare il proprio smartphone e, per una ulteriore sicurezza, è disponibile anche il riconoscimento facciale con un solo sguardo di Face unlock. Inoltre, semplicemente toccando e tenendo premuto il tasto integrato di Google Assistant sarà possibile chiedere direttamente a Google di impostare la sveglia, aggiornare il calendario, controllare il meteo o accendere la torcia, a seconda delle necessità. Tutto questo, supportando a bordo la versione Android ™ *10 di Google.

ACCESSORI DI PROTEZIONE SU MISURA
Con View5 è disponibile una selezione di accessori originali su misura. Smart folio è dotato di una smart window interattiva che permette di visualizzare rapidamente le chiamate, le notifiche e la musica senza dover aprire la cover. Il comfort è assicurato grazie all’easy-grip e alla possibilità di fungere da supporto perfetto per la visualizzazione di film e giochi. In alternativa, il vetro temperato garantisce una protezione completa da urti e graffi. Lo strato ultra-resistente lascia inalterata la sensibilità del touchscreen con un rivestimento anti-impronta. Infine, il protection pack 2 in 1 include una custodia protettiva e il vetro temperato. Il design moderno e sottile della custodia aggiunge stile alla praticità grazie all’utilizzo di materiali rigidi trasparenti per una maggiore protezione.

0 173

 Il 14 settembre dopo sei mesi di assenza dai banchi di scuola riaprono gli istituti (con qualche differenza a seconda delle regioni) e per inaugurare il nuovo anno scolastico il brand franco-cinese produttore di smartphone Wiko, da sempre attento ai linguaggi digitali e le tendenze tech propone una wishlist per invogliare tutti gli studenti ad impegnarsi di più e coltivare le proprie passioni. Oggetti tech dal prezzo democratico per comunicare, rigorosamente fuori dalle aule, con amici e compagni, ascoltare il sound giusto e inquadrare la realtà per come la vedono i ragazzi dell’anno scolastico 2020/2021!

WiSHAKE Pocket

Indipendentemente dai gusti musicali, tra amanti della trap e nostalgici degli anni ‘90, con un po’ di musica anche il tragitto verso la scuola diventa più piacevole! Con le cuffie wireless WiSHAKE Pocket, novità appena lanciata da Wiko a meno di 30€, la musica è alla portata di tutte le orecchie. Dotate di connessione Bluetooth® 5.0, una batteria integrata che garantisce fino a 4 ore di autonomia, e una stazione di ricarica che permette fino a 3 ricariche complete aggiuntive per un’autonomia totale di 16 ore, i vostri artisti e album preferiti vi accompagneranno per tutta la giornata (ma non durante le lezioni, mi raccomando!).

E per le situazioni più ludiche, le WiSHAKE Pocket resistono agli spruzzi d’acqua con certificazione IPX4.

Ciascuna cuffia pesa appena 4 grammi ed è possibile connettersi con qualunque device con sistema operativo Android e iOS.

User friendly, le WiSHAKE Pocket hanno il microfono integrato e consentono di skippare da un brano all’altro o rispondere a una chiamata con un semplice tocco.

Sono disponibili nella finitura glossy bianca al prezzo suggerito di 29,99€ in esclusiva sull’e-store italiano di Wiko www.wikomobile.com o direttamente a questo link.

WiSHAKE Vibes

Con le casse WiSHAKE Vibes, improvvisarsi DJ è davvero un gioco da ragazzi! Con un suono stereo a 360° sono una soluzione tascabile per organizzare un party in qualsiasi momento o godersi podcast e musica in solitaria. Anche questi speaker sono una recente novità di casa Wiko e riproducono bassi profondi e alti chiari e cristallini. Per una maggiore flessibilità d’utilizzo, gli altoparlanti possono essere facilmente combinati come sound bar attraverso le clip magneticheE con il gioco di luci a LED a tempo di ritmo con 4 effetti colore non si dovrà mai rinunciare al “disco-mood” (nemmeno di lunedì)!

Anche le WiSHAKE Vibes sono dotate di una connessione Bluetooth® 5.0 e si collegano a qualsiasi device con sistema operativo Android e iOS nel raggio di 10 metri. Montano inoltre una batteria ricaricabile agli ioni di litio da 800 mAh che garantisce un ascolto fino ad 8 ore di autonomia. La case dei WiSHAKE Vibes è resistente agli spruzzi d’acqua (IPX4) e a prova di caduta per i proprietari più distratti. Inoltre le funzioni pratiche del device permettono chiamate in vivavoce, skip dei brani e accensione e spegnimento facilitati.

Sono disponibili al prezzo suggerito di 49,99€ in esclusiva sull’e-store italiano di Wiko www.wikomobile.com o direttamente a questo link.

Y81

E per immortalare la riunione con compagni e amici dopo tanto tempo? Non può mancare l’Y81, lo smartphone sotto i 110€ che oltre a 2 giorni di piena autonomia presenta interessanti caratteristiche come lo schermo extra-large in formato 19:9 e la memoria da 32 GB che consente di custodire fino a 4000 immagini50 episodi o 300 album musicali in HD.

L’Y81 è perfetto per coltivare le proprie passioni extra scolastiche: dagli aspiranti instagrammer, che potranno iniziare a esercitarsi con scatti e selfie da protagonisti, grazie alla Camera Go con effetto Bokeh da 13MP e alla fotocamera frontale da 5MP, ai binge-watcher scatenati, che potranno godere delle proprie serie preferite immergendosi nel full screen da 6.22” per una visualizzazione ampia in HD+.

Il Face Unlock custodisce la vita privata come quella sociale, per un primo approccio al digitale in piena sicurezza. Inoltre il sistema operativo Android™ 10 Go Edition consente di ottenere più spazio di archiviazione e una maggiore rapidità di utilizzo. Anche i creatori compulsivi di meme non rimarranno delusi: se 32 GB di memoria non sono sufficienti, basterà estenderla con una scheda MicroSD da 256GB.

L’Y81 è disponibile nei migliori negozi di elettronica di consumo o presso l’e-store Wiko www.wikomobile.com nella finitura matte in 3 raffinate tonalità: Deep Blue, Gold o Green, al prezzo suggerito di 109,99€. Inclusi nella confezione cover trasparente e film protettivo per il display.

0 312

Con la fine di agosto si iniziano a tirare le somme di questa estate 2020. Sicuramente diversa, a tratti più dimessa, ma profondamente italiana.

Wiko, il brand franco-cinese di telefonia, ha infatti voluto interrogare la sua community Instagram proprio per capire come fossero andate le vacanze, quali i trend, quali le opportunità e quali i risvolti in chiave tech.

Un risultato, come forse prevedibile, balza subito agli occhi: l’86% dei rispondenti ha preferito trascorrere le vacanze in Italia. C’è chi si è spinto oltre, seguendo la tendenza dello staycation, ossia di una vacanza fatta in casa, o comunque in un luogo non lontano dalla propria residenza.

L’estate dell’emergenza Covid è stata così un’occasione per riscoprire le bellezze italiane (70%) più che una scelta obbligata (30%). Da Nord a Sud, tra mari, laghi, montagne e città d’arte, c’era solo l’imbarazzo della scelta.

Pochi aerei o treni per raggiungere le destinazioni (17%), questo nuovo tipo di vacanza ha privilegiato la modalità roadtrip (83%): in macchina, facendo più tappe, godendosi il piacere del viaggio, più slow e con un occhio alle spese.

Una costante ha interessato coloro che hanno risposto al sondaggio di Wiko: lo smartphone sempre in tasca. Il cellulare è stato l’alleato più prezioso per prenotare strutture e scegliere le destinazioni meno affollate nel 65% dei casi. Tutto più semplice, immediato, senza attese.

Inoltre, non dimentichiamoci che lo smartphone è stato utile per fotografare – e immediatamente condividere – quegli scorci ambiti e da “mission impossible” delle precedenti estati.  È stato decisamente più semplice (72%) cogliere quegli spot e quei panorami che solitamente sono presi d’assalto. Meno gente, meno calca, ergo scatti perfetti.

Sì a foto e selfie con mascherina? Non tutti sono stati così ligi. La mascherina in volto nelle foto veniva abbassata (69%) per poi tornare immediatamente su a scatto ultimato.

Lo smartphone, così come il PC e, in generale, i dispositivi portatili hanno permesso anche di poter sfruttare i luoghi di villeggiatura per lo smart working. Chi ha potuto farlo, infatti, ha espresso piena soddisfazione nel 60% delle risposte. Il rimanente 40% ha ammesso di aver avuto difficoltà a concentrarsi.

Dunque, giunta agli sgoccioli l’estate 2020 si controlla già il calendario per individuare i primi weekend buoni di autunno? In realtà, sembra di no. Anche se pian piano ci stiamo riappropriando della normalità, dopo mesi più duri, le abitudini di viaggio sono cambiate e anche la voglia di partire, di prendere un lungo volo e di raggiungere una meta lontana e di pianificare nuove fughe, non è decollata. Alla diretta domanda “stai già pianificando un nuovo viaggio?”, infatti, un solido 68% ha dichiarato di voler aspettare.

Nell’attesa, ci sono ancora tante foto in galleria che aspettano una condivisione #estate2020.