Tags Posts tagged with "Office 365"

Office 365

0 853

Trend Micro, leader globale di cybersecurity, comunica che nel 2018 la sua soluzione Cloud App Security ha rilevato e bloccato quasi 9 milioni di minacce ad alto rischio indirizzate a Office 365. Nel dettaglio, Cloud App Security ha bloccato 1 milione di malware (1.080.022), quasi 8 milioni di attacchi di phishing (7.736.815) e 100mila tentativi di truffe Business Email Compromise (103.955). L’anno scorso le minacce bloccate dalla soluzione erano state “solo” 3,4 milioni.

I dati rivelano come la continua crescita delle minacce via email esponga le organizzazioni a rischi sempre maggiori di subire frodi, attività di spionaggio e furto di informazioni, sottolineando l’importanza di investire in una protezione multilivello quando si utilizzano piattaforme online, come Office 365. Le email sono in tutto il mondo uno strumento efficace di comunicazione e collaborazione e i cybercriminali continueranno a colpire questa piattaforma, cercando di mettere a segno i loro attacchi.

Le organizzazioni adottano sempre più servizi email in cloud, per migliorare la produttività e l’agilità, ma il report di Cloud App Security rivela come sia fondamentale adottare un secondo livello di protezione per difendersi dagli attacchi di phishing o Business Email Compromise”. Ha commentato Kevin Simzer, chief operating officer at Trend Micro.

Cloud App Security è una soluzione Trend Micro che protegge Microsoft Office 365 Exchange Online, OneDrive for Business e le piattaforme online SharePoint. Agisce come un secondo livello di protezione dopo che le email e i file sono stati scansionati dalla sicurezza interna di Office 365. L’obiettivo di Cloud App Security è contrastare la proliferazione delle minacce email, utilizzando il machine learning e le analisi sandbox per malware, ransomware e altre minacce avanzate. La soluzione ha recentemente aggiunto anche nuove capacità che combinano tecnologie di intelligenza artificiale e computer vision per individuare finti siti web. Questa tecnologia è applicata anche per identificare le email di phishing dopo che sono stati implementati filtri relativi al mittente, al contenuto e alla reputazione URL. Trend Micro utilizza l’intelligenza artificiale anche per la soluzione Writing Style DNA, che individua specificatamente gli attacchi Business Email Compromise.

0 798

Synology annuncia il lancio ufficiale di due importanti applicazioni di backup della suite Active Backup: la versione finale di Active Backup for Office 365 che supporta il backup in cloud SaaS e la versione beta di Active Backup for Business che garantisce la disponibilità dei dati per workload negli ambienti fisici e virtuali.

Cresce sempre più il numero di aziende e imprese che lavorano tramite piattaforme fisiche, virtuali e in cloud. Questo fenomeno costituisce una sfida notevole per i reparti IT che devono garantire la sicurezza dei dati in crescita in questo ambiente su diverse piattaforme“, ha dichiarato Jia-Yu Liu
Director of Application Group presso Synology Inc. “Per risolvere il problema, Synology offre una nuova soluzione all-in-one che integra software e hardware per aziende di diverse dimensioni“.

Active Backup for Office 365 utilizza una tecnologia a singola istanza che oltre ad aiutare le aziende nella gestione e disponibilità dei dati Office 365, riduce sensibilmente lo spazio occupato dai backup. La funzione di ricerca dei contenuti è specificamente ottimizzata per le ricerche della posta e degli allegati, e consente agli utenti di identificare nel più breve tempo possibile il messaggio da recuperare.

Le funzionalità chiave di Active Backup for Office 365 includono:

·         Supporto per svariati endpoint Office 365: Office 365, Office 365 Germany, Office 365 gestito da 21Vianet.

·         Protezione centralizzata e completa: Backup di OneDrive per Business, dati di posta, contatti, e calendario su un Synology NAS e gestione efficiente delle copie da una singola interfaccia.

·         Ripristino granulare, ricerche ed esportazioni dal portale di ripristino self-service: 
la nuova funzione di ricerca nei contenuti permette di applicare filtri molto efficaci con parole chiave. È possibile trovare l’e-mail desiderata, ripristinare e scaricare un singolo file, messaggio di posta, allegato, contatto o uno specifico evento del calendario dal portale di ripristino self-service.

·         Efficienza di archiviazione e backup: la singola istanza garantisce l’efficienza trasferendo e archiviando soltanto i file con contenuti unici. La deduplica a livello di blocco aiuta le aziende a conservare il massimo dei dati in uno spazio di storage minimo, in quanto salva solo i blocchi modificati dei file rispetto alla versione precedente.

Active Backup for Business, invece, integra le diverse tecnologie adottate da DiskStation Manager (DSM). Per il file system Btrf, Synology ha sviluppato la funzione di deduplica globale che riduce sensibilmente lo storage necessario per il backup. L’integrazione con Virtual Machine Manager consente di eseguire i backup NAS dei server fisici o delle macchine virtuali direttamente su DSM, massimizzando la disponibilità di dati e applicazioni.

Le funzionalità chiave di Active Backup for Business includono:

·         Protezione di PC e server: con la utility dell’agente Active Backup, gli utenti possono completare i backup per proteggere i workload dei server o dei PC Windows. In base allo scenario, gli utenti possono decidere di ripristinare un singolo file dal portale di ripristino, optare per un ripristino bare-metal dell’intero sistema o eseguire direttamente un backup su Virtual Machine Manager per recuperare i dati dell’applicazione e provvedere alla disponibilità della stessa.

·         Protezione delle macchine virtuali: Gli utenti possono proteggere i workload delle loro macchine virtuali senza agente, semplicemente con le informazioni di VMware vSphere. Supporta molteplici metodi di ripristino: ripristino di singoli file, ripristino istantaneo delle VM e dell’NFS, ripristino VM completo ed esecuzione su Synology VMM.

·         Backup più veloci: la tecnologia CBT (Changed Block Tracking) consente di eseguire backup incrementali invece che completi.

·         Efficienza dello storage: grazie alla deduplica globale integrata, il consumo dello spazio di archiviazione si riduce enormemente

·         Migliore affidabilità del ripristino: verifica dei backup su Synology VMM per massimizzare l’affidabilità del backup e ridurre al minimo il carico degli ambienti di produzione.

·         Run on VMM: l’esclusiva funzione di integrazione con Synology VMM consente di creare lo stesso ambiente IT del sito del prodotto, per una soluzione che funziona come Disaster Recovery temporaneo, come esportazione/importazione degli oggetti e upgrade dell’ambiente di prova.

Licenza

Active Backup for Office 365

Ogni Synology NAS che supporta Active Backup for Office 365 viene fornito con 10 licenze gratuite. Maggiori informazioni sulla licenza Active Backup for Office 365 sono reperibili su: https://www.synology.com/it-it/products/Active_Backup_for_Office_365_License

Active Backup for Business

Durante il periodo beta non occorrono licenze e il software sarà disponibile con tutte le funzionalità. Il backup di computer, server e macchine virtuali richiede l’acquisto di una licenza separata per ogni host al termine del periodo di test beta.

0 963

Trend Micro, leader globale nelle soluzioni di cybersecurity, comunica che nel 2017 la sua soluzione Cloud App Security ha rilevato e bloccato 3,4 milioni di minacce ad alto rischio, indirizzate a Office 365.

Cloud App Security è una soluzione Trend Micro che protegge Microsoft Office 365 Exchange Online, OneDrive for Business e le piattaforme online SharePoint. Agisce come un secondo livello di protezione dopo che le email e i file sono stati scansionati dalla sicurezza interna di Office 365. L’obiettivo di Cloud App Security è contrastare la proliferazione delle minacce email, utilizzando il machine learning e le analisi sandbox per malware, ransomware, truffe Business Email Compromise e altre minacce avanzate. La soluzione è in grado di rilevare sia le minacce conosciute che quelle sconosciute, che cercano di infiltrarsi nei servizi cloud.

Nel dettaglio, Cloud App Security ha rilevato 65.000 tra trojan, worm, virus e backdoor. Grazie ad un motore potenziato, nel corso del secondo trimestre, è stato in grado di intercettare 50.000 ransomware e 3.000 truffe Business Email Compromise. Il machine learning e le sandbox hanno fermato più di 260.000 minacce email sconosciute, 2,9 milioni di link maligni e 190.000 email di phishing. Per un totale di 3,4 milioni di minacce che tentavano di penetrare i sistemi attraverso le email.

Questi dati dimostrano come le email rimangono un vettore di infezione comune per le minacce. I dati Trend Micro mostrano infatti come nel 2017, il 94% di ransomware è stato veicolato tramite la posta elettronica e le truffe Business Email Compromise hanno visto una crescita del 106%.

L’anno scorso siamo diventati il primo vendor di email security a utilizzare dei filtri anti malware basati sul machine learning”. Ha dichiarato Gastone Nencini, Country Manager Trend Micro Italia. “Il machine learning in pre-esecuzione individua i malware sconosciuti prima delle analisi sandbox e permette decisioni più veloci sui file sospetti. Queste capacità sono integrate in Cloud App Security e proteggono al meglio gli utenti di Office 365”.