Tags Posts tagged with "asus"

asus

Annunciato l’anno scorso, abbiamo avuto la possibilità di poter testare il nuovo Asus ZenScreen Touch MB16AMT, monitor portatile da 15,6 pollici, con risoluzione Full HD (1980×1080 pixel).

Confezione

La confezione è poco più grande del monitor e appena aprta, troviamo, in uno scompartimento in cartone, i vari accessori, l’ASUS Smart Case, cavo Micro HDMI – HDMI, cavo USB-C – USB-C, adattatore USB Tipo-C – Tipo-A, ZenScreen pen e la guida rapida; rimosso questo scompartimento, troviamo ZenScreen Touch e Custodia protettiva.

Costruzione e Linea

L’Asus ZenScreen Touch MB16AMT monta un pannello IPS Full FHD (1920 x 1080 pixel) touchscreen a 10 punti.

Frontalmente abbiamo cornici molto sottili con il lato in basso più spesso per far posto ai pulsanti di controllo, menu a sinistra e accensione/spegnimento a destra e foro per riporre la ZenScreen pen.

Sul lato sinistro in basso, guardando il monitor, troviamo ingresso mini HDMI e la porta USB Tipo-C.

In alto su entrambi i lati, troviamo i due altoparlanti da 1W e sono appena sufficienti, ok per le voci, ma mancano completamente i bassi.

La custodia è magnetica e aderisce perfettamente al monitor e funge anche da supporto regolabile in tre diverse posizioni.

La ZenScreen pen è una penna stilografica molto bella e di stile e in alto è fornita di gommino compatibile con il touch screen.

Utilizzo

Come detto, lo ZenScreen Touch MB16AMT ha uno schermo di 15.6 pollici FHDtouchscreen multi-touch da 10 punti, di tipo IPS antiriflesso con retroilluminazione W-LED con un rapporto di contrasto 700:1.

Il monitor può essere collegato tramite porta micro HDMI con il cavo in dotazione, per PC dotati di porta HDMI o tramite la porta USB Tipo C per dispositivi mobile.

Noi abbiamo provveduto a collegare lo ZenScreen Touch MB16AMT ad un PC con Windows 10 Pro e a vari smartphone.

Per quanto riguarda il funzionamento collegato ad un PC con Windows 10, basta collegare il cavetto micro HDMI al monitor e la porta HDMI al PC e potremmo gestire il multischermo. Per il funzionamento del touch screen è necessario scaricare i relativi driver.

Una volta installati i driver, sarà possibile utilizzare il touch e interagire con il sistema operativo.

Per quanto riguarda il funzionamento con smartphone, abbiamo effettuato il collegamento con un Huawei Mate 20 Pro e un Huawei P40 (qui la nostra prova).

Per i dispositivi come i top gamma Huawei o Samsung, è possibile utilizzarli sia in modalità mirroring che in modalità Desktop, sia utilizzando il cellulare come pad, sia utilizzando il touch del monitor, ma per farlo è necessario scaricare un’app.

Menu

Il menu presente è di tipo OSD (On-Screen Display), che, tramite il mini joystick in basso a sinistra,  consente di regolare le prestazioni dello schermo o di selezionare funzioni del display direttamente da una finestra di istruzioni visualizzata.

Tra le varie opzioni, segnaliamo la funzionalità Splendid, tramite la quale è possibile selezionare 8 funzioni secondarie in base alle proprio esigenze:

  • Modalità standard: Questa è la scelta ottimale per l’editing di documenti
    con SPLENDID Video Intelligence Technology.
  • Modalità sRGB: È la selezione più indicata per la visione di foto e grafica
    dai PC.
  • Modalità scenario: Questa è la scelta ottimale per la visualizzazione di
    foto di paesaggi con SPLENDID Intelligence Technology.
  • Modalità teatro: Questa è la scelta ottimale per guardare film con
    SPLENDID Video Intelligence Technology.
  • Modalità gioco: Questa è la scelta ottimale per giocare con
    SPLENDID Video Intelligence Technology.
  • Modalità notturna: Questa è la scelta ottimale per giochi con scene
    scure o per guardare film con scene scure con SPLENDID Video
    Intelligence Technology.
  • Modalità Lettura: Questa è la scelta migliore per la lettura di libri.
  • Mod Cam Oscura: Questa è la scelta migliore per un ambiente con luce
    debole.

Filtro Luce Blu

Regola il livello di energia della luce blu emessa dalla retroilluminazione a LED; Livello 0, Nessuna modifica, Livello da 1 a 4, quanto più elevato è il livello, maggiore è la riduzione di luce blu.

Colore
Qui è possibile selezionare il colore di immagine preferito con questa funzione:

  • Luminosità: La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Contrasto: La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Saturazione: La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Colore: Contiene tre modalità colore predefinite (Freddo, Normale, Caldo) ed una Modalità Utente.
  • Tonalità pelle: Contiene tre modalità colore che includono Rossastro, Naturale e Giallastro.

Immagine
Le funzioni Nitidezza, Trace Free, Controlli, VividPixel e ASCR e possono essere regolate da questa funzione principale.

  • Nitidezza: Regola la nitidezza dell’immagine. La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Trace Free: Accelera il tempo di risposta con tecnologia Over Drive. La gamma di regolazione è tra 0 (minima) e 100 (massima).
  • Controlli: Regola il rapporto proporzioni su “Schermo intero”, “4:3”. VividPixel: Tecnologia esclusiva ASUS che porta vedute realistiche per una visione cristallina ed orientata ai dettagli. La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • ASCR: Selezionare ATTIVO o SPENTO per abilitare o disabilitare la funzione di rapporto contrasto dinamico.

Selezione input
Selezionare la sorgente di ingresso dal segnale di ingresso HDMI o Tipo C.

Imp Sistema
Regola la configurazione del sistema.

  • Splendid Demo Mode: Attiva la modalità demo per la funzione Splendid.
  • Rotazione Automatica: Per abilitare/disabilitare la rotazione automatica dell’immagine. La funzione Rotazione Automatica è disponibile solo nel Windows OS (sistema operativo Windows) installando il software DisplayWidget.
  • Touch screen: Per abilitare o disabilitare la funzione di tocco.
  • Volume: Regola il livello del volume in uscita.
  • Popup disp. di Input: Per abilitare/disabilitare Dispositivo di Input e Alimentazione da PC, visualizzare il popup delle domando OGNI VOLTA che si effettua il collegamento. Monitor USB Tipo C MB16AMT ASUS 3-7
  • Dispositivo di Input: Selezionare “Telefono” se si effettua il collegamento al telefono cellulare (la funzione di alimentazione non è fornita in “Telefono”, in quanto i dispositivi mobili comuni non sono in grado di fornire alimentazione sufficiente). Selezionare “NB/PC” se si effettua il collegamento al PC, quindi selezionare “Carica da NB/PC” con funzione di carica. Questa funzione consente di prolungare il tempo di funzionamento più lungo. Nella sottofunzione PC, è possibile disabilitare la funzione di alimentazione selezionando “Nessuna carica da NB/PC”.

GamePlus

La funzione GamePlus fornisce uno strumento e crea un ambiente di gioco migliore per gli utenti quando giocano a tipi diversi di gioco. In particolare, la funzione Mirino è progettata appositamente per i nuovi giocatori o per i principianti interessati a giochi sparatutto in prima persona (FPS).

Attivazione di GamePlus:

  • Premere GamePlus per accedere al menu principale GamePlus.
  • Attivare la funzione Mirino, Timer o Contatore FPS, oppure Allineamento schermo.
  • Spostare il tasto verso l’alto/il basso per selezionare e premere per confermare la funzione desiderata. Premere il tasto per uscire e chiudere.
  • Mirino/Timer/Contatore FPS può essere spostato con il tasto a 5
    direzioni.
  • Impostazione OSD: Regola Tempo attesa OSD, DDC/CI e Trasparenza del menu OSD.
  • Lingua: Seleziona la lingua OSD.
  • Blocco tasti: Premere il tasto a 5 direzioni verso sinistra per più di 5 secondi per disabilitare il blocco dei tasti.
  • Informazioni: visualizza le informazioni sul monitor.
  • Blocco tasto accensione: Per disabilitare/abilitare il tasto d’alimentazione.
  • Regola Tutto: Selezionare “Sì” per riportare tutte le impostazioni sulla modalità predefinita.

Collegamento
Selezionando questa opzione si può impostare il tasto di scelta rapida.

Collegamento: L’utente può scegliere tra “Filtro luce blu”, “Splendid”, “Luminosità”, “Contrasto”, “Rotazione Automatica”, “Touch Screen”, “Selezione input”, “Volume” e “Dispositivo di Input” per impostare il tasto di Collegamento.

MyFavorite
Carica/Salva tutte le impostazioni sul monitor.

Autonomia

L’Asus ZenScreen Touch MB16AMT monta una batteria ai polimeri di litio da 7800 mAh e l’autonomia dichiarata è di 4h e durante i nostri vari test ci siamo avvicinati molto a questo valore, che possiamo quindi dire essere veritiero.

Conclusioni

L’Asus ZenScreen Touch MB16AMT è davvero un bel monitor che sicuramente non passerà inosservato sulle vostre scrivanie sia se lo accoppierete al vostro PC / smartphone casalingo, sia in ufficio collegato al vostro PC Aziendale.

Attualmente è possibile trovare l’Asus ZenScreen Touch MB16AMT su Amazon ad un prezzo di circa 410 euro, certo non pochi, ma la qualità c’è e il Touch screen è sicuramente un valore aggiunto, che da solo vale il prezzo di acquisto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 15.6 pollici
– Risoluzione nativa: FHD 1920 x 1080 pixel
– Luminosità massima: 250 cd/m²
– Tempo di risposta da grigio a grigio: 1 ms
– Tipo di pannello: IPS
– Angolo di visione (CR?10): 178° / 178°
– Touchscreen: si / Capacitive 10-point multi-touch
– Segnale Input: USB-C (DP Alt mode + USB 3.0), Micro HDMI
– Altoparlanti: 1W x 2
– Rapporto di contrasto: 700:1
– Campo visivo: 178º orizzontale, 178º verticale
– Dimensioni / Peso: 359,7 x 227,4 x 9 mm / 0.9 Kg
– Batteria: ai polimeri di litio da 7800mAh
– Consumo energetico: On: < 12W, Standby: 0W, Off: 0W
– Compatibilità Touch: Microsoft Windows7/8/10, Android 6.0 e successive (tramite ASUS ZenScreen Touch App), Mac OS 10.15 e successive, Chrome OS, Linux

Nelle tastiere meccaniche sotto ogni tasto è presente uno switch meccanico, e ogni tasto può essere sostituito e riprogrammato singolarmente, nella tastiera TUF Gaming K7 di Asus, invece, troviamo degli switch ottico-meccanici più precisi e veloci dei normali switch meccanici unendo una buona silenziosità con la precisione e l’affidabilità di una tastiera meccanica e con un feedback dei tasti davvero unico.

Confezione

La confezione è poco più grande della tastiera e di buona fattura con una singolare apertura in corrispondenza dei 4 tasti direzionali.

Una volta aperta, oltre alla tastiera, troviamo il Poggia polsi magnetico in eco pelle (in uno scompartimento separato) e la guida rapida.

Sulla parte posteriore della confezione, troviamo una panoramica generale su caratteristiche e specifiche tecniche.

Costruzione

La tastiera si presenta molto solida e ben costruita, con design compatto e resistente ma non molto pesante, infatti la TUF Gaming K7 misura 439 x 131 x 37 mm per un peso di 794 Kg e il cavo è lungo circa 1,8 metri.

Sulla destra è presente un utile tastierino numericoposteriormente sono presenti i piedini per l’inclinazione

La TUF Gaming K7 integra un poggia polsi ergonomico in memory foam e rifinito in similpelle, per un comfort che si adatta naturalmente alla postura ed è inoltre dotato di magneti per mantenerlo in posizione durante l’utilizzo, ma consentono anche di staccarlo rapidamente quando è necessario modificare l’angolo di attacco o riporre la tastiera in una borsa.

Noi abbiamo trovato molto comoda questa possibilità utilizzando il poggia polsi a volte a circa 2,3 dita dalla tastiera e a volte attaccato.

Come accennato, la Asus TUF Gaming K7 è una tastiera ottico-meccanica che grazie agli Interruttori meccanici TUF è anche silenziosa con un feedback dei tasti davvero unico.

Ogni interruttore TUF Optical-Mech proietta un raggio di luce a infrarossi, la pressione dei tasti interrompe il raggio per un azionamento quasi istantaneo. Questo design esclusivo elimina il ritardo di 5 ms intrinseco alle tastiere tradizionali, riducendo il tempo di attuazione totale a soli 0,2 ms.

La TUF Gaming K7 è prodotta con Switch Tattili Switch Lineari, il modello provato montava quest’ultima tipologia di Switch che vanta una risposta lineare senza clic udibile, 47g di forza di attuazione, un’escursione di 3 mm e una corsa di attuazione di 1,5 mm (Feedback tattile con un clic udibile, 50g di forza di attuazione, escursione di 3,55 mm e corsa di attuazione di 1,5 mm le specifiche degli Switch Tattili)

La TUF Gaming K7 è certificata IP56 per resistenza all’acqua e alla polvere, mentre gli switch Optical-Mech sono classificati fino a 100 milioni di clic, ovvero il doppio della durata dei tradizionali interruttori meccanici. La piastra superiore in alluminio aeronautico fornisce un’elegante copertura esterna, mentre l’innovativo rivestimento del PCB evita l’ossidazione delle parti metalliche interne.

La TUF Gaming K7 è compatibile con Aura Sync con un’alta gamma di colori e di effetti di luce dinamici  per creare una tastiera che sia unica per ogni utilizzatore, con un LED controllabile individualmente sotto ogni tasto. L’illuminazione RGB di TUF Gaming K7 è anche facilmente sincronizzata con l’ampio ecosistema Aura per un’ambiente di gioco che brilla davvero.

La tastiera può memorizzare fino a 3 profili impostabili tramite il software Asus Armoury II.

Utilizzo

L’utilizzo è davvero immediato, basta collegare il connettore USB ad una delle porte libere sul nostro PC e, senza dover installare nessun drive, la tastiera viene subito riconosciuta ed è quindi possibile utilizzarla.

Nelle settimane di utilizzo abbiamo usato la Asus TUF Gaming K7, come tastiera principale, sia per lavoro che per svago e il feedback dato in tutte le circostanze di utilizzo è davvero ottimo con una rumorosità molto contenuta.

Il poggia polsi è davvero comodo sia durante lunghe sessioni di gioco, sia durante un utilizzo lavorativo.

Software Asus Armoury II

Come detto la Tuf Gaming K7 può memorizzare fino a 3 profili e tramite il software Asus Armoury II (scaricabile dal sito Asus qui) potremo impostare ciascun profilo; ogni profilo sarà poi richiamabile tramite Fn+1,2 o 3.

Tramite Armoury II potremmo non solo assegnare un colore specifico per ogni tasto, ma anche è inoltre possibile assegnare una funzione specifica ad ogni tasto.

Conclusioni

La Asus Tuf Gaming K7, è davvero un ottimo prodotto desktop, con una bella linea e con un ottimo feedback.

Qualità, ergonomia, materiali al top, ma il vero punto di forza della Asus Tuf Gaming K7, sono gli switch Optical-Mech, che assicurano un tempo di attuazione totale a soli 0,2 ms.

La compatibilità con Aura Sync garantisce la totale sincronizzazione con l’ecosistema Asus basato su questa tecnologia.

La Asus Tuf Gaming K7 è disponibile su Amazon ad un prezzo di 123.85 euro, in linea con quanto offerto.

Specifiche Tecniche

Dimensioni e Peso Tastiera: 439 x 131 x 37 mm – 794 g
Dimensioni e Peso Poggiapolsi: 439 x 77 x 18 mm – 194 g
lunghezza cavo: 1.8 m
Compatibilità: Windows 7 / 10

Multitasking” è la parola che racchiude al meglio questi ultimi anni, sia per quanto riguarda il mondo lavorativo, sia per la vita di tutti i giorni. Il dividersi fra gli impegni quotidiani, la voglia di relax, le deadline da rispettare e le task da portare a termine a volte possono sembrare un’impresa.

Per questo motivo un notebook performante, potente, ma anche leggero e maneggevole, può rappresentare una vera e propria ancora di salvezza. Ecco, dunque, che arriva in soccorso ASUS con il suo ZenBook Flip 14 (UM462), portatile convertibile da 14 pollici alimentato da processore AMD, per un ingombro ridotto al minimo e che si adatta in maniera perfetta a lavoro ed intrattenimento.

Cerniera ErgoLift 360° per ogni modalità di utilizzo

ZenBook Flip 14 è caratterizzato dall’esclusivo design della cerniera ErgoLift a 360°, che adopera un’azione di apertura senza scatti, agile e continua per sostenere il display in modo sicuro in qualsiasi angolazione. Questo permette a ZenBook Flip 14 di essere utilizzato in modalità laptop, tablet, in stand o in posizione tenda – o qualsiasi altro grado di apertura – garantendo la massima versatilità. Il meccanismo della cerniera, progettato con precisione e costruito interamente in metallo, è testato su 20.000 cicli di apertura/chiusura per garantire affidabilità e solidità anche a lungo termine. Per mantenere alto il comfort durante la digitazione, la cerniera ErgoLift solleva e inclina contemporaneamente la tastiera quando il laptop viene aperto oltre i 135°.

Esperienza utente di prim’ordine

ZenBook Flip 14 è dotato dell’intuitivo NumberPad – una soluzione valida e alternativa alla mancanza di un tastierino numerico dedicato sui portatili di piccole dimensioni. Nell’uso quotidiano, NumberPad si rivela un touchpad di precisione per Windows rivestito in vetro con supporto multi-gesture. Un tocco dell’icona NumberPad sul touchpad lo trasforma in una tastiera illuminata a LED con un layout familiare per un facile inserimento dei dati.

ZenBook Flip 14 è dotato anche di una telecamera IR per un rapido accesso biometrico. La webcam si trova in alto – la posizione preferita dagli utenti – nonostante le cornici ultra-sottili. Pur essendo soggetta a una riduzione di dimensioni, la telecamera è dotata di un obiettivo a 4 elementi in grado di produrre immagini nitide per videochiamate più chiare con la famiglia o con i colleghi.

Con il pieno supporto per ASUS Pen e Windows Ink, ZenBook Flip 14 è la scelta perfetta per la creatività su portatile. ASUS Pen è una stilo con un design sottile ed elegante realizzato in alluminio e garantisce una qualità di lavoro superiore alla media. È l’accessorio perfetto per disegnare, scrivere o annotare con precisione in qualsiasi applicazione supportata. Windows Ink consente di creare note adesive, catturare idee e dettagli, man mano che si presentano. È anche possibile catturare uno screenshot e condividerlo con un click.

Estremamente compatto, con una visuale ampia e coinvolgente

Il nuovissimo design senza cornice NanoEdge di ZenBook Flip 14 regala un’esperienza visiva completamente nuova. Le cornici ultra-sottili consentono una visuale ampia e coinvolgente, senza alcun tipo di distrazioni, rendendo il lavoro o il gioco un vero piacere. Il rapporto schermo/corpo del 90% conferisce a ZenBook Flip 14 dimensioni ridotte, con un ingombro del 10% in meno rispetto al suo predecessore – rendendolo uno dei portatili convertibili più compatti al mondo. Il display Full HD da 14 pollici inoltre garantisce colori realistici e vividi, per il coinvolgimento completo dell’utente.

ZenBook Flip 14 soddisfa inoltre il severo standard militare MIL-STD-810G per la solidità e la durata dei materiali, sottoponendosi a test per garantirne il corretto funzionamento in ambienti difficili, tra cui altitudini, temperature e umidità estreme. Ha inoltre superato i test di qualità dei laptop ASUS, ben più severi di quelli dall’industria dei notebook.

Performance potente

ZenBook Flip 14 racchiude in sé ottime performance, in grado di gestire applicazioni e altre funzioni in velocità e senza alcun ritardo. È dotato di componenti ad alte prestazioni, tra cui il processore AMD Ryzen™ serie 3000 e fino a 16GB di RAM. Lo storage SSD PCIe® Lightning-fast garantisce l’avvio in pochi secondi e il caricamento istantaneo delle applicazioni.

La famiglia di Flip ASUS

ASUS ZenBook Flip 14 (UM462) va ad integrare l’offerta di notebook Flip del brand, composta del notebook VivoBook Flip 14 (TP412FA) e dello ZenBook Flip 13 (UX362FA). Grazie alla cerniera ErgoLift 360°, che caratterizza tutti i modelli, ASUS ha voluto portare nel mondo del lavoro, ma non solo, un nuovo concetto di utilizzo del notebook, che si trasforma in tablet o ottimo schermo da appoggiare ovunque per la visione dei contenuti multimediali. Leggerezza e portabilità sono le nuove parole d’ordine che accompagnano il concetto di multitasking, e la famiglia di notebook convertibili ASUS rappresenta alla perfezione questo trend.

PREZZO E DISPONIBILITÀ

ASUS ZenBook Filp 14 (UM462) è disponibile con un prezzo consigliato al pubblico a partire da 749€, IVA inclusa.

SPECIFICHE TECNICHE  ASUS ZenBook Flip 14 (UM462)
CPU AMD Ryzen™ 5 3500U Mobile
Display 14” LED-backlit FHD (1920×1080) touchscreen

Cornici da 3.5 mm con rapporto schermo/corpo al 90%

Wide 100% sRGB color gamut

178° wide-view technology

Sistema Operativo Windows 10  (ASUS suggerisce l’uso di Windows 10 Pro)

 

Scheda Grafica  (R5) Radeon™ Vega 8 Graphics
Memoria 8 GB /16 GB 2400 MHz DDR4
Archiviazione 256 GB / 512 GB PCIe® x2 SSD
Interfaccia Dual-band WiFi 5 (802.11ac)

Bluetooth® 4.2

Camera HD infrared (IR) webcam (supporto a Windows Hello)
Porte I/O 1 x USB 3.1 Gen 1 Type-C®

1 x USB 3.1 Gen 1 Type-A

1 x USB 2.0 Type-A

1 x HDMI

1 x microSD card slot

1 x Audio combo jack

1 x DC in

Audio Sistema audio certificato Harman Kardon

ASUS SonicMaster stereo con surround-sound; smart amplifier

Microfono con riconoscimento vocale per Cortana

Jack per cuffie da 3.5 mm

Batteria Batteria 42 Wh a 3 celle ai polimeri di litio

Fino a 9 ore di autonomia

 

Presentato qualche mese fa, abbiamo avuto modo di provare l’Asus PB60-BP069MC Mini PC per un paio di settimane, vediamo come si è comportato nei nostri test.

Confezione

Nonostante il mini PC Asus sia molto compatto, la confezione è grande; al suo interno, oltre al mini PC, troviamo i vari accessori, ovvero, l’antenna per il Wi-Fi, il supporto VESA per il montaggio dietro ad un monitor, e relative viti di montaggio, alimentatore, guida rapida e CD, connettore per il montaggio di un secondo Hard Disk da 2.5 pollici.

Costruzione

L’Asus PB60, ha un telaio in metallo, molto compatto con un design modulare e misura 17,5 x 17,5 x 3,4 cm per un peso di 1.19 kg.

All’interno della nostra versione, troviamo un processore Intel Pentium Gold G5400T – Dual Core – 3,10 GHz (disponibile anche con processori i3 e i5 di ultima generazione), coadiuvato da 4 GB di RAM DDR4 da 2400 MHz, espandibile fino a 8 GB, grazie ai due slot presenti. Come storage, nella nostra versione, era presente un disco SSD M.2 SATA da 64 GB, facilmente sostituibile con uno più capiente.

E’ inoltre possibile aumentare lo storage inserendo un HDD / SSD da 2.5 pollici e collegarlo grazie al cavetto in dotazione. Noi abbiamo installato un Western Digital Red sa500 (qui la nostra prova) senza alcun problema.

Frontalmente, da sinistra verso destra, troviamo, porta USB Tipo C, 2 Porte USB 3.1 Gen 2, 2 Porte USB 3.1 e Gen 1, ingressi per cuffie e microfono, pulsante di accensione con LED di stato e griglia per l’areazione.

Posteriormente, invece, troviamo, ingresso per l’alimentatore, 2 Porte USB 2.0, una porta displayport, 1 USB 3.1 Gen 2, una porta HDMI, la porta modulabile, nel nostro caso VGA, la porta LAN RJ45 e il foro per il cavo Kensington.

Sono inoltre disponibili dei moduli aggiuntivi impilabili opzionali progettati per adattarsi perfettamente, aggiungendo nuove le funzionalità necessarie senza sacrificare le dimensioni compatte.

Attualmente è presente il modulo unità ottica DVD e altri moduli aggiuntivi saranno presto disponibili.

I moduli di espansione Mini PC PB60 possono essere installati in tre semplici passaggi.

Funzionamento

L’installazione è davvero facile e banale, una volta collegata l’antenna, un eventuale cavo LAN e l’alimentazione, non servirà altro che accendere il pulsante di accensione.

Sull’asus PB60 Windows 10 Pro 64-Bit e il sistema gira sempre fluido, a patto di non esagerare ed andare al di là della tipologia d’uso per qui questo mini PC è stato ideato, ovvero uso Home base o piccoli uffici, quindi navigazione internet e office automation.

In queste situazioni CPU e RAM riescono a gestire senza problemi navigazione internet, stesura documenti, streaming e visione di film, ma l’hardware non è idoneo per giocare.

L’SSD presente è una  Transcend TS64GMTS400, da 64 GB, SATA 3 dotato di una ragguardevole velocità, infatti nei nostri test abbiamo ottenuto in lettura una velocità in lettura pari a 555 MB/s e in scrittura una velocità di 234 MB/s.

Conclusioni

I mini PC sono una via di mezzo tra i portatili e i desktop, sono più espandibili (anche con più facilità) dei primi ma in maniera ridotta rispetto ai secondi.

Ci sono mini PC da gaming e mini PC molto più compatti per un utilizza più tranquillo, ideale per uffici e negozi; ed è proprio in questa seconda fascia che si posiziona l’Asus PB60-BP069MC che abbiamo provato.

Le dimensioni sono incredibilmente contenute da poter essere nascosto dietro al monitor e anche le silenziosità è paragonabile a quella di un computer portatile, davvero impercettibile.

Per quanto riguarda l’espandibilità, abbiamo la possibilità di aggiungere un altro banco di RAM, sostituire l’SSD principale con uno più capiente e addirittura aggiungere un disco da 2.5, che sia meccanico o allo stato solido.

Senza dimenticare l’innumerevole quantitativo di porte presenti, da far invidia ad un PC desktop, troviamo infatti, ben 5 porte USB sul pannello frontale (1 Di Tipo C, 2 USB 3.1 Gen 2 e 2 USB 3.1 Gen 1), 2 porte USB 2.0, per mouse e tastiera, un’altra porta USB 3.1 Gen 1, magari per collegare un HUB esterno, displayport, HDMI e LAN, cosa chiedere di più?

Senza dimenticare l’espandibilità infinita data dai moduli di espansione.

Attualmente è possibile acquistare l’Asus PB60-BP069MC su Amazon al prezzo di poco superiore ai 380 euro, don la SSD da 128 GB, davvero poco per la qualità del prodotto, soprattutto dal punto di vista ingombro / espansioni.

L’Asus PB60-BP069MC potrebbe essere un ottimo acquisto per chi, vista la situazione attuale, è costretto a lavorare da casa e non vuole spendere troppo o trovarsi un prodotto ingombrante e limitato.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Processore: Intel Pentium Gold G5400T – Dual Core – 3,10 GHz
– Chipset: Intel B360
– Grafica: Intel UHD Graphics
Memoria: 4 GB DDR4 a 2400MHz
Storage: M.2 (NGFF) SSD Sata 64 GB – Possibilità di aggiungere un HDD da 2.5
– Connettività: 802.11 a/b/g/n/ac , Bluetooth® 5.0
– LAN: 10/100/1000/Gigabits Mbps
Porte I/O Pannello Frontale: 1 x USB 3.1 Gen 1 Type-C – 2 x USB 3.1Gen 1 – 2 x USB 3.1Gen 2 – 1 x Audio jack – 1 x mic in
Porte I/O Posteriori: 2 x USB 2.0 – 1 x USB 3.1 Gen 2 – 1 x HDMI – 1 x DisplayPort – 1 x RJ45 LAN – 1 x Kensington Lock – 1 x DC-in – 1 x VGA
Dimensioni e Peso: 175 x 175 x 34.2 mm / 1.19 kg
– Sistema Operativo: Windows 10 Pro 64-Bit

 

Presentata qualche mese fa abbiamo ricevuto la ASUS AX 3000 PCE-AX58BT, scheda AX3000 (574 Mbps sulla banda a 2,4GHz e 2402 Mbps sulla banda a 5GHz), PCIe Dual Band WiFi 6 (802.11ax), ottima accoppiata per il router ASUS AX 3000 RT-AX58U (qui la nostra prova). Vediamo come si è comportata durante la nostra prova.

Confezione

La confezione, di dimensioni contenute, all’esterno mostra le funzionalità della scheda, mentre al suo interno troviamo i vari scompartimenti in cartone con scheda e accessori ben risposti, antenne con relativa base di sostegno da collegare alla scheda, cavetto da collegare ad un connettore USB sulla scheda madre per alimentare il Bluetooth, manuale di istruzioni e DVD contenente i driver, qualora dovessero servire.

Costruzione, Ergonomia

La PCE-AX58BT supporta solo lo standard PCI-Express x1 e supporta il nuovo standard 802.11ax e con una larghezza di banda di 160 MHz e una velocità di trasferimento dati fino a 2402 Mbit/s sulla banda 5GHz e una velocità fino a 574 Mbit/s sulla banda 2.4GHz.

Con una combinazione rivoluzionaria di tecnologia OFDMA e MU-MIMO, la tecnologia 802.11ax offre fino a 4 volte maggiore capacità di rete ed efficienza in ambienti trafficati. Il Wi-Fi 802.11ac di precedente generazione può gestire un solo dispositivo alla volta su ciascun canale di rete, quindi con un uso inefficiente della larghezza di banda disponibile. Il supporto OFDMA nello standard Wi-Fi 802.11ax divide ciascun canale in piccoli sotto canali, consentendo di raggruppare e trasmettere simultaneamente i segnali provenienti da più dispositivi, riducendo la latenza per un’esperienza Wi-Fi più fluida e reattiva; MU-MIMO consente a più dispositivi di trasferire dati contemporaneamente senza attendere

La PCE-AX58BT supporta il nuovo standard Bluetooth 5.0 per una trasmissione fino a 2 volte più veloce e una distanza 4 volte superiore. Tramite il Bluetooth sul PC sarà possibile connettere un’ampia gamma di dispositivi, inclusi altoparlanti, cuffie e controller di gioco, tutti contemporaneamente.

Sulla ASUS PCE-AX58BT viene fornito l’ultimo standard di sicurezza Wi-Fi WPA3, che fornisce al PC un ulteriore livello di protezione contro gli attacchi esterni per dare una maggiore tranquillità.

Posteriormente troviamo i due attacchi per le antenne.

Funzionamento

Ovviamente prima di poter utilizzare la scheda, va installata all’interno del PC e basta un minimo di competenza per poterla inserire correttamente nello slot PCI Express presente sulla scheda madre del proprio sistema e collegare il cavetto in dotazione ad un connettore USB presente sulla scheda madre per poter usufruire del Bluetooth 5.0.

La scheda è stata installata su un PC con Windows 10 con relativi ultimi aggiornamenti, la scheda è stata subito riconosciuta e quindi subito funzionante e operativa.

Velocità Trasferimento

Il vero punto forte dell’Asus RT-AX58U è la parte Wi-Fi, infatti è dotato del nuovo standard 802.11ax che garantisce un trasferimento dati fino a 2402 Mbit/s sulla banda 5GHz e una velocità fino a 574 Mbit/s sulla banda 2.4GHz, nonché la possibilità di collegare più di 30 dispositivi Wireless senza problemi di velocità

Abbiamo provato la scheda collegandoci al router ASUS AX 3000 RT-AX58U (qui la nostra prova); al router, tramite cavo LAN Gigabit, era connesso anche un NAS Synology, il DS218+, tramite il quale abbiamo effettuato le prove di trasferimento file.

Con il programma LAN Speed Test, abbiamo effettuato un test di trasferimento, ottenendo i seguenti risultati:

  • Wi-Fi 5: 41 MBps in Upload e 50 MBps in download
  • Wi-Fi 6: 52 MBps in Upload e 96 MBps in download
  • LAN: 93 MBps in Upload e 109 MBps in download

Ma il vero test è durante una copia reale, che abbiamo effettuato copiando un file da 2.7 GB dal NAS al PC, dotato di SSD NVMe WD BLack SN750 e abbiamo ottenuto i seguenti risultati:

  • Wi-Fi 5: 64 MBps di picco
  • Wi-Fi 6: 108 MBps stabile durante tutta la copia, con valori leggermente inferiori all’inizio e alla fine della copia
  • LAN: 111 MBps stabili durante tutta la copia

Conclusioni

La scheda ASUS PCE-AX58BT è sicuramente un ottimo upgrade per tutti coloro che intendono aggiornare i loro sistemi, non solo con l’ultima tecnologia disponibile per quanto riguarda il Wi-Fi, ma anche lato Bluetooth.

Ovviamente la scheda collegata ad un router non dotato di Wi-Fi 6, non mostrerebbe tutto il suo potenziale, così come ha fatto durante la nostra prova, in cui l’abbiamo collegata all’ASUS AX 3000 RT-AX58U.

Oltre alla velocità di trasferimento, che abbiamo visto essere molto vicina a quella di una connessione tramite cavo LAN, il Wi-Fi 6, offre molta stabilità, paragonabile alla LAN, abbiamo potuto verificare anche la stabilità del Bluetooth 5.0 che ci ha permesso di poter collegare contemporaneamente, mouse (Logitech Mx Master 2s), tastiera (Logitech Mx Keys), vari auricolari (Jabra Elite 75t, Creative Outlier Gold), un controller, senza riscontrare alcun tipo di disconnessione, nemmeno indossando gli auricolari e allontanandoci parecchio.

Attualmente l’ASUS PCE-AX58BT è disponibile attualmente ad un prezzo intorno ai 100 euro su Amazon.

Caratteristiche tecniche

Bluetooth: 5.0

Rete wireless

  • 802.11a : 6,9,12,18,24,36,48,54 Mbps
  • 802.11b : 1, 2, 5.5, 11 Mbps
  • 802.11g : 6,9,12,18,24,36,48,54 Mbps
  • 802.11n : up to 300 Mbps
  • 802.11ax (2.4GHz) : up to 600 Mbps
  • 802.11ax (5GHz) : up to 2402 Mbp

Frequenza operativa: 2.4 GHz / 5 GHz

Confezione
9/10
Costruzione / Ergonomia
9/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
8/10

Presentato qualche mese fa abbiamo ricevuto il router ASUS RT-AX58U, Router AX3000 (574 Mbps sulla banda a 2,4GHz e 2402 Mbps sulla banda a 5GHz) Dual Band WiFi 6 (802.11ax) che supporta le tecnologie MU-MIMO e OFDMA. Vediamo come si è comportato durante la nostra prova.

Confezione

La confezione, di dimensioni abbastanza contenute, all’esterno mostra le funzionalità del modem, mentre al suo interno troviamo i vari scompartimenti in cartone; sotto e a destra del modem, troviamo gli accessori, ovvero il cavo RJ-45 Ethernet, l’alimentatore e il manuale distruzioni in diverse lingue.

Costruzione, Ergonomia

Il design è abbastanza classico, con forme spigolose e dimensioni compatte, infatti il router, misura 224 x 154 x 160 mm per un peso di 538 grammi.

L’ASUS RT-AX58U è un router Wi-Fi 2×2 dual-band che fornisce 160MHz di larghezza di banda e 1024-QAM per connessioni wireless molto più veloci. Smartphone e tablet e PC, dotati di tecnologia Wireless AX possono sfruttare la velocità di trasferimento dati fino a 2402 Mbit/s sulla banda 5GHz e una velocità fino a 574 Mbit/s sulla banda 2.4GHz.

Con una combinazione rivoluzionaria di tecnologia OFDMA e MU-MIMO, la tecnologia 802.11ax offre fino a 4 volte maggiore capacità di rete ed efficienza in ambienti trafficati. Il Wi-Fi 802.11ac di precedente generazione può gestire un solo dispositivo alla volta su ciascun canale di rete, quindi con un uso inefficiente della larghezza di banda disponibile. Il supporto OFDMA nello standard Wi-Fi 802.11ax divide ciascun canale in piccoli sotto canali, consentendo di raggruppare e trasmettere simultaneamente i segnali provenienti da più dispositivi, riducendo la latenza per un’esperienza Wi-Fi più fluida e reattiva.

Esteticamente spiccano le 4 antenne posteriori molto lunghe e completamente orientabili; frontalmente sono presenti i LED di stato, WAN, LAN x 4, 5G, 2.4G, Power; agli estremi sono presenti le griglie per l’aerazione.

Posteriormente troviamo, l’ingresso per l’alimentazione, Pulsante di Accensione/Spegnimento, l’unica porta USB 3.1, le 4 porte ethernet, la porta WAN per il collegamento al modem, il pulsante WPS (Wi-Fi Protected Setup) e il pulsantino per il Reset.

Funzionamento

Una volta collegato il Router alla corrente e al PC, tramite cavo LAN o rete WiFi, sarà possibile procedere alla prima configurazione; la guida rapida spiega molto bene il procedimento da effettuare per la connettere l’ASUS alla nostra connessione internet.

Una volta effettuate tutte le connessioni, sarà possibile connettersi con il PC all’interfaccia iniziale, che ci permetterà di impostare nome e password della nostra rete e utente e password del router.

Alla successiva connessione, verrà proposta l’interfaccia vera e propria per la gestione completa del Router.

Funzionalità

L’interfaccia ASUS è immediata e di facile utilizzo e di rapida consultazione con sulla sinistra le varie voci di gestione e sulla destra le varie opzioni e configurazioni possibili, alcune delle quali dedicate ad un’utenza più smanettona ed esigente.

Mappa di rete

Troviamo quindi una Panoramica della rete, con i dispositivi collegati, con l’indicazione dell’interfaccia di collegamento, LAN o WiFi (2.4 o 5GHz).

Rete ospiti

La rete ospiti fornisce la connessione ad Internet, appunto per gli ospiti, ma limita l’accesso alla rete stessa.

AiProtection

AiProtection si basa su tecnologia Trend Micro e utilizza il monitoraggio della rete in tempo reale per rilevare malware, virus e altre intrusioni prima che raggiungano il PC o i dispositivi collegati.

Controllo Genitori consente di programmare quali siano le fasce orarie consentite ad un dispositivo collegato per collegarsi a Internet. È inoltre possibile limitare i siti web e le applicazioni indesiderate.

QoS Adattivo

Quality of Service (QoS) garantisce la larghezza di banda per i task e le applicazioni in ordine di priorità.

  • QoS Adattivo garantisce la larghezza di banda in entrata e in uscita su entrambe le connessioni cablate e wireless per le applicazioni in priorità e task predefiniti, preset drag-and-drop: gaming, media streaming, VoIP, navigazione web e il trasferimento di file.
  • QoS Tradizionale garantisce la larghezza di banda in entrata e in uscita su entrambe le connessioni cablate e wireless per le applicazioni prioritarie e task tramite parametri definiti dall’utente.
  • Limite banda aiuta a controllare le velocità massime di download e upload dei tuoi dispositivi client.

Per abilitare la funzione QoS, fare clic sull’interruttore QoS ed inserire le velocità di upload e download fornite dal vostro provider di internet.

Traffic Analyzer

Traffic Analyzer permette, appunto, di analizzare il traffico di rete e presenta il risultato tramite un grafico che mostra le modalità di utilizzo della rete e i client o le app che usano la rete. Il traffico di rete viene registrato ogni ora.

Applicazioni USB

Qui è possibile gestire o installare alcune applicazioni:

  • AiDisk: Per condividere i file del disco collegato alla USB tramite Internet.
  • Centro Server: Configurazione di UPnP, iTunes, FTP e Risorse di rete (Samba).
  • Server di stampa di rete: Il server di stampa di rete supporta due metodi: (1) ASUS EZ Printer Sharing (2) LPR per condividere la stampante.
  • 3G/4G: collegando un dongle wireless USB 3G/4G, o un telefono Android, come modem USB, è possibile usare la connessione mobile e tramite il router, propagarla a tutti i dispositivi collegati.
  • Time Machine: Abilita funzione Time Machine
  • Download Master: Gestore di download senza PC (da installare).

AiCloud 2.0

ASUS AiCloud 2.0 permette di rimanere connessi ai propri dati ovunque e ogniqualvolta si disponga di una connessione a Internet. E’ possibile accedere ai dati attraverso l’app AiCloud, per dispositivi mobili iOS e Android, o tramite un collegamento personalizzato da inserire nel browser web.

Wireless

Sotto Rete Wireless troviamo tutto ciò inerente la nostra rete, ovvero il nome, il canale radio, la sicurezza e tanto altro.

LAN

Sotto LAN è possibile gestire alcune informazioni come l’indirizzo IP del router, la Subnet Mask, il Server DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) per l’assegnazione automatica degli indirizzi IP, regole di routing, gestione porte per IPTV e Switch Control.

WAN

RT-AX58U supporta vari tipi di connessione di rete WAN (Wide Area Network), IP Automatico, IP Statico, PPPoE, PPTP, L2TP. Presente anche il supporto alla Doppia WAN, per usare una WAN secondaria come accesso di riserva alla rete; Port Trigger che permette di aprire temporaneamente porte dati quando i dispositivi LAN richiedono l’accesso illimitato ad Internet; Virtual Server / Port Forwarding che consente ai computer remoti di collegarsi ad un computer o ad un servizio specifico all’interno di una LAN (Local Area Network), per una connessione più veloce alcune applicazioni P2P (come BitTorrent) possono richiedere di configurare una regola di port forwarding; DMZ, consente di esporre un computer ad Internet in modo che tutti i pacchetti in ingresso siano reindirizzati al computer selezionato; DSN Dinamico, consente ai client connessi ad Internet, non necessariamente dalla rete locale, di avere accesso al router wireless tramite il nome di dominio registrato e anche se il piano Internet prevede l’assegnazione di un indirizzo IP dinamico; NAT Passthrough, consente ad una connessione VPN (Virtual Private Network) di passare attraverso il router per raggiungere i client di rete.

Alexa & IFTTT

In questa sezione è possibile configurare il router per il controllo Amazon Alexa, tramite la skill ASUS Router skill. Una volta eseguita l’associazione ad Amazon Alexa sarà possibile chiedere al router ASUS di eseguire diverse operazioni senza bisogno di accedere all’app ASUS router o all’interfaccia web. Ad esempio:

“Alexa, Chiedi al Router ASUS di accendere la rete ospiti”
“Alexa, Chiedi al Router ASUS di aggiornare il firmware”
“Alexa, Chiedi al Router ASUS di sospendere Internet”

IPv6

In questa sezione è possibile configurare l’impostazione Internet IPv6.

VPN

Il server VPN consente di accedere alla rete di casa in qualsiasi momento e ovunque.

Firewall

E’ possibile abilitare il firewall per proteggere la LAN dagli attacchi dall’esterno. Il firewall filtra i pacchetti in ingresso ed in uscita in base alle regole di filtraggio.

  • Filtro URL: Inserire le parole chiave dei i siti che si vogliono bloccare. Ad esempio, inserendo “XXX” nell’elenco, il filtro URL bloccherà http://www.abcXXX.com, http://www.XXXbbb.e così via.
  • Filtro parole chiave: Consente di bloccare l’accesso dei client alle pagine web che contengono le parole chiave specificate.
  • Filtro Pacchetti: Blocca gli scambi di pacchetti LAN a WAN e impedisce ai dispositivi l’uso di servizi di rete specifici. Ad esempio, se non si vuole che il dispositivo usi il servizio Internet, inserire 80 nella porta di destinazione. Il traffico che usa la porta 80 sarà bloccato.

Amministrazione

In questa sezione è possibile gestire la parte più tecnica del router, come per esempio scegliere la modalità operativa che più soddisfa le proprie esigenze, Modalità router wireless / Modalità router AiMesh (Predefinita), Modalità Access Point (AP) / Router AiMesh in modalità AP, Modalità RipetitoreMedia Bridge e Nodo AiMesh; è inoltre possibile cambiare le credenziali di accesso al router, il fuso orario e le impostazioni del server NTP; aggiornare il firmware; Ripristinare / Salvare / Caricare le Impostazioni.

Registro di sistema

Questa sezione mostra le attività dettagliate del sistema.

Strumenti di rete

Qui è possibile fare un’analisi della rete, gestire la funzione WOL (Wake-On-LAN), tramite la quale è possibile attivare un computer da qualsiasi dispositivo della rete. E’ inoltre possibile configurare le impostazioni per Smart Connect.

Velocità Trasferimento

Il vero punto forte dell’Asus RT-AX58U è la parte Wi-Fi, infatti è dotato del nuovo standard 802.11ax che garantisce un trasferimento dati fino a 2402 Mbit/s sulla banda 5GHz e una velocità fino a 574 Mbit/s sulla banda 2.4GHz, nonché la possibilità di collegare più di 30 dispositivi Wireless senza problemi di velocità

Abbiamo provato il router collegando diversi dispositivi e PC dotati di Wi-Fi 6 un PC dotato di Wi-Fi 6 tramite la scheda di rete PCI Express ASUS PCE-AX58BT.

Al router, tramite cavo LAN Gigabit, era connesso anche un NAS Synology, il DS218+, tramite il quale abbiamo effettuato le prove di trasferimento file.

Con il programma LAN Speed Test, abbiamo effettuato un test di trasferimento, ottenendo i seguenti risultati:

  • Wi-Fi 5: 41 MBps in Upload e 50 MBps in download
  • Wi-Fi 6: 52 MBps in Upload e 96 MBps in download
  • LAN: 93 MBps in Upload e 109 MBps in download

Ma il vero test è durante una copia reale, che abbiamo effettuato copiando un file da 2.7 GB dal NAS al PC, dotato di SSD NVMe WD BLack SN750 e abbiamo ottenuto i seguenti risultati:

  • Wi-Fi 5: 64 MBps di picco
  • Wi-Fi 6: 108 MBps stabile durante tutta la copia, con valori leggermente inferiori all’inizio e alla fine della copia
  • LAN: 111 MBps stabili durante tutta la copia

App

Tramite l’app ASUS Router, disponibile per Android e iOS, è possibile controllare e gestire le varie funzionalità del RT-AX58U anche lontano da casa.

Conclusioni

Nella casa di ognuno di noi, i prodotti connessi aumentano sempre di più, lampadine smart, assistenti vocali, smart TV, Smartphone, Tablet, PC, Telecamere e molto altro ancora, che ci si trova ad avere 15/20/25 dispositivi connessi senza nemmeno rendersene conto che si rubano la banda a vicenda.

Oltre alla velocità di trasferimento, che abbiamo visto essere molto vicina a quella di una connessione tramite cavo LAN, il Wi-Fi 6, offre molta stabilità, paragonabile alla LAN, e soprattutto performance garantite anche con molti dispositivi connessi, senza rischio di perdere il segnale Wi-Fi, nemmeno per un secondo, niente attese per buffering o streaming a scatti o battaglie e corse all’ultimo sangue online.

L’ASUS RT-AX58U è tra i dispositivi dotati di Wi-Fi che cominciano a fare capolino sul mercato, così come la scheda di rete PCI Express ASUS PCE-AX58BT (qui la nostra prova), sua compagna perfetta ed essendo una tecnologia nuova, il prezzo, ovviamente, non è paragonabile a router dotati della rodata vecchia Wi-Fi 5.

Dopo averlo provato possiamo affermare che l’ASUS RT-AX58U è il miglior router gaming al momento disponibile, garantendo una bassissima latenza e prestazioni ottimali, caratteristiche fondamentali per ogni gamer che si rispetti.

Per chi vuole la velocità e la stabilità di una connessione LAN, non possiamo che consigliare questo fantastico router ASUS.

Attualmente l’ASUS RT-AX58U è disponibile ad un prezzo intorno ai 197 euro su Amazon.

Caratteristiche tecniche

Internet

  • funzionamento come Router – Access Point – Media bridge
  • è supportato IPv6
  • Firewall: SPI intrusion detection, DoS protection
  • Access control?Parental control, Network service filter, URL filter, Port filter
  • VPN: IPSec Pass-Through, PPTP Pass-Through, L2TP Pass-Through, PPTP server, OpenVPN server, PPTP client, L2TP client, OpenVPN client

Rete wireless

  • IEEE 802.11a, IEEE 802.11b, IEEE 802.11g, IEEE 802.11n, IEEE 802.11ac, IEEE 802.11ax, IPv4, IPv6
  • 802.11a : 6,9,12,18,24,36,48,54 Mbps
    802.11b : 1, 2, 5.5, 11 Mbps
    802.11g : 6,9,12,18,24,36,48,54 Mbps
    802.11n : up to 300 Mbps
    802.11ac : up to 867 Mbps
    802.11ax (2.4GHz) : up to 574 Mbps
    802.11ax (5GHz) : up to 2402 Mbps
  • 2.4 GHz / 5 GHz
  • WPA3-PSK, WPA2-PSK, WPA-PSK, WPA-Enterprise , WPA2-Enterprise , WPA3-Enterprise, WPS support

Connettività

  • 4 porte Gigabit Ethernet (10/100/1000 Base-T)
  • 1 porta Gigabits Base-T per WAN
  • 1 porta USB 3.1 per memoria e stampante

Caratteristiche del dispositivo

  • dimensioni (L x P x A): 224 x 154 x 160 mm
  • peso: 538
Confezione
9/10
Costruzione / Ergonomia
9/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
8/10

Presentato ad inizio anno, abbiamo avuto modo di provare lo Zenfone MAX Pro M2 di Asus; vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La scatola è di forma rettangolare di colore nero, con in evidenza la scritta MAX PRO. Una volta aperta, troviamo uno scatolino con all’interno manualistica e clip per il rilascio del cartellino per l’inserimento della Sim.

Rimosso lo scatolino troviamo lo ZENFONE MAX PRO M2, e poco sotto i vari accessori, ovvero cavo USB-microUSB e caricatore da 5V/2A da 10 W e la cover in silicone trasparente

Prime Impressioni

Il Max Pro M2 ha un display IPS LCD da 6.26 pollici con risoluzione FHD+ (2280 x 1080), monta un processore Qualcomm SDM660 Snapdragon 660 (14 nm) Octa-core (4×2.2 GHz Kryo 260 & 4×1.8 GHz Kryo 260), 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1 TB. Il comparto fotocamera principale è composto da due sensori, il principale da 12 MP da 27mm, f/1.8 e il secondo da 5 MP, f/2.4; ovviamente presente il Flash LED.

Esteticamente abbiamo un corpo realizzato in policarbonato con i bordi arrotondati. Nel complesso bello ma nulla di nuovo; ottimo il touch & feel.

Con la batteria da ben 5000 mAh andare oltre la classica giornata di utilizzo, non dovrebbe essere un problema, lo scopriremo nei prossimi giorni.

 

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6,26 pollici FHD+ (2280 x 1080)
Fotocamera Frontale: 13MP, 26mm, f/2.0, 1.12µm
Fotocamera Posteriore: Dual: 12 MP, 27mm, f/1.8, 1/2.9″, 1.25?m, PDAF – 5 MP, f/2.4, 1.12µm, depth sensor e Flash LED
Processore: Qualcomm SDM660 Snapdragon 660 (14 nm) Octa-core (4×2.2 GHz Kryo 260 & 4×1.8 GHz Kryo 260)
Processore Grafico: Adreno 512
Memoria: 64 GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1 TB, 6 GB RAM
Dimensioni / peso: 157.9 x 75.5 x 8.5 mm (6.22 x 2.97 x 0.33 in) – 175 g
Batteria: Ai polimeri di litio da 5000 mAh (non removibile) – Ricarica rapida da 10W
Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth 5.0, A2DP, LE
Reti: LTE-A (2CA) Cat. 9 DL 450 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
NFC:
IRDA: No
USB: microUSB 2.0, USB On-The-Go
3.5mm jack: Sì
GPS: Sì, con dual-band A-GPS,GLONAS, BDS, GALILEO, SBAS,QZSS
Radio:
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 8.1(Oreo) – Aggiornamento Android 9.1(Pie) ad Agosto 2019
Sim: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

0 889

Una ricerca PayPal di qualche anno fa, mette in evidenza come il 72% degli Italiani, preferisca utilizzare il proprio smartphone per giocare e gli ultimi dati indicano un trend in forte crescita.

Basta guardare anche a livello mondiale la situazione per rendersi conto che non è un’usanza solo Italiana, anzi. Infatti ultimamente sono molte le case che hanno tra i loro prodotti uno smartphone votato al gaming.

Il primo produttore a crederci e a puntare su questa particolare fascia di mercato è stato Razer, che alla fine del 2017, sorprese tutti decidendo di entrare in un settore nuovo, ovvero gli smartphone.

E fu così così presento il Razer Phone (qui la nostra prova), primo telefono con uno straordinario display con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, che secondo il rapporto finanziario di Razer per la prima metà del 2018 sono stati 16,5 milioni di dollari le entrate derivate dal Razer Phone, che si traducono a più di 23.000 unità vedute. Ovviamente di fronte a tali cifre non poteva che non essere sviluppato il secondo modello.

Il Razer Phone 2 (qui la nostra prova) è stato presentato a fino anno scorso riscuotendo anche lui molto successo.

Proprio grazie al successo del prodotto Razer, anche Asus, poco prima della presentazione del Razer Phone 2, ha presentato il suo telefono gaming, associato al marchio ROG, il ROG Phone (qui la nostra prova) che ha suscitato un discreto successo ed è notizia di pochi giorni fa, la vendita di 10000 unità in 73 secondo, del ROG Phone 2, pochi giorni dopo la presentazione.

Ma anche Xiaomi non sta a guardare e ha presentato la suo versione con la serie Black Shark.

Discorso diverso in casa Honor, dove troviamo l’Honor Play (qui la nostra prova), votato si all’esperienza gaming ma non a livelli estremi come gli altri tre produttori.

Anche le case produttrici di giochi per PC e consolle non sono rimaste a guardare e ormai ogni gioco ha la sua app equivalente.

A cosa giocano gli italiani?

Sono davvero tanti i giochi che appassionano gli italiani, tra questi troviamo i Giochi di strategia come Clash of Clans e League of Legends, i giochi di azione come Grand Theft Auto IV, giochi di ruolo come Fallout 3 o i giochi di auto come le serie Asphalt e Need For Speed; senza dimenticarsi di PES e FIFA.

Giochi Online

Ma ovviamente non tutti possono permettersi lo smartphone di ultima generazione che faccia girare le app più recenti, ecco che allora ci si può sbizzarrire online dove è possibile giocare a molti giochi.

Uno dei siti più famosi Flashgames.it che offre una miriade di giochini divisi in varie categorie.

Su Auraweb è possibile invece giocare dallo smarthphone a molti giochi di slot machine completamente gratis e senza scaricare nulla.

Che sia tramite App o tramite siti online, utilizzando lo smartphone all’ultimo grido o uno più datato, agli Italiani piace giocare e quale momento migliore che durante le tanto agognate ferie in spiaggia sotto l’ombrellone o anche in montagna.

E voi che tipo di giocatori siete?

0 650

Il numero uno di Asus parla di uno smartphone “che ci aprirà le porte del futuro”. Ecco come

Lo smartphone ci aprirà le porte del futuro”. È sicuro di questo Jonney Shih, presidente di Asus dal 2003: “è una macchina che diventerà il dispositivo più importante nell’era del cloud e dell’intelligenza artificiale, del machine learning e del 3D sensing”.

Abbiamo, insomma, tra le mani il domani. E ancora non ce ne rendiamo conto. È la presentazione del nuovo Zenfone 6 l’occasione per dettare la linea, indicare il cammino della tecnologia. Un percorso che, per Asus, vedrà protagonista l’innovazione e non il mass market, la qualità e non la quantità, addirittura la nicchia e non la massa. Con questa filosofia il colosso di Taiwan, che produce dagli smartphone alle schede madri, passando per lettori ottici e PC, mira a fare della modernità e dello sviluppo le sue parole d’ordine. E in un’era in cui l’approccio cinese del numero e dell’espansione la fa da padrone, Asus decide di differenziarsi e di stringere partnership importanti con Intel, Microsoft, Qualcomm e Google.

La rivoluzione di Jonney Shih

La rivoluzione è cominciata proprio con Jonney Shih, da sedici anni numero uno dell’azienda. Considerato uno dei più importanti imprenditori del mobile tech, è nato a Lu-Kang, a Taiwan. Ha una laurea in Ingegneria Elettronica e un Master in Business Management all’Università Nazionale di Chao-Tung. Dopo un primo periodo di lavoro ad Acer, nel 1989 passa ad Asus, prima da Chief Executive Officer, poi come Chairman and Chief Branding Officer. La sua è stata una rivoluzione lenta, ma totale. Nei design, nei materiali usati, nelle scelte. Come quella di sviluppare gli smart phone game, oppure la sperimentazione su ogni sorta di interfaccia dell’utente: dalla voce ai gesti.

Una delle sue mosse più importanti è stata quella del 2006, quando decise di lanciare l’Eee Pc. Uomo carismatico, leader visionario, ma soprattutto uomo normale: alcuni racconti lo descrivono scarno ed essenziale nelle trasferte di lavoro, in cui rifiuta qualsiasi camera da lusso, suite o camera speciale. Solo stanza normalissime, per dare l’esempio a tutta l’azienda.

Zenfone 6 e l’intelligence Machine

Adesso il prossimo passo è Zenfone 6. Una serie di cellulari che, nella sua visione, aprirà le porte dell’Intelligence Machine, una tecnologia già sperimentata con grandi risultati nell’ambito delle slot machine online. “Quando siamo entrati nel mondo del mobile abbiamo subito pensato all’innovazione” ha spiegato Shih, che ha fatto riferimento al primo Padfone, ovvero lo smartphone che può essere usato in maniera singola ma anche all’interno di un tablet, con tastiera integrata, in maniera da “costruire” un computer portatile. “Ora li abbiamo creati ancora più economici. Il motivo per cui adesso abbiamo cambiato marcia è legato al momento, sono convinto sia quello giusto per tornare indietro e ritrovare la vera anima di Asus”.

Un’anima che ovviamente quella del futuro. E infatti Zenfone 6 sarà il dispositivo più importante della nostra vita futura, in grado di interagire con noi ma anche con la nostra casa, con i nostri dispositivi elettronici, magari anche con la nostra vettura. Una sorta di “lusso potenziale”, un concetto sviluppato da Jonney Shih per offrire ai consumatori tutto ciò di cui hanno bisogno. Come la fotocamera “ribaltabile”, la batteria da 5.000 mAh da due giorni di autonomia, il sensore da 48 megapixel, tutte caratteristiche di Zenfone 6.

Un business sostenibile, una crescita organica, senza voler raggiungere il market share. È un percorso difficile ma è la nostra strategia”, con queste parole Fabio Capocchi, General Manager Mobile a livello Emea della società ha spiegato la strada del futuro di Asus. Che ha aperto le porte al domani. Con un semplice smartphone.

Presentato ad ottobre dell’anno scorso (qui la notizia), abbiamo avuto modo di provare l’interessantissimo Asus ROG Phone (qui l’unboxing), rivale diretto del Razer Phone (qui la nostra prova). Vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La confezione è di forma esagonale, con 3 lati larghi e 3 più stretti, di colore nero con logo e scritte rosse.

La chiusura è magnetica e una volta aperta, troviamo al centro troviamo lo smartphone, con a sinistra lo scatolino contenente auricolari con relativi gommini, caricatore da 5V/3A-9V/3A-12V/2.5A da 30W per la ricarica rapida, con ingresso USB Tipo C, cavetto USB Tipo C; sulla destra troviamo lo scompartimento contenente l’Aero Cooler, l’accessorio che contiene una ventola che, collegandosi all’apposito connettore posizionato sul lato destro del ROG Phone, permette di abbassare la temperatura di circa 4°.

Costruzione, Ergonomia

Esteticamente abbiamo un frame in alluminio con la cover posteriore in vetro con una zona dedicata alle griglie di raffreddamento. Nel complesso è davvero molto bello, magari non elegante ma davvero particolare; ottimo il touch & feel.

Quello che risalta subito è la mancanza del notch per fare posto ad uno dei due altoparlanti, l’altro è in basso, che garantiscono un suono stereo davvero alto.

Il Rog Phone non è piccolo, infatti misura 158.8 x 76.2 x 8.3 mm, per un peso di 200 grammi, ma in mano si tiene bene e si percepisce la solidità d’insieme.

Sulla destra troviamo, il microfono per la riduzione del rumore, uno dei tre sensori tattili ultra-reattivi AirTrigger, il bilanciere del volume, il pulsante di accensione/spegnimento e il secondo sensore tattile AirTrigger;  sulla parte sinistra troviamo il carrellino per l’alloggiamento delle SIM, il connettore per l’Aero Cooler, il terzo sensore tattile AirTrigger.

Sul lato superiore troviamo il microfono per la riduzione del rumore, mentre su quello inferiore, sulla sinistra, microfono principale e porta USB-Type C e sulla destra l’ingresso per il jack da 3.5mm.

Posteriormente, sulla sinistra, in una forma molto ricercata, troviamo la doppia fotocamera, con il sensore principale da 12MP, f/1.8, 24mm, più un sensore secondario da 8MP da 12 mm grandangolare da 120° e il Flash LED, poco sotto, in posizione defilata sulla destra, è presente il lettore per le impronte digitali, in una forma non molto congeniale a cui bisogna farci un po’ l’abitudine; poco sotto, sulla destra, troviamo le griglie di raffreddamento.

Frontalmente, nella parte superiore, come detto, niente notch, ma uno dei due altoparlanti che funge ancheda capsula auricolare, sensori e fotocamera da 8MP, f/2.0 da 24mm.

Hardware

Il ROG Phone, monta un processore Qualcomm SDM845 Snapdragon 845 (10 nm) – Octa-core (4×2.96 GHz Kryo 385 Gold & 4×1.7 GHz Kryo 385 Silver) con una GPU Adreno 630, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna NON espandibile.

Il ROG Phone utilizza un modem LTE-A (5CA) Cat. 18, con la possibilità di scaricare fino a 1200 Mbps e in upload ci si ferma a 150 Mbps.
Alla voce connessioni, troviamo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ad Dual-Band, Bluetooth 5.0, GPS (con A-GPS) e NFC.

Molto rapido e immediato lo sblocco tramite il sensore di impronte.

Altrettanto rapido e immediato lo sblocco tramite riconoscimento del volto.

I due altoparlanti frontali stereo, garantiscono un suono davvero molto alto riuscendo ad offrire un’esperienza davvero completa durante le sessioni di gioco. Anche la riproduzione di brani è davvero gratificante.

Display

Il ROG Phone ha un display da 6 pollici, in formato 18:9 con risoluzione FHD+ (2340 x 1080). E’ un ottimo panello e può essere tarato tramite le varie impostazioni disponibili.

Buona la luminosità e la regolazione automatica, nessun problema sotto la luce diretta del sole; ovviamente è prevista la possibilità di regolare il colore e di modificare la frequenza di aggiornamento.

ROG Phone adotta infatti un display AMOLED ultra veloce con frequenza di refresh di 90Hz e tempi di risposta pixel di 1ms, per immagini senza sfocature, fluide come la seta. Grazie all’ampia gamma colori DCI-P3 al 108,6% i toni sono incredibilmente vividi, per una grafica di gioco eccezionale; le immagini HDR, con un rapporto di contrasto 10.000:1, contribuiscono invece a rivelare ogni dettaglio nascosto nell’ombra.

Software

La versione di Android è la 8.1 Oreo e l’interfaccia è la ROG Gaming X UI, personalizzata all’estremo con chiara impronta gaming, dove il rosso la fa da padrone.

Durante il nostro utilizzo, non si sono mai presentati ne lag ne blocchi di nessun tipo, il sistema si è rilevato sempre fluido e reattivo.

Gestione Mobile

Con Gestione Mobile, sarà possibile gestire il nostro dispositivo grazie a varie funzionalità. Uso Dati, PowerMaster (Scansiona, Gestione di avvio automatico, Modalità batteria (Modalità Prestazioni, Normale, Risparmio Energia, Risparmio Super Personalizzato), Tecnologia di ottimizzazione, Opzioni di risparmio batteria, Utilizzo batteria), Incrementa, Notifiche, Pulisci, Sicurezza e Autorizzazioni.

Temi

Con Temi, è possibile personalizzare graficamente l’interfaccia, potendo scegliere tra molti temi sia gratis che a pagamento.

Asus Webstorage

Con Asus Webstorage è possibile condividere file e immagini con amici e famiglia, gestendo le autorizzazioni.

Asus Data Transfer

Asus Data Transfer consente di spostare facilmente i contenuti (contatti, registro chiamate, foto, documenti e altro) dal vecchio dispositivo al nuovo.

AirTriggers

In qualsiasi videogioco un controllo preciso rappresenta la chiave per la vittoria, ma la mancanza di pulsanti fisici sugli smartphone compromette fin troppo frequentemente la partita. ROG Phone è progettato per offrire ai giocatori un controllo totale e un’esperienza simile a quelle regalate da console, grazie a tre esclusivi sensori tattili ultra-reattivi AirTrigger.

Due di questi sensori sono ottimizzati come trigger sinistro/destro nella parte superiore del display per il gaming in modalità orizzontale (mentre il terzo è progettato per l’utilizzo in modalità verticale) e sono completamente programmabili, così che sia possibile attivare qualsiasi azione disponibile sullo schermo, secondo le proprie preferenze d’utilizzo: mirare, sparare, selezionare elementi dall’inventario – in pratica, tutto ciò che normalmente richiede un tocco sul display. Con ROG Phone, i giocatori hanno due dita libere in più per controllare il gameplay, godendo così di un vantaggio competitivo sui loro avversari, obbligati invece all’uso del solo pollice.

Gli innovativi AirTrigger utilizzano tecnologia ultra-reattiva, perciò hanno bisogno soltanto di un tocco leggero come una piuma per essere attivati: sono sufficienti solamente 20 grammi rispetto ai controlli touch della concorrenza che richiedono una pressione quadrupla. Avanzati sensori aptici forniscono un potente sistema FFB (Force-Feedback) per un gameplay totalmente coinvolgente.

E’ possibile configurare il livello di forzatura della compressione AirTriggers per attivare la modalità X e ottimizzare automaticamente le prestazioni dei giochi.

Game Center / Modalità X / Aero Cooler

Game Center è un centro di controllo hardware e software correlato al gioco. Contiene informazioni come CPU, GPU, memoria utilizzata, temperatura, ecc.

In Game Center è possibile anche attivare/disattivare la modalità X e modificare le impostazioni della velocità della ventola e della luce Aura.

Con la modalità X è possibile liberare tutta la RAM per poterla dedicare ai giochi, ottimizzare l’elaborazione dei dati di gioco e massimizzare l’efficienza del modulo Aero Cooler; inoltre, X Mode blocca l’attività di tutte quelle app che consumano RAM e batteria, sulla base di un elenco personalizzabile.

Aero Cooler, è l’accessorio che Asus ha pensato per far dissipare meglio il calore durante lunghe sessioni di gioco; al suo interno è presente una ventola che, collegandosi all’apposito connettore posizionato sul lato destro del ROG Phone, permette di abbassare la temperatura di circa 4°.

Presente anche un sempre utile File Manager (Gestione File) con “Archivio Nascosto“, dove è possibile inserire file da tenere nascosti ad occhi indiscreti; la calcolatrice e il meteo.

Fotocamera

Il ROG Phone monta due fotocamere posteriori, con la principale, da 12 megapixel, apertura f/1.8, da 24mm e la secondaria da 8 megapixel da 12mm ultra grandangolare.

Le foto sono di ottima qualità, in tutte le condizioni di utilizzo, in notturna si perde qualcosa, ma il risultato resta abbastanza accettabile.

La fotocamera anteriore ha un sensore da 8 megapixel, f/1.8 da 24mm.

L’app di gestione offre alcune scene pre impostate da scegliere, Automatica, Abbellimento, Manuale (PRO), Risoluzione super, Animazione GIF, Panorama, Slow Motion, Time-lapse, Google Lens.

Alcune foto scattate con il ROG Phone

Bene anche i Video, registrabili in 4k a 30/60fps e in FHD a 30/60/240fps.

Video girato con il ROG Phone 

Autonomia

Il ROG Phone ha una batteria da 4000 mAh, e in modalità Bilanciata si riesce ad arrivare a sera senza problemi anche con attività pesanti come navigazione GPS o giochi. Con il nostro solito utilizzo siamo arrivati a fare circa 4.5/5h di schermo attivo, con 1 SIM attiva, 8/9h in 3g/4g, 7/8h in WiFi, con social (Facebook, Twitter, G+) in push, whatsapp, telegram e hangouts, costantemente attivi. In Modalità X, le ore di schermo attivo si riducono a poco meno di 3.5 con il terminale ancora più pronto e reattivo. Presenti anche le modalità Risparmio energia e Risparmio Super, dove, nel primo caso le reti verranno disattivate durante la sospensione, mentre nel secondo caso saranno disattivate sempre, lasciando attive solo telefonate, SMS e sveglia. In entrambi i casi le prestazioni ne risentono molto.

Per quanto riguarda la batteria, l’intelligenza artificiale, impara l’utilizzo dell’utente in modo da ipotizzare quando verrà staccato il telefono dalla carica, regolando l’intensità della carica. Classico esempio di chi collega il telefono la sera prima di andare a dormire e lo stacca quasi sempre allo stesso orario la mattina seguente. L’intelligenza artificiale in questo caso, regola la ricarica in modo da non lasciare il telefono carico e sotto alimentazione per troppo tempo.

Conclusioni

Il ROG Phone è un ottimo prodotto che ha come unico neo il prezzo, si alto, ma sicuramente in linea con l’hardware offerto, soprattutto considerando il display e tecnologia presente.

A fronte di un prezzo di listino di 899 euro, attualmente è possibile trovare il ROG Phone, su Amazon, ad un prezzo di circa 680 euro.

Il ROG Phone sicuramente non è un telefono per tutti, ma offre qualcosa di diverso sia come design, che come esperienza d’uso, sia se si pensa ad uso prettamente da videogiocatore sia per un utilizzo più classico.

L’Hardware è di ottimo livello, il processore  è lo Snapdragon 845, coadiuvato da 8GB RAM, e 128GB di memoria interna, necessari per le dimensioni dei giochi attuali.

L’interfaccia è molto piacevole e la multimedialità è ottima, con foto e, soprattutto, audio di livello superiore, senza dimenticare il display.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.0″ AMOLED, FHD+ (2160 x 1080 pixel) – 18:9 – 90 Hz
Fotocamera Frontale: 8 MP, f/2.0, 24mm (wide)
Fotocamera Posteriore: Dual: 12 MP, f/1.8, 24mm (wide), 1/2.55″, 1.4µm, dual pixel PDAF, 4-axis OIS
8 MP, 12mm (ultrawide), no AF e Flash LED
Processore: Qualcomm SDM845 Snapdragon 845 (10 nm) – Octa-core (4×2.96 GHz Kryo 385 Gold & 4×1.7 GHz Kryo 385 Silver)
Processore Grafico: Adreno 630
Memoria: 128GB di memoria interna, NON espandibile, 8GB RAM
Dimensioni / peso: 158.8 x 76.2 x 8.3 mm, peso 200 g.
Batteria: Ai polimeri di litio da 4000 mAh (non removibile) – Ricarica rapida 30W (Quick Charge 4+)
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ad, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth 5.0, A2DP, LE, aptX HD
Reti: LTE-A (5CA) Cat. 18 DL 1200 Mbps DL, 150 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione: IPX4 – resistente agli spruzzi d’acqua da qualsiasi direzione
NFC:
IRDA: No
USB: 3.1, Type-C 1.0
3.5mm jack: Sì
GPS: Sì, con A-GPS, GLONASS, BDS, GALILEO, QZSS
Radio:
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 8.1 (Oreo), aggiornabile ad Android 9.0 (Pie); ROG Gaming X UI
Sim: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
9/10
Materiali
9/10
Display
9/10
Fotocamera
9/10
Software
8/10
Autonomia
8/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
8/10