WESTERN DIGITAL potenzia gli smartphone 5G. Soluzione all’avanguardia con Write Booster

Con l’introduzione del nuovo Western Digital® iNAND® MC EU521, un dispositivo che incorpora la specifica Universal Flash Storage (UFS), Western Digital offre agli sviluppatori mobile la possibilità di migliorare l’esperienza degli utenti che utilizzano uno smartphone 5G. Western Digital ha fin dall’inizio sostenuto l’adozione della tecnologia Write Booster di JEDEC nell’ambito del nuovo standard UFS 3.1; oggi è tra le prime aziende del settore a vendere soluzioni di storage con standard UFS 3.1 ottimizzate per applicazioni e capacità 5G.

Il dispositivo Western Digital iNAND MC EU521 con tecnologia flash incorporata permette agli sviluppatori mobile di trarre pieno vantaggio dall’alta ampiezza di banda dello standard UFS 3.1 (Gear 4 / 2 Lanes) così come dalla memoria cache NAND di tipo SLC (single-level cell). Offre inoltre una velocità di scrittura turbo sequenziale fino a 800MB/s* per migliorare l’esperienza dell’utente in situazioni come il download di file multimediali 4K e 8K, ampi trasferimenti di file via cloud e gaming. iNAND EU521 sarà disponibile nel mese di marzo nelle capacità da 128GB e 256GB.

Gli smartphone richiedono performance e capacità sempre maggiori rispetto al passato, poiché oggi rappresentano sempre più spesso il primo dispositivo di computing utilizzato per qualsiasi attività, dalla riproduzione di file video e file musicali al gaming e alla fotografia, dai pagamenti fino all’utilizzo di mappe”, ha dichiarato Huibert Verhoeven, Senior Vice President e General Manager di Western Digital per i settori Automotive, Mobile e Emerging. “La memoria cache di tipo SLC nel iNAND EU521 insieme alla tecnologia Write Booster offre agli utenti performance migliorate che, in ambito 5G, consentiranno ad esempio di scaricare film molto più velocemente rispetto al passato. Questa, così come altre funzionalità, rendono EU521 una scelta valida per i produttori di soluzioni mobile di oggi.

L’adozione da parte di Western Digital del nuovo standard per lo storage JDEC, UFS 3.1, aggiunge alle applicazioni 5G capacità di scrittura e di memoria cache migliorate e consentirà agli smartphone di eseguire download a più alte velocità, così come accelererà il salvataggio di grandi file e supporterà altre applicazioni che fanno un uso intensivo dei dati,” ha dichiarato Craig Stice, senior director, Memory e Storage di Omdia, leader nella ricerca a livello mondiale, dopo la fusione dei brand di ricerca Informa Tech (Ovum, Heavy Reading e Tractica) e l’acquisita IHS Markit. “L’impegno di Western Digital nell’adottare velocemente gli standard si riflettono nella sua volontà di offrire ai produttori di soluzioni mobile una soluzione market-ready tra cui scegliere.

Western Digital nel settore dei dispositivi mobile

Le soluzioni di storage iNAND di Western Digital per smartphone e dispositivi mobile fanno leva sulla tecnologia 3D NAND a 96-layer e sull’avanzata interfaccia UFS per migliorare l’esperienza utente. Questa famiglia di prodotti commerciali, incorporati è sviluppata per mantenere un livello di performance alto e continuo per applicazioni che fanno uso intensivo di dati come i video 4K/8K, la realtà aumentata, la realtà virtuale e l’Intelligenza Artificiale. Western Digital offre anche schede di memoria after-market e sistemi innovativi per il backup dei dati e il caricamento di dispositivi mobili.

 

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Qualcomm presenta la terza generazione del sistema di modem-RF 5G per migliorare le performance del 5G a livello globale

Next Post

ADATA annuncia l’SSD esterno SE760

Related Posts