Unboxing vivo X60 5G

AAAAAElFTkSuQmCC

Presentato ufficialmente in Europa qualche mese fa, (qui la notizia), il vivo X60 Pro 5G, entra a far parte della serie vivo X portando un sistema fotografico innovativo realizzato insieme a ZEISS, che consente agli utenti di scattare foto e video di livello professionale con il proprio smartphone. Il sistema fotografico assicura nitidezza e chiarezza delle immagini ai dispositivi vivo e soddisfa gli standard di qualità di ZEISS. L’X60 Pro è il primo smartphone lanciato grazie alla partnership strategica fra le due aziende, annunciata lo scorso dicembre. Vediamo le prime impressioni d’uso del diretto successore del tanto apprezzato vivo X51 5G.

 

Confezione

La confezione, molto grande, del vivo X60 Pro 5G, si divide in due parti, la prima, la più esterna di colore blu con la scritta PERFECT SHOT in primo piano e X60 Pro 5G su lati; una volta aperta troviamo un cartoncino delle dimensioni della confezione con la scritta “Sei pronto per lo SCATTO STRAORDINARIO” e l’hashtag #Perfectshot; all’interno troviamo un opuscoletto con una piccola panoramica delle capacità fotografiche del X60 Pro, grazie alla collaborazione con Zeiss per le ottiche.

Una volta rimosso il tutto, troviamo la scatola al cui interno è presente il vivo X60 Pro 5G, poco più piccola della precedente e di colore blu scuro con la scritta X60 Pro in bella mostra; una volta aperta troviamo lo smartphone sulla sinistra e una volta rimosso troviamo i due scatolini contenenti i vari accessori, ovvero, clip per l’apertura del cassettino per le nanoSIM, cover trasparente in plastica dura e guida rapida, cavetto USB-Tipo C, adattatore Type-C ingresso da 3.5mm e auricolari con gommini di varie misure, caricatore da 5V/2A 10W – 9V/2A 18W – 11V/3A, per la carica rapida da 33W. Come per l’X51, anche in questo caso la dotazione è davvero molto ricca e completa.

Prime Impressioni

Il vivo X60 Pro 5G ha un display AMOLED da 6.56 pollici con risoluzione FHD+ (2376 x 1080) e ben 120 Hz di frequenza di aggiornamento; monta un processore Qualcomm SM8250-AC Snapdragon 870 5G (7 nm) – Octa-core (1×3.2 GHz Kryo 585 & 3×2.42 GHz Kryo 585 & 4×1.80 GHz Kryo 585), 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna UFS 3.1, NON espandibile. Il comparto fotocamera principale è composto da tre sensori con ottiche Zeiss, il principale da 48 MP (f/1.8), 26mm (grandangolare), il secondario da 8 MP (f/2.5,), 50mm con zoom ottico 2x, il terzo da 13 MP, f/2.2, 120°, 16mm (ultra grandangolare); ovviamente presente il Flash LED, con la possibilità di girare video in 4K@30/60fps, 1080p@30/60fps stabilizzazione dell’immagine; la fotocamera frontale è una da 32 MP, f/2.5, 26mm (grandangolare), con la possibilità di girare video in FHD a 1080p@30fps.

Oltre ai miglioramenti tecnici, come l’ottimizzazione del sistema gimbal, introdotto precedentemente sullo smartphone vivo X51 5G, anche la componente software è stata perfezionata. L’X60 Pro consente l’acquisizione di ritratti estremamente nitidi grazie all’effetto swirly bokeh, frutto dell’iconico ZEISS Biotar Portrait Style, un sistema particolarmente ammirato dagli appassionati e dai professionisti della fotografia.

vivo X60 Pro offre le potenzialità del nuovissimo Gimbal Stabilization System 2.0, ideato sul modello del precedente sistema gimbal. Per ottenere immagini nitide e precise anche di soggetti in movimento, è stata migliorata la stabilizzazione a quattro assi per l’acquisizione di immagini ed è stato aggiunto un sistema di stabilizzazione video a cinque assi. In combinazione con un obiettivo ad ampia apertura focale f / 1.48 e un innovativo algoritmo AI di riduzione del rumore, la funzione Extreme Night Vision 2.0 consente gli utenti – con un solo tocco – di catturare anche i dettagli in situazioni di scarsa illuminazione, ottenendo immagini notturne accurate. La funzione Super Night Portrait adatta a fotografare in controluce, illumina il soggetto senza sovraesporre lo sfondo, mentre la modalità Panorama Night Mode migliora significativamente la luminosità e la purezza delle riprese di scene panoramiche in situazioni di scarsa illuminazione.

Esteticamente abbiamo un corpo in plastica con una cover posteriore in vetro (Gorilla Glass 6); massiccio ma bello, soprattutto nella colorazione Shimmer Blue in nostro possesso, e in mano si tiene bene, anche se è un po’ scivoloso, meglio utilizzarlo con la cover in dotazione, anche se essendo in plastica dura non offre lo stesso grip di un’equivalente cover in silicone.

Con la batteria da 4300 mAh andare oltre la giornata non dovrebbe essere un problema, soprattutto se potrà tornare utile la ricarica rapida da 33 W che garantisce il 57% della carica in soli 30 min (con caricatore in confezione) lo scopriremo nei prossimi giorni.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.56″ AMOLED, FHD+ (2376 x 1080 pixel) – Gorilla Glass 6 – 120Hz – HDR10+
Fotocamera Frontale: 32 MP, f/2.5, 26mm (grandangolare) – Video: 1080p@30fps
Fotocamera Posteriore: Tripla con ottiche Zeiss: 48 MP, f/1.8, 26mm (grandangolare) – 8 MP, f/2.5, 50mm (tele obiettivo), zoom ottico 2x – 13 MP, f/2.2, 120°, 16mm (ultra grandangolare) e Flash Dual LED – Video: 4K@30/60fps, 1080p@30/60fps con stabilizzazione ottica
Processore: Qualcomm SM8250-AC Snapdragon 870 5G (7 nm) – Octa-core (1×3.2 GHz Kryo 585 & 3×2.42 GHz Kryo 585 & 4×1.80 GHz Kryo 585)
Processore Grafico: Adreno 650
Memoria: 128 GB di memoria interna UFS 3.1, NON espandibile, 8 GB RAM
Dimensioni / peso: 159.6 x 75 x 7.9 mm, peso 179 g
Batteria: Ai polimeri di litio da 4300 mAh (non removibile) – Ricarica rapida 33W, 57% in 30 min (con caricatore in confezione)
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth v5.1, A2DP, LE, aptX HD
Reti: HSPA 42.2/5.76 Mbps, LTE-A, 5G
Certificazione:  NON presente
NFC: Sì
IRDA: No
USB: USB Type-C 2.0, USB On-The-Go
3.5mm jack: No
– GPS: Sì, con A-GPS dual band, GLONASS, BDS, GALILEO, QZSS, NavIC
Radio: No
Lettore di impronte: Sì, sotto il display
Sistema operativo: Android 11 con Funtouch 11.1
Sim: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Total
0
Shares
Previous Post

Accessori per AirPods 3, gli indispensabili di Cellularline per protezione e ricarica

Next Post

Qualcomm annuncia l’obiettivo di raggiungere emissioni zero entro il 2040

Related Posts