Unboxing Asus ZenFone 7 by Smartphone Italia

Presentato ad Agosto e disponibile in Italia da Settembre, abbiamo avuto modo di provare l’interessantissimo Asus ZenFone 7, dotato di modulo fotografico ribaltabile motorizzato. Vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La confezione è molto grande, di forma quadrata e di colore blu con inserti azzurri e il numero 7 in bella mostra e la scritta ZenFone 7 sui lati; una volta aperta troviamo i due scatolini contenenti gli accessori, sulla sinistra, fisso, quello contenente cavetto USB-Tipo C e caricatore da 5V/3A 15W – 9V/3A 27W – 20V/1A, per la carica rapida da 30W, mentre sulla destra, removibile, troviamo lo scatolino contenete le due cover di plastica dura, una nera e una trasparente, clip per l’apertura del cassettino per le nanoSIM/slot microSD e la guida rapida; subito sotto troviamo lo smartphone.

Prime Impressioni

L’Asus ZenFone 7 ha un display AMOLED da 6.67 pollici con risoluzione FHD+ (2400 x 1080) e ben 90 Hz di frequenza di aggiornamento; monta un processore Qualcomm SM8250 Snapdragon 865 (7 nm+) – Octa-core (1×2.84 GHz Kryo 585 & 3×2.42 GHz Kryo 585 & 4×1.80 GHz Kryo 585), 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna UFS 3.0, espandibile tramite microSDXC con slot dedicato.

La serie ZenFone 7 include la rivoluzionaria Flip Camera, un modulo motorizzato Flip-up con un sistema a tripla fotocamera completamente rinnovato in grado di offrire le stesse capacità ad alta risoluzione nel caso in cui il modulo sia rivolto davanti che dietro. La fotocamera principale è dotata di un sensore da 64 MP, f/1.8, 26mm (grandangolare), la secondaria di un sensore da 8 MP, f/2.4, 80mm (tele obiettivo), zoom ottico 3x, mentre la terza ha un sensore da 12 MP, f/2.2, 113°, 17mm (ultra grandangolare), ovviamente presente il Flash DUAL LED, con la possibilità di girare video in 8K@30fps, 4K@30/60/120fps, 1080p@30/60/240fps, 720p@480fps con stabilizzazione ottica dell’immagine.

Esteticamente abbiamo un corpo in alluminio con una cover posteriore in vetro; molto massiccio e pesante ma bello, con buon touch & feel, anche se è un po’ scivoloso, meglio utilizzarlo con la cover in dotazione.

Con la batteria da 5000 mAh andare oltre la giornata non dovrebbe essere un problema, soprattutto se potrà tornare utile la ricarica rapida da 30 W che garantisce il 60% della carica in soli 34 minuti o il 100% in 93 minuti (con caricatore in confezione).

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.67″ SUPER AMOLED, FHD+ (2400 x 1080 pixel) – 90Hz – HDR10+
Fotocamera Frontale: Modulo telecamera principale ribaltabile motorizzato
Fotocamera Posteriore: Tripla: 64 MP, f/1.8, 26mm (grandangolare) – 8 MP, f/2.4, 80mm (tele obiettivo), zoom ottico 3x – 12 MP, f/2.2, 113°, 17mm (ultra grandangolare) e Flash Dual LED – Video: 8K@30fps, 4K@30/60/120fps, 1080p@30/60/240fps, 720p@480fps con stabilizzazione ottica
Processore: Qualcomm SM8250 Snapdragon 865 (7 nm+) – Octa-core (1×2.84 GHz Kryo 585 & 3×2.42 GHz Kryo 585 & 4×1.80 GHz Kryo 585)
Processore Grafico: Adreno 650
Memoria: 128 GB di memoria interna UFS 2.1, espandibile con microSDXC con slot dedicato, 8 GB RAM
Dimensioni / peso: 165.1 x 77.3 x 9.6 mm, peso 230 g
Batteria: Ai polimeri di litio da 5000 mAh (non removibile) – Ricarica rapida 30W, 60% in 34 min, 100% in 93 min (con caricatore in confezione)
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth v5.0, A2DP, LE, aptX Adaptive
Reti: 5G, HSPA 42.2/5.76 Mbps, LTE-A (5CA) Cat19 1800/150 Mbps, 5G 3.6 Gbps DL
Certificazione:  NON presente
NFC: Sì
IRDA: No
USB: USB Type-C, USB On-The-Go
3.5mm jack: No
– GPS: Sì, con A-GPS dual-band, GLONASS, GALILEO, BDS, QZSS, NavIC
Radio: No
Lettore di impronte: Sì, posto lateralmente sul pulsante di accensione e spegnimento
Sistema operativo: Android 10 con ZenUI 7
Sim: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Black Friday: i consigli di Cisco per acquisti online sicuri

Next Post

Come proteggere gli account di gioco dai cyberattacchi contro i gamer

Related Posts