Tags Posts tagged with "Trend Micro Deep Security"

Trend Micro Deep Security

Trend Micro, leader globale di cybersecurity, comunica di aver introdotto importanti novità nelle soluzioni Deep Security e Cloud App Security, con l’obiettivo di estendere la protezione alle macchine virtuali sulla piattaforma Google Cloud, la sicurezza della piattaforma Kubernetes con analisi dei container su piattaforma GKE e analisi complementari di sicurezza per Gmail e Gsuite.

Steve Quane, Trend Micro Executive Vice President, Network Defense and Hybrid Cloud Security, ha dichiarato: “Un numero sempre maggiore di aziende investe in Google Cloud e Kubernetes per guadagnare efficienza e agilità di business. Le organizzazioni devono ricordare che sono responsabili per quello che condividono nel cloud. I clienti contano su di noi per facilitare l’implementazione e l’automazione della security nel processo di sviluppo e per assicurare una migrazione sicura tra il data center, il cloud ibrido e gli ambienti multi-cloud”.

Per rispondere a questa esigenza Trend Micro ha creato Google Cloud Platform (GCP) Connector, che abilita la visibilità e la protezione automatica delle macchine virtuali GCP. Questo facilita la gestione, fornendo una visione instantanea di tutti i carichi di lavoro GCP e mostrando allo stesso tempo le macchine virtuali che sono state distribuite al di fuori dell’ambito di security o in un contesto di shadow IT. Trend Micro Deep Security ha la capacità di distribuire automaticamente le policy attraverso i workflow, fermare il malware avanzato, migliorare la sicurezza di rete e del sistema e investigare le minacce, leggendo la telemetria dei flussi di lavoro.

Gli utenti possono beneficiare di una protezione runtime della piattaforma Kubernetes grazie alle regole di intrusion prevention di Deep Security, il monitoraggio dell’integrità e la log inspection. L’approccio Trend Micro IPS permette di ispezionare il traffico in tutte le direzioni, tra i container e i diversi livelli della piattaforma, come Kubernetes. Inoltre, Trend Micro Deep Security fornisce la scansione dell’immagine del container all’interno della pipeline di progettazione, per scoprire vulnerabilità, malware, chiavi segrete e analizzare la conformità. La scansione dell’immagine dei container, distribuita come Kubernetes Helm Chart, semplifica la security su servizi come Google Kubernetes Engine (GKE), Azure Kubernetes Service (AKS) e Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS).

La posta elettronica rimane uno dei principali vettori di minacce. Per questo Trend Micro ha migliorato anche la soluzione Cloud App Security, per supportare gli utenti Gmail all’interno della G Suite. Le organizzazioni utilizzano sempre di più i servizi email in cloud, per aumentare la produttività e l’agilità. Trend Micro ha una security integrata sia con Office 365 che Gmail, per assicurare una protezione efficace.

Trend Micro, leader globale nelle soluzioni di cybersecurity, presenta Deep Security™ Smart Check, la nuova espansione che migliora la protezione container. Il nuovo modulo di Deep Security effettua una continua scansione dell’immagine del container, migliorando così la protezione runtime.

Trend Micro ha appositamente progettato Deep Security Smart Check per scansionare l’immagine container prima del deployment, in modo da identificare le vulnerabilità e i malware in maniera più efficace. Il risultato è che i problemi di security possono essere risolti nel ciclo di sviluppo, invece che in seguito alla release dell’applicazione.

Inoltre, Trend Micro sta lanciando una nuova suite API e un centro di automazione per abilitare una security automation attraverso integrazioni migliori. I clienti di Trend Micro Deep Security possono utilizzare le API di prodotto per abilitare un delivery continuo, il monitoraggio dello status, l’IT service management e l’integrazione di diversi tool, come ad esempio il nuovo Amazon Elastic Container Service per Kubernetes.

Le piattaforme container permettono alle organizzazioni di raggiungere cicli di sviluppo software più veloci e le aziende non accettano rallentamenti a causa di ulteriori misure di sicurezza”. Ha affermato Bill McGee, SVP and GM of Hybrid Cloud Security at Trend Micro. “Tutti gli ambienti workload richiedono una security e i container non sono diversi. La loro natura temporanea può creare dei gap di security che i cybercriminali possono facilmente sfruttare. Ci aspettiamo, infatti, che gli attacchi alle applicazioni server verranno sostituiti da quelli ai cicli di costruzione software, con l’obiettivo di rilasciare i malware dall’interno”.

Sempre più organizzazioni stanno spostando i loro carichi di lavoro all’interno di servizi cloud ibridi. Deep Security Smart Check supporta le richieste DevOps per costruire una sicurezza continua. Questo è un ulteriore esempio di come Trend Micro Deep Security continui a fornire una protezione avanzata e ad adattarsi ai cambi delle infrastrutture dei clienti, dalla virtualizzazione al cloud pubblico e ai nuovi ambienti container.

Deep Security Smart Check è disponibile in tutto il mondo, ulteriori informazioni si possono trovare a questo link

0 1006

Trend Micro, leader globale nelle soluzioni di sicurezza informatica, annuncia che Trend Micro Deep Security, la soluzione leader del mercato per la sicurezza server, è disponibile per i clienti VMware Cloud on AWS. VMware Cloud on AWS porta il Software-Defined Data Center (SDDC) di VMware nel cloud AWS consentendo ai clienti di eseguire applicazioni in ambienti di cloud privato e pubblico. Trend Micro Deep Security rende possibile una sicurezza e una visibilità continua per tutti i carichi di lavoro all’interno del Software-Defined Data Center (SDDC), sia on-premise che nel nuovo VMware Cloud on AWS.

Le organizzazioni che intraprendono progetti di cloud transformation devono affrontare una serie di sfide operative e normative. Trend Micro abilita il consolidamento degli strumenti di sicurezza e una compliance continua, attraverso un singolo prodotto di sicurezza che assicura la protezione dei carichi di lavoro nel cloud, inclusi gli ambienti fisici, virtuali, cloud e i container. Sfruttando tecniche multiple di sicurezza e una profonda integrazione con VMware e AWS, i carichi di lavoro possono essere automaticamente messi in sicurezza. Questo include la scansione delle vulnerabilità e l’applicazione di policy per contrastare attacchi come WannaCry ed Erebus, ad esempio. Attraverso un approccio che mette in sicurezza tutti gli ambienti in maniera consistente, i costi operativi possono essere ridotti e allo stesso tempo si può beneficiare dei vantaggi economici del cloud.

Trend Micro ha una lunga storia di innovazione insieme a VMware e AWS e questo ci rende perfetti per proteggere i data center e i carichi di lavoro delle aziende”, ha affermato Steve Quane, executive vice president of network defense and hybrid cloud security for Trend Micro. “Cerchiamo di offrire sempre una protezione esemplare per gli ambienti virtualizzati e cloud, ormai indispensabili per i clienti. Proteggiamo milioni di macchine virtuali e abbiamo messo in sicurezza oltre 2,5 miliardi di ore di lavoro nel cloud, per questo possiamo affermare di avere un’esperienza e una capacità senza pari nell’aiutare i nostri clienti nel momento in cui approfittano della nuova offerta VMware Cloud on AWS”.

Soluzioni come Trend Micro Deep Security permettono ai responsabili IT di ridurre i costi, aumentare l’efficienza e creare una consistenza operativa negli ambienti cloud. Siamo molto contenti di poter lavorare con partner come Trend Micro, per migliorare le capacità native di VMware Cloud on AWS e dare ai nostri clienti la possibilità di scegliere delle soluzioni che portano ancora più valore al business”. Ha affermato Mark Lohmeyer, vice president, products, Cloud Platforms Business Unit, VMware.