Tags Posts tagged with "foto"

foto

0 1481

E’ arrivata l’estate, la stagione più intensa dell’anno, coi suoi colori e i suoi riflessi. Quella in cui anche i più restii ai selfie non resistono alla tentazione di immortalare tramonti, panorami e aperitivi sulla spiaggia.

Se anche voi, quindi, siete pronti a riempire i vostri smartphone e tablet di foto che mostrano la vostra abbronzatura mozzafiato, quest’anno non potrete fare a meno dell’app Google Foto, scaricabile gratuitamente dal Play Store e dall’App Store

Ecco come usarla in poche semplici mosse:

#1 – FATE VIVERE LE VOSTRE FOTO: GIF E COLLAGE A GO-GO!
Uno degli ultimi trend sono sicuramente le GIF animate, più virali e di tendenza che mai. Volete utilizzarle ma non sapete da che parte iniziare? Ci pensa Google Foto! L’unico compito che vi spetta è di scattare foto in sequenza dal vostro smartphone e tablet. Ne bastano anche solo un paio e, in un batter d’occhio, ecco pronta la vostra GIF! E ancora, Google Foto crea automaticamente filmati, storie interattive, collage, panoramiche e molto altro. Al rientro da una vacanza, da una giornata speciale o da un viaggio di lavoro, sarà l’app stessa a proporvi nuove animazioni da condividere. Potete salvarle voi nella libreria foto, Se invece preferite essere voi a crearli, vi basterà solo toccare +.

#2 – FILTRA, RITAGLIA E MODIFICA.. MA SENZA ESAGERARE!
Anche se il tormentone dell’estate è “Vorrei ma non posto”, voi non ci pensate proprio a non condividere i vostri scatti migliori sui profili social, vero? O meglio, non senza prima averli sistemati. Con Google Foto avete a disposizione strumenti di editing semplici ma potenti per applicare filtri, regolare colori e tanto altro. Unico consiglio: non esagerate con gli effetti, le foto sono più belle nella loro naturalezza e spontaneità.

#3 – E ORA, COME LA RITROVO? PROVA ANCHE CON GLI EMOJI…
Sapevate che è stato stimato che nel 2015 nel mondo siano state scattate quasi un trilione di foto? Se avete provato a cercare nel vostro archivio quella foto scattata al mare due anni fa … magari può sembrarvi che metà di quel trilione di foto sia nel vostro device… Per questo Google ha deciso di rendere la vostra ricerca un pò più smart. Con Google Foto potete cercare le vostre foto in base ai luoghi e alle cose che vi sono ritratti, senza bisogno di alcun tag. Cercate i vostri selfie? Basta digitare la parola “selfie” nella barra di ricerca della app e li avrete. Vi manca il cagnolino rimasto con la dog-sitter a casa e volete almeno una sua foto? Scrivete “cane” e il gioco è fatto!

#4 – UN ALBUM PER OGNI MOMENTO
Sapete che con Google Foto potete creare un album condiviso delle vostre vacanze, dove voi e i vostri amici potete caricare i vostri scatti e persino commentarli. Che siate in viaggio insieme o che abbiate preso destinazioni diverse, basta un link per condividere all’istante fino a 1500 foto con chiunque desideriate. Selezionate le foto, toccate l’icona di condivisione e poi cliccate “Crea link” e il gioco è fatto. E per rendere tutto ancora più social, tutti coloro con cui avete condiviso il vostro album, possono commentare le singole foto e interagire con voi.

#5 – ADDIO ALL’INCUBO MEMORIA PIENA
Avete anche voi il terrore di perdere le vostre foto o di doverle cancellare per fare spazio ad altro? Niente più paura, Google Foto esegue automaticamente il backup di tutte le vostre immagini e dei vostri video. Tutti i vostri ricordi saranno così al sicuro, protetti e privati, visibili accedendo all’app da qualsiasi dispositivo mobile o dal Web all’indirizzo photos.google.com. E se volete lasciare libera la memoria del vostro device, basta un tap su “Libera spazio” nelle impostazioni dell’app e le foto già sottoposte a backup verranno rimosse dalla memoria del dispositivo, restando sempre accessibili su Google Foto.

Ora tocca a voi. Buone vacanze!

0 2957

Dopo tanti render, foto sfocate e un video in bassa risoluzione che hanno materealizzato rumor in principio sembrati fantasia è il momento di vedere il BlackBerry Venice in foto di buona qualità che permettono di apprezzarne, o meno, il design da più angolazioni e sbirciare anche alla personalizzazione software del primo top di gamma Android della casa canadese

Possiamo vedere il Venice cia con tastiera scorrevole sia chiusa che aperta, la fotocamera con il flash duaLED, la particolare texture del retro e il posizionamento dello slot della scheda SIM e microSD che sono posti in cima del dispositivo, rinunciando tutti i disegni precedenti che hanno il pulsante di accensione in alto.

A differenza di altre immagini del dispositivo apparse in precedenza, questo mostra chiaramente il display acceso e funzionante con ciò che è presumibilmente Android Lollipop. A fianco delle icone standard di Lollipop troviamo alcune inedite per le app, personalizzate o proprietarie, rubrica, fotocamera, BBM e l’agenda. Scopriamo poi la personalizzazione del menù App Recenti.

0 3091

Aggiornato 28/08/2015. Dopo un immagine che ne “ricostruiva” l’aspetto e alcune foto del prototipo è il momento di vedere il modello reale in foto e un credibile render del phablet Lumia Cityman (950XL o 940XL) ma anche dello smartphone Lumia Talkman (950 o 940), i due prossimi top Microsoft che debutteranno con Windows 10 Mobile durante un Evento che secondo gli ultimi rumor si svolgerà il 19 Ottobre a New York.

Se la foto, in copertina, del Lumia 950XL non permette più di tanto di apprezzarne il design, ma svela forse l’accessorio (Munchkin) che permetterà di collegarlo a Monitor, tastiera e mouse per Continumm, i render ne mostrano sia quello frontale che posteriore che laterale mostrandosi estremamente simile a quello “ricostruito” (anche se meno spigoloso) anche in dettagli come l’anello argento da 1mm dentro la circonferenza del pod nero della fotocamera, fori nel posteriore e numero dei bottoni laterali in Alluminio.

lumia-950-xl-render

  • Corpo in policarbonato bianco o nero opaco + blu ciano secondo evleaks
  • Display OLED 5.7 pollici WQHD (1440×2560)
  • Snapdragon 810, 64-bit Octa core
  • Iris scanner (infrarosso) per Windows Hello
  • 3 GB di RAM
  • 32GB di storage interno con slot microSD
  • Fotocamera posteriore PureView da 20MP con triplo flash LED
  • Fotocamera frontale da 5MP Wide-angle
  • Bottoni laterali in Alluminio
  • Batteria rimovibile da 3300 mAh
  • Ricarica wireless Qi integrata
  • USB Type-C

IL secondo render mostra invece il Lumia 950 simile al fratello maggiore nel frontale e nella presenza della sporgenza per la fotocamera, sempre con flash triLED, ma con quest’ultima circondata da un generoso anello che sembreerbbe essere in metallo.

lumia-950-render

  • Corpo in policarbonato bianco o nero opaco + blu ciano secondo evleaks
  • Display OLED 5.2 pollici WQHD (1440×2560)
  • Snapdragon 808, 64-bit Hexa core
  • Iris scanner (infrarosso) per Windows Hello
  • 3 GB di RAM
  • 32GB di storage interno con slot microSD
  • Fotocamera posteriore PureView da 20MP
  • Fotocamera frontale da 5MP Wide-angle
  • Batteria rimovibile da 3000 mAh
  • Ricarica wireless Qi con flip cover
  • USB Type-C

Aggiornamento 28/08/2015. Sono trapelati altri due render del Talkman che ne rivelano nuovi dettagli. Il primo lo mostra in bianco indicando presenza e collocazione di 4 microfoni mentre il secondo di nuovo con la livrea nero ma accompagnato dalle sue dimensioni 145.6 x 73.4 x 9 mm, e quindi più alto e più largo ma più sottile di quasi 1 mm rispetto al Lumia 930 (137 x 71 x 9.8 mm) che ha però uno schermo più piccolo.

0 2771

Il prossimo “Hero Phone” HTC, come lo stesso CEO Cher Wang in occasione della riunione annuale degli azionisti lo scorso Giugno aveva definito il prossimo top della casa di Taiwan destinato ad arrivare a Ottobre o comunque entro l’anno, si è reso protagonista nei giorni scorsi di una serie di indiscrezioni culminati oggi nella pubblicazione delle prime presunte foto dal vivo.

Facendo seguito a una foto di ieri rivelatasi palesemente fake ma probabilmente usata solo per rendere l’idea di un design che secondo la fonte lo faceva assomigliarea a un iPhone 6 la cui immagine era stata per l’occasione photoshoppata la prima foto fatta trapelare mostra non a casp HTC Aero al fianco del top Apple. In effetti la somiglianza della parte posteriore c’è ma è altrettanto vero che lo stesso iPhone 6 si presenta simile a HTC One (M7) e HTC One (M8), dal qui design quindi Aero può lecitamente derivare.

Come l’immagine photoshoppata originale, anche queste immagini più recenti sono comparse dal sito di micro-blogging Weibo della Cina, così ancora una volta, si consiglia di prendere queste nuove foto con cautela, comunque se consideriamo la prima fatta trapelare solo a scopo “indicativo” la credibilità del leak potrebbe non essere compromesso.

L’Aero dovrebbe inaugurare una da tempo vociferata nuova serie, e in effetti è conosciuto anche come A9, a differemza degli attuali top della famiglia One “Mx” “Ex” e “ME”, e si prevede che disporrà di un schermo da 5,5 pollici con vetro curvo 2.5D, 4GB di RAM, e potrebbe essere equipaggiatoo da un SoC MediaTek Helio X20, che sfrutta una inedita CPU deca-core basata sul design big.LITTLE, che secondo i primi bench dovrebbe battagliare con i prossimi top SoC. Si è anche parlato di una nuova fotocamera “rivoluzionaria”.

0 2001

Dopo lo smartphone Nexus prodotto da LG è il phablet e primo Nexus realizzato da Huawei, in collaborazione con Google, a essere protagonista delle prime foto dal vivo che lo mostrano quasi completamente confermando il design emerso dai render fatti trapelare in precedenza come ad essere confermate sono alcune delle specifiche.

La prima serie di immagini del Nexus 6 2015 sono state pubblicate su Google Plus sall’utente Tiesen Fu, che sostiene di averle ottenute da un amico, e anche se non si può dire molto circa la fonte sembrano molto realistiche e ritraggono un telefono con i logo Huawei e Nexus e due delle tre caratteristiche chiave della nuova famiglia Nexus: due altoparlanti frontali e un lettore di impronte digitali sul retro.

A giudicare dai bordi smussati tutto intorno al lettore di impronte digitali sul retro di questo Huawei Nexus, abbiamo a che fare con una costruzione in metallo. Vi ricordoiamo che abbiamo già visto le dimensioni esatte per questo phablet Huawei Nexus ovvero 159,4 x 78,3 x 6,6 / 8,5 mm con la variabilità di spessore presumibilmente relativo alla sezione superiore contenente il modulo fotocamera che appare più spessa.

A rivelarle era stato @onleaks, il leaker dall’ottimo track record non ultimo proprio la rivelazione per primo delle tre caratteristiche sopracitate con la terza, una porta USB Type-C, confermata da una seconda serie di immagini proveniente da un utente su Weibo che mostra stavolta il Nexus Huawei all’interno di una cover che lascia comunque intraevedere la suddetta e gli altoparlanti stereo anteriori mentre in una si vede la schermata di boot, che motra anche alcune specifiche.

La sequenza di avvio che mostra per la prima volta che il prossimo telefono Huawei Nexus (nome in codice ‘Angler‘) sarà equipaggiato dal SoC Snapdragon 810 (MSM8994) con 3GB di con LPDDR4 RAM e avrà una versione con 64 GB di storage interno. Questo va contro alcune voci che puntavano invece alllo Snapdragon 820 che forse potrebbe arrivare sul mercato di massa solo nei primi mesi del 2016.

C’è da dire somunque che la fonte sottolinea che Google e Huawei potrebbe sostituire Snapdragon 810 per 820, essendoci stati problemi di connettività con questo chipset Qualcomm sul prossimo dispositivo Nexus.

L’IFA 2015 si sta avvicinando e sempre più produttori stanno esprimendo la loro intenzione di ospitare una conferenza stampa o un intervento alla fiera, tra queste c’è Asus che attraverso un Video Teaser non solo conferma la sua presenza all’importante fiera europea ma suggerisce i protagonisti del proprio evento che terrà il 2 Settembre.

Il video (che potete vedere qui) da cui sono tratti gli screenshot qui sotto lascia intravedere quello che potrebbe essere un portatile, un nuovo schermo o, più probabilmente, un pc all in one, probabilmente un nuovo smartphone Zenfone, di cui viene mostrato il suo bilanciere del volume posteriore, e il nuovo ZenWatch 2 mostrato con cinturino in metallo.

Il nuovo ZenFone, Asus_Z00TDA, potrebbe essere quello certificato di recente in Cina con specifiche che comprendono uno schermo da 5.5 pollici FHD, un SoC con CPU octacore, 2GB di RAM, 16GB di storage espandibili, una fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 5MP, uno spessore di 10.8mm e un peso di 170 g. Molto probabilmente non sarà comunque l’unico al debutto.

0 2388

Huawei ha in programma una conferenza stampa per IFA di Berlino il 2 Settembre durante la quale probabilmente vedremo “solo” il Mate 7 (S), secondo le ultime informazioni molto simile al modello attuale, e non il Mate 8 come ci si aspetterebbe a un anno dal Mate 7, ma questo potrebbe non arrivare a lunga distanza tenedo conto che è già trapelato in foto insieme alle sue specifiche.

Il Huawei Mate 7 S, che potete vedere qui sotto, avrà invece uno schermo da 5.7 pollici 1080p, il SoC octacore Kirin 935, una versione un pò più veloce del 930 del P8, e fotocamera posteriore da 13 MP.

Huawei-Mate7-Plus-Mate-S-TENAA_1

Le immagini qui sotto mostrano invece un dispositivo sconosciuto significativamente diverso dal Mate 7 (S) per quanto riguarda il design, e secondo la fonte, questo è il prossimo phablet Mate 8. È interessante notare che questo dispositivo sembra utilizzare pulsanti capacitivi sotto il display. I pulsanti sono infatti visibili ma il display sembra essere spento.

Elegante ed ovviamente in metallo appare comunque molto simile al suo predecessore ed ogni altro Huawei recente di fascia alta ese non per il gruppo fotocamera posteriore. La fonte afferma inoltre che il Mate 8 potrebbe avere un display da 6 pollici e arrivare in varianti con 3GB / 32 GB e 4GB / 64 GB di RAM / memoria interna. An muoverlo ci sarebbe il SoC Huawei Hisilicon Kirin 950. La batteria sarebbe invece da ben 4,500mAh.

0 2046

Sembra diventare sempre più una certezza il design emerso dei render, basati su presunti schemi destinati alla poduzione di accessori e fatti trapelare da @onleaks, del nuovo smartphone Nexus realizzato da LG e che ricordiamo sarà affiancato da un phablet by Huawei e che dovrebbero debuttare con Android 6.0 Marshmallow presumibilmente a Ottobre.

Nelle scorse ore infatti è dapprima emersa online una foto dal vivo dei un presunto prototipo del “Nexus 5 2015” (nome probabile) che mostra allineata con il consueto posizionamento del logo Nexus i previsti due elementi tondi del lettore d’impronte e della fotocamera posteriore in rilievo alla cui sinistra trovano posto affiancate le due “pillole” del flash dualLED e del Laser dell’autofocus.

Nexus-5-2015-first-photo

Dalla cina arrivano invece una serie di render di una cover che non fà altro anch’essa che confermare l’aspetto finora emerso, in questo caso anche del frontale con gli speaker stereo la cui adozione contribuirebbe a rendere il telefono più “allungato” come sancito anche dalle dimensioni trapelate di 146,9 x 72,9 x 8-9,8 mm.

Un video mostra infine un mockup del Nexus 5 2015 a confronto con altri smartphone tra cui il predecessore, rispetto al quale è più largo anche per via del display da 5,2 invece che da 5 pollici e soprattutto più lungo, ma anche con Moto X Style, Galaxy Note 5, HTC One M9, OnePLus 2, Galaxy S6, LG G4, confronto quest’ultimo non proprio fedele, iPhone 6 e 6 Plus.

0 3071

Se il recente rilascio del Passaport Silver Edition mostra l’impegno di BlackBerry sulla sua piattaforma non possiamo dimenticare come parallelamente stia lavorando su Android come dimostrano vari foto che ritraggono smartphone attuali con in esecuzione l’OS Google ma soprattutto l’uscita di Venice e Prage, del primo dei quali si mostra nella prima foto dal vivo e in render che ne svelano alcune caratteristiche.

La prima foto dal vivo è come “tradizione” sfocata e/o in bassa risoluzione ma conferma comunque la linea con bordi laterali abbombati con schermo dual-edge, e non dissimile dai render del dispositivo rilasciati in precedenza, quando il Venice è stato notato con in esecuzione Android al posto di BlackBerry 10 per AT&T dopo l’avvistamento al MWC.

BlackBerry-Venice-Slider-CAM-Crop-emboss

Il primo dei tre render commerciali getta uno sguardo su come il BlackBerry Hub presumibilmente sarà quando viene eseguito su Android Accanto, frutto della strategia multi-piattaforma con BlackBerry Experience Suite che la società ha annunciato a Marzo al Mobile World Congress.

Tra le specifiche vociferate inizialmente di BlackBerry Venice trova conferma nel secondo render la fotocamera da 18 MP con OIS con dual flashLED. Questa immagine piuttosto semplice mostra la ripartizione degli strati della fotocamera, che il dispositivo porterà con sé lo stesso pattern vitreo del BlackBerry Z30 e, probabilmente, una struttura in acciaio inox.

L’ultima immagine alimenta ancora di più le voci Android, se infatti BlackBerry 10 non ha accesso all’utilizzo di Google Chromecast, al di là di alcune applicazioni di terze parti che possono farlo funzionare per i video di YouTube, sembrerebbe mostrare che Venice avrà accesso Chromecast come ogni altro dispositivo Android.

0 2975

Giovedì prossimo a New York si terrà Galaxy Unpacked 2015 durante il quale Samsung annuncerà Galaxy Note 5, Galaxy S6 edge+, un tablet e forse il Gear A e (più difficile) il Galaxy S6 mini.

Dopo i tanti rumr e i primi render con l’avvicinarsi all’evento sembra delinearsi sempre più il profilo dei due nuovi top phablet della casa coreana. Se qualcehe giorno fà avevamo potuto avere una conferma su buona parte delle specifiche e foto dal vivo di buona qualità, possiamo non solo vedere la possibile, proveniente dallo store medio-orientale Jarir Bookstore, ma delle foto hands-on per apprezzare ancora meglio il design di Galaxy Note 5 e Galaxy S6 edge+, e di quest’ultimo anche un render con cover tastiera.

Secondo l’elenco il Galaxy Note 5 sarà caratterizzato da uno schermo Super AMOLED da 5,7 pollici con risoluzione di 1440×2560 e Gorilla Glass 4, il SoC Exynos 7422, che include oltre a CPU octa-core e GPU anche il modem, 4GB di RAM e 32GB / 64GB di storage nativo espandibile tramite microSD fino a 128GB. Confermate anche fotocamera posteriore da 16 MP e anteriore da 5 MP, e una batteria da 4100mAh. Il Note 5 sarà più leggero, 169 g, sottile, solo 7,6 mm, e stretto di 2,5 mm del Note 4 e sarà disponibile in nero o oro.

Il Galaxy S6 edge+, come il precedente, uno schermo Super AMOLED da 5,7 pollici con risoluzione di 1440×2560 e Gorilla Glass 4 ma dual edge. Il SoC sarà invece l’Exynos 7420 sempre con 4GB di RAM. Sempre 32GB e 64GB sono le opzioni di memoria interna ma in questo caso non espandibile. Uguale è invece la combo fotocamera 16MP/5MP. La batteria in questo scende a 3000mAh a causa dello spessore di soli 6,9 mm, quasi come il non +. Il Galaxy S6 edge+ pesa 156 grammi, e come nel Note 5 non manca l’infrarosso e Android 5.1 è preinstallato.

Da @evleaks arriva come detto un render del Galaxy S6 edge+ con montata un cover tastiera, della cui esistenza da tempo in effetti si rumoreggia, che aggiunge una qwerty fisica in stile blackberry con l’aggiunta dei tasti di navigazione Android e che, quando montata, modifica la UI che si adatta al minore porzione di schermo accessibile.