Tags Posts tagged with "Android 6.0"

Android 6.0

Samsung, il produttore coreano che con la sua vasta gamma di dispositivi ha sempre molto da lavorare sugli aggiornamenti, non è solito rilasciare comunicati sulle loro tempistiche e non può quindi non destare nei tantissimi proprietari dei suoi dispositivi molto curiosità sui tempi di arrivo di Android Marshmallow.

Dopo le prime indicazioni date dalla lista fatta fatta trapelare da GizmoChina e le conferme provenienti dalle tendenzialmente affidabili fonti di SamMobile è stata fatta trapelare un presunta Roadmap Samsung che rivela i tempi dell’aggiornamento ad Android Marshmallow su alcuni Galaxy.

Vengono distinte due fasi. La prima vede Galaxy Note 5 e Galaxy S6 edge+ ricevere per primi l’atteso aggiornamento a Dicembre di quest’anno seguiti da Galaxy S6 e Galaxy S6 edge a Gennaio 2016 e da Galaxy Note 4 e Galaxy Note Edge a Febbraio.

Per Galaxy S5 e Galaxy Alpha viene specificato invece solo che questo aggiornamento è in attesa di approvazione tecnica. La seconda Fase che comprende invece solo smartphone in attesa di approvazione include Galaxy A8, Galaxy A7, Galaxy A5, Galaxy A3, e Galaxy E7 e Galaxy E5.

Tra le novità di Android 6.0 ricordiamo Doze, che riconosce quando il telefono è inattivo e chiude le applicazioni in background mettendolo in deep sleep aumentandone l’autonomia, Google On Tap per la ricerca contestuale a ciò che è sullo schermo e una dettagliata gestione delle autorizzazioni per ogni App.

Android 6.0 Marshmallow, l’attesa nuova versione dell’OS di Google dopo la presentazione allo scorso Google I/O e la rivelazione del nome è stato prima ufficializzata con i nuovi Nexus 5X e 6P e nelle scorse settimane reso disponibile via Factory Image e via OTA sui Nexus 5, 6, 7 (2013) e 9, e sul Nexus Player.

Ma come si comporteranno i produttori di terze per l’aggiornamento a Android Marshmallow sui loro prodotti? E’ una domanda che, tenendo conto del passato, sicuramente occupa da tempo la mente degli utenti Android più desiderosi di aggiornamenti ma che hanno comunque scelto di non acquistare un Nexus.

Cerchiamo di fare il punto sui dispositivi Samsung, HTC, Sony, LG, ASUS, OnePlus, Xiaomi e Huawei che nei prossimi mesi dovrebbero vedere la nuova versione di Android secondo quanto emerge dai primi annunci ufficiali dei produttori che già si sono “esposti”, ma soprattutto dai rumor e leak delle presunte roadmap.

Samsung

Iniziamo dal produttore coreano, il numero uno nel panorama Android, che vittima dei tanti modelli e versioni dei suoi dispositivi più di tutti ha da lavorare per mantenere aggiornata la sua gamma anche limitandosi principalmente ai suoi top di gamma, ma non solo.

Secondo una lista fatta fatta trapelare da GizmoChina oltre agli “scontati” Galaxy Note 5, Galaxy S6 Edge+, Galaxy S6 e S6 Edge, Galaxy Note 4, Galaxy Alpha, Galaxy S5, riceveranno l’aggiornamento anche Galaxy A8 e Galaxy A7 e in un secondo momento anche Galaxy A5, Galaxy A3 e la famiglia Galaxy E.

Dalle tendenzialmente affidabili fonti di SamMobile arrivano poi effettivamente conferme non solo sull’inizio dei test dell’aggiornamento a Marshmallow per i top di attuale e di precedente generazione, ma anche per la recente variante del Galaxy S5 ovvero il Galaxy S5 Neo, cosa non scontata visti i precedenti.

Una lista diffusa da YouMobile qualche tempo fà comprendeva, oltre a Galaxy S6 e S6 edge e S6 edge+ e a Note 5 e 4 e Note edge, anche Galaxy Alpha e il Galaxy Tab A; per logica in campo Tablet appare scontato l’arrivo di Marshmallow anche sulla famiglie Galaxy Tab S e Galaxy Tab S2.

samsung-android-m

HTC

Per il produttore taiwanese alla fantomatica lista cinese che citano One M8, One M9, One M9 Plus, E9, E9 Plus, One E8 come i primi a ricevere l’aggiornamento con a seguire il Desire Eye e la famiglia Desire 8xx, si aggiungono le informazioni provenienti addirittura dall’account twitter ufficiale, che aggiungono anche One ME, One M8 Eye e Butterfly 3, e citano esplicitamente i Desire 826, 820 e 816.

Sony

Wk41-G-10-MarshmallowUpdate-f9ace50a6c0de366b3b1083737f1e7d0-605x605

La casa giapponese usa invece un post sul proprio blog ufficiale per promettere l’arrivo di Android 6.0 Marshmallow su Xperia Z5, Xperia Z5 Compact, Xperia Z5 Premium, Xperia Z4 Tablet, Xperia Z3+, Xperia Z3, Xperia Z3 Compact, Xperia Z3 Tablet Compact, Xperia Z2, Xperia Z2 Tablet, Xperia M5, Xperia C5 Ultra, Xperia M4 Aqua e Xperia C4*.

Altra conferma da Sony arriva attraverso le pagine di supporto dei vari suoi dispositivi dove oltre a confermare ulteriormente l’aggiornamento per Xperia Z3+, Z4 Tablet, Xperia M4 Aqua, M5, C4, C5 Ultra sembra essere specificato per questi un passaggio diretto da Android 5.0 a Android 6.0 saltando quindi, probabilmente per tagliare i tempi, quello ad Android 5.1.1.

Secondo GizmoChina comunque dovrebbero ricevere l’aggiornamento anche l’Xperia Z3v, l’Xperia Z Ultra Google Play Edition e successivamente anche l’Xperia Z1, suggerendo quindi un probabile arrivo anche sull’Xperia Z1 Compact, nonostante siano entrambi usciti nel Settembre 2013 e quindi fuori dal periodo dei due anni di aggiornamenti garantiti da Google ma comunque dotati di un prestante Snapdragon 800.

LG

L’altro famoso produttore coreano che dopo una fama non proprio ottima in fatto di aggiornamenti ha lavorato molto per migliorare in questo aspetto ha potuto giovarsi anche della stretta collaborazione con Google prima per il Nexus 5 e poi con il Nexus 5X e se la succitata lista vede G3, G4, Flex 2 aggiornati prevedibilmente a MarshMallow vede l’arrivo di Android 6.0 successivamente anche su G2, G2 Pro, G Flex.

LG-G4-M-Upgrade

Ma non solo proprio grazie alla quella streatta collaborazione LG attraverso un post sul proprio blog ufficiale rivela tempistiche record per l’aggiornamento sul suo TOP G4 che arriverebbe entro questa settimana (19-25/10/2015) a partire dalla Polonia e poi a seguire in tutti gli altri mercati, Europa, Asia e America.

Chris Yie, vice presidente e responsabile della comunicazione di marketing per LG Mobile Communications Company, ha dichiarato:

Lavorando a stretto contatto con Google, LG è stata in grado di portare Android 6.0 per il G4 prima di qualsiasi dei nostri concorrenti. Anche se solo la velocità non è un indicatore di grande servizio, lo ha fatto dando ai consumatori la certezza che LG è impegnata principalmente verso i propri clienti.

Le novità dell’aggiornamento sottolineate sono:
– Le autorizzazioni sono state semplificate con un maggiore controllo delle informazione a cui le applicazioni possono accedere, non solo nella fase di installazione, ma in qualsiasi momento
– Modalità silenziosa per i suoni e vibrazione e modalità Non disturbare per bloccare rispettivamente tutti i suoni o solo gli allarmi e le notifiche
– Modalità Doze che ferma alcune applicazioni in background quando il telefono non è in uso, per prolungare in modo significativo la durata della batteria

ASUS

Il produttore taiwanese che tanto successo sta riscutendo grazie all’ottimo rapporto qualità prezzo deve dimostrare che il supporto software, con quanto di buono già dimostrato con Zenfone 2, non è un compromesso. Ad essere aggiornati ad Android 6.0 Marshmallow sarebbe praticamente tutta la famiglia ZenFone 2, con anche ZenFone 2 Laser, Deluxe, ZenFone Selfie e in un secondo tempo la prima generazione con ZenFone 6, ZenFone 5, ZenFone 4.

OnePlus

Oneplus sempre secondo la lista come prevedibile aggiornerà a Android 6.0 sia il suo primo dispositivo, il One, che il 2, attraverso la sua personlizzazione Oxygen OS o Hydrogen OS.

Xiaomi

Il produttore cinese del momento Xiaomi dovrebbe aggiornare invece Mi4, Mi4i, Mi Note, Mi Note Pro, Redmi Note 2, Redmi 2 (e Prime) e, successivamente, anche Redmi Note (2014) e Redmi 1S.

Huawei e Honor

Se la famosa lista citava solo Ascend P8, Ascend Mate 7, Honor 6, Honor 6 Plus lo storico produttore cinese Huawei ha diramato una lista dei modelli che sono confermati riceveranno Android 6.0 in Cina ovvero: Huawei P8, Mate 7, Mate S, P8 Youth Edition, P8 Max, Maimang 4 (variante nazionale del G8), G7 Plus e G7.
Per quanto riguarda i prodotti del brand spin off Honor, i modelli destinati ad essere aggiornati ad Android 6.0 sono Honor 7, 7i, 6 Plus, 6, X2, 4X e Play 4C.

Tante erano le speculazioni sul possibile nome della prossima versione di Android e Google aveva stuzzicato anche rilasciando un video teaser ma nelle scorse ore prima attraverso la consueta posa della statua del robottino verde “in tema” con la nuova versione di fronte al Building 43 (l’Android building) presso il Google HQ a Mountain View e poi ufficializzandolo.

Tutto è iniziato attraverso Jeff Sharkey, Software Engineer di Google, che ha dapprima pubblicato la foto in apertura dell’articolo dove la statua è era coperta da un telo e poi poco dopo la foto qui sotto che svelava che la prossima versione di Android, finora conosciuta come M, si chiamerà “Marshmallow”, il dolce americano che in effetti la nuova statua robottino di Android tiene in mano.

Poi a suggellare il nuovo nome e l’inizio della “avventura” di “Marshmallow” Google ha rilasciato un video con la storia ufficiale della nuova scultura di Android by Googlers Nat and Lo.

Per quanto riguarda invece il numero di versione la prima conferma è arrivata prima con il rilascio della nuova versione di Android SDK ufficiale e poi poco dopo con il rilascio della Developer Preview 3 dove viene chiaramente indicato “Android 6.0”.

nexus2cee_upload4

La terza versione di Android M Developer Preview è presumibilmente una release è abbastanza vicino alla versione finale che dovremmo vedere su nuovi dispositivi e over-the-air entro la fine dell’anno, e come le versioni precedenti è disponibile per il flash su Nexus 5, Nexus 6, Nexus 9, Nexus Player.

È possibile scaricare i file TGZ per un flash manuale da pagina dello sviluppatore Android di Google o aspettare gli aggiornamenti OTA (aggiorneremo l’articolo con i link quando disponibili). Secondo il post del blog degli sviluppatori, le novità sono minmime, limitandosi ad una semplice aggiustamento dell’interfaccia utente della gestione delle autorizzazioni e dell’API delle impronte digitali (che non dovrebbe interessare qualsiasi parte dell’hardware della preview corrente). A questi cambiamenti si aggiunge poi una nuova “boot animation”.

duKoxHn

Nexus 5 (GSM/LTE)
“hammerhead”
hammerhead-MPA44G-preview-3fff4cf7.tgz
MD5: ce86cb083174fab9f52483fa0828b23f
SHA-1: 3fff4cf707c2ce5a5efbb7238982a41d36bd7dcc
Nexus 6
“shamu”
shamu-MPA44G-preview-6ad5fb56.tgz
MD5: d1ec118d4b7dc564f048542576885985
SHA-1: 6ad5fb561e3ccc7fd8c12f8513984a64a0a265da
Nexus 9
“volantis”
volantis-MPA44G-preview-7ff8343a.tgz
MD5: 2f764a8d0b2c176ab723ed7e26907075
SHA-1: 7ff8343a0545a142e6a84023940b75ab328b6ae8
Nexus Player
“fugu”
fugu-MPA44G-preview-f9cc2862.tgz
MD5: 876fdc064836fa7ddf33d34e04fbd772
SHA-1: f9cc2862fa5314393ec5780a6a9e08f9a9aacf4d
Lo sapevi che abbiamo un canale telegram ? Accedi subito!