San Valentino – sondaggio Wiko sui comportamenti digitali e i regali più desiderati dagli innamorati

Anche se l’amore andrebbe celebrato ogni giorno e San Valentino non mette d’accordo proprio tutti, resta il fatto che questa ricorrenza rappresenta per milioni di persone in tutto il mondo un’occasione per festeggiare la propria dolce metà con un regalo.

A confermarlo è il 40% dei partecipanti all’ultimo sondaggio che Wiko, brand franco-cinese di smartphone, ha condotto all’interno della sua community di Instagram. Nonostante quest’anno il budget sia un po’ ridotto (60%), a causa delle conseguenze economiche dovute alla pandemia, a certe tradizioni non si può proprio rinunciare. Soprattutto se si tratta di rendere felice il proprio partner.

È vero che cioccolatini e rose restano un grande classico, mai banale e apprezzato dal 60% del campione, ma anche l’hi-tech conquista sempre più punti tra i doni gettonati per il 14 febbraio. Infatti per il 30% dei rispondenti alla survey un gadget tecnologico rappresenta un’ottima idea regalo su cui orientare il proprio acquisto. E lo smartphone? È già nelle wishlist di oltre il 20% degli innamorati.

Al giorno d’oggi, infatti, non occorrono più budget stratosferici per regalare un device di ultima generazione. Entro i 150€, ad esempio, è disponibile il nuovo Wiko View5, dotato di ampio display immersivo, una batteria long lasting e un comparto fotografico di tutto rispetto.

Tornando all’indagine condotta da Wiko, secondo il 74% degli utenti le nostre vite, sempre più digitali, spesso lasciano maggiore spazio alla gelosia e ai fraintendimenti, ma per assicurare lunga vita all’amore è importante fissare delle regole che non devono essere assolutamente infrante.

Ad esempio? Non curiosare nello smartphone del proprio partner, perché sarebbe una mancanza di fiducia. Il 62% conferma infatti di non averlo mai fatto. O ancora, non condividere le password degli account social (75%) è questione di privacy, ma anche di cyber-sicurezza! E no, non vale neanche guardare chi ha messo i like sotto le foto postate dalla propria metà del cuore. Seppur il 42% abbia candidamente ammesso di averlo fatto almeno una volta, ma si sa qualche frecciatina sui possibili “follower”, non manca neanche nelle relazioni più longeve!

Per chi invece è ancora in cerca della propria anima gemella, la situazione è meno rosea. Nonostante la tecnologia sia ormai riconosciuta come la migliore alleata per annullare le distanze e aiutare a sentirsi meno soli, non basta per trasformarsi in un Cupido 4.0. Complici anche le circostanze attuali, ai tempi del distanziamento sociale far nascere un nuovo amore è sempre più una mission impossible (58%).

Ma in fin dei conti, che fretta c’è? L’amore, quello giusto, prima o poi arriva sempre e spesso anche con un dono speciale, magari al prossimo San Valentino.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Giornata europea della protezione dei dati personali: Avira stila un vademecum per aiutare gli utenti a tutelare la privacy online

Next Post

Data Privacy Day: l’80% delle aziende non ha ancora imposto criteri per l’utilizzo delle password

Related Posts