Recensione ZTE Axon M by Smartphone Italia

Recensione ZTE Axon M by Smartphone Italia

Dopo un paio di settimane di utilizzo con lo  ZTE Axon M (qui la preview), vediamo come si è comportato questo particolare dispositivo.

Confezione

La confezione ha una classica forma rettangolare, molto bella e piacevole anche al tatto. L’apertura è particolare, infatti riprende il motivo dell’Axon M, aprendosi su un lato e mostrando il contenitore per guida rapida e clip per l’apertura del cassettino porta nanoSIM e microSD e sull’altro lato, lo Smartphone.

Rimosso il dispositivo troviamo tre scatoline per i tre accessori, ovvero, cavetto USB-Type C, caricatore da 5V/3A, 9V/3A e 12V 1.5A e gli auricolari.

Costruzione, Ergonomia

Esteticamente troviamo quindi un corpo in alluminio, con i display da entrambi i lati uniti dall’imponente cerniera sul lato destro.

L’Axon M è massiccio e imponente e lo si nota già dai primi utilizzi, dove il peso di 230 grammi subito si fa sentire e se le dimensioni in altezza e larghezza, sono abbastanza contenute, 150.9 x 71.6mm, lo spessore è davvero “imponente” con i suoi 12.2mm.

Come detto, sulla destra troviamo l’imponente cerniera che unisce i due display, quindi tutti le funzionalità e i tasti sono stati spostati sul lato opposto. Troviamo, quindi,  il carrellino per l’alloggiamento di SIM e microSD, il bilanciere del volume, il pulsante di accensione/spegnimento, il sensore per le impronte digitali e un pulsante dedicato ad alcune scorciatoie, come per esempio la fotocamera. Sul lato inferiore troviamo la porta USB-Type C, con microfono principale e altoparlante.

Frontalmente, sulla sinistra troviamo la generosa fotocamera 20MP e il Flash LED dual-tone, al centro troviamo capsula auricolare e i vari sensori.

Posteriormente è presente il secondo display.

Hardware

Lo ZTE Axon M monta un processore Qualcomm MSM8996 Snapdragon 821 – Quad-core (2×2.15 GHz Kryo & 2×1.6 GHz Kryo) con GPU Adreno 530, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 256GB.

Rapido lo sblocco tramite il sensore di lettura delle impronte, non presente lo sblocco tramite riconoscimento del viso.

Display

Lo ZTE Axon M ha due display entrambi da 5.2 pollici, con risoluzione FHD (1920 x 1080), di sicuro il tratto distintivo che lo contraddistingue. Ottimi pannelli che possono essere tarati tramite le varie impostazioni disponibili, ovviamente avremo la stessa tarature su entrambi i pannelli.

Buona la luminosità e la regolazione automatica, nessun problema sotto la luce diretta del sole; ovviamente è prevista la possibilità di regolare il colore.

Il doppio display può essere utilizzato in 4 modalità diverse:

  1. Modalità Dual (A/B): per utilizzare in contemporanea diverse app, si può quindi utilizzare il dispositivo anche in due, indipendentemente, oppure usare due app, per esempio guardare un video mentre si scrive una mail o ci si messaggia con qualcuno.
  2. Modalità Estesa (/-\): video, email e giochi fruibili su un display Full HD da 6.75”, almeno in teoria, in pratica è che per vedere un video, per esempio, non è il massimo in quanto il display pressoché quadrato che si viene a creare non aumenterà di molto la visione rispetto ad un solo display, anzi peggiorerà le cose avendo giusto al centro la riga formata dalla cerniera. Diverso è il discorso se si consulta un sito internet o anche la mail, avendo la possibilità di visualizzare molte più informazione. Altro esempio è l’utilizzo con app di messaggistica, dove su un display avremo la nostra conversazione, mentre sull’altro la tastiera completa.
  3. Modalità Condivisa (A/A): permette all’utente di guardare insieme ad un gruppo di amici gli stessi contenuti, da un unico dispositivo. Basterà piegare il telefono in modalità Condivisa e posizionarlo su un tavolo sfruttando i due schermi, in questo modo su entrambi gli schermi verrà visualizzata la stessa cosa.
  4. Modalità Singola (A): è la modalità normale, con il secondo display ripiegato. In questa modalità ho trovato utile durante la visione di video o di presentazione, aprire comunque il secondo display, ma lasciandolo spento, in modo da avere un supporto per rendere più fruibile la visione.

Software

La versione di Android è la 7.1.2 Nougat e l’interfaccia è per lo più stock.

Il sistema gira sempre fluido, senza nessun tipo di impuntamento, o rallentamenti vari, complice il processore, anche se vecchiotto fa egregiamente il suo lavoro, e l’interfaccia completamente stock.

Gli unici lag e difettucci sono dovuti all’implementazione della gestione dei due monitor, a volte il passaggio non è immediato e i soft touch dedicati ogni tanto non rispondono subito.

Un altro problema l’abbiamo riscontrato utilizzando l’app Telegram e si presenta durante la scelta di contenuti multimediali da inviare durante una chat. In pratica appena si seleziona l’icona corrispondente (la graffetta), il software di gestione del doppio schermo, spegne il monitor frontale, accendendo il secondario (il posteriore) pensando forse che l’utente voglia scattare una foto, purtroppo girando il telefono per continuare la visualizzazione sul display posteriore, il software ci ripensa e riaccende il display principale, rispegnendo il secondario. Nessun problema utilizzando altre app di messaggistica come Whatsapp e Hangouts.

Essendo venduto in accordo con TIM, come app installate troviamo tutte quelle TIM, Browser Sicuro, MyTimFisso, MyTimMobile, Seri A TIM, TIM I love games, TIM Protect, TIMaudiobook, TIMMUSIC, TIMvision, Top App. La nota positiva è che sono tutte disinstallabili, certo ci perderete qualche minuto, ma avrete un terminale pulito, a differenza di altri operatori le cui app pre installate non sono disinstallabili. Presente anche la Galleria.

Fotocamera

Sull’Axon M, troviamo una solo fotocamera da 20 megapixel, posta anteriormente e le foto sono di ottima qualità, in qusi tutte le condizioni di utilizzo, ovviamente in notturna si perde qualcosa, ma abbastanza accettabile il risultato.

L’app di gestione offre alcune scene pre impostate da scegliere, tra cui troviamo, Automatica,  Manuale (PRO) e Panorama.

Alcune foto scattate con lo ZTE Axon M

Video girato con lo ZTE Axon M

Autonomia

Lo ZTE Axon M ha una batteria da 3180 mAh, e certo non può fare miracoli considerando il processore non parco nei consumi e il doppio display. Considerando che con l’utilizzo il display secondario diventa comodo e lo si usa spesso, le circa 3.5h di schermo attivo, con 1 SIM attiva, 8/9h in 3g/4g, 7/8h in WiFi, con social (Facebook, Twitter, Instagram) in push, whatsapp, telegram e hangouts, costantemente attivi, non sono affatto male.

Conclusioni

Lo ZTE Axon M è attualmente disponibile al prezzo di circa 700 euro su Amazon o di 899 euro tramite TIM. Certo non è un prezzo per tutti, se si considera che con 700 euro si prende un vero top di gamma, con precessore e hardware più recente e anche dalla line più attuale.

L’Axon M lo vediamo bene per un utilizzo più business che consumer, sia per il suo prezzo sia cìper la completa sfruttabilità del doppio display.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display Principale: 5.2″ Dual IPS LCD capacitive touchscreen FHD (1980  x 1080)
Fotocamera Frontale: 20 MP, autofocus, dual-LED dual-tone flash
Fotocamera Posteriore: Non presente
Processore: Qualcomm MSM8996 Snapdragon 821 – Quad-core (2×2.15 GHz Kryo & 2×1.6 GHz Kryo)
Processore Grafico: Adreno 530
Memoria: 64GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 256GB, 4GB RAM
Dimensioni / peso: 150.9 x 71.6 x 12.2 mm, peso 230g.
Batteria: Agli ioni di litio da 3180 mAh (non removibile)
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, WiFi Direct, hotspot – Bluetooth 4.2, A2DP, LE
Reti: LTE Cat. 6 DL 300 Mbps DL, 75 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione: NON presente
NFC: No
IRDA: No
USB: Type-C 1.0
GPS: Sì, con A-GPS
Radio: No
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 7.1.2 (Nougat)
Sim: Nano-SIM

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
7/10
Materiali
8/10
Display
9/10
Fotocamera
9/10
Software
8/10
Autonomia
8/10
Prezzo
6/10
Rapporto qualità / prezzo
7/10

 

Articoli correlati