Recensione Xiaomi Mi Band 3 by Smartphone Italia

Recensione Xiaomi Mi Band 3 by Smartphone Italia

Presente sul mercato da un paio di mesi e al mio polso sinistro ormai da quasi un mese (tempo necessario per valutare bene la batteria), è giunto il momento di vedere come si è comportata la Xiaomi Mi Band 3.

Confezione

La confezione è molto contenuta e quadrata con la smart band riposta in un singolare vano e staccata dal braccialetto; presente, assieme alla guida rapida (in cinese) in uno scompartimento separato. In un altro scompartimento troviamo il cavetto usb per la ricarica.

ATTENZIONE!!! Xiaomi sconsiglia di caricare la band tramite caricatori da parete, ma di usare la presa usb di un PC, a causa di probabili sbalzi di tensione che potrebbero avvenire durante la ricarica. E’ possibile effettuare la carica tramite un Power Bank.

Costruzione, Ergonomia

plastica  tasto incavato posto nella parte inferiore dello schermo.

La Mi Band 3 è la naturale evoluzione della Mi Band 2 (qui la nostra prova), leggermente più grande e con il display bombato e non più a “filo” del cinturino, sicuramente meglio integrato e più solido; le dimensioni restano contenute, il peso sale dai 7 grammi della Mi Band 2 a 9 grammi, ancora irrisorio e fa si che ci si dimentica quasi di indossare la Mi Band 3, 11 grammi è il peso del cinturino in gomma. Il sistema di aggancio del cinturino è stato migliorato rispetto al precedente modello e adesso non rischiamo più aperture accidentali. Dopo un mese di utilizzo e indossando la band la mattina e togliendola la sera, il cinturino non presenta segni di usura.

La Mi Band 3 è completamente in plastica, la certificazione presente è IP67.

L’aggancio al cinturino è immediato e la band resta salda, molto di più del precedente modello.

Al centro della parte posteriore è presente il sensore per il battito cardiaco e sulla parte inferiore, i connettori per l’attacco al cavo per la ricarica.

Display

Il piccolo display passa dai 0.42 pollici della Mi Band 2 agli attuali 0.78 pollici ed è di tipo Passive Matrix OLED (PMOLED), con una risoluzione di 128×80 e con il tasto di gestione incavato e posto nella parte inferiore dello schermo. Tutto sommato un buon display, purtroppo sotto la luce diretta del sole è del tutto illeggibile e si fatica anche all’ombra.

Non molto veloce l’attivazione del display tramite movimento del polso.

Utilizzo

L’associazione avviene scaricando l’app di gestione, Mi Fit, o dal Google Play o dal sito tramite QR (consigliato), compatibile con Android 5.0; l’associazione è molto facile e immediata, è bastato aprire l’app per effettuarla.

Per utilizzare l’app la è necessario registrarsi tramite un account Xiaomi in modo da poter effettuare il backup di tutti i progressi sul cloud Mi.

Tramite l’app è possibile monitorare passi, battito cardiaco, entrambi visualizzabili tramite il display, assieme alla distanza e alla carica della batteria, informazioni giornaliere, che si azzerano ad ogni nuovo giorno. Solo tramite l’app è possibile visualizzare le fasi del sonno e le statistiche giornaliere, settimanali e mensili.

Riconoscimento Attività e Passi

Il rilevamento dei passi non è impeccabile e nei nostri test è risultato un po’ sottostimato; mentre funziona abbastanza bene il riconoscimento automatico delle attività, ma i dati saranno visibili solo tramite l’app.

Presente la notifica per l’avviso di sedentarietà, non impostabile e dai miei test scatta dopo un’inattività tra i 60 e i 90 minuti.

Monitoraggio del Battito

La misurazione del battito cardiaco è abbastanza precisa a patto che la band sia molto aderente al polso; purtroppo tramite l’app di gestione non è possibile il monitoraggio continuo, presente, invece, in app di terze parti.

Monitoraggio del Sonno

Il monitoraggio del sonno avviene in maniera automatica, tramite l’accelerometro che ne riconosce l’inizio e la fine tenendo anche sotto controllo la frequenza cardiaca. Le statistiche saranno visibili tramite l’app, con anche la distinzione tra sonno profondo e sonno leggero.

Tramite la sveglia intelligente verremo svegliati solo quando saremo in un sonno leggero almeno mezz’ora prima dell’orario scelto.

Notifiche

E’ possibile ricevere le notifiche tramite la band e, oltre alle telefonate, sarà possibile scegliere le varie applicazioni presenti sullo smartphone.

Tutte le statistiche verranno sincronizzate con l’account Xiaomi ogni qualvolta apriamo l’app Mi Fit e cambiando dispositivo al quale colleghiamo la Mi Band 3, non sarà necessario resettare la Band e tramite i nostro account avremo tutti i dati sincronizzati.

La vibrazione è molto forte, impossibile perdersi una notifica o non svegliarsi con una sveglia impostata.

Software

Il Sistema Operativo presente è proprietario, molto ben fatto, fluido e intuitivo con le varie schermate comandabili tramite il touch screen.

Sullo Smartwatch è presente il monitoraggio della frequenza cardiaca, molto preciso e la misurazione avviene in maniera del tutto automatica e il monitoraggio del sonno.

Ovviamente troviamo l’immancabile cronometro, la ricerca del telefono e la possibilità di mettere silenzioso il dispositivo collegato.

Autonomia

La durata media della Mi Band 3 è di circa 15 giorni con la ricezione delle notifiche, il controllo del battito cardiaco e del sonno e qualche attività sportivo sporadica durante la settimana.

Come per la Mi Band 2, anche in questo caso, purtroppo non è possibile spegnere la Mi Band.

Conclusioni

La Xioami Mi Band 3 continua il percorso cominciato con Xiaomi con la Mi Band 1, continuato con la Mi band 2 e il lavoro fatto è davvero ottimo e si è riusciti a migliorare e aggiornare un prodotto già quasi perfetto.

Oltre ai vari store Cinesi, è possibile acquistare la Mi Band 3 anche su Amazon ad un prezzo di circa 30 euro da oggi 10 settembre (qui la notizia). Un prezzo tutto sommato adeguato a quanto offerto e con la garanzia offerta da Amazon.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 0.78″ OLED risoluzione 128×80
– Processore: –
– Memoria RAM: –
– Memoria interna: –
– Dimensioni: 46.9 x 17.9 x 12 mm
– Peso: 20 g
– Batteria: Polimeri di Litio da 110 mAh
– Connettività: Bluetooth v4.2
– Sensori: Sensore cardiofrequenzimetro, Conta Passi
– Sistema operativo: Proprietario
– Certificazione: IP67 per resistenza a polvere e acqua fino a 50 metri
– Compatibilità: Android 4.4 / iOS 9.0 o successive

Costruzione / Ergonomia
8/10
Hardware
7/10
Materiali
8/10
Display
7/10
Software
7/10
Autonomia
9/10
Prezzo
10/10
Rapporto qualità / prezzo
10/10