Recensione Xiaomi AmazFit Stratos by Smartphone Italia

Recensione Xiaomi AmazFit Stratos by Smartphone Italia

Acquistato un mesetto fa (qui la preview), è giunto il momento di vedere come si è comportato lo Xiaomi AmazFit Stratos. Vediamo le mie considerazioni.

Confezione

La confezione, di forma quadrata, è formata da una parte esterna che, una volta sfilata da accesso alla vera e proprio confezione. Rimosso lo smartwach, troviamo lo scompartimento contenente il cavo  e la basetta di ricarica con cavo Usb-MicroUSB annesso e la manualistica.

Costruzione

L’AmazFit Stratos cambia radicalmente stile rispetto al suo predecessore, l’AmazFit Pace (qui la nostra prova), rimanendo sempre di forma circolare, ma aggiungendo 3 pulsanti laterali, che lo fanno sembrare un cronografo.

Lo Stratos ha le dimensioni di 35 x 35 x 15 mm e 60 g di peso. Il cinturino è in gomma ed è dotato di un pratico sistema di sgancio, risulta molto comodo al polso. Il cinturino ha un attacco standard da 22mm, quindi intercambiabile con qualunque cinturino presente in commercio.

La cassa è in policarbonato con inserti in fibra di vetro con effetto carbonio, la parte superiore è in ceramica e sulla destra troviamo i due pulsanti fisici (scorrere in avanti, selezionare, tornare indietro o in basso) con il microfono posto sotto il tasto inferiore; sulla sinistra, in posizione centrale, troviamo l’altoparlante per le chiamate.

Posteriormente troviamo, in posizione centrale, il sensore per il battito cardiaco e poco sopra i contatti per la basetta di ricarica.

Hardware

L’AmazFit Stratos monta un processore Dual Core da 1.2GHz, 512MB di RAM 4GB di memoria interna (in parte occupata da contenuti preinstallati, solo 2GB utilizzabili dall’utente finale). Alla voce connettività troviamo il Bluetooth 4.0, il Wi-Fi, mentre come sensori troviamo, GPS, accelerometro, giroscopio, battito cardiaco, luminosità, geomagnetico. La batteria è al litio da 290mAh. Presente la Certificazione IP67 per la resistenza ad acqua e polvere.

Display

Il display è un LCD da 1.34 pollici con una risoluzione di 320×300, con l’unico neo della, seppur piccola, odiosa banda nera nella parte bassa, dove è posizionato il sensore della luminosità.

Il display è di tipo Always-on con una tecnologia transflettiva che lo rende molto più visibile alla luce diretta del sole che in condizioni di scarsa luminosità, dove con il movimento del polso verrà attivata la retroilluminazione, decisamente meglio rispetto al Pace.

Utilizzo

L’associazione avviene scaricando l’app di gestioneAmazfit Watch, dal Google Play, per l’associazione abbiamo usato il Samsung Galaxy A7 2017 (qui la recensione), lo Xiaomi Mi 8 Lite (qui la recensione) e il Nokia 7.1 (qui la recensione) tutti e tre con Android 8.

L’associazione è molto facile e immediata, basta accendere lo Smartwatch, lanciare l’app sul nostro dispositivo e seguire le istruzioni che volta per volta appaieranno sui due display.

Accoppiato via Bluetooth, sarà possibile visualizzare tutte le notifiche che arriveranno al dispositivo associato.

Dopo la prima accensione è stato possibile aggiornare il FirmWare all’ultima versione contenente la lingua Italiana.

Software

Come Sistema Operativo, troviamo Android 4.4, ma è completamente modificato per adattarsi all’Amazfit Pace. La personalizzazione è molto ben fatta ed intuitiva e con l’aggiunta della lingua italiana, non ci sono problemi nell’utilizzo giornaliero, anche perchè chi non mastica l’inglese.

Dopo aver attivato il display tramite il pulsante fisico, dalla home, con uno swipe dall’alto verso il basso verrà visualizzato un menu con meteo, e 4 icone per, modalità nottemodalità aereo, regolazione luminosità, impostazioni (Connessione, Generale, Sincronizza, Aggiornamenti, Dispositivo, App, Informazioni, Huami Lab, Feedback); uno swipe da sinistra verso destra o tenendo premuto per 3 secondi il pulsante superiore, potremmo tornare alla schermata precedente.

Dalla home, con uno swipe da sinistra verso destra, troviamo la sezione Sport (con Corsa e Camminata in risalto con la possibilità di gestirne altri, Bici all’aperto, Piscina, Nuoto libero, Tapis roulant, Cyclette, Ellittica, Arrampicata, Corsa trial, Triathlon, Sci, Tennis, Calcio, Multisport, Salto della corda) e la sezione Attività; con uno swipe da destra verso sinistra, troviamo i vari widget, Cronometro, Timer, Previsione meteo, Frequenza cardiaca, Musica, Sveglia, Bussola, Sonno, Centro d’allenamento, Posizione.

App Amazfit Watch

L’app di gestione, Amazfit Watch, è disponibile sia per Android che per iOS, ed è ottenibile sia direttamente dallo store che tramite QR Code.

L’app è abbastanza curata, anche se permette solo una configurazione minima dello SmartWatch, e anche le informazioni date sono poche, come il resoconto dei passi, del sonno, la scansione del battito cardiaco, le Watch Faces, la gestione delle notifiche delle app e i vari widget che vogliamo visualizzare.

Batteria

I primi giorni di utilizzo sono stati un po’ deludenti dal punto di vista dell’autonomia, in quanto con il nostro utilizzo standard, arrivavamo a stento a 2.5gg di utilizzo. Dopo qualche settimana e diversi cicli di ricarica, le cose sono migliorate le cose e ci siamo assestati a circa 5gg pieni di utilizzo, tenendolo spento la notte.

Durante il test, l’Amazfit Stratos rimaneva connesso allo smartphone per 17/18h, spento la notte e contapassi attivo, senza monitoraggio continuo del battito e con molte notifiche ricevute, tra mail, social e chat, molte delle quali consultate direttamente sullo smartwatch.

Prezzo

Come tutti i prodotti Cinesi che non hanno una vendita europea, anche questo smartwatch Xiaomi, va acquistato su siti cinesi. Noi l’abbiamo acquistato su GearBest ad un prezzo di circa 130 euro; su Amazon è disponibile a circa 180 euro.

Conclusioni

L’Amazfit Stratos è senza ombra di dubbio un ottimo SmartWatch, con un buon rapporto qualità prezzo e un display straordinario, peccato per la retroilluminazione, ma alla luce diretta del sole è uno spettacolo.

Rispetto al Pace, sia FirmWare che App adesso sono in Italiano, sicuramente un bel passo in avanti.

Più che un’evoluzione dell’Amazfit Pace riteniamo lo Stratos un’alternativa, infatti il Pace è tutt’ora disponibile all’acquisto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 1.34 pollici, Reflective OLED, 320 x 300 (278 ppi)
– Processore: Ingenic M200S – Dual Core, 1.2GHz
– Memoria RAM: 512 MB
– Memoria Interna: 4 GB (di cui circa 2GB utilizzabili dall’utente)
– Dimensioni: 35 x 35 x 15 mm
– Peso: 60 g
– Batteria: 290 mAh
– Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth v4.2
– Sensori: GPS + GLONASS, Sensore Battito Cardiaco, Accelerometro, Giroscopio, sensore geomagnetico e di luminosità
– Sistema operativo: Proprietario su base Android
– Certificazione: IP67 per la resistenza ad acqua e polvere

Voti

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
9/10
Software
9/10
Autonomia
9/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
9/10