Recensione Wiko Wim Lite By Smartphone Italia

Recensione Wiko Wim Lite By Smartphone Italia

Dopo aver provato il Wiko Wim (qui la recensione), abbiamo passato le ultime due settimane in compagnia del fratello minore, il Wiko Wim Lite (qui la preview), vediamo come si è comportato.

Confezione

La confezione è di forma quadrata, abbastanza grande con lo smartphone su un lato e sull’altro lo scompartimento con gli accessori, cavetto USB-MicroUSB, caricatore da 1A, auricolari, e clip per l’apertura del carrellino per Nano SIM e microSD.

Costruzione, Ergonomia

Il Wiko Wim esteticamente presenta un telaio in policarbonatocon bordi arrotondati, mentre la cover posteriore, ha una finitura lucida che tende a sporcarsi molto facilmente e rende il terminale scivoloso. Buono il touch & feel; sotto la cover posteriore, non removibile, troviamo la batteria da 3000 mAh.

Sul lato destro, sono presenti, tre pulsanti separati, due per il controllo del volume e uno per accensione/spegnimento; sul lato sinistro, troviamo il carrellino per l’alloggiamento delle due Nano-Sim. Sul lato superiore è presente il microfono per la riduzione dei rumori ambientali e l’ingresso per le cuffie, mentre su quello inferiore, troviamo, microfono principale, connettore microUSB e l’altoparlante di sistema.

Frontalmente, nella parte superiore, troviamo, in posizione centrale la capsula auricolare con, alla sinistra sensori e Flash LED e sulla destra la fotocamera da 16 megapixel; inferiormente troviamo solo il logo Wiko, i tasti soft touch sono a display.

Posteriormente, in posizione centrale, dall’alto verso il basso, troviamo la fotocamera da 13 megapixel, il Flash LED e il sensore per le impronte digitali.

Hardware

Il Wiko Wim Lite monta un processore Qualcomm Snapdragon 435, MSM8940 8-Core, 1.4GHz, con GPU Adreno 505, 3GB di Ram e una memoria interna di 32GB espandibile tramite microSD fino a 128GB.

Abbastanza indecente lo sblocco tramite il sensore di lettura delle impronte, praticamente impossibile sbloccare il dispositivo al primo colpo, ma è un’operazione da ripetere più volte che a volte risulta più comodo lo sblocco tramite inserimento del codice che con il sensore.

Display

Il Wiko Wim Lite ha un display da 5 pollici IPS con risoluzione FHD (1920 x 1080), un pannello senza infamia e senza lode e non è prevista la possibilità di regolare la temperatura colore.

Non perfetta la visibilità alla luce diretta del sole, anche alla massima luminosità la visibilità non è ottimale.

Software

La versione di Android attuale è la 7.1.1 e l’interfaccia Wiko UI è poco invasiva e quasi prettamente stock, ma sicuramente da migliorare.

Il sistema gira quasi sempre abbastanza fluido, ma non mancano riavvii e impuntamenti sporadici, da attribuire all’interfaccia poco ottimizzata e in ogni attività è lento, molto lento, molto di più di telefoni con lo stesso processore, per esempio il Nokia 5 (qui la nostra prova), nonostante avesse lo Snapdragon 430 e 2GB di RAM, girava molto meglio del Wiko Wim Lite. Le app ci mettono molto tempo ad aprirsi, ma anche una volta aperte la risposta è lenta, per es per rispondere ad una mail, prima che possiamo digitare il testo, ovvero che compare la tastiera a video, passano secondi interminabili, dai 5 in su. Dopo un po’ ci si fa l’abitudine, però può diventare snervante. Probabilmente è dovuto ad un’ottimizzazione non ottimale e ad una risoluzione del display troppo spinta per l’hardware montato.

Dobbiamo segnalare l’odiosa musichetta che viene riprodotta all’avvio, ad un volume molto alto e non è possibile silenziarla in alcun modo.

Come personalizzazioni Wiko troviamo, ad esempio, la Smart Left Page 2.0 dove vengono raccolti i contatti e le app più utilizzate, informazioni e notifiche

Presenti diverse gesture, come per esempio la possibilità di attivare il dispositivo tramite un doppio tap a schermo spento, oppure disegnando una O a schermo spento verrà aperta la Fotocamera, con una M partirà il lettore musicale e con una C il Telefono. E possibile anche creare una propria gesture personalizzata per lanciare una determinata app, chiamare un determinato contatto o un SMS a qualcuno.

Le app preinstallate, sono tante, alcune delle quali possono essere disinstallate tramite la configurazione iniziale.

Presente la comoda accensione pianificata.

360 Security

Con 360 Security, sarà possibile gestire il nostro dispositivo, tramite alcune operazioni come la pulizia di file obsoleti, della RAM, la scansione per eventuali virus.

Assistenza telefono

Con Assistenza telefono sarà possibile gestire il nostro dispositivo grazie a varie funzionalità come pulizia cestino, gestione autorizzazioni, gestione carica (risparmio energetico), applicazioni predefinite, gestione notifiche e ottimizzazione generale.

Bloccare i Files

Tramite l’app Bloccare i Files, è possibile, “nascondere” determinati file da occhi indiscreti proteggendoli tramite password e crittografandoli. Purtroppo non è possibile utilizzare lo sblocco tramite impronta digitale.

Blocca app

Sulla falsa riga di Bloccare i Files, Blocca app, serve a ritagliarsi uno spazio protetto da password in cui si saranno le app che non voglio che risultino nell’elenco delle app presenti sul dispositivo. In questo caso è possibile utilizzare lo sblocco tramite impronta digitale.

Tra le varie app installate, segnaliamo, un sempre utile File Manager, la Calcolatrice e la Radio FM.

Fotocamera

Il Wiko WIM Lite monta una fotocamere posteriore con un sensore da 13 megapixel e un’apertura f/2.0.

Le foto sono di buona qualità e la messa a fuoco e’ abbastanza veloce; bene anche le macro.

La fotocamera anteriore da 16 megapixel con Flash LED va ben oltre i classici selfie.

Nell’app di gestione troviamo diverse impostazioni e modalità, Bellezza Viso, Scatto professionale, Scatto Panorama, Codice QR, Time-Lapse, Monocromo, Slow Motion.

Alcune foto scattate con il Wiko Wim Lite

Video girato con il Wiko Wim Lite

Autonomia

La batteria da 3000 mAh offre una buona autonomia, con un uso medio/intenso si riesce a coprire la giornata di utilizzo (7.00-00.00) con 10h in 3g/4g e il resto della giornata in wifi con social network in push, whatsapp e telegram costantemente attivi, abbiamo chiuso la giornata con circa 3.5h di schermo attivo. Con un utilizzo più blando, superare le 4h non è un problema. Da una batteria da 3000 mAh e con l’hardware presente, ci saremmo aspettati qualcosa di più.

Conclusioni

Al prezzo attuale di circa 160 euro, il Wiko WIM Lite è tutto sommato un buon prodotto, ci saremmo aspettato un po’ di “grinta” in più, ma probabilmente con qualche aggiornamento le cose potranno solo migliorare.

Aggiornamenti che potranno portare vantaggi anche alla voce autonomia.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 5″ AMOLED FHD (1920 x 1080)
Fotocamera Frontale: 16 MP con LED Flash
Fotocamera Posteriore: 13MP, f/2.0, Dual-Tone flash LED
Processore: Snapdragon 435, MSM8940 8-Core, 1.4GHz
Processore Grafico: Adreno 505
Memoria: 32GB di memoria interna, espandibile tramite micro sd fino a 128GB, 3GB RAM
Dimensioni / peso: 144 x 71.7 x 8.75 mm, peso 149g.
Batteria: Ai polimeri di litio da 3000 mAh (non removibile)
Connettività: 802.11 a/b/g/n, Bluetooth v4.2
Reti: LTE Cat. 6 DL 300 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione: Non presente
NFC:
USB: microUSB 2.0, USB On-The-Go
GPS: Sì, con A-GPS
Radio:
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 7.1.1 (Nougat) con Wiko Launcher
Sim: Nano-SIM

Costruzione / Ergonomia
8/10
Hardware
8/10
Materiali
7/10
Display
7/10
Fotocamera
8/10
Software
8/10
Autonomia
7/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
8/10