Recensione realme Watch S by Smartphone Italia

AAAAAElFTkSuQmCC

Presentato un paio di mesi fa (qui la notizia) e disponibile da Dicembre, è giunto il momento di vedere come si è comportato il realme Watch S durante la nostra prova.

Confezione

La confezione è abbastanza grande e sviluppata in verticale con Watch S posizionato in lunghezza e una volta rimosso troviamo l’unico accessorio presente, ovvero la basetta di ricarica con cavo USB integrato, nonché la manualistica.

Costruzione

Il Watch S è di forma circolare è ha dimensioni compatte, infatti misura 47 x 47 x 12 mm, giuste anche per un polso non grande, come il mio. Grazie al peso di 48 grammi, risulta subito comodo; il cinturino è in silicone ed è dotato di un pratico sistema di sgancio e ha dimensioni standard ed è di buona fattura.

La cassa è in alluminio con il retro in plastica, abbastanza elegante con una ghiera fissa; sulla destra troviamo i due pulsanti fisici.

Nella parte posteriore, troviamo il connettore per la ricarica e i vari sensori.

Il Watch S è dotato di certificazione IP68 per resistenza all’acqua (fino a 1.5 metri) e alla polvere.

Alla voce connettività troviamo il Bluetooth 5.0 con LE e A2DP, mentre la batteria è al litio da 390 mAh.

Come sensori sono presenti, Accelerometro, Sensore Battito Cardiaco, Bussola, SpO2, Luce ambientale, niente GPS.

Display

Il display è da 1.39 pollici IPS LCD con una risoluzione di 360 x 360 pixel, circolare e senza odiose bande nere come alcuni dei suoi concorrenti. Il sensore di luminosità è nascosto sotto il display.

La luminosità è davvero ottima e anche alla luce diretta del sole, il display è leggibile così come in interno.

Purtroppo manca la modalità always-on, ok che girando il polso l’attivazione del display è immediata, ma avendo un AmazFit Stratos 3 come smartwatch personale, la mancanza si sente e non è nemmeno possibile mantenere lo schermo attivo tot minuti come abbiamo visto su altri smartwatch.

Utilizzo

L’associazione avviene scaricando l’app di gestione, realme link (disponibile sia per Android che per iOS), per l’associazione sono stati usati un Asus Zenfone 7 (qui la nostra prova) e un realme 7i (qui la nostra prova), e risulta essere molto facile e immediata, tramite l’app abbiamo accoppiato i due dispositivi e cominciato la configurazione dello SmartWatch.

La vibrazione è abbastanza forte, difficile perdersi qualche notifica e il conteggio dei passi è abbastanza preciso.

Come Sistema Operativo, realme ha scelto di dotare il Watch S con un suo sistema proprietario, e riteniamo la scelta molto azzeccata.

Il sistema è molto fluido e l’interfaccia è molto intuitiva e nei vari menu ci si può muovere sia tramite i due pulsanti fisici, sia tramite il touch-screen; per esempio tramite una pressione prolungata sul display è possibile cambiare quadrante, con uno swipe dall’alto verso il basso sarà possibile consultare le ultime notifiche arrivate, mentre uno swipe dal basso verso l’altro abbiamo accesso alle varie app presenti; uno swipe da sinistra verso destra ci dà accesso una sorta di menu rapido con la possibilità di scegliere di impostare la modalità notte, di impostare luminosità e risparmio energetico, accedere alle impostazioni e visualizzare l’autonomia residua.

Purtroppo non è possibile rispondere alle chiamate e parlare direttamente tramite lo smartwatch.

Con uno swipe da destra verso sinistra troviamo dei widget che ci indicano, per es. le informazioni sul battito cardiaco e l’andamento dell’attività fisica o il meteo.

Con il pulsante in alto (o tramite uno swipe dal basso verso l’alto) si entra nel menu generale dove è possibile gestire le varie opzioni disponibili e richiamare le varie app presenti; il pulsante, inoltre, ha anche la funzione back.

Con il pulsante in basso, invece, si entra nel menu con le 16 modalità di attività fisica presenti (Corsa, Alpinismo, Bicicletta, Nuoto, Calcio, eccetera).

App

Tramite l’app realme link disponibile per Android e iOS  è possibile sia gestire a pieno lo smartwatch, sia tenere monitorate e sincronizzate le varie attività.

Autonomia

La batteria da 390 mAh consente un’autonomia di tutto rispetto, e con la nostra giornata di utilizzo, 7.00 – 0.00, quindi non indossandolo la notte, con tutti i sensori attivi e contapassi, ci siamo attestati sui 14/15 giorni di utilizzo.

Durante le 16/17h giornaliere di utilizzo, abbiamo ricevuto parecchie notifiche, per alcune di queste, abbiamo utilizzato lo smartwatch per visualizzarle. Peccato non poter rispondere direttamente dallo smartwatch.

 

Conclusioni

Il realme Watch S, è uno smartwatch alla portata di tutti ed è compatibile sia con dispositivi Android che con dispositivi Apple ed è offerto ad un prezzo molto competitivo. Il modello da noi provato è disponibile ad un prezzo intorno agli 80 euro su sito del produttore.

Esperienza d’uso al top ed un prezzo accessibile a tutti, fanno di questo Smartwatch, tra i migliori in commercio, non sono della sua fascia di mercato, ma anche facendo salire l’asticella.

 

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 1.3 pollici, IPS LCD, 360 x 360 (278 ppi)
Dimensioni: 47 x 47 x 12 mm
Peso: 48 g
Batteria: 390 mAh
Connettività: Bluetooth v5.0, A2DP, LE
GPS: No
Altoparlante: No
Sensori: Accelerometro, Sensore Battito Cardiaco, Bussola, SpO2, Luce ambientale
NFC: No
Certificazione: IP68 contro acqua e polvere fino a 1.5 m

Voti

[vote voto=”8″ titolo=”Costruzione / Ergonomia” /][vote voto=”8″ titolo=”Hardware” /][vote voto=”8″ titolo=”Materiali” /][vote voto=”8″ titolo=”Display” /][vote voto=”8″ titolo=”Software” /][vote voto=”9″ titolo=”Autonomia” /][vote voto=”10″ titolo=”Prezzo” /][vote voto=”10″ titolo=”Rapporto qualità / prezzo” /]
Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Dynabook aggiorna la propria gamma di device integrando i processori Intel Core di 11a generazione

Next Post

CES 2021 – Kingston presenta la nuova linea di SSD NVM e la serie Workflow

Related Posts