Recensione POCO X3 Pro by Smartphone Italia

AAAAAElFTkSuQmCC

Presentato qualche giorno fa (qui l’evento), abbiamo deciso di acquistare POCO X3 Pro (qui l’unboxing). Vediamo come si è comportato durante il nostro test.

Confezione

8

La confezione è di forma rettangolare di colore nero con scritte gialle; una volta aperta troviamo lo scatolino contenente cover trasparente in silicone (con sportellino di protezione per l’ingresso USB Tipo C), clip per l’apertura del cassettino per nanoSIM/slot microSD, degli adesivi POCO e la guida rapida; subito sotto troviamo lo smartphone e una volta rimosso sono presenti cavetto USB-Tipo C e caricatore da 5V/3A 15W – 9V/3A 27W – 12V/2.25A 27W – 20V/1.35A 27W – 11V/3A per la ricarica rapida a 33W.

Costruzione, Ergonomia

8

Il POCO X3 Pro ha una linea abbastanza piacevole con corpo in plastica e bordi arrotondati e lucidi e cover anch’essa in plastica con retro 3D curvo con una finitura cangiante che cattura la luce da diverse angolazioni e al centro troviamo una striscia verticale lucida con al suo interno il logo POCO cromatico, e nel caso della colorazione Phantom Black in nostro possesso, ai lati abbiamo una finitura opaca, molto bella che rende tutto l’insieme davvero elegante; le dimensioni sono importanti ma in mano si tiene bene, infatti il POCO X3 Pro misura 165.3 x 76.8 mm con uno spessore di 9.4 mm e un peso di 215 grammi.

Sul lato destro troviamo bilanciere per regolazione del volume e pulsante di accensione/spegnimento con inglobato al suo interno il sensore per le impronte digitali, mentre su quello sinistro troviamo il carrellino per nanoSIM e microSD.

Sul lato superiore sono presenti, IRDA (sempre un piacere trovarlo su un terminale di fascia medio bassa), il microfono per la riduzione del rumore e lo speaker secondario, mentre inferiormente sono presenti, ingresso per le cuffie, ingresso USB Tipo-C, microfono principale e altoparlante principale.

Posteriormente, in posizione superiore centrale, in una cornice tondeggiante, troviamo il comparto fotografico principale, composto da quattro sensori, 48 MP, f/1.8, (grandangolare), 8 MP, f/2.2, 119° (ultra grandangolare), 2 MP, f/2.4, (macro),  2 MP, f/2.4 (per la profondità di campo), e Flash Dual LED.

Frontalmente, nella parte superiore troviamo, tra la scocca e il display, la capsula auricolare con sensori di prossimità e luminosità e poco sotto la fotocamera anteriore da 20 MP, f/2.2 (grandangolare).

Hardware

9

Il POCO X3 Pro monta un processore Qualcomm Snapdragon 860 (7 nm) – Octa-core (1×2.96 GHz Kryo 485 Gold & 3×2.42 GHz Kryo 485 Gold & 4×1.78 GHz Kryo 485 Silver) con un processore grafico Adreno 640, in pratica uno Snapdragon 855+ migliorato nelle frequenze operative, quindi una rivisitazione di un chip top di gamma di due anni fa; la RAM presente è da 6 GB e 128 GB è la memoria interna UFS 3.1, espandibile con microSDXC.

Il POCO X3 Pro utilizza un modem LTE-A (2CA) Cat 20, con la possibilità di scaricare fino a 2000 Mbps, mentre in upload ci si ferma a 315 Mbps.
Alla voce connessioni, troviamo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.0, GPS con A-GPS dual-band; presente anche l’NFC.

Rapido e immediato lo sblocco tramite il sensore di impronte posto lateralmente sul pulsante di accensione e spegnimento, posizione che personalmente a noi piace molto.

Molto preciso e rapido anche lo sblocco tramite riconoscimento del volto.

Presente sia LED per le notifiche che audio stereo grazie a due speaker presenti, il principale in basso e il secondario in alto che forniscono un suono piacevole.

Display

7

Il display è un IPS LCD da 6.67 pollici con risoluzione FHD+ (2340 x 1080 pixel) 20:9 e 120 Hz di frequenza di aggiornamento; buon pannello con un ampio angolo di visuale e con un refresh rate a 120 Hz estremamente fluido, soprattutto nel caso di giochi o riproduzione video

Buona la regolazione automatica della luminosità e la visibilità alla luce diretta del sole. Presente la possibilità di regolare la modalità di colore a nostro piacimento.

Software

8

La versione attuale di Android è la 11 con la MIUI 12 for POCO come interfaccia e, il sistema gira sempre fluido, senza alcun tipo di impuntamento nemmeno durante la fine della giornata e con utilizzo intenso e molte app aperte in background, complici i 6 GB RAM e il processore Qualcomm, che si comportano egregiamente, senza dimenticare l’aiuto che arriva dalle memorie con standard UFS 3.1.

Tra le varie impostazioni, segnaliamo la possibilità di gestire le varie gesture presenti, impostare alcune scorciatoie collegate ai vari gesti sullo schermo.

Sicurezza

Tramite l’app Sicurezza è possibile, gestire il telefono effettuando varie operazioni, come per esempio ottimizzare il dispositivo, fare pulizia delle app che risiedono in memoria, vedere l’utilizzo dei dati, il filtro molestie, la durata della batteria ed effettuare la Scansione Virus.

Turbo Videogiochi

Turbo Videogiochi è un contenitore al cui interno posso essere inseriti i giochi, in modo da essere lanciati in modalità gioco, ovvero svuotando la RAM e applicando il profilo di utilizzo scelto (Competizione, Bilanciato e Basso Consumo). Sarà inoltre possibile silenziare le notifiche per non essere disturbati durante il gioco.

Secondo Spazio

Attivabile tramite impostazioni, la prima volta e poi tramite l’icona CambiaSecondo Spazio, è sicuramente un’app interessantissima, tramite la quale è possibile creare un ambiente parallelo con una propria password e una propria impronta digitale. In questo modo già direttamente dallo sblocco sarà possibile entrare in uno o nell’altro ambiente, semplicemente digitando la password relativa o tramite l’impronta corrispondente.

In Secondo Spazio è possibile importare foto e documenti, che saranno visibili solo lì, importare app e scegliere se visualizzarle su entrambi gli spazi o solo su uno dei due; in questo caso ogni app è indipendente, è possibile quindi avere la stessa app sui due spazi a cui è collegato un account diverso, google incluso. Davvero un’ottima possibilità per chi utilizza il telefono per lavoro e per uso personale e vuole tenere ben distinte le due cose.

Tra le app installate, troviamo anche le immancabili, Calcolatrice, Gestione File, Bussola e il telecomando.

Fotocamera

7

Il POCO X3 Pro monta una fotocamera posteriore con quattro sensori, il principale da 48 MP (f/1.8, 24mm), grandangolare, il secondario da 8 MP (f/2.2), 123° ultra grandangolare il terzo da 2MP, f/2.4, macro e l’ultimo  da 2 MP, f/2.4 per la profondità di campo.

Le foto scattate con il sensore da 48 MP, sono buone in condizioni di luce ottimali. La differenze rispetto la modalità normale la si nota soprattutto ingrandendo le foto, dove nella modalità 48 megapixel, l’ingrandimento sarà maggiore e più definito. Da rivedere le foto con scarsa illuminazione.

Il secondo sensore da 13 MP, f/2.2, ultra grandangolare, con campo visivo di 123° consente di catturare immagini più ampie e la qualità è buona. Anche in questo caso sono da rivedere le foto con scarsa illuminazione.

Poco utili i due sensori secondari che essendo da 2 MP, poco possono fare, per carità encomiabile l’idea di mettere quattro cam su uno smartphone di questa fascia, ma se poi 2 non servono a nulla o quasi, diventa solo una questione di marketing. Il sensore macro consente di avvicinarsi ad una distanza di scatto di 4 cm, peccato che la poca risoluzione ne vanifica l’utilità reale.

La fotocamera anteriore monta un sensore da 20 megapixel f/2.2, grandangolare, che forse ci ha convinti più delle 2 posteriori. I video vengono girati in FHD a 30fps.

L’app Fotocamera offre un discreto numero di modalità preimpostate, ovvero, 48M, Notte, Breve video, Panorama, Documenti, Slow motion, Time-Lapse.

video sono girati con la stabilizzazione digitale dell’immagine in 4K a 30fps, 1080pa 30/60/120fps e 720p a 960fps.

Video girato con il Poco X3 Pro

Autonomia

10

Sul POCO X3 Pro è presente una batteria da 5160 mAh, e l’autonomia è davvero mostruosa; anche utilizzando molto il dispositivo con 4g per una decina d’ore e 3-4 in wifi, con due account mail in push, social in push, whatsapp e telegram attive e in push con diverse notifiche, diversi video su YouTube, display tenuto sempre alla frequenza di 120 Hz, smartwatch e auricolari Bluetooth collegati, arrivare a sera non è stato mai un problema, con utilizzo più blando se ne ha ancora per il giorno dopo e quello dopo ancora…

E se tutto questa riserva di autonomia non dovesse bastarvi, vi verrà incontro la ricarica rapida da 33W con il caricatore incluso in confezione e in 30 minuti avremo già il 59% di batteria (caricando da 0) e in 59 minuti la carica completa.

 

Conclusioni

Già allettante al prezzo di lancio di 249 euro, il POCO X3 Pro spesso lo si può trovare su Amazon o sul sito del produttore al prezzo di 199 euro (prezzo a cui l’abbiamo acquistato noi) e a questo prezzo è difficile trovare di meglio ed è senza alcun dubbio tra gli smartphone con il miglior rapporto qualità/prezzo presente sul mercato; processore, RAM e archiviazione interna di livello superiore, chicche come l’audio stereo e la porta a raggi infrarossi che sono difficili da trovare anche nella fascia superiore, per non parlare dell’autonomia disponibile. Ma non è tutto oro quello che luccica e se da un parte metti, da una parte devi per forza togliere e in questo caso a farne le spese è il comprato fotografico, che per carità è allineato alla fascia di prezzo ma forse qualcosa in più si poteva fare.

 

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.67″ IPS LCD, FHD+ (2400 x 1080 pixel) – 120Hz, HDR10 – 20:9 – Corning Gorilla Glass 6
Fotocamera Frontale: 20 MP f/2.1 (grandangolare) – Video: 1080p@30fps
Fotocamera Posteriore: Quadrupla: 48 MP, f/1.8 (grandangolare) – 8 MP, f/2.2, 119° (ultra grandangolare) – 2 MP, f/2.4 (macro) – 2 MP, f/2.4 (per la profondità di campo) e Flash Dual LED – Video: 4K@30fps, 1080p@30/60/120fps, 720p@960fps con stabilizzazione digitale dell’immagine
Processore: Qualcomm Snapdragon 860 (7 nm) – Octa-core (1×2.96 GHz Kryo 485 Gold & 3×2.42 GHz Kryo 485 Gold & 4×1.78 GHz Kryo 485 Silver)
Processore Grafico: Adreno 640
Memoria: 128 GB di memoria interna (UFS 3.1), espandibile con microSDXC, 6 GB RAM
Dimensioni / peso: 165.3 x 76.8 x 9.4 mm, peso 215 g
Batteria: Ai polimeri di litio da 5160 mAh (non removibile) – Ricarica da 33W, 59% in 30 min, 100% in 59 min
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth v5.0, A2DP, LE
Reti: HSPA 42.2/5.76 Mbps, LTE-A (2CA) Cat. 20 – 2000 Mbps DL, 315 Mbps UP
Certificazione: IP53 contro polvere e schizzi d’acqua
NFC:
IRDA:
USB: USB Type-C 2.0, USB On-The-Go
3.5mm jack: 
– GPS: Sì, con A-GPS, GLONASS, BDS, GALILEO
Radio:
Lettore di impronte: Sì, posto sotto il display
Sistema operativo: Android 11, MIUI 12 for POCO
Sim: Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

8/10
Total Score
  • Costruzione / Ergonomia
    8/10 Veramente buono
  • Hardware
    9/10 Eccezzionale
  • Materiali
    7/10 Buono
  • Display
    8/10 Veramente buono
  • Fotocamera
    7/10 Buono
  • Software
    8/10 Veramente buono
  • Autonomia
    9/10 Eccezzionale
  • Prezzo
    9/10 Eccezzionale
  • Rapporto qualità / prezzo
    10/10 Pazzesco
Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

LinkedIn conferma la violazione dei dati di 500 milioni di iscritti, i dettagli personali vengono venduti online

Next Post

realme 8 Pro e Nintendo Switch Lite protagonisti di #REALMEnteGamer, l’iniziativa di realme

Related Posts