Recensione LG G8s ThinQ by Smartphone Italia

Recensione LG G8s ThinQ by Smartphone Italia

Annunciato lo scorso febbraio al MWC di Barcellona (qui la notizia), e disponibile da un mesetto, abbiamo avuto modo di provare il G8s ThinQ, l’ultimo top gamma LG, dotato di interessanti tecnologie come Z-Camera, e le Air Motion. Vediamo come si è comportato durante la nostra prova.

Confezione

La confezione è di forma rettangolare, molto classica, nera con scritta G8s ThinQ in Grigio; appena aperta troviamo una pezzolina per pulire sia display che cover posteriore e subito sotto lo smartphone, rimosso il quale troviamo uno scompartimento contenente cavetto USB-USB Type C, caricatore da 5V/1.8A-9V/1.8A, clip per l’apertura del carrellino per Nano SIM e microSD, la scatolina contenente auricolari e gommini.

Costruzione, Ergonomia

Esteticamente troviamo un bordo in alluminio lucido con la scocca posteriore in vetro a specchio (Gorilla Glass 6) molto bella ma purtroppo non esente da ditate, rimovibili tramite la pezzolina in dotazione; il G8s ThinQ misura 155.3 x 76.6 x 8 mm, per un peso di 181 g e ha un ottimo touch&feel anche se è davvero molto scivoloso, meglio utilizzarlo con la cover in dotazione; sotto la cover posteriore, non removibile, troviamo la batteria da 3550 mAh.

Sul lato destro è presente il pulsante di accensione/spegnimento e il carrellino per l’alloggiamento di Nano-Sim e scheda MicroSD, mentre su quello sinistro, troviamo il bilanciere del volume (con pulsanti separati) e il pulsante dedicato a Google Assitant.

Sul lato superiore troviamo il microfono per la riduzione dei rumori, mentre sul lato inferiore, sono presenti, ingresso per le cuffie, microfono principale, connettore USB-USB Type-C e altoparlante di sistema.

Frontalmente, nella parte superiore, troviamo, in posizione centrale il notch con capsula auricolare, sensori e la Z-Camera, ovvero fotocamera da 8 megapixel, 26mm (standard), f/1.9. con sensore ToF e emettitore a infrarossi.

Posteriormente sulla sinistra, troviamo la tripla fotocamera (leggermente sporgente) da 12 megapixel, 27mm (standard) e apertura f/1.8, più un sensore secondario sempre da 12 megapixel, 49mm (tele) e apertura f/2.6 e il terzo sensore da 13 megapixel, 14mm (grandangolare) e apertura f/2.4; sulla destra trova posto il flash e poco sotto il sensore delle impronte digitali.

Hardware

Il G8s ThinQ monta un processore Qualcomm SDM855 Snapdragon 855 (7 nm) – Octa-core (1×2.84 GHz Kryo 485 & 3×2.42 GHz Kryo 485 & 4×1.8 GHz Kryo 485) con GPU Adreno 640, 6GB di Ram e una memoria interna di 128GB, espandibile tramite microSD fino a 1TB.

Il G8s ThinQ utilizza un modem LTE-A (2CA) Cat 19, con la possibilità di scaricare fino a 1600 Mbps e in upload ci si ferma a 150 Mbps.
Alla voce connessioni, troviamo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Bluetooth 5.0, GPS con A-GPS; presente anche l’NFC.

Anche sul G8s ThinQ è presente la tecnologia Boombox, grazie alla quale, appoggiando lo smartphone su un piano, il volume e la qualità, vengono amplificate grazie ad una cassa di risonanza presente all’interno della scocca.

Presente la certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere e la certificazione MIL-STD-810G per la resistenza a cadute ed urti.

LG per il suo lettore delle impronte digitali, utilizza Hand ID, un tipo di sblocco che riconosce il reticolo venoso della mano. Questo tipo di sensore è più sicuro in quanto riconosce forma, spessore e altre caratteristiche uniche delle vene delle mani. Non è rapido come il sensori a cui siamo abituati, ma comunque lo sblocco è abbastanza rapido.

Presente lo sblocco tramite riconoscimento tridimensionale del volto, utilizzando il sensore ToF 3D e il sensore a infrarossi, abbastanza rapido e veloce.

Il sensore a infrarossi consente lo sblocco tramite il reticolo venoso presente nel palmo della mano. L’idea è buona ma funziona solo con display acceso e il riconoscimento non è immediato a causa ti trovare il giusto posizionamento del palmo della mano.

Display

Il G8s ThinQ ha un display da 6.21 pollici LG OLED, con risoluzione QHD+ (2248 x 1440); un ottimo panello, molto luminoso, nessun problema nemmeno sotto la luce diretta del sole; ottima la luminosità automatica. Previsto anche l’Always-on, per visualizzare le notifiche quando il dispositivo è in stand-by.

Software

La versione di Android attuale è la 9.0 Oreo con la LG UX come interfaccia; il sistema è sempre fluido, senza impuntamenti, lag, riavvii o qualsiasi altro tipo di problema, nemmeno a fine giornata con parecchie app aperte.

Come classico dell’interfaccia LG, troviamo anche qui le impostazioni suddivise in schede, e la mancanza del drawer delle app. E’ possibile inserire anche i widget nelle varie home, così come da standard android. Tramite le impostazioni è possibile personalizzare l’aspetto, per es personalizzando la barra di navigazione, modificando le icone e per chi lo odia, togliere il notch.

Come anticipato in fase di descrizione del dispositivo, sul lato sinistro è presente il pulsante dedicato a Google Assitant. Utile o non utile lo lasciamo decidere a no, ma noi di Smartphone Italia, l’abbiamo trovato sì comodo, ma non molto utile. Sarebbe stato diverso se fosse stato personalizzabile a piacimento dall’utente.

Air Motion

Il sensore anteriore permette il riconoscimento dei movimenti della mano ed è quindi possibile eseguire diverse azioni, per esempio rispondere alle chiamate, chiuderle, fare screenshot o avviare app e regolare il volume di riproduzione. Tutto dopo aver registrato la propria mano e seguito il breve tutorial.

La tecnologia è interessante ma non sempre funziona, sicuramente si tratta di tecnologia ancora acerba ma senz’altro una buona idea.

LG Health
Per gestire l’attività fisica e i vari progressi giornalieri.

Smart Doctor

Tramite l’app Smart Doctorè possibile gestire il telefono, tenendo sotto controllo la memoria interna e la RAM, l’utilizzo della batteria, il risparmio energetico, l’esecuzione di test hardware, una diagnosi generale, con la possibilità di fare un’ottimizzazione generale del sistema.

LG Mobile Switch

Con LG Mobile Switch è possibile trasferire dati come messaggi, immagini e schermate Home dal vecchio dispositivo al nuovo dispositivo, selezionando tre metodi per il trasferimento, Cavo USB, Wireless, Scheda SD.

Non mancano un sempre utile File Manager, Meteo, Attività, Torcia, QuickMemo+, Radio FMBussola, Calcolatrice.

Fotocamera

Il G8s ThinQ monta una tripla fotocamera, con sensore principale da 12 megapixel, 27mm (standard) e apertura f/1.8, sensore secondario sempre da 12 megapixel, 49mm (tele) e apertura f/2.6 e il terzo sensore da 13 megapixel, 14mm (grandangolare) e apertura f/2.4.

Le foto sono davvero ottime, con tutte e tre le fotocamere; buone anche di sera e con poca luce. Utile l’aiuto fornito dall’intelligenza artificiale per il riconoscimento automatico di scene e soggetti.

Anteriormente troviamo una Z Camera con sensore principale da 8 megapixel da 26mm e apertura f/1.9 e sensore ToF 3D; le foto sono di buon livello. Tramite la modalità ritratto possiamo scattare selfie con 256 livelli di sfocato, anche durante i video ritratti.

Alcune foto scattate con il G8s ThinQ

Per quanto riguarda i video, è possibile registrarli fino alla risoluzione di 4K a 60fps, con la possibilità di utilizzare lo zoom.

Video girato con il G8s ThinQ

Autonomia

La batteria da 3550 mAh offre una discreta autonomia, con un uso medio/intenso si riesce a coprire la giornata di utilizzo (7.00-00.00) con 10h in 3g/4g e il resto della giornata in wifi con social network in push, whatsapp e telegram costantemente attivi, abbiamo chiuso la giornata con circa 3/3.5h di schermo attivo. Usando GPS, app o giochi, l’autonomia scende in maniera abbastanza considerevole.

Presente il supporto alla ricarica rapida Quick Charge 3.0 e la ricarica wireless.

Conclusioni

Il G8s ThinQ di LG è di sicuro un ottimo top gamma, ma forse offerto ad un prezzo troppo alto per il mercato attuale, ma sicuramente in linea con quanto offerto. A fronte di un prezzo di lancio di 769.90 euro, attualmente è possibile trovarlo al prezzo di 680 euro su Amazon.

I materiali sono al top così come l’hardware, e ci sono molte tecnologie esclusive, ma forse si poteva fare qualche sforzo in più sul prezzo di uscita.

Nell’utilizzo quotidiano le Air Motion possono tornare utili quando si ha la necessità di dover utilizzare il dispositivo senza poterlo toccare, ma si tratta di tecnologie ancora acerbe e la risposta non è immediata.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.21″ OLED, QHD+ (2248 x 1440 pixel)
Fotocamera Frontale: 8 MP, f/1.9, 26mm
Fotocamera Posteriore: Tripla: 12 MP, f/1.8, 27mm (standard), 1.4µm, PDAF & laser AF, OIS
12 MP, f/2.6, 49mm (teleobiettivo), 1.0µm, PDAF, OIS, 2x optical zoom
13 MP, f/2.4, 14mm (ultra grandangolare), 1.0µm, LED flash
Processore: Qualcomm SDM855 Snapdragon 855 (7 nm) – Octa-core (1×2.84 GHz Kryo 485 & 3×2.42 GHz Kryo 485 & 4×1.8 GHz Kryo 485)
Processore Grafico: Adreno 640
Memoria: 128GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1TB, 6GB RAM
Dimensioni / peso: 155.3 x 76.6 x 8 mm, peso 181 g.
Batteria: Ai polimeri di litio da 3550 mAh (non removibile) – ricarica rapida Quick Charge 3.0, ricarica wireless
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, DLNA, hotspot – Bluetooth v5.0, A2DP, LE, aptX HD
Reti: LTE Cat. 19 DL 1600 Mbps DL, 150 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione:  IP68 per la resistenza all’acqua e alla polvere (fino a 1.5m per massimo 30 minuti)
NFC:
IRDA: No
USB: 3.1, Type-C 1.0, USB On-The-Go
Jack 3.5mm:
GPS: Sì, con A-GPS, GLONASS, BDS
Radio: No
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 9.0 (Pie)
Sim: Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
8/10
Materiali
9/10
Display
8/10
Fotocamera
9/10
Software
9/10
Autonomia
8/10
Prezzo
7/10
Rapporto qualità / prezzo
7/10