Recensione Huawei Watch GT 2 by Smartphone Italia

Recensione Huawei Watch GT 2 by Smartphone Italia

Dopo un paio di settimane di utilizzo (qui l’unboxing), è giunto il momento di vedere come si è comportato il Huawei Watch GT 2 durante la nostra prova.

Confezione

La confezione è abbastanza grande con il Watch GT 2 sulla sinistra e uno scatolino con gli accessori sulla destra. Come accessori troviamo il cavo USB-Tipo C e la basetta di ricarica, nonché la manualistica.

Costruzione

Il Watch GT 2 è di forma circolare è ha le dimensioni di 45,9 x 45,9 x 10,7 mm, più o meno giuste anche per un polso non grande, come il mio. Grazie al peso di 41 grammi, risulta subito comodo; il cinturino è in fluoroelastomero ed è dotato di un pratico sistema di sgancio e ha dimensioni standard ed è di buona fattura.

La cassa in acciaio inossidabile Black con il retro in plastica, molto elegante; presente la ghiera fissa; sulla destra troviamo i due pulsanti fisici.

Nella parte posteriore, troviamo il connettore per la ricarica e il sensore per il battito cardiaco.

Hardware

Il Watch GT 2  monta un processore Huawei-made Kirin A1, 32 MB di memoria RAM e 4 GB di memoria interna. Come connettività troviamo il Bluetooth 5.1 con LE, EDR, NFC presente solo sulla versione cinese. La batteria è al litio da 420mAh.

Come sensori sono presenti, GPS, il già citato Sensore Battito Cardiaco, Bussola, Giroscopio, Barometro, Sensore capacitivo, Sensore di luce ambientale.

Display

Il display è da 1.39 pollici AMOLED con una risoluzione di 454 x 454 pixel, circolare e senza odiose bande nere come alcuni dei suoi concorrenti. Il sensore di luminosità è nascosto sotto il display.

La luminosità è davvero ottima e anche alla luce diretta del sole, il display è leggibile così come in interno.

Purtroppo manca la modalità always-on, ok che girando il polso l’attivazione del display è immediata, ma avendo un AmazFit Stratos come smartwatch personale (qui la prova), la mancanza si sente; è possibile mantenere lo schermo attivo per 5, 10, 15 o 20 minuti, ma l’autonomia ne risente, soprattutto dai 10 minuti in su.

Utilizzo e Huawei Lite OS

L’associazione avviene scaricando l’app di gestione, Huawei Fit, dal Google Play; per l’associazione è stato un Huawei Mate 20 Pro (qui la nostra prova), e risulta essere molto facile e immediata, tramite l’app abbiamo accoppiato i due dispositivi e cominciato la configurazione dello SmartWatch.

La vibrazione è abbastanza forte, difficile perdersi qualche notifica.

Il conteggio dei passi è abbastanza preciso.

Come Sistema Operativo, Huawei ha scelto di dotare il Watch GT 2 con un suo sistema proprietario, il Huawei Lite OS e riteniamo la scelta molto azzeccata.

Il sistema è molto fluido e l’interfaccia è molto intuitiva e nei vari manu ci si può muovere sia tramite i due pulsanti fisici, sia tramite il touch-screen; per esempio tramite una pressione prolungata sul display è possibile cambiare quadrante, con uno swipe dall’alto verso il basso abbiamo una sorta di menu rapido con la possibilità di scegliere di impostare la modalità notte, di tenere acceso il display per 5 minuti, di trovare il dispositivo, di accedere alle impostazioni e di visualizzare l’autonomia residua.

E’ possibile rispondere alle chiamate e parlare direttamente tramite lo smartwatch; in un ambiente come la stanza di un appartamento, ma anche in auto, l’audio sarà chiaro e anche il nostro interlocutore non avrà difficoltà nel capirci.

Con uno swipe da destra verso sinistra troviamo dei widget che ci indicano, per es. le informazioni sul battito cardiaco e l’andamento dell’attività fisica.

Con il pulsante in alto si entra nel menu generale do è possibile gestire le varie opzioni disponibili e richiamare le vari app presenti.

Con il pulsante in basso, invece, si entra nel menu con tutti gli allenamenti presenti (Corsa, Alpinismo, Bicicletta, Nuoto, …).

App

Tramite l’app Huawei Health (disponibile qui) è possibile sia gestire a pieno lo smartwatch, sia tenere monitorate e sincronizzate le varie attività.

Autonomia

La batteria da 455 mAh consente un’autonomia di tutto rispetto, e con la nostra giornata di utilizzo, 7.00 – 0.00, quindi non indossandolo la notte, con tutti i sensori attivi e contapassi, ci siamo attestati sui 12/13 giorni di utilizzo.

Durante le 16/17h giornaliere di utilizzo, abbiamo ricevuto parecchie notifiche, per alcune di queste, abbiamo utilizzato lo smartwatch per visualizzarle. Peccato non poter rispondere direttamente dallo smartwatch.

Utilizzando molto le attività sportive, quindi con GPS attivo, considerando un utilizzo continuativo, si arriva a circa 12/13h di utilizzo.

Conclusioni

Il Huawei Watch GT 2, tutto sommato è un buon prodotto ed è offerto anche ad un prezzo molto competitivo. Il modello da noi provato è disponibile ad un prezzo di 199 euro su Amazon, in linea con quanto offerto.

Materiali ed esperienza d’uso al top e qualità/prezzo ai vertici, fanno di questo Smartwatch, tra i migliori in commercio, non sono della sua fascia di mercato, ma anche facendo salire l’asticella.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 1.39 pollici, AMOLED, 454 x 454 HD
Processore: Huawei-made Kirin A1
Memoria RAM: 32 MB
Memoria interna: 4 GB
Dimensioni: 45,9 x 45,9 x 10,7 mm
Peso: 41 g (senza cinturino)
Batteria: 455 mAh
Connettività: Bluetooth v5.1, LE, EDR
GPS: Sì con GLONASS, GALILEO
Altoparlante: No
Sensori: Accelerometro, Giroscopio, Sensore geomagnetico, Sensore ottico battito cardiaco, Sensore luce ambientale, Sensore pressione aria, Sensore capacitivo
NFC: Sì (solo versione Cinese)
Certificazione: Resistente fino a 5 Atmosfere
Sistema operativo: Huawei Lite OS

Voti

Costruzione / Ergonomia
8/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
8/10
Software
8/10
Autonomia
9/10
Prezzo
10/10
Rapporto qualità / prezzo
9/10