Recensione Huawei Watch 2 by Smartphone Italia

Recensione Huawei Watch 2 by Smartphone Italia

Dopo un mesetto di utilizzo (qui la preview), è giunto il momento di vedere come si è comportato il Huawei Watch 2.

Confezione

La confezione è abbastanza grande con il Watch 2 sulla sinistra e uno scatolino con gli accessori sulla destra. Come accessori troviamo il cavo Usb-MicroUSB e la basetta di ricarica, nonché la manualistica.

Costruzione

Il Watch 2 ha le dimensioni di 48.9 x 45 x 12.6 mm, più o meno giuste anche per un polso non grande, come il mio. Purtroppo Il cinturino è in plastica è dotato di un pratico sistema di sgancio e ha dimensioni standard, ma è di fattura molto economica e una volta indossato, soprattutto all’inizio da molto fastidio.

La cassa in plastica ci ha fatto storcere il naso da subito, su un prodotto del genere ci saremmo aspettati almeno una cassa in acciaio; la ghiera è in ceramica ma è fissa, nonostante Android Wear 2.0 preveda la gestione ghiera girevole in stile Samsung Gear; sulla destra troviamo i due pulsanti fisici. Nella parte posteriore, a sinistra, è presente il connettore per la ricarica e al centro il sensore per il battito cardiaco. Il tutto completato con la Certificazione IP68 per resistenza ad acqua e polvere.

Hardware

Il Watch 2 monta un processore Qualcomm Snapdragon Wear 2100 quad core da 1,1 GHz, 768MB di RAM e 4GB di memoria interna (in parte occupata dal sistema operativo). Come connettività troviamo il Bluetooth 4.1, WiFi e NFC. La batteria è al litio da 420mAh. Come sensori sono presenti, GPS, il già citato Sensore Battito Cardiaco, Bussola, Giroscopio, Barometro, Sensore capacitivo, Sensore di luce ambientale.

Display

Il display è da 1.2 pollici Amoled con una risoluzione di 390×390 pixel, circolare e senza odiose bande nere come alcuni dei suoi concorrenti. Il sensore di luminosità è nascosto sotto il display.

Utilizzo

L’associazione avviene scaricando l’app di gestione, Android Wear, dal Google Play; per l’associazione, sono stati usati uno Xiaomi Mi 6 (qui la recensione) e il nuovissimo Asus ZenFone 4 (qui la nostra prova), entrambi con Nougat 7.1.1.
L’associazione è molto facile e immediata, tramite l’app abbiamo accoppiato i due dispositivi e cominciato la configurazione dello SmartWatch.

Durante la prima configurazione verranno installate sul dispositivo le app compatibili presenti sullo Smartphone, come ad esempio, Hangout, WhatsApp, nel nostro caso anche l’app di gestione di Wind, che fornisce tutte le informazioni sulla nostra tariffa, minuti, sms e gb rimanenti, credito presente sulla sim.

Da segnalare la piccola ma utile tastiera, grazie alla quale è possibile rispondere alla notifiche ricevute.

La vibrazione è abbastanza forte, difficile perdersi qualche notifica.

Purtroppo il conteggio dei passi è leggermente sovrastimato ma non in maniera eccessiva.

I due pulsanti fisici sono associati ciascuno ad una determinata azione, il tasto superiore attiva il menu, mentre con il tasto inferiore si potrà accedere alle funzionalità fitness, ma è anche possibile modificare la funzionalità, per esempio assegnando un’app a nostra scelta.

Le gestione del fitness è davvero ben fatta (un po’ lenta l’apertura), il GPS è preciso, un po’ meno il sensore del battito cardiaco.

Come allenamenti disponibili abbiamo, Corsa, Bruciare i grassi, Cardio, Passeggiata, Pedalata all’aperto, Tapis roulant, Pedalata all’interno, Altro.

App

Per sfruttare al meglio il Watch 2, oltre alla classica Android Wear, vanno scaricate anche altre due app Huawei, Huawei Wear (disponibile qui) e Huawei Health (disponibile qui). Purtroppo solo installando tutte e 3 le app si riesce ad avere un’esperienza d’uso completa.

Autonomia

La batteria da 420mAh purtroppo non consente un’autonomia oltre la giornata di utilizzo, 7.00 – 0.00 con always on, tutti i sensori attivi e contapassi, onestamente ci aspettavamo qualcosa in più.
Durante le 16/17h giornaliere di utilizzo, abbiamo ricevuto parecchie notifiche, per alcune di queste, abbiamo utilizzato lo smartwatch per rispondere, usando la tastiera. Almeno la carica completa avviene in poco meno di un’ora.

Conclusioni

Il Huawei Watch 2, tutto sommato è un buon prodotto, ma da uno smartwatch che a listino viene proposto ad un prezzo di 329 euro, ci aspettavamo qualcosa in più, soprattutto alla voce materiali (cassa e cinturino in plastica) e alla voce autonomia.

Attualmente è possibile trovare il watch ad un prezzo di 269 euro, online, sicuramente un prezzo più in linea con quanto offerto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 1.2 pollici, Amoled, 390 x 390 (326 ppi)
Processore: Qualcomm Snapdragon Wear 2100, 1.1 GHz
Memoria RAM: 768 MB
Memoria interna: 4 GB
Dimensioni: 48.9 x 45 x 12.6 mm
Peso: 57 g
Batteria: 420 mAh
Connettività: Wi-Fi 2.4 GHz 802.11 b/g/n, Bluetooth v4.1 BLE+BR/EDR
Altoparlante: Supportato
Sensori: GPS + GLONASS, Sensore Battito Cardiaco, Bussola, Giroscopio, Barometro, Sensore capacitivo, Sensore di luce ambientale
NFC:
Certificazione: IP68 per la resistenza ad acqua e polvere
Sistema operativo: Android Wear OS 2.0

Voti

Costruzione / Ergonomia
8/10
Hardware
8/10
Materiali
7/10
Display
8/10
Software
8/10
Autonomia
7/10
Prezzo
6/10
Rapporto qualità / prezzo
7/10