Recensione Huawei P9 by Smartphone Italia

Recensione Huawei P9 by Smartphone Italia

Dopo circa una settimana di utilizzo (qui la nostra preview), purtroppo è venuto il momento di separarci da questo gioiellino. Purtroppo perchè il P9 di Huawei ci ha convinto davvero molto, su tutti i fronti.

Confezione

La confezione, è in classico stile Huawei, ovvero dalle dimensioni generose e tutti gli accessori al loro posto nelle varie scatoline. La dotazione è completa, troviamo infatti il cavetto usb-USB Type-C, il caricatore da a 2A, gli auricolari, la clip per l’apertura del cassettino porta sim (in formato Nano) e microSD e la manualistica. Come già scritto nella previewpurtroppo nella nostra confezione erano presenti solo il cavetto e il caricatore, qualche pseudo giornalista che ha ricevuto il terminale prima di noi, ha ritenuto opportuno fare i suoi comodi fregandosene di chi avrebbe provato il terminale dopo di lui, pensando bene di “dimenticarsi” a casa sua gli auricolari, la clip e la guida rapida.

Costruzione, Ergonomia e Display

Il P9 ha una linea molto piacevole, con la cornice satinata arrotondata in metallo con due linee lucide che ne seguono tutto il profilo, con la cover posteriore, non removibile, anch’essa in alluminio.

Posteriormente la parte superiore presenta una “fascia” di trama lucida, nel nostro esemplare di colore bianco, diversa dal resto della scocca. Al suo interno troviamo il doppio flash e la doppia fotocamera da 12 megapixel. Sulla parte destra, troviamo, il bilanciere del volume e il pulsante di accensione/spegnimento, leggermente zigrinato; sul lato sinistro troviamo il cassettino per la Nano-Sim e la scheda MicroSD.
Sul lato superiore troviamo il microfono per la riduzione del rumore. Sul lato inferiore sono presenti, l’ingresso per le cuffie, il microfono, il connettore USB-Type C e l’altoparlante di sistema.
Frontalmente, nella parte superiore troviamo, in posizione centrale, lo speaker con a sinistra sensori e fotocamera frontale.

Il P9 ha un display da 5.2 pollici Full HD (1920×1080) e un processore Huawei HiSilicon Kirin 955 (64-bit), Octa-Core con 4 core Cortex-A72 a 2.5GHz e 4 core Cortex-A53 a 1.8GHz, presenti 3 Gb di Ram e 32GB di memoria interna espandibile tramite micro SD.

Software

La versione di Android attuale è la 6.0 con la EMUI come interfaccia, in versione 4.1. Come sappiamo, la personalizzazione da parte di Huawei è molto profonda e coinvolge tutto il sistema, a partire dal drawer delle app che non è presente.

All’interno delle impostazioni sono presenti altre personalizzazioni, la gestione delle notifiche, le App protette, App in rete, le gesture, la gestione della barra di navigazione e la gestione del sensore di impronte. Presenti le gesture associate al sensore; troviamo la possibilità, tramite swipe dall’alto verso il basso e viceversa, di mostrare e nascondere l’area delle notifiche, scattare foto, rispondere ad una chiamata e interrompere una sveglia; utile la gesture per far scorrere le foto, con uno swipe da destra verso sinistra o da sinistra verso destra.

Come per il P9 Lite, il lavoro svolto da Huawei è ottimo, infatti durante la settimana di utilizzo non abbiamo mai riscontrato rallentamenti o impuntamenti ne riavvii accidentali, il sistema è risultato sempre fluido anche con molte app aperte.

Gestione Telefono

Tramite l’app Gestione Telefono è possibile, appunto, gestire il telefono effettuando varie operazioni, tra le cui, possiamo, chiudere le app che consumano molto, disinstallare le app che usiamo meno, impostare il risparmio energetico, controllare il consumo dei dati da parte delle app, modificare la modalità “non disturbare”.

Temi
Huawei per la sua EMUI da spazio alla personalizzazione grafica da parte dell’utente grazie alla possibilità di cambiare il Tema dell’interfaccia, potendo scegliere tra molti temi sia gratis che a pagamento.

HiCare
Per ottenere assistenza, informazioni sulla garanzia, manuali e assistenza sui social.

Non mancano un sempre utile file manager (Gestione File), Radio FM, Meteo, Specchio, Torcia, il Blocco note (anche come widget).

Presente anche la possibilità di personalizzare la barra di navigazione, potendo cambiare l’ordine dei tasti soft, impostando la possibilità di metterla a scomparsa, inoltre è possibile aggiungere un ulteriore pulsante soft-touch che ci permetterà, una volta premuto, di abbassare la tendina delle notifiche.

Fotocamera

Il P9 monta una doppia fotocamera posteriore da 12 megapixel, la seconda per il bianco/nero, entrambe con ottiche Leica. Le foto sono di ottima qualità in ogni tipologia d’uso, sia all’aperto che in ambiente chiuso, anche senza l’utilizzo del flash.

La fotocamera anteriore da 8 megapixel permette ottimi selfie e video chiamate di tutto rispetto.

L’app di gestione offre molte impostazioni e molte scene pre impostate da scegliere, Sentimentale, Impatto, Filtro ND, Valencia, Originale, Blu, Aura, Nostalgia, Alba. Presente anche scatto notturno, panorama, light painting, time lapse, rallentatore e filigrana

Foto scattate con il P9

Autonomia

Il P9 ha una batteria da 3000 mAh che con il nostro uso stress, 3g/4g per una decina d’ore e 3-4 in wifi, con due account mail in push, social in push, whatsapp e telegram attive e in push con diverse notifiche giornaliere, una mezz’ora di telefonare e qualche sms, ci ha portato a sera senza alcun tipo di problema; infatti siamo arrivati a coprire le 4h di schermo acceso senza alcun problema. Sotto copertura wi-fi si riesce ad arrivare anche a 5h di schermo acceso, valori superiori a quelli fatti registrare dal fratello minore, nonostante l’hardware più spinto.

Conclusioni

Huawei con il P9 ha cercato di prendere quanto di buono già fatto con il P8 e di migliorarlo, cercando di sistemare i piccoli nei presenti, come per esempio la batteria poco performante. Secondo il nostro parere, c’è riuscita con ampio margine, costruendo un prodotto molto bello esteticamente, con la “chicca” della doppia fotocamera firmata Leica e una batteria al passo con in tempi.

Il comparto hardware è davvero completo, con un ottimo processore e 3GB di RAM e memoria interna da 32 GB, ovviamente, espandibile.

A fronte di un prezzo di listino di circa 600 euro, attualmente lo si può trovare online ad un prezzo di poco superiore ai 400 euro, davvero un affare.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 5,2″ FHD (1920 x 1080)
Fotocamera Frontale: 8MP, f/2.4
Fotocamera Posteriore: 12MP x 2, f/2.2 Leica BSI CMOS Flash dual-tone
Processore: Kirin 955 (64-bit), Octa-Core (4x Cortex-A72 at 2.5GHz + 4x Cortex-A53 at 1.8GHz)
Processore Grafico: Mali T880
Memoria: 32GB di memoria interna, espandibile tramite micro sd, 3GB RAM
Dimensioni / peso: 145 x 70,9 x 6,95 mm 144g
Batteria: Agli ioni di litio da 3000mAh
Connettività: Router Wi-Fi / Wi-Fi Direct / Download Booster, 802.11 a/b/g/n/ac 2.4G+5GHz, MIMO (2×2), Bluetooth V4.2 / ANT+
Reti: LTE Cat. 6 DL 300 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
NFC: Sì
USB: Type-C
Gps: GPS/A-GPS/Glonass/BDS
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow con EMUI 4.1
Sim: Nano-SIM

Costruzione / Ergonomia
8/10
Hardware
8/10
Display
8/10
Fotocamera
9/10
Software
9/10
Autonomia
8/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
8/10