Recensione Creative Outlier Air V3

AAAAAElFTkSuQmCC

Presentate qualche mese fa (qui la notizia), abbiamo avuto modo di provare le nuove cuffie Creative Outlier Air V3. Vediamo come si sono comportate nella nostra prova.

Confezione

La confezione è di forma classica e relativamente piccola; appena aperta, troviamo auricolari e custodia per la ricarica in scomparti separati; subito sotto sono presenti cavetto USB-Tipo C, 4 paia di gommini (2 paia di taglia S e 2 paia di taglia M) e guida introduttiva.

Materiali ed ergonomia

Le Creative Outlier Air V3 riprendono lo la linea delle Outlier Air V2, sono quindi ben costruite, abbastanza piccole e leggermente più leggere del modello precedente, infatti pesano solo 5.2 grammi e una volta indossate sembra quasi non averle ed esteticamente troviamo un corpo realizzato in plastica, gradevole al tatto.

Su entrambi gli auricolari troviamo i comandi touch per gestire le varie modalità; tramite un doppio tocco sull’auricolare sinistro, sarà possibile gestire il controllo del rumore, mentre tramite un doppio tocco sull’auricolare sinistro sarà possibile riprodurre/interrompere la musica o rispondere ad una chiamata, con un triplo tocco sull’auricolare sinistro, sarà possibile attivare l’assistente vocale impostato, mentre un triplo tocco sull’auricolare destro ci permetterà di passare alla canzone successiva; durante la riproduzione della musica, una pressione prolungata sull’auricolare sinistro abbasserà il volume, mentre sull’auricolare destro, aumenterà il volume.

Tramite l’app sarà possibile personalizzare i pulsanti a nostro piacimento.

Su entrambi gli auricolari, in prossimità dei comandi touch, troviamo il LED di stato, di colore ROSSO e BLU, quando gli auricolari sono in modalità di accoppiamento, di colore BLU quando si stanno accoppiando gli auricolari ad un dispositivo, infine il colore ROSSO indica che gli auricolari sono in carica.

Presente la certificazione IPX5 contro sudore e pioggia.

Internamente le Outlier Air V3 hanno un driver in bio-cellulosa da 6 millimetri, che migliora il suono con alti dettagliati, medi ben bilanciati e bassi immersivi, perfetti per mantenere gli utenti carichi durante i loro allenamenti e su questa versione troviamo la tanto acclamata riduzione attiva del rumore, che tanto mancava sui modelli precedenti, anch’essa completamente programmabile tramite app.

Inoltre tramite l’app SXFI sarà possibile gestire la tecnologia Super X-Fi integrata. Il software Super X-Fi elabora i file audio e musicali contenuti nel lettore musicale originale del dispositivo.

La custodia è molto curata ed leggermente più pesante di quella dei V2, infatti pesa quasi 70 grammi contro 60 grammi e ripropone lo stesso involucro in metallo, qui in un insolito colore verde scuro, non troppo grande e con il comodo meccanismo a scorrimento. L’apertura è verso sinistra e una volta aperta, si accenderà il LED centrale, quello relativo alla carica della custodia (Rosso lampeggiante, Basso, Giallo fisso, Medio, Verde fisso, Alto), con ai suoi lati i per l’indicazione della carica dei due auricolari. Poco sotto troviamo l’ingresso Type-C per la ricarica.

Per tutti i 3 LED, durante la ricarica, la luce rossa indica batteria in carica, mentre luce verde fissa, ricarica sopra il 90%, LED spenti, batterie cariche.

Aprendo la custodia durante la ricarica, il LED circolare presente sugli auricolari, sarà di colore ROSSO in caso di batteria in carica, mentre sarà spento in caso di batteria carica.

Sul lato destro della custodia è pulita con incisa la scritta Super SxFi Software.

Utilizzo

Prima di poter utilizzare gli auricolari, è necessario effettuare l’accoppiamento, davvero rapido e immediato, sia con smartphone e tablet, o con PC.

La qualità audio è davvero ottima, grazie sia al driver in in bio-cellulosa da 6mm, sia alla tecnologia Super X-Fi, di cui parleremo più avanti, garantendo un ottimo ascolto con ogni tipologia di musica alti molto puliti e dettagliati, medi ben bilanciati e bassi davvero notevoli.

Anche le chiamate sono molto chiare, sia dell’utilizzatore che lato interlocutore.

Alla voce connessione troviamo il Bluetooth in versione 5.2 che, oltre a funzionare al doppio della velocità del Bluetooth 4.2, consuma molta meno energia; mentre come codec audio supportati troviamo AAC e SBC. Non abbiamo riscontrato nessun problema ne durante il collegamento allo smartphone, ne ad un PC con Windows 10/11.

Tecnologia Super X-Fi

La vera chicca delle Creative Outlier Gold è l’audio Super X-Fi, ovvero una tecnologia sviluppata da Creative che cattura l’esperienza di ascolto di un impianto di altoparlanti multipli high-end in uno studio professionale e ricrea la stessa esperienza estesa nelle cuffie, sfruttando complessi algoritmi e tecniche a elevato volume computazionale per adattare l’audio a ogni individuo, grazie a un processo sofisticato di mappatura della testa e dell’orecchio. Questo avviene semplicemente scattando tre foto del viso e delle orecchie con il telefono.

Centinaia di parametri antropometrici sono estratti dalle caratteristiche della testa con alta precisione, utilizzando il rilevamento dell’immagine e l’analisi in tempo reale. Un motore di intelligenza artificiale (IA) sfrutta poi tali parametri insieme alla dinamica delle cuffie in uso e li sintetizza con una mappa multidimensionale dell’acustica desiderata per la stanza.

Grazie alla mappa sintetizzata, Super X-Fi ricrea il palcoscenico audio esteso e naturale per le cuffie, offrendo un’esperienza di ascolto a misura delle caratteristiche fisiche uniche di ogni individuo.

Tutto questo è possibile grazie anche al chip UltraDSP SUPER X-FI progettato ingegneristicamente e appositamente per alimentare la tecnologia Super X-Fi, oltre a essere integrato nell’intera gamma di prodotti SXFI, permettendo gli utenti di godersi la pluripremiata olografia audio in maniera comoda con ed in diversi formati, dispositivi e piattaforme; al suo interno include un DAC e riesce a gestisce contemporaneamente fino a 8 canali audio in alta risoluzione.

Nell’uso quotidiano, l’esperienza d’uso è diversa da quella a cui siamo abituati e il suono effettivamente non sembra provenire dalle cuffie ma dall’ambiente circostante, rendendo l’ascolto molto più piacevole.

Per poter funzionare al meglio, questa tecnologia si avvale del supporto dell’app, SXFI App: Magic of Super X-Fi per Android e iOS per provvedere sia alla mappatura iniziale di testa e orecchio sia ad una migliore equalizzazione del suono.

Peccato che sia possibile usare la tecnologia Super X-Fi solo con brani salvati sullo smartphone e riconosciuti dall’app SXFI.

 

Autonomia

L’autonomia dichiarata è di 10 ore di utilizzo e fino a 40 grazie alla custodia; dopo i nostri test non possiamo dire che i valori reali si avvicinano molto, con un utilizzo reale di circa 8h, con la modalità Ambiente e la riduzione Attiva del Rumore attivate.

Tra autonomia degli auricolari e carica aggiuntiva della custodia, 4/5 giorni (considerando 8h di ascolto giornaliero) di utilizzo lontano dalla presa, non sono un’utopia.

Un altro aggiornamento rispetto al precedente modello è la custodia abilitata alla ricarica wireless e compatibile con Qi, quindi può essere posizionata su una basetta di ricarica (da almeno 5W) in nostro possesso per ricaricarla.

Purtroppo non è presente la funzione di ricarica veloce e ci vogliono un paio d’ore per una carica completa da zero. Occorrono invece tre ore e mezza per ricaricare completamente la custodia.

Immagine 2021 11 24 224650

Conclusioni

Gli auricolari Creative Outlier Air V3 sono un ottimo prodotto, sia dal punto di vista costruttivo, sia come utilizzo. La qualità audio è davvero eccellente e l’autonomia è abbastanza sufficiente per ogni situazione di utilizzo.

E’ possibile trovare le cuffie Creative Outlier Air V3 su Amazon o sul sito ufficiale (dove spesso sono in offerta a 49,99 euro) ad un prezzo di 69,99 euro. Prezzo davvero basso per quanto visto e sentito, sia a livello costruttivo, sia e soprattutto, a livello di qualità di ascolto.

La tecnologia Super X-Fi, da sola vale il costo degli Outlier Air V3, capace di ricreare un’esperienza di utilizzo davvero unica. Se ci aggiungiamo il Bluetooth 5.2 a basso consumo e l’autonomia eccezionale, il cerchio è chiuso. Peccato solo per la mancanza della ricarica veloce.

 

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Peso:  Auricolari 5,2 g  – Custodia di ricarica 69,8 g
– Driver: Driver in bio-cellulosa da 6mm
– Codec Audio: AAC, SBC
– Software Super X-Fi: Sì
– Gamma di risposta in frequenza dinamica: 20 Hz – 20 KHz
– Cancellazione del rumore:
– Siri e Assistente Google:
– Connettività: Bluetooth 5.2
– Resistente all’acqua: Resistenza al sudore IPX5
– Batteria: Auricolari, 55 mAh – Max. 10 ore – Custodia, 450 mAh di ricarica offre 4 ricariche aggiuntive per un totale di circa 40 ore di riproduzione a disposizione

Total
0
Shares
Previous Post

realme GT NEO 2 si posiziona al secondo posto nei test sulla batteria realizzati da DXOMARK

Next Post

TCL Communication annuncia i nuovi auricolari TCL MOVEAUDIO S108 e TCL MOVEAUDIO S180

Related Posts