Recensione Asus Zenfone Max (ZC550KL) By Smartphone Italia

Recensione Asus Zenfone Max (ZC550KL) By Smartphone Italia

Dopo un paio di settimane di utilizzo vediamo come si è comportato lo Zenfone Max, l’ultimo nato della famiglia Zenfone di Asus, dal quale ne riprende il form-factory. Punto forte dell’ultimo nato Asus è senza dubbio la possente batteria da ben 5000mAh, ecco le nostre impressioni.

Confezione

La confezione, in classico stile Zenfone è abbastanza curata. Sotto lo smartphone troviamo lo scomparto con gli accessori. La dotazione è molto completa, troviamo infatti, il cavetto usb-MicroUSB, il caricatore da 1A (davvero curiosa come scelta, considerando la capacità della batteria), gli auricolari in-ear con i vari gommini, un adattatore USB-OTG e la guida rapida.

Costruzione, Ergonomia e Display

Lo Zenfone Max, riprende lo stile Zenfone per quanto riguarda la parte frontale, mentre per il resto Asus ha cambiato un pò la sua strada, infatti il tasto di accensione e i tasti volume, sono stati spostati sulla parte dx del dispositivo, per facilitarne l’uso, infatti il Max è leggermente più grande dello Zenfone 2, e l’utilizzo ne avrebbe risentito. La linea è molto piacevole, con una cornice arrotondata di color oro.
Per via delle dimensioni della batteria anche lo spessore è aumentato. Lo Zenfone Max misura 156 x 77.5 x 10.55 mm per un peso di 202g.
La cover posteriore, rimovibile, è in plastica, con una trama simil pelle, molto gradevole al tatto e dall’ottimo grip.
Posteriormente nella parte alta, in posizione centrale, troviamo la fotocamera da 13 megapixel con alla sua sinistra il flash led e alla sua sinistra l’autofocus laser; sulla parte bassa a troviamo l’altoparlante di sistema senza un rialzo e il suono risulta un pò ovattato quando lo si poggia su di una superficie, anche tenendolo in mano.
Sul lato destro troviamo i pulsanti per la regolazione del volume e il pulsante di accensione/spegnimento.
Sul lato superiore l’ingresso per le cuffie. Sul lato inferiore, in posizione centrale è presente il connettore microUSB e, alla sua destra, il microfono.
Frontalmente, nella parte superiore troviamo, in posizione centrale, lo speaker con sensori e fotocamera frontale. Il basso troviamo i 3 pulsanti soft-touch, che da stile Asus, anche in questo caso non sono retro illuminati, questa scelta resta un mistero.

Lo Zenfone Max, ha un display da 5,5 pollici con una risoluzione di (1280×720) e un processore Qualcomm Snapdragon 410 Quad-Core 1.2GHz con 2GB di Ram e 16GB di memoria interna espandibile tramite microSD.

Anche l’Asus Zenfone Max è un dispositivo dual SIM, entrambe del tipo micro e contemporaneamente attive, e per entrambe, non contemporaneamente però, è possibile la modalità 3G/4G.

Software

La versione di Android è la 5.0.2 con la ZenUI come interfaccia, e nonostante i 2GB di RAM, complice l’Hardware non potentissimo, durante la giornata, abbiamo riscontrato dei rallentamenti. Per esempio ci è capitato che nel passare da un ambiente illuminato ad uno meno illuminato, nei 2, 3 secondi necessari per la regolazione automatica della luminosità i lag erano molto evidenti, per esempio scrivendo un messaggio le lettere comparivano con un evidente e fastidioso ritardo.

Interessate la possibilità di usare l’Asus Zenfone Max come power bank per ricaricare altri dispositivi.

Tra le app installate abbiamo CleanMaster, ormai uno standard su tutti i prodotti Asus, che mantiene quasi sempre il telefono reattivo; molto gradevole l’app per il meteo con il relativo widget, Fogli e Documenti di Google.

Con ASUS Mobile Manager e Dr. Safety, sarà possibile controllare le app che si avviano alla partenza del sistema, individuare e risolvere eventuali errori delle app stesse.

Appunto rapido, Do It Later, per fare liste di cose da fare.

PhotoCollage, tramite la quale potremmo mettere assieme le nostre foto.

Screenshot_2016-01-06-11-27-13

 

Con Share Link possiamo trasferire foto, video, brani musicali, app e tutti i tipi di file tra dispositivi Android o con il PC.

Sono presenti, inoltre, la Modalità Semplificata (tramite le impostazioni), la Modalità Bambino e la Modalità Risparmio Energetico, con tre tipologie disponibili (Risparmio Energia Massimo, OttimizzatoPersonalizzato). Presente anche la radio e un sempre utile File Manager.

Fotocamera

Posteriormente troviamo una fotocamera da 13 megapixel,  con doppio flash led e autofocus laser.
Anteriormente abbiamo una fotocamera da 5 megapixel con apertura focale pari a f/2.0.
Grazie all’autofocus laser è possibile avere una messa a fuoco molto veloce e la possibilità di fare macro da una distanza di 6cm.

L’app di gestione offre molte impostazioni e molte scene pre impostate da scegliere, Automatica, Manuale, HDR, Ritocco fotografico, Risoluzione Super, Codice QR, Luce bassa (3M), Notturna, Profondità di campo, Effetto, Autoritratto, Animazione GIF, Panorama, Miniatura, Indietro nel tempo, Rimozione int., Sorriso, Rallentamento, Rallentatore.

La messa a fuoco e lo scatto sono molto veloci e le foto sono di livello sufficiente, così come i video.

Con la fotocamera anteriore attiva, è possibile effettuare foto ritocchi durante lo scatto.

Gli scatti sono molto soddisfacenti, anche in caso di scarsa luminosità e senza l’uso del forte flash.

Grazie alla fotocamera anteriore da 5 megapixel, potremmo fare selfie e videochiamate soddisfacenti.

Alcune foto scattate con lo Zenfone Max

Autonomia

L’Asus Zenfone Max ha una batteria da 5000 mAh, punto di forza di questo terminale e potremmo usare lo smartphone senza doverci preoccuparci di fare attenzione ai consumi. Il telefono infatti è riuscito a coprire tranquillamente le due giornate di utilizzo (7.00-00.00), con 2 SIM attive,  10h in 3g/4g e il resto in wifi con social network in push, whatsapp e telegram costantemente attivi e avendo oltre 4h di schermo attivo per ogni singola giornata. Il terminale è arrivato a mezzanotte della seconda giornata con ancora circa il 20 % di batteria con l’utilizzo della modalità “Normale”. Sono presenti anche le modalità, “Prestazioni”, “Risparmio Energia”, Risparmio Super” e “Personalizzato”. Le modalità Normale e Prestazioni regolano in maniera automatica la CPU e nel caso della modalità Prestazioni, la luminosità viene impostata al massimo. Risparmio Energia disattiva i dati quando il dispositivo è in stand-by oltre a limitare un pò le prestazioni; Risparmio Super oltre ad agire molto sulle prestazioni, influenzerà molto la connettività, disattivando i dati e lasciando solo attivi, telefono, sms e sveglie; è possibile impostare quando far attivare il risparmio energetico in base o alla carica residua o all’ora del giorno.

Conclusioni

L’Asus Zenfone Max è un prodotto discreto con una buona interfaccia e delle caratteristiche hardware mediocri, ma che fa della batteria il suo punto di forza. Purtroppo verso fine giornata la lentezza diventa eccessiva e bisogna liberare RAM o effettuare un riavvio.

Per il resto il reparto multimediale è ottimo, così come il prezzo attuale. Ad un prezzo di listino già ottimo di 249 euro, era già un’ottima scelta per chi da uno smartphone desidera soprattutto autonomia, ma attualmente, online, è possibile trovare l’Asus Zenfone Max ad una cifra intorno ai 200 euro, ancora più interessante.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 5.5″ IPS; 1280×720 pixel, 267 PPI
Fotocamera Frontale: 5Mpx con apertura f/2.0
Fotocamera Posteriore: 13Mpx con Focus Laser e Dual Flash
Processore: Qualcomm Snapdragon 410 Quad-Core 1.2GHz
Scheda Grafica: Adreno 306
Memoria: 16GB di memoria interna (di cui circa 10.GB a disposizione per l’utente) espandibile tramite micro sd, 2GB RAM LPDDR3 (disponibile circa 1GB)
Dimensioni / peso: 156 x 77.5 x 10.55 mm, peso 202g
Batteria: Ai polimeri di litio da 5000mAh
Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth V4.0
Reti: LTE Cat. 4 DL 150 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.7 Mbps
Gps: Sì con A-GPS
Sistema operativo: Android 5.0.2 (Lollipop)
– Sim: Micro-SIM

Costruzione / Ergonomia
8/10
Hardware
7/10
Materiali
7/10
Display
8/10
Fotocamera
9/10
Software
8/10
Autonomia
10/10
Prezzo
7/10
Rapporto qualità / prezzo
7/10