Pulizie di primavera in casa Google: Google Reader verrà ritirato

Pulizie di primavera in casa Google: Google Reader verrà ritirato

0 2621


Il 1° luglio Google Reader chiuderà i battenti. Il più famoso e più usato aggregatore di RSS lanciato nel 2005 cesserà il suo monopolio in questo campo, aprendo così le porte ai suoi concorrenti rimasti quasi sempre nell’ombra di big G.
Ma cerchiamo di capire cosa potrebbe aver portato a questa decisione.
Già con l’ultimo aggiornamento era stato integrato in Google+, causando non poche critiche e abbandoni da parte degli utilizzatori più assidui. E ora Google dichiara dal suo blog ufficiale che la decisione di ritirare il famoso reader è causata da un uso in declino, e come compagnia Google deve incentrare tutte le energie su pochi prodotti.
Ciò spiega perchè il colosso di Mountain View dal 2011 procede periodicamente a delle “pulizie di primavera“, come vengono definite, chiudendo molti progetti che causano un dispendio eccessivo di tempo e denaro.


In pratica Google vuole puntare tutto su Google+, il social network nato per contrastare lo strapotere di Facebook.
La chiusura di Google Reader potrebbe quindi sancire la fine dei feed RSS in favore dei social network, che vengono utilizzati da molti come fonte di informazione oltre che di interazione sociale.
Nonostante questa possibilità, Google fornisce ad utenti e sviluppatori il servizio Google Takeout per consentire l’esportazione dei dati e delle sottoscrizioni a nuovi aggregatori di feed.

Si punta su Google+

E’ protesta per la decisione di Google!


Sul web sono subito nate moltissime proteste, concentrate soprattutto su Twitter, dove viene usato l’hashtag #SaveGoogleReader, ma anche semplicemente #GoogleReader per proporre delle valide alternative. Sul sito change.org è stata anche indetta una petizione per convincere Google a ritirare la sua decisione.

Non solo Google Reader. Altri servizi vengono chiusi

puresnapseed


Ma Google non si è limitata a questo. Altri servizi che verranno chiusi sono: Google Cloud Connet sostituito dal più recente Google Drive; Snapseed per Mac e PC, l’editor di foto che era stato acquisito lo scorso Settembre; Google Voice App per BlackBerry in favore della nuova implementazione basata su HTML5 che garantisce una compatibilità a partire da BlackBerry 6.

I feed moriranno con la chiusura di Google Reader? Servizi come Feedly , basato sulle stesse api dell’aggregatore di Google, assicurano di no.