Prima immagine per erede Moto 360 dal CEO di Lenovo che poi...

Prima immagine per erede Moto 360 dal CEO di Lenovo che poi la cancella

Motorola è stato il primo grande produttore a puntare molto sull’aspetto da vero orologio per il suo smartwatch, annunciato a Marzo il Moto 360 si è fatto attendere fino a Settembre perdendo parte della sua “esclusività”, rispetto alla concorrenza.

Pur rivelandosi un prodotto bello e ben realizzato, la piattaforma scelta solo in seguito in parte ottimizzata lato software che compromise inizialmente l’autonomia, e il famigerato taglio che spezzava la rotondità del quadrante necessario per sensori e connettori del display, non diversamente occultabili vista la ghiera sottile, che aveva fatto lo storcere il naso, hanno messo in molti attesa per un erede “riveduto e corretto” e quindi “quasi perfetto”.

Se fino ad ora poco o nulla si sapeva sia in termini di caratteristiche che di aspetto su questo successore, per quest’ultimo ci ha pensato il CEO di Lenovo, attuale proprietaria di Motorola.
Yang Yuanqing ha postato sulla sua pagina personale Weibo, un immagine, cancellata qualche tempo dopo la sua prima pubblicazione, che fornisce uno sguardo a quello che sembra un successore molto credibile all’attuale SmartWatch di Motorola, che ancor di più ricorda un orologio classico.

A differenza del Moto 360 attualmente sul mercato, sembra ci saranno due dimensioni per la cassa entrambe dotate sia sulla parte superiore che inferiore di alette per i cinturini, che sono presenti nell’immagine in una serie di opzioni, tra cui quelli realizzati in metallo o pelle. Sembra anche che Lenovo/Motorola stanno progettando una serie di opzioni per ka lunetta, alcune sembrano essere in oro mentre altre sembrano d’acciaio, il tutto nell’ottica di una personalizzazione iforse fruibile in stile Moto Maker.

Zommando l’immagine alcuni saranno delusi dal vedere ancora il famoso taglio del quadrante anche se sembra di dimensioni inferiori rispetto a quello sull’attuale modello, e non si può comunque escludere che quelli immortalati siano solo prototipi e quindi sia rimosso nella versione definitiva.