Mercato smartphone Q1 2015: Samsung in testa, Apple e i produttori cinesi...

Mercato smartphone Q1 2015: Samsung in testa, Apple e i produttori cinesi big inseguono

Secondo un rapporto di Strategy Analytics che copre Q1 2015, Samsung passa in testa nel mercato degli smartphone a livello mondiale, dopo aver insieme ad Apple condiviso la prima posizione con una quota di mercato del 19,6 per cento; secondo alcune società di ricerca Samsung aveva invece perso la leadership di vendite a vantaggio di Apple nel Q4 2014.

Quale che sia la verità l’esplosione di vendite iPhone 6 hanno contribuito a interrompere periodo di anni di dominio in solitaria, o meno, di Samsung, ma non ci è voluto molto per la casa coreana per recuperare.

Samsung si stimi abbia spedito 83,2 milioni di smartphone nel Q1 2015, rispetto ai 74,5 milioni del trimestre precedente. In combinazione con il rallentamento di Apple con 61,2 milioni di iPhone rispetto ai 74,5 milioni del trimestre precedente, che ha dato Samsung una quota di mercato del 24,1 per cento, un vantaggio significativo rispetto al 17,7 per cento di Apple.

Significativo il fatto che il salto di Samsung arriva nonostante il fatto che il Q1 è in genere più lento di Q4, e nonostante la forte concorrenza di Apple nella fascia alta, e dei marchi cinesi nella fascia medio e bassa.

strategy-analytics-market-share-q1-2015

Il terzo posto nella classifica di Strategy Analytics’ è occupato da Lenovo-Motorola con il 5,4 per cento, mentre Huawei è al quarto posto, con il 5 per cento. Tutti gli altri giocatori sono ammassati nel gruppo “altri” (47,7 per cento).

Osservando i cambiamenti delle quote di mercato trimestre su trimestre, Samsung è l’unico top player che ha guadagnato quote, apparentemente a spese di tutti gli altri. Questa è una buona notizia visto il periodo per l’azienda che però ha bisogno che anche il prezzo medio di vendita dei suoi telefoni aumenti, al fine di tornare a crescere, visto che i profitti annunciati oggi sono in costamte diminuzione.

Tutti gli occhi sono ora sulle vendite del Galaxy S6 e S6 Edge. I segni sono molto positivi finora, si parla di 50 o addirittura 70 milioni, così Samsung probabilmente conserverà la sua posizione dominante nei trimestri a venire. Ma mentre i profitti potrebbero così crescere, sembra ormai certo che i giorni di crescita esplosiva sono finiti per Samsung, ma d’altronde finchè è “tranquilla” in testa non è da stracciarsi le vesti.