LG Q6, amore a prima vista?

LG Q6, amore a prima vista?

LG punta sull’amore a prima vista con il suo smartphone LG Q6, con il fascino dello schermo Full Vision nelle dimensioni compatte di un 5,5″ che cattura l’attenzione. Un apparecchio con pregi e difetti che si colloca nella fascia media, senza troppe pretese, puntando tutto su aspetto e dimensioni che contano: il display 18:9 che lo accomuna ai modelli top gamma ben inserito nelle dimensioni compatte dello schermo da 5,5 pollici apprezzato da chi non ama gli onnipresenti “plus” e gli spazi sprecati. Altre caratteristiche faranno storcere il naso a consumatori più attenti, come vedremo nella nostra recensione di LG Q6, ma restando in tema d’apertura questo smartphone nasce per suscitare il colpo di fulmine.
Il prezzo è da valutare, ma sicuramente rientra tra le offerte smartphone più appetibili per il 2017 nel rapporto qualità/prezzo.

Materiali, design e display

Il giudizio su materiali e design del Q6 è ambivalente: molto bella e di buon gusto la scocca in alluminio nero satinato, che richiama prodotti di fascia più alta, ma decisamente sottotono la scelta del coperchio posteriore in plastica, di bassa qualità e facilmente graffiabile. La scelta di inserire nella parte posteriore la cassa per non intaccare il design anteriore su cui punta la casa produttrice è apprezzabile esteticamente ma discutibile da un punto di vista funzionale, abbassando drasticamente la qualità del suono con il telefono in appoggio su una superficie piatta o avvolgente.

Il display è il punto di forza di LG Q6, un IPS laminato che pur restando nelle misure contenute del 5,5″ si presenta con rapporto 18:9 come i modelli più blasonati e una più che discreta luminosità, con una buona cromia e un piacevole contrasto. Buona la risoluzione FullHD+ (2160 x 1080) e la risposta del sensore che regola la luminosità dello schermo, con buona calibrazione della luce per la lettura notturna. Le app pensate per il 16:9 possono essere ridimensionate a 18:9 attraverso le impostazioni, per godere del tutto schermo.

Processore, memoria e software

LG Q6 non gioca particolarmente la carta della tecnologia spinta, in particolare per quanto riguarda il lato hardware: il processore è uno Snapdragon 435, scelta singolare che limita molto l’utilizzo e la fruibilità del sistema e non aiuta ad allungare la durata della batteria. Nessun problema se l’utilizzo è poco intenso, ma limiti evidenti quando lo smartphone è sottoposto a un certo stress e uso continuo, con fastidiosa latenza all’interno di app e multiwindows.

Memoria e ram sono invece buone, 32gb di memoria interna, espandibile con micro SD, e 3gb di ram. Lo slot micro SD è utilizzabile anche nella versione dual sim di LG Q6 senza usurpare il posto della seconda sim.

LG Q6 si presenta con Android 7.1.1 Nougat e la suite di base di LG, tra cui si rivela di particolare interesse e utilità l’applicazione Smart Doctor, attraverso la quale è possibile verificare lo stato del sistema e le app che consumano più batteria oppure occupano più memoria, permettendo così di gestire in modo indiretto i limiti imposti dalle caratteristiche tecniche del dispositivo.

Foto, video e audio

Le due fotocamere di LG Q6 hanno caratteristiche e prestazioni decisamente differenti, ma nessuna delle due convince particolarmente: la fotocamera posteriore da 13 mpx f2.2 con flash singolo scatta fotografie e registra video di buona qualità in presenza di buona luce diurna e naturale, mentre perde progressivamente il suo rendimento con scarsa luminosità o in presenza di luce artificiale, limitata anche dal diaframma non particolarmente ampio. Ne risentono in particolar modo le riprese in notturna. La fotocamera frontale da 5 mpx di LG Q6 non farà la felicità degli amanti degli autoscatti, anche se è apprezzabile la funzione di scelta tra la ripresa normale e la grandangolare.

Il comparto audio di LG Q6 risente della scelta stilistica di collocare l’altoparlante nella parte posteriore del telefono, limitandone l’effetto quando l’apparecchio è appoggiato su una superficie. In generale, però, la qualità dell’audio di LG Q6 è buona, così come il volume, anche se non particolarmente dotato nei bassi. LG Q6 comprende anche una radio fm e un paio di auricolari standard con jack.

Il comparto telefonico è molto buono, con buona ricezione e audio molto buono in capsula e in modalità vivavoce. In Italia LG Q6 è disponibile nelle due versioni mono e dual sim, e come già detto la seconda sim non prende il posto dell’eventuale micro SD.

Batteria e autonomia

LG Q6 ha una batteria da 3000mAh che garantisce un’autonomia tra le 3 ore e mezza e le 4 ore di schermo acceso. Se l’utilizzo dello smartphone non è quindi eccessivamente intensivo il dispositivo può mantenersi tranquillamente acceso per l’intero arco della giornata, senza bisogno di ricariche intermedie.

Il caricatore in dotazione effettua una ricarica completa della batteria in poco più di 2 ore, attraverso un attacco di tipo micro usb. Questo tipo di attacco è uno dei pregi/difetti di LG Q6: ottima scelta per chi ha già altri apparecchi con quel tipo di attacco e non deve munirsi di cavi diversi a seconda dell’uso, ma bocciata da chi punta al futuro e pretende ormai l’attacco d tipo C sui nuovi dispositivi.

Altre caratteristiche e considerazioni

Per concludere la nostra recensione di LG Q6 dobbiamo aggiungere qualche breve nota, per poi tirare le nostre considerazioni finali sul prodotto.

Sblocco del dispositivo: LG Q6 utilizza il riconoscimento facciale per lo sblocco, oltre al consueto uso delle gesture di android. Questo sistema funziona molto bene in condizioni di luce, mentre pecca con luce molto scarsa. Si fa sentire qui la mancanza del sensore di impronte digitali, comune e apprezzato su prodotti concorrenti nella stessa fascia.

Notifiche: la mancanza del led di notifica, tanto cara agli utilizzatori di smartphone android ed effettivamente utile, su LG Q6 si fa sentire. Le notifiche sono visualizzabili con il doppio tap sul display, oltre che con lo sblocco facciale al sollevamento del telefono, ma non segnalano in altro modo la loro presenza a display spento.

Considerazioni finali della nostra recensione di LG Q6: questo smartphone ha un potenziale che non sta solo nel design, ma nella nicchia di mercato a cui si rivolge. Utilizzatori non compulsivi, attenti all’estetica, che apprezzano la maneggevolezza di un telefono dalle dimensioni contenute e allo stesso tempo sono attratti dalla definizione di uno schermo importante e di tutto rispetto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Display: 5.5″ IPS LCD (2160 x 1080)
– Fotocamera Frontale: 5MP, f/2.2
– Fotocamera Posteriore: Dual Cam 13MP, f/2.2, Flash LED
– Processore: Qualcomm MSM8940 Snapdragon 435 – Octa-core 1.4 GHz Cortex-A53
 Processore Grafico: Adreno 505
– Memoria: 32GB di memoria interna, espandibile tramite micro sd fino a 256GB, 3GB RAM
– Dimensioni / peso: 142.5 x 69.3 x 8.1 mm, peso 149g.
– Batteria: Agli ioni di litio da 3000 mAh (non removibile)
– Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth v4.2, A2DP, LE
– Reti: LTE Cat. 6 DL 300 Mbps DL, 100 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
– Certificazione: Non presente
– NFC: Sì
– USB: microUSB 2.0, USB On-The-Go
– GPS: Sì, A-GPS, GLONASS
– Radio: Sì con RDS
– Lettore di impronte: Sì
– Sistema operativo: Android 7.1.1 (Nougat)
– Sim: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

 

Condividi sui Social
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someonePrint this page