I dati di Check Point Software Technologies: tutte le aziende intervistate sono vittime di attacchi mobile

Check Point Software Technologies, il principale fornitore mondiale di soluzioni per la sicurezza informatica, presenta i risultati del primo studio sugli impatti degli attacchi mobile nel mondo enterprise. I risultati si basano sui dati provenienti da oltre 850 aziende sparse in tutto il mondo e sono significativi: la mobility aziendale è facilmente attaccabile su entrambe le principali piattaforme mobili, Android e iOS.

Le minacce agli utenti mobile sono in grado di compromettere qualsiasi dispositivo accedendo in qualsiasi momento ai dati sensibili. Queste minacce influenzano ogni tipologia di azienda dai servizi finanziari alle istituzioni, passando per le aziende di manufacturing.

Alcuni risultati chiave:

  • Il 100% delle aziende ha subito attacchi su mobile
  • 54 sono in media gli attacchi malware su mobile che hanno interessato ciascuna organizzazione
  • L’89% delle aziende hanno avuto esperienze di attacchi man-in-the-middle in modalità Wi-Fi
  • Il 75% delle aziende ha avuto una media di 35 dispositivi rooted o jailbroken in rete

In risposta ai risultati della ricerca, Check Point ha lanciato nuove migliorie a SandBlast Mobile, la principale soluzione del settore che garantisce la difesa dalle minacce e previene l’arrivo di attacchi mobile evoluti. La tecnologia di SandBlast Mobile protegge contro le minacce ai dispositivi mobile, alle app e alle reti garantendo il catch rate delle minacce più alto del mercato. Check Point SandBlast Mobile è ora arricchita di nuove e migliori funzioni capaci di rendere aziende ed utenti più sicuri:

  • Rilevamento basato su intelligenza artificiale capace di bloccare immediatamente i malware zero-day
  • Blocco degli attacchi targetizzati di tipo SMiShing sui dispositivi iOS e Android
  • Nuova app che permette agli utenti finali di monitorare la sicurezza del dispositivo

Nel 2017 la frequenza e i ricavi generati dagli attacchi su mobile hanno superato quelli dei PC, questo dato spiega i risultati del report”, ha dichiarato Michael Shaulov, Head of Products Mobile and Cloud Security di Check Point Software. “I dispositivi mobile sono di fatto la nuova ‘backdoor’ per i cybercriminali; per questo siamo molto felici di poter fornire una soluzione SandBlast Mobile migliorata al fine di proteggere proattivamente le aziende e i singoli consumatori”.

Secondo la 2017 Mobile Threat Defense Industry Assessment di Miercom, Check Point ha ottenuto il più alto catch rate delle minacce rispetto ai suoi competitor. I vettori di attacco sui dispositivi mobili possono essere malware già conosciuti, exploit di rete e di sistema, malware zero-day, attacchi SMS o via Bluetooth. Per risolvere questo problema, l’azienda israeliana offre una soluzione completa ai clienti aziendali, che fa parte dell’architettura di sicurezza Check Point Infinity. Infinity condivide senza soluzione di continuità gli indicatori tra gli apparecchi di rete, gli endpoint PC, cloud e mobile. C’è anche un’offerta per consumatori e operatori di marketing con il marchio ZoneAlarm.

Total
4
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

ALCATEL IDOL 5, lo smartphone con la funzione AppCloner, disponibile sul mercato

Next Post

Nest annuncia le offerte del Black Friday

Related Posts