Huawei senza servizi Google? Si può! La guida completa

Huawei senza servizi Google? Si può! La guida completa

0 410

Dopo aver provato il Huawei P40 per un paio di settimane (qui la recensione), abbiamo deciso di pubblicare una guida per le linee generali da seguire per avere il P40 perfettamente configurato e funzionante (e qualsiasi altro smartphone Huawei dal Mate 30 in poi, dotato dei Huawei Mobile Services, HMS).

Alla prima installazione di un telefono Huawei, sia gli ultimi modelli (quindi senza HMS), sia quelli più vecchi, durante la configurazione iniziale, ci verrà chiesto se vogliamo procedere ad un’istallazione pulita o vogliamo procedere con una copia di backup o utilizzare l’app Phone Clone.

Analizziamo proprio quest’ultima opzione, ovvero quella di utilizzare l’app Phone Clone, come consigliato anche da Huawei stessa. Tramite l’app è possibile effettuare una copia delle impostazioni, sms, chiamate e app compatibili, dal vecchio telefono al nuovo telefono Huawei.

Se la copia avviene da un precedente telefono Huawei / Honor, Phone Clone la troveremo già installata, se invece il nostro vecchio telefono, non è un Huawei / Honor, dovremmo provvedere a scaricare l’app sul vecchio dispositivo.

Come vecchio dispositivo abbiamo utilizzato il nostro Mate 20 Pro e le app saranno passate quasi tutte, fanno eccezione le bancarie che utilizzano tutte i Google Play Service.

Phone Clone utilizza la rete Wireless per effettuare la copia e al termine, sul nuovo dispositivo, troveremo, le varie impostazioni, come reti Wi-Fi salvate, gli sms, le chiamate e le app compatibili che abbiamo deciso di copiare.

Qualora non volessimo utilizzare Phone Clone, o lo volessimo utilizzare solo per copia di SMS e chiamate, o non disponiamo un telefono compatibile o il Huawei acquistato è il primo dispositivo, insomma per una qualsiasi ragione, allora dovremmo precedere all’installazione delle varie app e senza Play Store come si farà? Semplice, tramite lo store Huawei, ovvero AppGallery.

AppGallery è in continuo aggiornamento e le app presenti sono davvero molte, molte scaricabili direttamente, alcune venendo indirizzati sul sito dei produttore, come per esempio Facebook e WhatsApp, altre sono disponibili come WebApp o scaricabili da altri store.

Altri store come può essere l’Amazon App Store, dal quale per esempio abbiamo scaricato Instagram, certo non è comodissimo andare a cercare di qua e di là per i vari store presenti se l’app che stiamo cercando è presente o meno.

E proprio sotto quest’ottica che è nata TrovApp, tramite la quale reperire le app sugli smartphone con HMS, è un gioco da ragazzi. L’app è sviluppata in tutto e per tutto da un team tutto italiano proprio per aiutare gli utenti possessori di Huawei Mate 30 Pro o della serie P 40, o che acquisteranno un qualsiasi altro smartphone del produttore (anche HONOR) dotato di Huawei Mobile Services (HMS).

TrovApp è un vero e proprio motore di ricerca che aiuta agli utenti a capire dove poter scaricare le applicazioni desiderate, sia che queste si trovino sull’AppGallery di Huawei o su store terzi.

In questo momento TrovApp è in grado di trovare più di 1000 applicazioni tra le più diffuse e popolari in Italia.

TrovApp scaricherà e installerà in contemporanea un’altra app, ovvero, APKPure, che altro non è che uno store alternativo sicuro e affidabile dal quale poter reperire le varie App.

L’utilizzo è davvero facile ed immediato, basterà infatti cercare l’app e TrovApp ci dirà non solo in quale store è presente, ma ci aprirà anche lo store in questione (se presente come app sul dispositivo, altrimenti ci dirà di scaricarlo).

App di streaming come Netflix, Amazon Play, Disney + e via dicendo, sono disponibili su APKPure, quindi scaricabili e utilizzabili senza problemi, Mediaset Play è disponibile come WebApp.

Come Mediaset Play, altre app di uso comune sono disponibili come WebApp, come ad Uber, AirBnb, itTaxi, Alitalia, Trenitalia (Italo invece è disponibile su APKPure).

Alle WebApp si accede da AppGallery e una volta entrati sul sito, è sufficiente aggiungere il link alla home per trovarsi sulla schermata principale del proprio smartphone le app interessate.

Ad oggi alcune applicazioni di food delivery, car sharing e banche non sono funzionanti sui device Huawei HMS, ma non è detto che non lo siano quanto prima, su questo Huawei sta lavorando alacremente.

Ma come visto, per quasi tutte è possibile accedere ai servizi utilizzando alcune scorciatoie, come ad esempio: Glovo e Just Eat disponibili come WebApp.

Mentre su AppGallery sono già disponibili alcune app bancarie come, Relax Banking Mobile, myCartaBCC, BancapertaUnicredit, Sella o Hype sono disponibili su AppGallery come WebApp.

Per quanto riguarda, invece, l’utilizzo / sostituzione delle app Google, come Gmail, Maps e Youtube ci sono diverse soluzioni.

Per Gmail per esempio è possibile configurare in un attimo l’app nativa E-mail, così come per altre mail; Maps è usufruibile solo come pura navigazione, senza cronologia o impostazioni salvato come Casa o Lavoro, ma in alternativa si può utilizzare l’ottimo Waze; YouTube, invece, è disponibile come WebApp.

Se invece vogliamo utilizzare un backup di WhatsApp che di solito magari salviamo su drive, sarà la Community a darci una mano, infatti a questo link, sarà possibile trovare una guida che ci dirà passo passo come portare il backup sul nuovo dispositivo Huawei.

Durante le due settimane di prova, non abbiamo sentito per niente la mancanza dei Google Play Service e la configurazione iniziale non è nemmeno così complessa come si può credere, il tempo che ci vuole per scaricare quelle 2,3 app in più (TrovApp, APKPure, Amazon App Store) è davvero irrisorio, così come per configurare l’app E-mail per Gmail è davvero un attimo.