HUAWEI Ads diventa Petal Ads

AAAAAElFTkSuQmCC

Petal Ads è il nuovo nome di HUAWEI Ads. Questo cambiamento segna un nuovo capitolo di crescita per la piattaforma che, dal lancio nel 2020, ha visto aumentare di nove volte il numero di inserzionisti e quadruplicato quello degli editori, confermandosi come ecosistema advertising mobile leader del settore.

Si prevede che nel corso del 2023 Petal Ads continuerà a crescere, grazie a prezzi competitivi e un’offerta di servizi esclusiva all’interno di un ecosistema interconnesso di 730 milioni di utenti attivi mensili di device Huawei, con un’attenzione particolare al targeting contestuale alimentato dall’intelligenza artificiale.

Sicurezza e trasparenza sono aree fondamentali per favorire una crescita della piattaforma a lungo termine e il coinvolgimento di più partner.

L’esigenza di rebranding nasce anche dai cambiamenti dei comportamenti di utilizzo dei device da parte dei consumatori, non solo utenti Huawei. Oltre ad operare sul proprio traffico di qualità e sui dati di prima parte che coprono l’intero funnel degli utenti Huawei, la piattaforma sta, infatti, espandendo il proprio marketplace per raggiungere anche dati di terze parti, elementi chiave che permettono di attrarre 4 miliardi di richieste di annunci ogni giorno.

Come per ogni soluzione dell’ecosistema Petal, la piattaforma pone l’innovazione al centro del proprio sviluppo. Negli ultimi anni, servizi quali Petal Search, Petal Maps e Petal Clip hanno sfruttato intelligenza artificiale, servizi di localizzazione e strumenti di editing creativo per ampliare l’offerta di funzionalità per il mercato europeo.

Inoltre, il tema della sostenibilità della pubblicità digitale è un fattore importante per Petal Ads. L’obiettivo è ridurre sempre più la latenza e migliorare l’efficienza attraverso l’utilizzo di tecnologie come il 5G, in linea con l’impegno che il settore ha assunto in questa direzione per arrivare a un ecosistema in cui ricavi e sviluppo sostenibile vanno di pari passo.

Il rebranding di Petal Ads segna una nuova era della storia della pubblicità su dispositivi smart e riflette l’essenza collaborativa e multicanale della piattaforma, riconoscendo allo stesso tempo i cambiamenti delle esigenze dei consumatori e il focus legato alla sostenibilità”, dichiara Jaime Gonzalo, VP Huawei Mobile Services Europe. “L’innovazione che stiamo portando avanti in aree come i big data, l’AR e il machine learning permette di fornire agli inserzionisti strumenti efficaci per raggiungere e coinvolgere il pubblico in modo sicuro. Il nostro obiettivo è riunire tutti gli elementi dell’ecosistema advertising all’interno di Petal Ads considerando non solo media partner, editori e inserzionisti, ma facendo leva anche su MMP, controllo della qualità del traffico, sicurezza ed enti del settore, per un’offerta pubblicitaria disponibile su tutti i dispositivi smart in qualsiasi momento”.

Lo sviluppo di Petal Ads si basa su tre principi fondamentali: fiducia, includendo l’utilizzo di dati di prime parti per soddisfare le esigenze dei clienti e garantire risultati ai partner; innovazione, che significa combinare hardware con l’Intelligenza Artificiale e le tecnologie cloud; crescita, attraverso l’offerta di opportunità di monetizzazione per gli editori e soluzioni pubblicitarie sostenibili per le aziende.

Petal Ads collabora attualmente con oltre 60 agenzie certificate a livello globale, di cui un terzo ha sede in Europa, come AppSamurai e AVOW e Youthquake in Italia.

Inoltre, Petal Ads è membro delle principali associazioni pubblicitarie, IAB Europe e MMA.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Con Fire TV Hollywood arriva a casa nostra: ecco 10 film in shortlist da non perdere

Next Post

ChatGPT è pericoloso? Panda Security analizza il prototipo per verificare i rischi per gli utenti

Related Posts