Galaxy S7 forse in anticipo e con Snapdragon 820

Galaxy S7 forse in anticipo e con Snapdragon 820

0 1869

A meno di sei mesi dal lancio del Galaxy S6 e S6 edge e a pochi giorni da quello della sua variante phablet S6 edge+, protagonista anche insieme a Note 5 del Galaxy Unpacked 2015, potrebbe sembrare prematuro parlare del prossimo Galaxy S7 ma se da una parte è normale pensare che Samsung stia già lavorando ad esso, questo potrebbe non essere così lontano come ci si aspetterebbe.

Secondo un nuovo rapporto dalla Corea, Samsung ha deciso di cambiare la vecchia metodologia di sviluppo “Waterfall” passando a “Agile” che potrebbe ridurre lo sviluppo fino a 1 o 2 mesi. La metodologia Agile implica la creazione di un progetto con origini semplici e svilupparlo suddivedendo in moduli che possono essere completati il ??più velocemente possibile.

Il progetto viene testato e valutato ogni volta che un modulo viene terminato ma il vantaggio principale di questo metodo è che il prodotto può essere modificato facilmente a metà strada a causa della flessibilità di sviluppo modulare. Questo va in contrasto con lo sviluppo della cascata che comporta fondamentalmente un piano molto preciso, e una volta che è finita a una certa fase del progetto non si può più tornare indietro.

agile_v_waterfall

Se Samsung è effettivamente passata alla metodologia “Agile” allora potrebbero finire lo sviluppo del Galaxy S7 già a Dicembre, che porterebbe a una prospettiva di lancio dell’ammiraglia molto prima nel 2016 rispetto per un lancio magari già al CES di Las Vegas avvantaggiandosì così rispetto alla concorrenza aveno il campo libero da questa.

Se lo sviluppo è effettivamente in corso e a ritmi più sostenuti non stupisce il riferimento in un documento trapelato emerso in Cina, e che pretende di rappresentare una comunicazione interna Samsung, a “Jungfrau”, che si dice sia il nome in codice del Galaxy S7, che viene aggiunto al piano di sviluppo software della società per Android M.

Questo mostra il supporto per l’ “MSM8996” che è il numero di modello del Qualcomm Snapdragon 820 e questo potrebbe significare che Samsung sta attualmente iniziando a testare questo all’interno della sua prossima ammiraglia.

Ovviamente è troppo presto per dire se la società sceglierà di mantenere questo SoC per l’hardware finale del dispositivo, ma i rinnovati rapporti tra le due società potrebbero portare non solo alla produzione dello Snapdragon ad opera della società coreana ma anche, come gli anni passati, all’adozione di questo su almeno una versione del suo Top oltre a una di un SoC Samsung.