Recensione Fossil Hybrid HR

AAAAAElFTkSuQmCC

In un mercato sempre può vasto di prodotti quasi tutti uguali, finalmente abbiamo provato qualcosa di diverso, uno smartwatch ibrido, il Fossil Hybrid HR (qui l’unboxing), vediamo come si è comportato nelle nostre settimane di utilizzo.

Confezione

La confezione è di forma quadrata e abbastanza contenuta nelle dimensioni, con la parte superiore in plastica trasparente dando, quindi la possibilità di vedere lo Smartwatch che è posizionato al centro e sostenuto da un supporto in cartone. Nello scompartimento di sinistra del supporto in cartone, troviamo la basetta di ricarica con cavo USB annesso. Rimosso il supporto troviamo la manualistica.

Sia la plastica trasparente che il materiale con cui è fatto il supporto, dall’impressione di economicità, ci saremmo aspettati un p0′ di più da Fossil.

Costruzione

Il Fossil Hybrid HR è di forma circolare con la cassa in alluminio da 42mm, e una volta indossato risulta subito comodo, grazie al peso contenuto; il cinturino è in vera pelle (marrone nel nostro caso)  all’esterno e in gomma all’interno in modo da essere più comodo e permette di far sudare meno il polso e di non rovinarsi; è dotato di sgancio rapido e di dimensioni standard 22mm.

Come detto, la cassa è in alluminio e assieme ai tre tasti fisici laterali e, soprattutto, alle lancette, conferisce eleganza all’insieme; davvero molto bello e una volta indossato non passerà certo inosservato.

Nella parte posteriore, troviamo il sensore per il battito cardiaco e i contatti per la basetta di ricarica.

Il Fossil Hybrid HR è certificato per resistere fino a 3 atmosfere; come sensori sono presenti accelerometro e battito cardiaco.

Display

Lo Smartwatch Fossil monta un display (non touch) read-out (l’e-ink secondo Fossil) con lancette meccaniche e per la tipologia di display adottato, più luce c’è più è visibile, soprattutto alla luce diretta del sole. Le lancette sono rifrangenti come sugli orologi tradizionali ed è prevista una retroilluminazione color bianco ghiaccio, attivabile con un doppio tap sul display.

Utilizzo

L’associazione avviene scaricando l’app di gestione, Fossil Hybrid , disponibile sia per Android che per iOS, noi abbiamo usato un Oneplus 9 e un realme 8 5G, e risulta essere molto facile e immediata, tramite l’app abbiamo accoppiato i due dispositivi e cominciato la configurazione dello SmartWatch.

La vibrazione è abbastanza forte, e la si può settare dalle impostazioni dell’orologio, difficile perdersi qualche notifica e il conteggio dei passi è molto preciso.

Sul Fossil Hybrid HR è presente un sistema molto basic e se si è abituati agli smartwatch con display touch, bisogna prenderci un po’ la mano. Per attivare le varie funzionalità bisogna premere per qualche secondo il pulsante centrale, le lancette di metteranno alle ore 9.15 e potrei muoverci tra dei menu visualizzati nella prima metà del display e per muoverci tra le varie voci bisognerà utilizzare gli altri due pulsanti. I tre pulsanti sono completamente programmabili tramite l’app, dando la possibilità di associare ad uno di essi una funzione specifica.

Tra i vari allenamenti possibili troviamo, Correre, Ciclismo, Escursione, Camminata, Pesi e altri.

App

Tramite l’app Fossil Hybrid è inoltre possibile sia gestire a pieno lo smartwatch, sia tenere monitorate e sincronizzate le varie attività.

Autonomia

La batteria è dichirata per un’autonomia di 2 settimane di utilizzo, noi con la nostra giornata di utilizzo, 7.00 – 0.00, quindi non indossandolo la notte e scollegandolo da ogni dispositivo, con controllo del battito e contapassi, siamo arrivati dopo circa 10gg di utilizzo al 20% di autonomia residua, un po’ pochino e pensavamo meglio.

Durante le 16/17h giornaliere di utilizzo, abbiamo ricevuto parecchie notifiche, per alcune di queste, abbiamo utilizzato lo smartwatch per visualizzarle.

 

Conclusioni

Il Fossil Hybrid HR, è un ottimo prodotto, sicuramente particolare e rivolto a chi non predilige uno smartwatch nel vero senso della parola, ma è ancora affezionato ad uno stile classico e soprattutto alle lancette fisiche e con un display sempre visibile.

Il modello da noi provato, con il cinturino in pelle, è disponibile al prezzo di 199 euro, in linea con quanto offerto.

 

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: e-ink con lancette meccaniche
Memoria interna: 16 MB
Connettività: Bluetooth v5.0
GPS: No
NFC: No
Microfono: No
Sensori: Accelerometro, Battito Cardiaco
Certificazione: Resistente fino a 3 Atmosfere
Compatibilità: Android 5.0 e successivi, iOS 12.0 e versioni successive
Sistema operativo: Collider Hybrid Smartwatch HR

 

Total
0
Shares
Previous Post

Lexar introduce il nuovo taglio di SSD SL200 da 2TB

Next Post

Fenomeno second hand: Wiko lo racconta con una survey e con i consigli di un’esperta di vintage

Related Posts