Estate sicura con la videosorveglianza Synology

Estate sicura con la videosorveglianza Synology

Rapine e furti non vanno in vacanza. Anzi, il momento più atteso dai ladri per mettere a segno qualche colpo è proprio l’estate, quando le città si svuotano ed è più facile agire inosservati.

Secondo una recente ricerca di Verisure, 8 italiani su 10 vorrebbero proteggere la loro abitazione con un sistema di videosorveglianza per la propria abitazione ma per dormire sonni tranquilli non basta comprare e installare delle videocamere di sicurezza bensì diventa fondamentale saper gestire al meglio questi dispositivi.

Per rispondere a questa esigenza, Synology propone una app specifica da scaricare sui suoi NAS: si tratta di Surveillance Station, scaricabile dallo store online gratuitamente, in grado di mettere a disposizione degli utenti un vero e proprio sistema di sorveglianza intuitivo per proteggere uffici, abitazioni e altri ambienti. Surveillance Station coniuga strumenti intelligenti per il monitoraggio e la gestione dei video e un sistema istantaneo e personalizzabile di notifiche grazie ai vari canali di comunicazione come e-mail, SMS e notifiche sui dispositivi mobile per poter avvisare l’utente in caso di intrusioni.

Ogni NAS è dotato di due licenze gratuite, mentre sul NVR le licenze sono quattro. Per ampliare le installazioni, Synology offre dei pacchetti di una, quattro e otto licenze per soddisfare le esigenze aziendali e domestiche.

Surveillance Station permette di gestire facilmente gli eventi e definire le regole di azione come:

  • Rilevamento movimento
  • Rilevamento audio
  • Oggetto rimosso
  • Oggetto estraneo
  • Manomissione dei dispositivi di sorveglianza

DS cam consente di monitorare e ricevere le notifiche di avvisi da tutte le telecamere di sorveglianza configurate su Synology DiskStation. Funzioni smart quali PTZ, pattugliamenti o controllo obiettivo per ottenere una gestione perfetta delle telecamere in tempo reale, mentre i filtri avanzati semplificano la segnalazione di qualsiasi specifico evento in grandi elenchi di registrazioni. È anche possibile eseguire tutte le principali attività di gestione, dalla disattivazione di una telecamera allo sblocco e l’eliminazione di un’istantanea.

Surveillance Station e DSCAM non sono le uniche risorse di Synology completamente dedicata alla videosorveglianza: la nuova VisualStation VS960HD, permette infatti di gestire il sistema di videosorveglianza Synology senza l’utilizzo di un computer.

In combinazione con un NAS Synology, VisualStation è la soluzione perfetta quando lo spazio, o il budget sono limitati. È sufficiente inserire un cavo Ethernet, collegarlo a un monitor LCD o a un TV, ad un mouse o tastiera e accedere a Synology Surveillance Station.

Il prodotto è grande quanto un palmare e può essere fissato facilmente a una parete o sul retro di uno schermo, utilizzando un kit di montaggio compatibile VESA fornito nella scatola.

Il brand Synology è prevalentemente associato al mondo dei NAS e, naturalmente, tale segmento rimane per noi il focus principale, ma puntiamo a rafforzare il nostro posizionamento anche nel settore della videosorveglianza”, ha commentato Vania Paone, Product Manager Italia, Grecia e Cipro. “Abbiamo diverse soluzioni dedicate a questo particolare ambito, dall’applicazione Surveillance Station ai modelli VisualStation, VS960HD e VS360HD e crediamo fortemente nel potenziale di sviluppo di quest’area di business”.

IL CASO DI SAN GIMIGNANO

Il Comune di San Gimignano in provincia di Siena è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità. Conta 7.800 abitanti ed un flusso turistico annuo di circa 3,5 milioni di persone. Nei parcheggi turistici (circa 1000 posti auto), a completa gestione Comunale, transitano ogni anno 500.000 auto e 18.000 autobus. Al fine di garantire un’esperienza turistica ottimale, la sicurezza non può che rivestire un ruolo prioritario per una realtà come San Gimignano.

Prima dell’adozione di Synology venivano utilizzati due sistemi di TVCC diversi: uno dedicato alla gestione della rete IP (20 telecamere), e il secondo all’analogico (10 telecamere). Entrambi i sistemi erano ormai obsoleti, le telecamere compatibili erano ormai fuori mercato e l’integrazione tra i due sistemi era inesistente. I costi di manutenzione inoltre, erano diventati insostenibili e sempre più spesso si rendevano necessari interventi di manutenzione da parte di personale specializzato.

I responsabili del reparto ICT del Comune erano alla ricerca di una soluzione potente e scalabile in base anche alle esigenze future. La loro intenzione era anche quella di sfruttare, se possibile, il più alto numero di telecamere già in loro possesso. Dopo un periodo di test, Surveillance Station di Synology si è rivelata compatibile con il 90% delle telecamere già in dotazione e ciò ha permesso di contenere i costi di avvio del nuovo sistema e di recuperare risorse per l’acquisto di nuove telecamere.

Dopo una prima implementazione, il Comune di San Gimignano ha aggiornato l’installazione, acquistando una nuova rack station RS3617XS+, configurato in CMS, e ulteriori 6 VisualStation, supportando così fino a 90 IP-camera. Inoltre, è stato potenziato il sistema TVCC con l’acquisto di 10 nuove telecamere AXIS P1425-LE, che permettono di monitorare zone critiche anche in orario notturno, grazie all’illuminatore IR di cui sono dotate

Il passaggio al nuovo sistema è stato del tutto trasparente per gli operatori: mentre i due vecchi sistemi TVCC erano ancora attivi, le vecchie telecamere sono state configurate nel nuovo sistema Synology. Contemporaneamente, sono state installate le nuove telecamere AXIS nei parcheggi. Tutte le attività si sono concluse in circa 4 settimane.

Grazie a Surveillance Station di Synology il Comune riesce a gestire in autonomia il suo impianto TVCC. Il lavoro degli operatori è molto più semplice: grazie alle 6 VisualStation VS360HD possono facilmente gestire l’impianto ed effettuare il download delle registrazioni in caso di necessità. Per il reparto ICT, i tempi di gestione dell’impianto si sono molto ridotti rispetto alla situazione precedente e la configurazione può essere impostata comodamente da remoto. Il Comune utilizza un totale di 74 licenze per poter gestire tutte le videocamere.