Codemotion 2013, tante novità nel panorama della programmazione

Codemotion 2013, tante novità nel panorama della programmazione

Qualche giorno fa è terminato il Codemotion di Roma, una delle più importanti fiere tecnologiche presenti in Italia e in Europa. Siamo riusciti a seguirlo in diretta da Smartphone Italia: le conferenze sono state molte, e molto interessanti. Quelle che siamo riusciti a seguire riguardavano Windows Phone, BlackBerry 10, HTML5 e Paypal. Ricapitoliamo insieme i momenti salienti della fiera.

Windows Phone e Azure

wpazura
Al Codemotion Microsoft ha presentato agli sviluppatori il proprio servizio di cloud Azure, standard pensato appositamente per gli sviluppatori e utilizzabile su qualsiasi piattaforma. Azure è una piattaforma di sviluppo che consente di creare ed eseguire applicazioni nella cloud, ed eseguirle instantaneamente. Un ottimo strumento di sviluppo per tutti coloro che vorranno creare applicazioni che abbiano bisogno di condividere o archiviare una grossa quantita di file.

PayPal rilascia le API per sviluppatori

PayPal ha presentato al Codemotion le nuove API per sviluppatori, con l’intento di affermare uno dei primi standard di pagamento attraverso smartphone. Il problema principale dei pagamenti è senz’altro la sicurezza della transazione: secondo PayPal questo problema è totalmente assente, per effettuare un pagamento l’utente deve possedere l’app ufficiale di PayPal sul proprio device e il negoziante deve da parte sua possedere un terminale certificato da PayPal dal costo di una tantum, di circa 90$. La certificazione PayPal riduce quindi al minimo i rischi e i pericoli derivanti da questo genere di operazioni.
Le API sono disponibili per permettere al negoziante di creare o farsi creare un intero sistema personalizzato, magari per gestire promozioni e sconti.

Pagare con lo smartphone sta diventando una realtà

I vantaggi? Per l’acquirente, la facilità di pagamento, per il venditore la possibilità di personalizzare praticamente qualsiasi cosa in ogni dettaglio per gestire al meglio la propria attività commerciale. Infine anche PayPal ci guadagna, esattamente il 3.6% su ogni transazione effettuata.

BB10, applicazioni, questa è la parola d’ordine

BF9Bbf7CcAAX_4r.jpg-large
Dopo il traguardo di 100.000 applicazioni in certificazione nello store BlackBerry l’azienda canadese vuole spingere ancora di più su questo fronte, puntando tutto sullo sviluppo di applicazioni per i loro device. Si può infatti sviluppare applicazioni usando praticamente qualsiasi tipo di codice, da C/C#, a Java, e HTML5. Tutto ciò è stato fatto per rendere il porting di applicazioni estremamente semplice. Si semplifica quindi il lavoro agli sviluppatori, invogliandoli a portare le proprie app nel BlackBerry App World.

Open


Interessantissima è la vera compatibilità delle app Android. Ci è stato fatto vedere come un apk possa essere portato sui device BB10 in pochi minuti, usando un tool messo a disposizione degli sviluppatori. Dentro BB10 gira in backside Android 2.3.6 Gingerbread, in modo da rendere tutte le app Android compatibili con gli smartphone BlackBerry 10.

Quasi come se fosse nativo!

Abbiamo girato un breve video che mostra il tool in azione: dal MacbookPro il tool converte l’apk di un’applicazione (in questo caso Kontalk, un simil-WhatsApp) nel formato BB. L’applicazione ora compatibile con BlackBerry 10 viene spedita al terminale, che la esegue senza problemi. Tutto questo processo in meno di due minuti. Il procedimento è davvero sbalorditivo se soli si pensa alla facilità con cui si potrebbero portare praticamente tutte le applicazioni Android su BlackBerry 10.

Queste sono solo alcune delle novità presentate agli sviluppatori al Codemotion di Roma, che si è svolto il 22 e il 23 marzo. Speriamo di vedere al più presto queste novità messe in pratica.