Check Point Software Technologies: nel 2018 le aziende colpite da attacchi cryptomining...

Check Point Software Technologies: nel 2018 le aziende colpite da attacchi cryptomining e da infezioni tramite cellulari

Check Point® Software Technologies Ltd., il principale fornitore di soluzioni di cybersecurity a livello globale, ha annunciato la pubblicazione della prima parte del Security Report 2019.

Di seguito i fenomeni più importanti che vale la pena sottolineare:

  • dominio dei cryptominer: quattro cryptominer sono stati tra i malware più diffusi, occupando i primi posti della classifica e colpendo il 37% delle organizzazioni a livello globale. Nonostante un calo del valore di tutte le cryptovalute, il 20% delle aziende continua a essere colpito da attacchi cryptomining ogni settimana. Di recente, i cryptominer si sono evoluti per sfruttare vulnerabilità di alto profilo e per eludere sandbox e prodotti di sicurezza, al fine di espandere i loro tassi di contagio.
  • i dispositivi mobile sono sotto attacco: nel 2018, il 33% delle organizzazioni in tutto il mondo è stato colpito da malware mobile, di cui i principali tre colpiscono il sistema operativo Android. Inoltre, si sono verificati diversi casi in cui il malware mobile è stato preinstallato sui dispositivi e nelle app disponibili negli app store.
  • uso massiccio delle botnet per lanciare gli attacchi: i bot sono stati nel 2018 il terzo tipo di malware più comune, con il 18% delle organizzazioni colpite da bot che vengono utilizzate per lanciare attacchi DDoS e diffondere altri malware. Le infezioni bot sono state determinanti in quasi la metà (49%) delle organizzazioni che hanno subito un attacco DDoS nel 2018.
  • attacchi ransomware in calo: nel 2018 l’utilizzo di ransomware è diminuito drasticamente, con un impatto su appena il 4% delle organizzazioni a livello globale.

Dall’aumento vertiginoso degli attacchi cryptomining, alle massicce violazioni dei dati, agli attacchi DDoS, nell’ultimo anno ci sono stati molti disagi informatici per le organizzazioni globali. I cybercriminali hanno a disposizione un’ampia gamma di opzioni per indirizzare ed estrarre ricavi dalle organizzazioni di qualsiasi settore, e la prima parte del Security Report 2019 evidenzia gli approcci che stanno utilizzando, sempre più furtivamente”, ha dichiarato Peter Alexander, Chief Marketing Officer di Check Point Software Technologies.  “Questi attacchi di quinta generazione multi-vettoriali, veloci e su larga scala stanno diventando sempre più frequenti, e le organizzazioni devono adottare una strategia di sicurezza informatica su più livelli che impedisca a questi attacchi di impossessarsi delle loro reti e dei loro dati. Il Security Report 2019 mette a disposizione conoscenze, approfondimenti e raccomandazioni su come prevenire questi attacchi.