Portatili e Convertibili

Presentato l’estate scorsa (qui la notizia), abbiamo avuto modo di provare il Lenovo ThinkBook 13S, portatile ultraleggero con monitor da 13.3 pollici.

Confezione e contenuto

La confezione è ben curata, e oltre al Lenovo ThinkBook 13S, troviamo solo l’alimentatore e un po’ di manualistica.

Costruzione, Ergonomia

Il Lenovo ThinkBook 13S, è un notebook davvero ben realizzato e ha un peso piuma, infatti pesa solo 1.32 Kg e le dimensioni sono molto compatte, infatti misura 30,76 cm x 21,64 cm x 1,59 cm, con scocca in alluminio con finiture metalliche, davvero molto bello. La cerniera è in lega di zinco con tecnologia in polvere metallica e con un’apertura di 180°.

Il pulsante di accensione ingloba la suo interno il lettore di impronte digitali, comodo e veloce.

Sul lato sinistro troviamo, l’ingresso per l’alimentatore, la porta HDMI, la porta USB Tipo C (con Modalità alternativa DisplayPort) e l’ingresso unico da 3.5mm per cuffie e microfono; sulla parte destra troviamo le due porte USB 3.

Sulla parte superiore della cornice troviamo la webcam da 1 megapixel, dotata di otturatore ThinkShutter per permettere l’oscuramento della webcam stessa.

Nella parte anteriore dei due lati sinistro e destro, troviamo i due altoparlanti stereo Harman Kardon con DTS Studio Sound da 2W.

Ottima la tastiera qwerty completa (manca solo il tastierino numerico), dotata di tasti a isola di dimensioni standard e retroilluminata. Sono presenti anche due tasti rapidi per le chiamate Skype.

Ottimo anche il trackpad, molto grande e senza tasti di controllo esterni.

Hardware

Il Lenovo ThinkBook 13S, oggetto della nostra prova, monta un processore Intel Core i5-8265U Quad-core 1.6/3.9 GHz e un processore grafico Intel Graphics 720 con memoria condivisa, la memoria RAM presente è da 8 GB (espandibili fino a 32 GB).

Alla voce connettività troviamo WiFi 802.11ac e Bluetooth 5.2.

Il disco è un’unità SSD con interfaccia di tipo M.2 NVMe con una velocità di 1740 MB/s in lettura e di 762 MB/s in scrittura, rilevati durante i nostri test.

Display

Il display è un 13.3 pollici LCD IPS Full HD (1920 x 1080 pixel), antiriflesso, di buona fattura e luminosità.

Utilizzo

Il Lenovo ThinkBook 13S viene fornito con la versione 10 Pro di Windows come sistema operativo. Troviamo, quindi, tutti i programmi e le funzionalità di Windows in versione Desktop.

Windows 10 Pro “gira” molto bene e complici il buon processore, gli 8 GB di memoria RAM e la SSD, è possibile effettuare quasi tutte le attività senza alcun tipo di problema. Nonostante Lenovo abbia reso il processore più performante della media, alcune attività come il rendering e il gioco lo mettono sotto stress, ma non è lo scopo per qui è progettato questo ThinkBook 13S, soprattutto vista la mancanza di una scheda video dedicata.

Durante l’utilizzo il calore è ben dissipato e non da alcun fastidio, e la ventola si fa sentire solo in caso di attività più pesanti, dove serve maggior potenza.

Ottima la tastiera qwerty completa (manca solo il tastierino numerico), dotata di tasti a isola e retroilluminata. Ottimo anche il trackpad, abbastanza grande e preciso.

Gli altoparlanti integrati sono by Harman Kardon da 2W  l’uno e il suono riprodotto è davvero ottimo bassi e alti molto soddisfacenti.

Software

L’unico software per installato è Lenovo Vantage tramite il quale è possibile tenere sotto controllo il computer ed effettuare varie attività, come ad esempio aggiornare i driver o gestire la modalità Raffreddamento Intelligente, tramite la quale è possibile cambiare la velocità delle ventole in base alle esigenze, se serve maggior potenza quindi maggior dissipazione o se vogliamo maggior silenzio, magari mentre guardiamo un film.

Autonomia

Con la batteria da 45Wh, Lenovo dichiara fino a 11 ore di autonomia e noi con un utilizzo medio , navigazione internet (stesura articoli tramite WordPress, video su YouTube), office, film in streaming video tramite Netflix e NowTv e streaming audio tramite Amazon Music, siamo riusciti ad attestarci su una media di 7/8 h.

Un risultato sotto le aspettative e ovviamente nel caso di attività più pesanti, come il rendering, l’autonomia scende fino ad un paio d’ore totali.

In caso di necessità ci viene in aiuto la ricarica rapida e con 30 minuti si ottengo 2/3h di autonomia.

Conclusioni

Il Lenovo ThinkBook 13S ci ha convinti sotto tutti gli aspetti ed è un prodotto, dalle buone caratteristiche hardware, con un peso davvero piuma e uno spessore ridotto.

Attualmente è possibile trovare il Lenovo ThinkBook 13S in diverse configurazioni e prezzi,  la versione da noi provata con processore i5 8265U, disco SSD da 256GB e 8 GB di RAM, la si può trovare ad un prezzo tra i 900 e i 1000 euro, a seconda della piattaforma utilizzata.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Processore e chipset: Intel Core i5-8265U Quad-core 1.6/3.9 GHZ
Processore grafico: Intel Graphics 720, DDR4 memoria grafica condivisa
Memoria: 8 GB, DDR4
Archiviazione: 256 GB SSD NVMe (M.2 2242-2280)
Drive ottico: No
Display: 13.3 pollici 16:9 con Dolby Vision, IPS Full HD (1920 x 1080)
Wireless LAN: 802.11ac
Standard Bluetooth: Bluetooth 5.2
Webcam: Sì
Microfono:
Altoparlanti: 2 Altoparlanti stereo da 2W
Lettore impronte digitali:
Porte USB 3.2 Gen 1 (3.1 Gen 1) di tipo A: 2, 1 USB Sleep-and-Charge
Porte USB Tipo C: 1 con Modalità alternativa DisplayPort
Rete (RJ-45): No
HDMI: Sì
Jack Audio: Sì, 3.5mm – combo Cuffie Esterne (stereo) / Microfono
Lettore di schede SD/SDXC: 
Sistema operativo: Windows 10 Pro 64-bit
Retroilluminazione tastiera: Sì
Batteria: 45 Wh
Dimensioni e Peso: 30,76 cm x 21,64 cm x 1,59 cm – Peso 1,32 kg

Voti

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
8/10
Software
8/10
Autonomia
8/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
8/10

Presentato l’estate scorsa (qui la notizia), abbiamo avuto modo di provare dynabook Portégé X30-F, portatile ultraleggero con monitor da 13.3 pollici.

Confezione e contenuto

La confezione è ben curata, e oltre al dynabook Portégé X30-F, troviamo solo l’alimentatore e un po’ di manualistica.

Costruzione, Ergonomia

Il dynabook Portégé X30-F, è un notebook davvero ben realizzato e ha un peso piuma, infatti pesa solo 1.05 Kg e le dimensioni sono molto compatte, 316 x 227 x 16,4 mm, molto bello il colore blu onice.

Sul lato sinistro troviamo, l’attacco per il kensington, una porta USB 3.0 con USB Sleep-and-Charge e  l’ingresso unico da 3.5mm per cuffie e microfono, mentre sulla parte destra troviamo la porta HDMI, le due porte USB Tipo C (Thunderbolt 3 con supporto per, energia e segnale video) e lo slot microSD.

Sulla parte superiore della cornice troviamo la webcam IR con doppio microfono per Windows Hello e Intel Authenticate.

Frontalmente, in basso, troviamo i due altoparlanti stereo Harman Kardon con DTS Studio Sound.

Ottima la tastiera qwerty completa (manca solo il tastierino numerico), dotata di 87 tasti a isola di dimensioni standard e retroilluminata.

Incastonato tra le lettere G H e B, troviamo l’AccuPoint, il trackpoint secondo dynabook, di colore viola, che tanto ricorda l’equivalente dei ThinkPad Lenovo.

Ottimo anche il trackpad, SecurePad per dynabook, con finitura in vetro, con i tasti di controllo subito sopra e lettore di impronte digitali al suo interno, nell’angolo superiore sinistro.

All’interno è presente la nuova ventola S-Type, sviluppata per offrire un migliore effetto di raffreddamento (il volume dell’aria è aumentato del 10%), mentre la velocità inferiore di rotazione rende il suo funzionamento più silenzioso.

Hardware

Il dynabook Portégé X30-F, oggetto della nostra prova, monta un processore Intel Core i7-8565U Quad-core 1,80/4,60 GHz e un processore grafico Intel UHD Graphics 620 con memoria condivisa, la memoria RAM presente è da 16 GB (espandibili fino a 32 GB).

Alla voce connettività troviamo WiFi 802.11ac+agnBluetooth 5.0.

Il disco è un’unità SSD con interfaccia di tipo M.2 NVMe (un Samsung PM981) con una velocità di 3500 MB/s in lettura e di 1980 MB/s in scrittura, rilevati durante i nostri test.

Display

Il display è un 13.3 pollici LCD IPS Full HD (1920 x 1080 pixel), antiriflesso, di buona fattura e luminosità.

Utilizzo

Il dynabook Portégé X30-F viene fornito con la versione 10 Pro di Windows come sistema operativo. Troviamo, quindi, tutti i programmi e le funzionalità di Windows in versione Desktop.

Windows 10 Pro “gira” molto bene e complici il buon processore, gli 16 GB di memoria RAM e la SSD, è possibile effettuare quasi tutte le attività senza alcun tipo di problema. Per il via del processore più dedito a consumare poco che alla potenza pura, alcune attività come il rendering e il gioco lo mettono sotto stress, ma non è lo scopo per qui è progettato questo X30-F, soprattutto vista la mancanza di una scheda video dedicata.

Durante l’utilizzo il calore è ben dissipato e non da alcun fastidio, e la ventola si fa sentire solo in caso di attività più pesanti, dove serve maggior potenza.

Ottima la tastiera qwerty completa (manca solo il tastierino numerico), dotata di tasti a isola e retroilluminata. Ottimo anche il trackpad, abbastanza grande e preciso che, come detto, nell’angolo superiore sinistro ingloba il sensore delle impronte digitali, personalmente avrei preferito una posizione esterna al trackpad stesso, immediato lo sblocco.

Ottimi anche i due piccoli speaker frontali con bassi e alti molto soddisfacenti.

Software

Tre i programmi pre installati, dynabook PC Information, dynabook Service Station, dynabook Settings.

dynabook PC Information

Tramite PC Information avremo tutte le informazioni dettagliate sul nostro sistema

dynabook Service Station

Tramite Service Station avremo la possibilità di controllare ed effettuare gli aggiornamenti, effettuare una diagnostica del sistema.

dynabook Settings

Settings consente di configurare le impostazioni del computer.

Autonomia

La batteria da 4000 mAh, grazie alla tipologia del processore presente, garantisce una buona autonomia.

dynabook dichiara fino a 10 ore e 30 min (valore ottenuto con MobileMark 2014 con Windows 10)

Nei nostri test ci siamo assestati sulle 9/9.5h di autonomia con utilizzo medio, navigazione internet (stesura articoli tramite WordPress, video su YouTube), office, film in streaming video tramite Netflix e NowTv e streaming audio tramite Amazon Music.

Un risultato tutto sommato ottimo, ma nel caso di attività più pesanti, come il rendering, l’autonomia scende.

Conclusioni

Il dynabook Portégé X30-F è davvero ottimo prodotto, dalle buone caratteristiche hardware, con un peso davvero piuma e uno spessore ridotto.

Attualmente è possibile trovare il dynabook Portégé X30-F in diverse configurazioni e prezzi,  la versione da noi provata con processore i7 8565U, disco SSD da 512 GB e 16 GB di RAM, la si può trovare ad un prezzo tra i 1700 e i 2000 euro, a seconda della piattaforma utilizzata, certo non pochi, ma qualità costruttiva e hardware sono di ottimo livello.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Processore e chipset: Intel Core i7-8565U Quad-core 1,80/4,60 GHz
Processore grafico: Intel UHD Graphics 620, DDR4 condivisa memoria grafica
Memoria: 16 GB, DDR4
Archiviazione: 512 GB SSD M.2 nvme
Drive ottico: No
Display: 13.3 pollici 16:9, Full HD (1920 x 1080)
Wireless LAN: 802.11ac+agn
Standard Bluetooth: Bluetooth 5.0
Webcam: Webcam IR con doppio microfono per Windows Hello e Intel Authenticate
Microfono:
Altoparlanti: 2 Altoparlanti stereo
Lettore impronte digitali:
Porte USB 3.0: 1, USB Sleep-and-Charge
Porte USB Tipo C: 2, Porta Thunderbolt 3 con supporto per Data Transfer, Power Delivery e Display Port
Rete (RJ-45): No
HDMI: Sì
Jack Audio: Sì, 3.5mm – combo Cuffie Esterne (stereo) / Microfono
Lettore di schede SD/SDXC: 
Sistema operativo: Windows 10 Pro 64-bit
Retroilluminazione tastiera: Sì
Batteria: 4000 mAh, Ioni di litio
Dimensioni: 316 x 227 x 16,4 mm – Peso 1,05 kg

Voti

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
9/10
Software
8/10
Autonomia
8/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
9/10

Presentato qualche mese fa, abbiamo avuto modo di provare l’Asus PB60-BP069MC Mini PC per un paio di settimane, vediamo come si è comportato nei nostri test.

Confezione

Nonostante il mini PC Asus sia molto compatto, la confezione è grande; al suo interno, oltre al mini PC, troviamo i vari accessori, ovvero, l’antenna per il Wi-Fi, il supporto VESA per il montaggio dietro ad un monitor, e relative viti di montaggio, alimentatore, guida rapida e CD, connettore per il montaggio di un secondo Hard Disk da 2.5 pollici.

Costruzione

L’Asus PB60, ha un telaio in metallo, molto compatto con un design modulare e misura 17,5 x 17,5 x 3,4 cm per un peso di 1.19 kg.

All’interno della nostra versione, troviamo un processore Intel Pentium Gold G5400T – Dual Core – 3,10 GHz (disponibile anche con processori i3 e i5 di ultima generazione), coadiuvato da 4 GB di RAM DDR4 da 2400 MHz, espandibile fino a 8 GB, grazie ai due slot presenti. Come storage, nella nostra versione, era presente un disco SSD M.2 SATA da 64 GB, facilmente sostituibile con uno più capiente.

E’ inoltre possibile aumentare lo storage inserendo un HDD / SSD da 2.5 pollici e collegarlo grazie al cavetto in dotazione. Noi abbiamo installato un Western Digital Red sa500 (qui la nostra prova) senza alcun problema.

Frontalmente, da sinistra verso destra, troviamo, porta USB Tipo C, 2 Porte USB 3.1 Gen 2, 2 Porte USB 3.1 e Gen 1, ingressi per cuffie e microfono, pulsante di accensione con LED di stato e griglia per l’areazione.

Posteriormente, invece, troviamo, ingresso per l’alimentatore, 2 Porte USB 2.0, una porta displayport, 1 USB 3.1 Gen 2, una porta HDMI, la porta modulabile, nel nostro caso VGA, la porta LAN RJ45 e il foro per il cavo Kensington.

Sono inoltre disponibili dei moduli aggiuntivi impilabili opzionali progettati per adattarsi perfettamente, aggiungendo nuove le funzionalità necessarie senza sacrificare le dimensioni compatte.

Attualmente è presente il modulo unità ottica DVD e altri moduli aggiuntivi saranno presto disponibili.

I moduli di espansione Mini PC PB60 possono essere installati in tre semplici passaggi.

Funzionamento

L’installazione è davvero facile e banale, una volta collegata l’antenna, un eventuale cavo LAN e l’alimentazione, non servirà altro che accendere il pulsante di accensione.

Sull’asus PB60 Windows 10 Pro 64-Bit e il sistema gira sempre fluido, a patto di non esagerare ed andare al di là della tipologia d’uso per qui questo mini PC è stato ideato, ovvero uso Home base o piccoli uffici, quindi navigazione internet e office automation.

In queste situazioni CPU e RAM riescono a gestire senza problemi navigazione internet, stesura documenti, streaming e visione di film, ma l’hardware non è idoneo per giocare.

L’SSD presente è una  Transcend TS64GMTS400, da 64 GB, SATA 3 dotato di una ragguardevole velocità, infatti nei nostri test abbiamo ottenuto in lettura una velocità in lettura pari a 555 MB/s e in scrittura una velocità di 234 MB/s.

Conclusioni

I mini PC sono una via di mezzo tra i portatili e i desktop, sono più espandibili (anche con più facilità) dei primi ma in maniera ridotta rispetto ai secondi.

Ci sono mini PC da gaming e mini PC molto più compatti per un utilizza più tranquillo, ideale per uffici e negozi; ed è proprio in questa seconda fascia che si posiziona l’Asus PB60-BP069MC che abbiamo provato.

Le dimensioni sono incredibilmente contenute da poter essere nascosto dietro al monitor e anche le silenziosità è paragonabile a quella di un computer portatile, davvero impercettibile.

Per quanto riguarda l’espandibilità, abbiamo la possibilità di aggiungere un altro banco di RAM, sostituire l’SSD principale con uno più capiente e addirittura aggiungere un disco da 2.5, che sia meccanico o allo stato solido.

Senza dimenticare l’innumerevole quantitativo di porte presenti, da far invidia ad un PC desktop, troviamo infatti, ben 5 porte USB sul pannello frontale (1 Di Tipo C, 2 USB 3.1 Gen 2 e 2 USB 3.1 Gen 1), 2 porte USB 2.0, per mouse e tastiera, un’altra porta USB 3.1 Gen 1, magari per collegare un HUB esterno, displayport, HDMI e LAN, cosa chiedere di più?

Senza dimenticare l’espandibilità infinita data dai moduli di espansione.

Attualmente è possibile acquistare l’Asus PB60-BP069MC su Amazon al prezzo di poco superiore ai 380 euro, don la SSD da 128 GB, davvero poco per la qualità del prodotto, soprattutto dal punto di vista ingombro / espansioni.

L’Asus PB60-BP069MC potrebbe essere un ottimo acquisto per chi, vista la situazione attuale, è costretto a lavorare da casa e non vuole spendere troppo o trovarsi un prodotto ingombrante e limitato.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Processore: Intel Pentium Gold G5400T – Dual Core – 3,10 GHz
– Chipset: Intel B360
– Grafica: Intel UHD Graphics
Memoria: 4 GB DDR4 a 2400MHz
Storage: M.2 (NGFF) SSD Sata 64 GB – Possibilità di aggiungere un HDD da 2.5
– Connettività: 802.11 a/b/g/n/ac , Bluetooth® 5.0
– LAN: 10/100/1000/Gigabits Mbps
Porte I/O Pannello Frontale: 1 x USB 3.1 Gen 1 Type-C – 2 x USB 3.1Gen 1 – 2 x USB 3.1Gen 2 – 1 x Audio jack – 1 x mic in
Porte I/O Posteriori: 2 x USB 2.0 – 1 x USB 3.1 Gen 2 – 1 x HDMI – 1 x DisplayPort – 1 x RJ45 LAN – 1 x Kensington Lock – 1 x DC-in – 1 x VGA
Dimensioni e Peso: 175 x 175 x 34.2 mm / 1.19 kg
– Sistema Operativo: Windows 10 Pro 64-Bit

 

Presentato ad IFA 2017 (qui la notizia) e disponibile da Settembre, abbiamo avuto modo di provare l’Acer Spin 5, con monitor da 13.3 pollici.

Confezione e contenuto

La confezione è ben curata, ma oltre all’Acer Spin 5, troviamo solo l’alimentatore e un po’ di manualistica. Nella confezione di vendita e’ presente anche l’Acer Active Stylus ASA630, non presente nella nostra confezione.

Costruzione, Ergonomia

L’Acer Spin 5, è un notebook davvero ben realizzato e ha un peso piuma, infatti l’Acer Spin 5, pesa solo 1.5 Kg e le dimensioni sono molto compatte, 324,40 x 226 x 15,90 mm.

Sul lato sinistro troviamo l’ingresso per l’alimentatore, la porta HDMI, la porta USB Tipo C e  due porte USB 3.0, mentre sulla parte destra troviamo l’attacco per il kensington, il pulsante di accensione, la porta USB 2.0, il lettore per le schede SD, l’ingresso per le cuffie, il bilanciare del volume e i due led che indicano accensione e ricarica della batteria. Sulla parte superiore della cornice troviamo la web cam.

Hardware

L’Acer Spin 5, oggetto della nostra prova, monta un processore Intel Core i5-8250U Quad-core 1,60 GHz e un processore grafico Intel UHD Graphics 620 e memoria condivisa, la memoria RAM presente è da 8GB, mentre alla voce archiviazione troviamo un disco SSD da 256GB.

Il disco è un’unità SSD con interfaccia di tipo M.2 80mm con una velocità di 510 MiB/s in lettura e di 253 MiB/s in scrittura, rilevati durante i nostri test.

Display

Il display è un 13.3 pollici LCD IPS Full HD (1920 x 1080 pixel), pannello di buona fattura ma di media luminosità.

Utilizzo

L’Acer Spin 5 viene fornito con la versione 10 di Windows come sistema operativo. Troviamo, quindi, tutti i programmi e le funzionalità di Windows in versione Desktop.

Windows 10 “gira” bene e complici il buon processore, gli 8 GB di memoria RAM e la SSD, è possibile effettuare quasi tutte le attività senza alcun tipo di problema. Per il via del processore più dedito a consumare poco che alla potenza pura, alcune attività come il rendering e il gioco lo mettono sotto stress, ma non è lo scopo per qui è progettato questo Spin 5, soprattutto vista la mancanza di una scheda video dedicata.

Durante l’utilizzo il calore è ben dissipato e non da alcun fastidio, solo in caso di attività più pesanti, abbiamo notato lo scaldarsi della zona subito sopra la tastiera. Calore mai eccessivo e che non viene percepito durante il normale utilizzo.

Ottima la tastiera qwerty completa (manca solo il tastierino numerico), dotata di tasti a isola e retroilluminata. Ottimo anche il trackpad, abbastanza grande e preciso e nell’angolo superiore sinistro ingloba il sensore delle impronte digitali, personalmente avrei preferito una posizione esterna al trackpad stesso, immediato lo sblocco.

Software

Tra i programmi installati, troviamo un po’ di Utility Acer.

Acer quick access, permette rapido accesso ad alcune funzionalità.

Tramite Acer Care Center avremo sotto controllo sia le informazioni di sistema, sia eventuali aggiornamenti disponibili per Bios e Driver. E’ possibile anche gestire l’avvio e i programmi caricati, eliminare i file spazzature ed effettuare una pulitura generale del disco. E’ prevista, inoltre, l’opzione per attivare il ripristino alle impostazioni di fabbrica e la possibilità di effettuare i backup.

Autonomia

La batteria da 4810 mAh, grazie alla tipologia del processore presente, garantisce una buona autonomia.

Nei nostri test ci siamo assestati sulle 6.5/7.5h di autonomia con utilizzo medio, che, considerando il prodotto non è un risultato da disprezzare. Nel caso di attività più pesanti, come il rendering, l’autonomia scende intorno alle 2.5/3h di utilizzo.

Conclusioni

L’Acer Spin 5 è davvero ottimo prodotto, dalle buone caratteristiche hardware, con un peso davvero piuma e uno spessore ridotto.

Attualmente è possibile trovare l’Acer Spin 5 in diverse configurazioni e prezzi, su Amazon la versione da noi provata con processore i5 8250U, disco SSD da 256GB e 8GB di RAM, è offerta ad un prezzo intorno agli 830 euro, prezzo molto ragionevole ed in linea con quanto offerto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Processore e chipset: Intel Core i5 8250U Quad-core 1,60 GHz
Processore grafico: Intel UHD Graphics 620, DDR4 condivisa memoria grafica
Memoria: 8 GB, DDR4
Archiviazione: 256 GB SSD
Drive ottico: No
Display: 13.3 pollici 16:9, Full HD (1920 x 1080)
Wireless LAN: 802.11ac LAN wireless
Standard Bluetooth: Bluetooth 4.2
Webcam: Webcam HD frontale
Microfono:
Altoparlanti: 2 Altoparlanti stereo
Lettore impronte digitali:
Porte USB 2.0: 1
Porte USB 3.0: 2
Porte USB Tipo C: 1
Rete (RJ-45): No
HDMI: Sì
Jack Audio: Sì, 3.5mm
Lettore di schede SD/SDXC: 
Sistema operativo: Windows 10 Home
Retroilluminazione tastiera: Sì
Batteria: 4810 mAh, Ioni di litio
Dimensioni: 324,40 x 226 x 15,90 mm – Peso 1,5 kg

Voti

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
9/10
Software
8/10
Autonomia
8/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
9/10

Per il blog avevamo bisogno di un portatile leggero, compatto ed economico e dopo aver analizzato un po’ di prodotti e aver perso un paio di pacchi in dogana, abbiamo optato per il nuovo modello Jumper, l’EZbook X4, portatile in alluminio con monitor da 14 pollici.

Confezione e contenuto

La confezione è molto minimale e il cartone utilizzato e di fattura abbastanza economica, com’è’ anche giusto che sia in questa fascia di prezzo. Oltre all’EZbook X4, troviamo solo l’alimentatore con presa cinese ed uscita a 12V/2A e manualistica.

Costruzione, Ergonomia

L’EZbook X4, è un notebook tutto sommato ben realizzato con una scocca in alluminio e anche l’assemblaggio e buono, con l’unico neo che riguarda la cerniera del display che in apertura e chiusura scricchiola davvero molto.

Il peso e’ molto contenuto, infatti l’EZbook X4 pesa solo 1,36 KG e le dimensioni sono compatte, 330 x 220 x 13 mm.

Sul lato sinistro troviamo l’ingresso micro HDMI e una delle due porte USB 3.0, mentre sulla parte destra troviamo l’ingresso per l’alimentatore, l’ingresso per il jack da 3.5mm, l’altra porta USB 3.0 e lo slot per le microSD. Sulla parte superiore della cornice troviamo la web cam.

Nella parte sottostante troviamo uno sportellino che permette l’accesso alla SSD M.2 per una facile sostituzione e con semplice sistema di distanziatori, possono essere installati vari tipi di M.2.

Ottima la tastiera qwerty completa (manca solo il tastierino numerico), dotata di tasti a isola e retroilluminata di colore bianco ghiaccio, molto bello ed elegante, impostabile su 3 livelli, spenta, basso e alto. I tasti sono sufficientemente grandi ed e’ davvero un piacere utilizzarla. Il Layout e’ americano, ma basta un minimo di utilizzo per prenderci subito la mano.

Segnaliamo che di giorno in determinate condizioni di luce, con la retroilluminazione spenta alcuni tasti possono non vederci, ma in questo caso basterà accendere la retroilluminazione al primo livello e non avremo nessun problema.

Ottimo anche il trackpad, abbastanza grande e preciso.

Hardware

L’EZbook X4, monta un processore Intel Gemini Lago N4100 Quad Core 1.1GHz e un processore grafico Intel UHD Graphics 600 con memoria condivisa, la memoria RAM presente è da 4GB, mentre alla voce archiviazione troviamo un disco SSD da 128GB.

Il disco è un’unità SSD con interfaccia di tipo M.2 con una velocità di 547 MiB/s in lettura e di 47 MiB/s in scrittura, rilevati durante i nostri test. Soprattutto per i valori in scrittura, in giro si possono trovare valori completamente diversi da quelli rilevati da noi, ma anche molto simili, differenze dovuto a un qualche aggiornamento Windows, infatti facendo un test su una distro Linux come Ubuntu i valori di lettura e scrittura sono molto vicini tra di loro, con la scrittura che si assesta su 440 MiB/s.

Display

Il display è un 14 pollici LCD IPS Full HD opaco (1920 x 1080 pixel), pannello di sufficiente fattura molto luminoso ma con i neri poco profondi, nulla di trascendentale, soprattutto al prezzo a cui e’ offerto l’EZbook X4.

Utilizzo

L’EZbook X4 viene fornito con Windows 10 Home come sistema operativo, in inglese, essendo un prodotto importato, e’ comunque possibile installare l’italiano senza alcun tipo di problema. Troviamo, quindi, tutti i programmi e le funzionalità di Windows in versione Desktop.

Windows 10 “gira” bene e operazioni come stesura documenti e navigazione internet sono il suo pane quotidiano. Il rendering e il gioco lo mettono sotto stress, ma non è lo scopo per qui è progettato questo EXbook X4, soprattutto vista la mancanza di una scheda video dedicata, ma riesce comunque a districarsi bene, soprattutto per rendering poco spinto.

Durante l’utilizzo il calore non e’ mai fastidioso, a patto di non stressare molto il processore, in questo caso a sinistra del touchpad si avvertirà un leggero surriscaldamento, mai fastidioso, ma del tutto normale essendo l’EXbook X4 fanless, quindi con sistema di raffreddamento passivo, non efficace come un classico sistema con ventole, ma completamente silenzioso.

Autonomia

La batteria da 4600 mAh, grazie alla tipologia del processore presente, garantisce una buona autonomia, che dipende molto dal tipo di utilizzo che si fa.

Con un utilizzo medio, navigazione web con YouTube e simili, stesura documenti, non e’ difficile arrivare arrivare a 6h di autonomia; con utilizzi che richiedono più potenza come rendering o qualche gioco, l’autonomia scende

L’alimentatore da 12v/2A permette la ricarica completa in circa 3h.

Conclusioni

L’EXbook X4 è tutto sommato un buon prodotto, dagli ottimi materiali e dall’ottima tastiera retroilluminata. Processore, RAM e SSD lo rendono adatto a molteplici utilizzi, gaming serio escluso.

L’EXbook X4 e’ il classico portatile compatto e leggero, da portarsi in giro, per esempio come nel nostro nel nostro caso per mostre ed eventi, o anche per un utilizzo prettamente universitario.

L’EXbook X4, e’ disponibile ad un prezzo di circa 240/250 euro su store come Gearbest.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Processore e chipset: Intel Gemini Lake N4100 Quad Core 1.1GHz
Processore grafico: Intel HD Graphics 600
Memoria: 4GB, DDR4L
Archiviazione: 128GB M.2 SSD
Drive ottico: No
Display: 14 pollici 16:9, Full HD (1920 x 1080)
Wireless LAN: Dual WiFi 2.4GHz/5.0GHz
Standard Bluetooth: Bluetooth 4.0
Webcam: Webcam HD frontale 2.0MP
Microfono:
Altoparlanti: 2 Altoparlanti stereo
Lettore impronte digitali: No
Porte USB 2.0: 0
Porte USB 3.0: 2
Porte USB Tipo C: 0
Rete (RJ-45): No
Micro HDMI: Sì
Jack Audio: Sì, 3.5mm
Lettore di schede: Sì, microSD
Sistema operativo: Windows 10 Home
Retroilluminazione tastiera: Sì
Batteria: 4600 mAh, Polimeri di litio
Dimensioni: 330 x 220 x 13 mm – Peso 1,36 kg

Voti

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
7/10
Materiali
8/10
Display
7/10
Autonomia
8/10
Prezzo
9/10
Rapporto qualità / prezzo
10/10

Presentato ad IFA 2017 (qui la notizia) e disponibile da Dicembre, abbiamo avuto modo di provare l’Acer Swift 5, con monitor 14 pollici.

Confezione e contenuto

La confezione è ben curata, ma oltre all’Acer Swift 5, troviamo solo l’alimentatore e un po’ di manualistica.

Costruzione, Ergonomia

L’Acer Swift 5, è un notebook davvero ben realizzato e da un peso irrisorio, infatti l’Acer Swift 5, pesa solo 970 grammi e le dimensioni sono molto compatte, 329 x 228 x 14,90 mm.

Sul lato sinistro troviamo l’attacco per il kensington, l’ingresso per le cuffie e i due led che indicano accensione e ricarica della batteria, mentre sulla parte destra troviamo l’ingresso per l’alimentatore, la porta HDMI, due porte USB 3.0 e la porta USB Tipo C. Sulla parte superiore della cornice troviamo la web cam.

Hardware

L’Acer Swift 5, oggetto della nostra prova, monta un processore Intel Core i7-8550U Quad-core 1,80 GHz e un processore grafico Intel UHD Graphics 620 e memoria condivisa, la memoria RAM presente è da 8GB, mentre alla voce archiviazione troviamo un disco SSD da 256GB.

Il disco è un’unità SSD con interfaccia di tipo M.2 con una velocità di 1760 MiB/s in lettura e di 357 MiB/s in scrittura, rilevati durante i nostri test.

Da segnalare che all’interno del portatile sono presenti due slot M.2, quindi sono possibili anche eventuali configurazioni in RAID 0, per esempio.

Display

Il display è un 14 pollici LCD IPS Full HD opaco (1920 x 1080 pixel), pannello di buona fattura ma non molto luminoso e se al chiuso non è un problema, lo può essere in caso di utilizzo all’aperto.

Utilizzo

L’Acer Swif 5 viene fornito con la versione 10 di Windows come sistema operativo. Troviamo, quindi, tutti i programmi e le funzionalità di Windows in versione Desktop.

Windows 10 “gira” bene e complici il buon processore, gli 8 GB di memoria RAM e la SSD, è possibile effettuare quasi tutte le attività senza alcun tipo di problema. Per il via del processore più dedito a consumare poco che alla potenza pura, alcune attività come il rendering e il gioco lo mettono sotto stress, ma non è lo scopo per qui è progettato questo Swift 5, soprattutto vista la mancanza di una scheda video dedicata.

Durante l’utilizzo il calore è ben dissipato e non da alcun fastidio, solo in caso di attività più pesanti, abbiamo notato lo scaldarsi della zona subito sopra la tastiera. Calore mai eccessivo e che non viene percepito durante il normale utilizzo.

Ottima la tastiera qwerty completa (manca solo il tastierino numerico), dotata di tasti a isola e retroilluminata di un colore sul bronzo, che riprendere lo stile di cornice e tasti. Ottimo anche il trackpad, abbastanza grande e preciso. Sulla destra, poco sotto la tastiera, troviamo il sensore delle impronte, immediato nello sblocco.

Software

Tra i programmi installati, troviamo un po’ di Utility Acer.

Acer quick access, permette rapido accesso ad alcune funzionalità.

Tramite Acer power button, è possibile gestire le funzioni del tasto power; un scorciatoia graficamente molto carina di quanto già presente nelle impostazioni di Windows.

Tramite Acer Care Center avremo sotto controllo sia le informazioni di sistema, sia eventuali aggiornamenti disponibili per Bios e Driver. E’ possibile anche gestire l’avvio e i programmi caricati, eliminare i file spazzature ed effettuare una pulitura generale del disco. E’ prevista, inoltre, l’opzione per attivare il ripristino alle impostazioni di fabbrica e la possibilità di effettuare i backup.

Acer Collection consiglia una serie di App e Giochi presenti sullo store.

Autonomia

La batteria da 4670 mAh, grazie alla tipologia del processore presente, garantisce una buona autonomia, ma non al livello degli altri competitor.

Nei nostri test ci siamo assestati sulle 6/6.5h di autonomia a seconda dell’utilizzo, che, considerando il prodotto non è un risultato da disprezzare, però sul mercato ci sono prodotti che fanno meglio, anche se più costosi.

In aiuto viene l’alimentatore, che per caricare la batteria da 0 al 100% ci mette circa un’oretta e mezza, non male.

Conclusioni

L’Acer Swift 5 è davvero ottimo prodotto, dalle buone caratteristiche hardware, con un peso davvero piuma e uno spessore ridotto.

Attualmente è possibile trovare l’Acer Swift 5 in diverse configurazioni e prezzi, su Amazon la versione da noi provata con processore i7 8550U, disco SSD da 256GB e 8GB di RAM, è offerta ad un prezzo intorno ai 1000 euro, prezzo molto ragionevole ed in linea con quanto offerto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Processore e chipset: Intel Core i7 8550U Quad-core 1,80 GHz
Processore grafico: Intel® UHD Graphics 620, LPDDR3 condivisa memoria grafica
Memoria: 8 GB, LPDDR3
Archiviazione: 256 GB SSD
Drive ottico: No
Display: 14 pollici 16:9, Full HD (1920 x 1080)
Wireless LAN: 802.11ac LAN wireless
Standard Bluetooth: Bluetooth 4.2
Webcam: Webcam HD frontale
Microfono:
Altoparlanti: 2 Altoparlanti stereo
Lettore impronte digitali:
Porte USB 2.0: 0
Porte USB 3.0: 2
Porte USB Tipo C: 1
Rete (RJ-45): No
HDMI: Sì
Jack Audio: Sì, 3.5mm
Lettore di schede SD/SDXC: 
Sistema operativo: Windows 10 Home
Retroilluminazione tastiera: Sì
Batteria: 4670 mAh, Polimeri di litio
Dimensioni: 329 x 228 x 14,90 mm – Peso 0,97 kg

Voti

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
9/10
Software
8/10
Autonomia
8/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
9/10

Presentato a fine Aprile dello scorso anno a New York (qui la notizia), e disponibile dalla scorsa estate,  il Predator Helios 300, è un ottimo portatile medio gamma della gamma Acer dedicata al gaming. Vediamo come si è comportato.

Confezione e contenuto

Nella confezione, oltre al portatile, troviamo solo alimentatore e guida rapida.

Costruzione, Ergonomia

Il Predator Helios 300, è ben realizzato e con peso e dimensioni importanti, infatti misura 390 x 277 x 26.8 mm per un peso di 2.7KG. Dimensioni nemmeno troppo eccessive considerando la vocazione gaming.

Il coperchio è realizzato in metallo spazzolato, molto bello ma cattura molte impronte, così come la zona poggia polsi sotto la tastiera.

La parte inferiore è realizzata in plastica permettendo così di realizzare comodi vani di espansione per dischi e memoria RAM

Sul lato sinistro troviamo, dall’alto verso il basso, l’attacco per il cavo kensington, l’ingresso LAN, la porta USB Tipo C, la porta HDMI, la porta USB 3.0 e lo slot per la SD; sul lato destro troviamo l’ingresso per l’alimentazione, LED batteria e LED di stato, due porte USB 2.0 e l’ingresso cuffie/microfono.

Sulla parte superiore della cornice troviamo la web cam.

Nella parte frontale troviamo i due speaker di sistema, molto potenti, alti, medi e bassi sono ben proporzionati e il suono è davvero di buona qualità.

La tastiera è retroilluminata non regolabile ne nel livello nel nel colore, presente solo il rosso, i tasti sono grandi e ben distanziati e il feedback è ottimo; il trackpad è di ottima fattura, abbastanza grande .

Hardware

Il Predator Helios 300, oggetto della nostra prova, monta un processore Intel Core i7-7700HQ Quad-core 2,80 GHz e un processore grafico NVIDIA GeForce GTX 1060 con 2 GB Memoria dedicata, la memoria RAM presente è da 16GB (espandibile fino a 32GB), mentre alla voce archiviazione troviamo un disco SSD da 128GB per il sistema operativo e un HDD meccanico da 1TB per giochi e dati.

Il disco è un’unità SSD con interfaccia PCIe 3.1 con una velocità di 2400 MiB/s in lettura e di 1500 MiB/s in scrittura. Dai nostri test abbiamo rilevato una velocità di 2300 MiB/s effettivi in lettura e di 1100 MiB/s in scrittura.

Display

Il display è un 15.6″ LCD IPS Full HD opaco (1920 x 1080 pixel), pannello di buona fattura ed è ben visibile sia al chiuso che all’aperto e la luminosità massima è elevata.

Utilizzo

Il Predator Helios 300 viene fornito con la versione Home 64 Bit di Windows 10 come sistema operativo. Troviamo, quindi, tutti i programmi e le funzionalità di Windows in versione Desktop.

Windows 10 gira nel complesso bene e in maniera fluida, anche se la SSD scelta è veloce ma non velocissima. Anche se il target di utilizzo è diverso, con il Predator Helios 300, è possibile fare editing di medio livello.

Ottima la tastiera qwerty completa con tastierino numerico, dotata di tasti a isola e retroilluminata.

Ottimo anche il trackpad.

Software

Tra i programmi installati, troviamo un po’ di Utility Acer.

Con Predator Sense si può tenere sotto controllo il sistema con una panoramica su temperature di esericzio e velocità delle ventole. E’ inoltre possibile modificare la velocità di rotazione delle ventole scegliendo tra la modalità Auto, Max o personalizzata.

E’ possibile inoltre effettuare un overlock soft della scheda video, scegliendo tra le modalità, Normale, Più veloce e Turbo.

Acer quick access, permette rapido accesso ad alcune funzionalità.

Tramite Acer power button, è possibile gestire le funzioni del tasto power; un scorciatoia graficamente molto carina di quanto già presente nelle impostazioni di Windows.

Tramite Acer Care Center avremo sotto controllo sia le informazioni di sistema, sia eventuali aggiornamenti disponibili per Bios e Driver. E’ possibile anche gestire l’avvio e i programmi caricati, eliminare i file spazzature ed effettuare una pulitura generale del disco. E’ prevista, inoltre, l’opzione per attivare il ripristino alle impostazioni di fabbrica e la possibilità di effettuare i backup.

Acer Collection consiglia una serie di App e Giochi presenti sullo store.

Presente inoltre anche un gioco in versione completa, World Of Warships.

Autonomia

Nonostante consumi ridotti e autonomia non rientrano nel DNA di questo tipo di prodotto, il Predator Helios 300, garantisce una buona autonomia. In utilizzo gaming, siamo riusciti a coprire anche le 3h di utilizzo continuativo, mentre con un utilizzo più “normale” come navigazione internet o riproduzione video, abbiamo sfiorato le 6h di utilizzo continuativo.

Conclusioni

L’Acer Predator Helios 300 è davvero un buon portatile gaming entry level, dalle buone caratteristiche hardware, ma con dimensioni e peso non certo trascurabili, ma questo è un prodotto non pensato per essere portato spesso in giro. Nella settimana di utilizzo lo abbiamo utilizzato davvero molto e per tutti gli utilizzi e ci ha davvero soddisfatti.

Attualmente è possibile trovare l’Acer Predator Helios 300 in diverse configurazioni e prezzi, su Amazon la versione con disco SSD è offerta ad un prezzo intorno ai 1300 euro, prezzo molto ragionevole ed in linea con quanto offerto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Processore e chipset: Intel Core i7-7700HQ Quad-core 2,80 GHz
Processore grafico: NVIDIA GeForce GTX 1060 con 2 GB Memoria dedicata (Fino a 6 GB)
Memoria: 16 GB, DDR4 SDRAM (espandibile fino a Fino a 32 GB)
Archiviazione: 128 GB SSD + 1 TB HDD
Drive ottico: No
Display: 15.6 pollici 16:9, FHD (1920 x 1080)
Wireless LAN: IEEE 802.11ac
Standard Bluetooth: Bluetooth 4.2
Webcam: Webcam HD frontale
Microfono:
Altoparlanti: 2 Altoparlanti stereo
Lettore impronte digitali: No
Porte USB 2.0: 2
Porte USB 3.0: 1
Porte USB Tipo C: 1
Rete (RJ-45): Sì
HDMI: 
Jack Audio: Sì, 3.5mm
Lettore di schede SD/SDXC: 
Sistema operativo: Windows 10 Home
Retroilluminazione tastiera: Sì
Batteria: 3220 mAh, Polimeri di litio
Dimensioni: 390 x 277 x 26.8 mm – Peso 2,7 kg

Voti

Costruzione / Ergonomia
9/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
9/10
Software
8/10
Autonomia
8/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
9/10