Recensioni

AVM leader di dispositivi per la banda larga per DSL, cavo, LTE e fibra , ci ha inviato il nuovissimo FRITZ!Repeater 3000, vediamo come si è comportato.

Confezione

Nella confezione troviamo al Repeater troviamo, il cavo LAN, l’alimentatore il manuale delle istruzioni e una guida rapida.

 

Costruzione

La qualità costruttiva è davvero buona, questo repeater riprende le stesse plastiche usate dai nuovi modem prodotti da AVM, quindi molto più robusta e dall’aspetto meno cheap.

Sul lato frontale troviamo, il pulsante WPS(Wi-Fi Protected Setup) per connessione senza inserimento di password o altro, un led che indica la qualità del segnale WiFi, con le seguenti indicazioni: fisso verde, qualità buona; fisso arancione, qualità debole. Un ulteriore led che ci indica se il repeater è connesso o meno, se lampeggia ogni 2 secondi significa che non è ancora connesso, se invece lampeggia 2 volte al secondo indica che sta avvenendo la registrazione alla rete.

Sul lato posteriore, troviamo i due ingressi ethernet che ci permettono di collegare il Repeater come ponte lan.

Nella parte inferiore, troviamo il connettore per l’alimentazione e il codice per la connessione Wi-Fi.

Uso

Il FRITZ!Repeater 3000 permette due modalità di connessione, modalità ponte wireless e ponte lan.

Per la configurazione con il pulsante WPS, vi basterà premere il relativo pulsante sul Repeater, spostarsi sul vostro modem e premere lo stesso pulsante anche li, in meno di qualche secondo il Repeater verrà associato sulla rete.

Invece se volete configurarlo attraverso il cavo LAN, vi basterà collegare la porta LAN1 via cavo al vostro modem, in modo tale da condividere la connessione sia WiFi, oppure anche via cavo collegandosi all’ingresso LAN2.

Se avete il modem che supporta la rete Mesh, migliorerete sensibilmente la gestione del traffico Wi-Fi, sui vari dispositivi connessi. In quanto la rete Mesh, ottimizza l’invio dei dati in base alla distanza tra il modem e l’utente connesso alla rete.

FRITZ!Repeater 3000 è compatibile con tutti i router wireless dotati degli standard wireless 802.11ac/n/g/b/a.

Per quanto riguarda invece la velocità di connessione, quelle dichiarate dal costruttore sono le seguenti Wireless fino a 1.733 Mbit/s (5 GHz 4 x 4), fino a 866 Mbit/s (5 GHz 2 x 2) e 400 Mbit/s (2,4 GHz 2 x 2).

Una volta effettuata la configurazione del FRITZ!Repeater 3000, per accedere alla sua interfaccia, il modo più semplice è quello di accedere all’amministrazione del vostro modem, e da li cliccare sul nome del FRITZ!Repeater 3000 per accedere alla sua area riservata, come password potrete usare la stessa del vostro modem.

Conclusioni

Il FRITZ!Repeater 3000 durante i nostri test, si è comportato in modo egregio, ampliando in modo significativo la portata del segnale Wi-Fi, sia all’interno che all’esterno della nostra abitazione.

Alcune zone in cui si faceva fatica ad avere un buon segnale stabile, ora abbiamo sempre piena potenza, senza più rallentamenti o disconnessioni dalla rete Wi-Fi.

Venduto ad un prezzo di circa 149€, il FRITZ!Repeater 3000 è un prodotto per clienti esigenti o per chi all’interno della propria rete, ha tantissimi dispositivi e grazie alla tecnlogia Mesh, può ottimizzare il trasferimento dei dati.

Dopo aver provato per un mesetto il PIONEER 27 Type C+ (YZ2710) (qui l’unboxing) di YASHI, vediamo come si è comportato.

Il PIONEER 27 Type C+ (YZ2710) è un monitor con fattore di forma bordless, e con l’interessantissima tecnologia Smart TypeC+ che permette di collegare smartphone o tablet, tastiera e mouse direttamente al monitor e di trasformarlo in un vero e proprio PC Desktop.

Tramite la porta USB TypeC+ i segnali audio e video transitano dallo smartphone al monitor mentre il sistema Android riconosce la tastiera e il mouse collegati alle altre due porte USB

Confezione

Viste le ridotte  dimensioni del monitor, la confezione non è eccessivamente grande; il monitor è ben protetto con sagome di polistirolo che lo avvolgono completamente. Al suo interno, oltre al monitor, troviamo, la base a V da collegare al supporto, 1 cavo HDMI, 1 cavo Type-C, alimentatore con relativo cavo di alimentazione Schuko e la Guida Rapida per l’installazione.

Costruzione e Linea

Il PIONEER 27 Type C+ è un monitor di fascia media, che racchiude alcune tecnologie molto interessanti; troviamo un display IPS LCD da 27 pollici con risoluzione FHD (1920 x 1080) a 60 Hz in formato 16:9 con angoli di visione ampi (178/178)

I bordi superiore e laterali sono molto ridotti e donano all’insieme un bel impatto visivo.

Nella parte bassa sotto il display verso destra, troviamo i tasti di gestione, menu e accensione / spegnimento.

Nella zona posteriore troviamo tutti i vari ingressi disponibili su questo monitor: HDMI, TYPE-C output per Smartphone & Tablet (Android), 2x USB per tastiera e mouse, Jack per le Cuffie, ingresso alimentatore. Presente anche una griglia per la dissipazione del calore.

Sono presenti anche due speaker da 3 W l’uno, nulla di eccezionale, ma possono togliere d’impaccio in mancanza di un impianto delicato

Utilizzo

Il PIONEER 27 Type C+ ha una luminosità di 550 cd/m2, un contrasto di 1000:1, un angolo di visione di 178° e tempo di risposta di 1 ms. La funzione Low Blue Light riduce l’emissione di frequenze blu e viola, un vantaggio importante per chi spende molto tempo davanti al PC.

Come detto, il tempo di risposta è di 1 millisecondo con tecnologia Overdrive, per immagini in movimento fluide, senza scatti e video privi di effetto trascinamento.

Abbiamo utilizzato il monitor in diverse circostanze e situazioni, dal rendering video ai giochi e dobbiamo dire che siamo rimasti soddisfatti in tutte le prove effettuate. I colori sono davvero ottimi, così come l’angolo di visione.

Smart TypeC+

Tra le varie tecnologie e funzioni presenti, senza alcun dubbio, la più interessante è la tecnologia Smart TypeC+, tramite la quale è possibile collegare smartphone, tastiera e mouse, direttamente al monitor e di trasformalo in un PC Desktop.

I dispositivi supportati sono i dispositivi Android (non supporta i dispositivi Apple) con interfaccia di collegamento Type C 3.1, come per es Huawei Mate 10 Pro (qui la nostra prova), Huawei P20 Pro (qui la nostra prova), Huawei Mate 20 Pro (qui la nostra prova), Samsung S8 (qui la nostra prova), Samsung Note 8 (qui la nostra prova), eccetera.

Utilizzare il proprio dispositivo mobile come un PC è veramente facile, basta collegare il cavetto Type-C in dotazione alla porta Type C del monitore e alla porta Type C del nostro dispositivo, dopodiché possiamo collegare anche tastiere e mouse USB alle 2 porte USB del monitor, utilizzabili proprio per questo scopo.

Noi l’abbiamo provato collegando il Huawei Mate 20 Pro e abbiamo la stessa esperienza d’uso data dalla modalità Proiezione Facile; sarà quindi possibile inviare tramite il Mate 20 Pro una schermata che riproduce una grafica simile a quella di Windows, potendo, quindi, utilizzare il Mate 20 Pro, quasi come un portatile, potendo scrivere documenti o vedere video e filmati in maniera più comoda.

L’unica differenza è il tipo di connessione utilizzata, normalmente, tramite un monitor o un televisore wireless o un adattatore USB-C/HDMI, in questo caso, tramite un semplicissimo cavo Type-C.

Conclusioni

Il PIONEER 27 Type C+ è davvero un bel monitor che per le splendide cornici, sicuramente non passerà inosservato sulla vostra scrivania e soprattutto viene offerto ad un prezzo davvero basso per quello che offre.

Attualmente è possibile acquistare il PIONEER 27 Type C+ su Amazon ad un prezzo di 249 euro, che per un 27 pollici Full HD, con frequenza di aggiornamento di 1ms, 2 altoparlanti e, soprattutto, la tecnologia Smart TypeC+, è davvero un ottimo prezzo.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 27? IPS LCD – Formato 16:9
– Risoluzione: 1920×1080 pixel a 60 Hz
– Luminosità massima: 350 cd/m²
– Angolo di visualizzazione178° orizzontale / 178° verticale
– Tempo di risposta: 1ms
– Altoparlanti incorporati: 3 W x 2
– Ingresso segnale: 1 HDMI – TYPE-C output per Smartphone & Tablet (Android) – 2x USB per tastiera e mouse
– Audio (ingresso/uscita): Jack: presente per linea d’ingresso audio
– Peso: 5.3 Kg
– Contrasto: 1000:1 static

Avidsen marchio conosciuto per quanto riguarda componentistica Smart come le IPCam, ci ha inviato la nuova Telecamera IP WiFi 720p modello 123985 che può essere alimentata anche a batterie. Vediamo come si è comportata.

Confezione

Nella confezione troviamo oltre alla videocamera, il cavetto micro-usb, la staffa di supporto per il fissaggio a parete magnetico, quindi direzionabile a piacere (con tasselli e viti).

 

Costruzione

La qualità costruttiva è davvero buona, costruita completamente in plastica ma nonostante ciò risulta essere resistente. Frontalmente troviamo l’ottica e intorno ad essa i led infrarossi; nella parte sottostante, troviamo il vano di accesso alla microSD(supporta schede fino a 128GB) e per le 4 batterie stilo.

Posteriormente troviamo l’attacco a magnete per agganciarlo al supporto a muro, il pulsante reset e l’ingresso microusb, coperti da un gommino per proteggerli dalle intemperie.

La video camera è certificata IP65 per uso interno ed esterno, quindi resistente aglia genti atmosferici.

Uso

Il primo step da effettuare per poter utilizzare la videocamera, è quella di scaricare l’applicazione Ip Link, disponibile per iOS e per Android.

Una volta installata e avviata l’app, scegliamo la nostra ipcam e ci verrà richiesto di avvicinare il nostro smartphone alla videocamera, per intercettare il suono emesso e sincronizzarla. Qualora si avessero problemi di scansione, sarà possibile effettuare una connessione manuale.

Cliccando sulla videocamera apparirà il live stream sul dispositivo e sarà possibile gestire tutte le funzioni, e effettuare foto e video, inoltre è possibile utilizzare anche il microfono, nel caso in cui volessimo parlare con la persona ripresa nella telecamera.

Grazie alla risoluzione di 720p la qualità delle immagini è davvero buona sia di giorno che di notte, cosi come il sensore di movimento molto preciso, inoltre grazie all’angolo di visione di 110° si può avere una buona copertura della zona interessata.

Tra le varie opzioni, troviamo la possibilità di attivare o meno gli allarmi, possiamo decidere l’orario in cui deve essere attivo, il tipo di suono e la sensibilità.

Conclusioni

La Telecamera IP WiFi 720p 123985 di Avidsen è una videocamera da interno/esterno di ottima fattura con protezione IP65.

La comodità di queste telecamere è che ci permettono di tenere sotto controllo la nostra abitazione anche in nostra assenza, senza bisogno di grossi esborsi economici, ovviamente niente a che vedere con sistemi professionali, ma comunque un minimo di sicurezza lo abbiamo, visto che in caso di movimento o suono, riceveremo subito una notifica.

Il prezzo di 149 euro a cui è offerta questa IP CAM, è sicuramente non eccessivo e allineato con quanto offerto, ed è possibile acquistarla sul sito del produttore.

Durante il nostro utilizzo, non abbiamo abbiamo riscontrato nessuno tipo di problema, l’unico appunto lo facciamo all’applicazione, in quanto se avete altre cam Avidsen non compatibili con questa versione, dovrete installarne un’altra, complicando la gestione e la semplicità di queste telecamere.

Caratteristiche tecniche

Immagine: fino a 1280×720 pixel (720p) fino a 30 fotogrammi
Sensore ottico: CMOS ¼’’ a colori, angolo di visione 110°
Visione notturna tramite led infrarossi asserviti a un sensore di luminosite; un sensore di luminosite: portata 25m
Indice di protezione: IP65
Slot per Video Storage Card microSDHC fino a 128GB (non inclusa)

Presentato ad ottobre dell’anno scorso (qui la notizia), abbiamo avuto modo di provare l’interessantissimo Asus ROG Phone, rivale diretto del Razer Phone (qui la nostra prova). Vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La confezione è di forma esagonale, con 3 lati larghi e 3 più stretti, di colore nero con logo e scritte rosse.

La chiusura è magnetica e una volta aperta, troviamo al centro troviamo lo smartphone, con a sinistra lo scatolino contenente auricolari con relativi gommini, caricatore da 5V/3A-9V/3A-12V/2.5A da 30W per la ricarica rapida, con ingresso USB Tipo C, cavetto USB Tipo C; sulla destra troviamo lo scompartimento contenente l’Aero Cooler, l’accessorio che contiene una ventola che, collegandosi all’apposito connettore posizionato sul lato destro del ROG Phone, permette di abbassare la temperatura di circa 4°.

Prime Impressioni

Il ROG Phone ha un display AMOLED da 6 pollici con risoluzione FHD+ (2340 x 1080), monta un processore Qualcomm SDM845 Snapdragon 845 (10 nm) – Octa-core (4×2.96 GHz Kryo 385 Gold & 4×1.7 GHz Kryo 385 Silver), 8GB di RAM e 128GB di memoria interna, NON espandibile. Il comparto fotocamera principale è composto da due sensori, il principale da 12MP, f/1.8 da 24mm, il secondario da 8 MP, 12mm ultra grandangolare ovviamente presente il Flash LED, mentre la frontale è da 8 MP, f/1.8 da 24mm.

Esteticamente abbiamo un frame in alluminio con la cover posteriore in vetro con una zona dedicata alle griglie di raffreddamento. Nel complesso è davvero molto bello, magari non elegante ma davvero particolare; ottimo il touch & feel.

Con la batteria da 4000 mAh coprire la giornata non dovrebbe essere un problema, lo scopriremo nei prossimi giorni.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.0″ AMOLED, FHD+ (2160 x 1080 pixel) – 18:9 – 90 Hz
Fotocamera Frontale: 8 MP, f/2.0, 24mm (wide)
Fotocamera Posteriore: Dual: 12 MP, f/1.8, 24mm (wide), 1/2.55″, 1.4µm, dual pixel PDAF, 4-axis OIS
8 MP, 12mm (ultrawide), no AF e Flash LED
Processore: Qualcomm SDM845 Snapdragon 845 (10 nm) – Octa-core (4×2.96 GHz Kryo 385 Gold & 4×1.7 GHz Kryo 385 Silver)
Processore Grafico: Adreno 630
Memoria: 128GB di memoria interna, NON espandibile, 8GB RAM
Dimensioni / peso: 158.8 x 76.2 x 8.3 mm, peso 200 g.
Batteria: Ai polimeri di litio da 4000 mAh (non removibile) – Ricarica rapida 30W (Quick Charge 4+)
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ad, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot – Bluetooth 5.0, A2DP, LE, aptX HD
Reti: LTE-A (5CA) Cat. 18 DL 1200 Mbps DL, 150 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione: IPX4 – resistente agli spruzzi d’acqua da qualsiasi direzione
NFC:
IRDA: No
USB: 3.1, Type-C 1.0
3.5mm jack: Sì
GPS: Sì, con A-GPS, GLONASS, BDS, GALILEO, QZSS
Radio:
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 8.1 (Oreo), aggiornabile ad Android 9.0 (Pie); ROG Gaming X UI
Sim: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Disponibile da inizio anno lo Speaker Bluetooth Sharp GX-BT180(BK), grazie alle dimensioni compatte e un peso di soli 240 grammi, entra comodamente in borsa ed è l’ideale in viaggio. Vediamo come si è comportato nella nostra prova.

Confezione

Nella confezione, oltre allo speaker troviamo un cavetto USB-microUSB, il cavo audio da 3.5″ e il manuale d’uso.

Ergonomia e Costruzione

Lo speaker ha una forma cilindrica dalle dimensioni compatte, infatti misura 86,0 x 110,0 x 86,0 mm per un peso di 340 grammi. Tutti i controlli (volume più, play e volume meno) sono sul lato frontale e sono un po’ il tratto distintivo di questo speaker, essendo davvero molto grandi e in rilievo.

Annegato nella griglio di protezione troviamo il microfono, che ci permette di effettuare delle chiamate in vivavoce, davvero comodo e di poter utilizzare gli assistenti personali come Siri e Google.

Utilizzo

L’accoppiamento via BT è davvero semplice e immediato sia con dispositivi Android che iOS, infatti una volta accesa la cassa, basterà premere il pulsante di accensione, in modo tale da entrare in modalità accoppiamento e trovare lo speaker, attraverso il vostro smartphone nella sezione BT.

La qualità audio, è buona, con i bassi abbastanza corposi senza quasi mai distorcere e vengono riprodotti bene, cosi come i toni alti. I 14W di potenza massima in uscita, permettono di ascoltare la musica anche in ambienti grandi e all’aperto.

Come detto lo SHARP GX-BT180(BK) è dotato anche di microfono, in modo da poter utilizzare lo speaker anche per chiamate in viva voce, nonché utilizzare il nostro assistente vocale.

Tramite l’ingresso AUX,sarà possibile utilizzare lo speaker anche con i dispositivi non dotati di Bluetooth.

Lo speaker è dotato di certificazione IP56 per la resistenza agli schizzi, ideale per poterlo utilizzare anche al mare.

Autonomia

Lo Speaker SHARP, ha una batteria di 2600 mAh, il che permette un’ottima autonomia dichiarata di 10 ore, che ci permette quindi di ascoltare la nostra musica per buona parte della giornata; i nostri test hanno confermato questa stima.

La ricarica completa avviene all’incirca in 3 ore.

Conclusioni

La cassa Sharp offre un suono tutto sommato gradevole, pur non avendo dimensioni generose, i 14W erogano un buon volume e il suono resta sempre limpido, e tramite la certificazione IP56, potremmo portarlo con noi in spiaggia senza problemi.

Possiamo trovare lo Speaker Bluetooth Sharp GX-BT180(BK) su Amazon.ad un prezzo di 69 euro.

Di sistemi 2.1 per pc, economici e non, ne è pieno il web, quindi, quando ci è stato proposto di testare il nuovissimo sistema Creative Pebble Plus, essendo offerto ad un prezzo molto concorrenziale, abbiamo accettato molto volentieri.

Confezione

La scatola è di dimensioni abbastanza contenute, complice la compattezza del sistema.

Essendo un 2.1, oltre ai due satelliti è presente anche un subwoofer e i due prodotti sono ben imballati. Oltre al 2.1, troviamo solo libretto di istruzioni.

Costruzione

Gli altoparlanti sono molto compatti, misurano 116 x 122 x 115 mm per 0,3 Kg di peso e hanno una bella linea tondeggiante angolati a 45 gradi per permettere al suono di arrivare direttamente alle orecchie dell’utente.

Entrambi i prodotti sono ben costruiti e con una buona qualità. l’altoparlante destro, frontalmente ha una manopola per accendere/spegnere l’impianto e per regolare il volume e un piccolo LED di stato al suo fianco. Inferiormente troviamo l’interruttore per modalità High Gain per ottenere bassi più profondi.

Sul retro dell’altoparlante troviamo tutti i cavi di collegamento, ovvero il cavo che va all’altoparlante sx, il cavo RCA che va al Subwoofer, il cavo con jack da 3.5mm per la connessione al PC e il cavo USB per l’alimentazione; infatti il Pebble Plus non è dotato di alimentatore, ma basta una qualsiasi porta USB del nostro PC per alimentarlo, molto comodo.

Il Subwoofer misura 50 x 195 x 202 mm per un peso di 1.5 Kg ed è connesso agli altoparlanti tramite cavo RCA, niente alimentazione extra. Il Sub ha un driver da 4 pollici angolato verso il basso in grado di fornire 4 watt di potenza.

Uso

L’uso principale di un sistema 2.1 del genere è quello di fornire un suono più pulito e ricco rispetto a quello fornito o da speaker standard o dai monitor dotati di piccoli speaker.

L’installazione è davvero facile, basta collegare il jack nell’ingresso delle cuffie del nostro PC e il cavo USB ad una porta USB del PC, nient’altro. Dopodiché basta accendere l’impianto e godersi il suono prodotto.

Il suono è più dettagliato di quello offerto da altoparlanti standard o dai monitor e anche il Subwoofer fa il suo dovere. Ovvio che non ci si può aspettare chissà che, ma la differenza di suono si sente e ci si può godere di un suono mediamente alto prima dell’inevitabile distorsione.

Conclusioni

Abbiamo provato il Creative Pebble Plus per qualche settimana collegato al nostro PC e la qualità sonora è notevole e una volta provato è difficile farne poi a meno.

Tramite il Creative Pebble Plus è possibile migliorare l’audio del proprio PC ad un prezzo davvero irrisorio per quanto offerto; infatti è possibile trovare il Creative Pebble Plus su Amazon ad un prezzo di circa 39,99 euro, che per un 2.1 è davvero poco.

Specifiche tecniche

Uscita di potenza (RMS): fino a 8 W
Dolby Digital: No
DTS Digital Surround: No
Alimentazione: cavo da 1,2 m con USB terminale tipo A
Dimensione/peso Satelliti: 116 x 122 x 115 mm / 0,3 Kg
Dimensione/peso Subwoofer: 150 x 195 x 202 mm / 1.5 Kg

Presentato un paio di mesi fa (qui la notizia), e dopo aver provato il Huawei P Smart 2019 (qui la nostra prova) abbiamo avuto modo di provare il Huawei P Smart+ 2019. Vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La confezione è di forma rettangolare, di colore bianco con scritte giallo oro; appena aperta, rimosso lo smartphone, troviamo lo scatolino contenete guida rapida e garanzia, la clip per l’apertura del carrellino per Nano SIM e microSD e la cover in silicone trasparente.

Subito sotto sono presenti gli accessori, cavetto USB-microUSB, caricatore da 5V/2A e auricolari.

Prime Impressioni

Il P Smart+ 2019 ha un display LTPS IPS LCD da 6.21 pollici con risoluzione FHD+ (2340 x 1080), monta un processore Hisilicon Kirin 710 (12 nm) – Octa-core (4×2.2 GHz Cortex-A73 & 4×1.7 GHz Cortex-A53), 3GB di RAM e 64GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1TB. Il comparto fotocamera principale è composto da tre sensori, il principale da 24MP (f/2.7), il secondario da 16 MP (f/1.7) ultra grandangolare e il terzo da 2 MP (f/2.7), per la profondità di campo; ovviamente presente il Flash LED, mentre la frontale è da 8 MP.

Esteticamente abbiamo un corpo realizzato in policarbonato con la cover posteriore lucida. Nel complesso è bello ed elegante ma nulla di nuovo; ottimo il touch & feel.

Con la batteria da 3400 mAh coprire la giornata non dovrebbe essere un problema, lo scopriremo nei prossimi giorni.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.21″ LTPS IPS LCD, FHD+ (2340 x 1080 pixel) – 19.5:9
Fotocamera Frontale: 8 MP
Fotocamera Posteriore: Tripla: 24 MP, (f/2.7) PDAF – 16 MP, (f/1.7) (ultrawide) – 2 MP (f/2.7), depth sensor e Flash LED
Processore: Hisilicon Kirin 710 (12 nm) – Octa-core (4×2.2 GHz Cortex-A73 & 4×1.7 GHz Cortex-A53)
Processore Grafico: Mali-G51 MP4
Memoria: 64GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1TB, 3GB RAM
Dimensioni / peso: 155.2 x 73.4 x 8 mm, peso 160 g.
Batteria: Ai polimeri di litio da 3400 mAh (non removibile)
Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n/ac, dual-band, WiFi Direct, hotspot – Bluetooth v4.2, A2DP, LE, aptX HD
Reti: LTE-A (2CA) Cat. 12 DL 600 Mbps DL, 150 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione:  NON presente
NFC:
IRDA: No
USB: microUSB 2.0, USB On-The-Go
3.5mm jack: Sì
GPS: Sì, con A-GPS, GLONASS, BDS
Radio:
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 9.0 (Pie) con EMUI 9
Sim: Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Presentato il mese scorso (qui la notizia), abbiamo avuto modo di provare l’Honor 20 Lite. Vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

La confezione è di forma rettangolare, di colore azzurro con scritte bianche; rimosso lo smartphone, troviamo lo scatolino contenente clip per l’apertura del carrellino per Nano SIM e microSD e guida rapida. Subito sotto sono presenti gli scompartimenti con i vari accessori, cavetto USB-microUSB, caricatore da 5V/2A e auricolari.

Prime Impressioni

Il 20 Lite ha un display LTPS  IPS LCD da 6.21 pollici con risoluzione FHD+ (2340 x 1080), monta un processore Hisilicon Kirin 710 (12 nm) – Octa-core (4×2.2 GHz Cortex-A73 & 4×1.7 GHz Cortex-A53), 4GB di RAM e 128GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1TB. Il comparto fotocamera principale è composto da tre sensori, il principale da 24 MP (f/1.8), il secondario da 8 MP (f/2.2, 13mm) ultra grandangolare e il terzo da 2 MP (f/2.4), per la profondità di campo ovviamente presente il Flash LED, mentre la frontale è da 32 MP f/2.0.

Esteticamente abbiamo un corpo in plastica con cover posteriore in plastica nelle classiche colorazioni Honor, nel complesso il classico Huawei Lite, piacevole e con un buon touch & feel.

Con la batteria da 3400 mAh coprire la giornata non dovrebbe essere un problema, lo scopriremo nei prossimi giorni.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.21″ LTPS IPS LCD, FHD+ (2340 x 1080 pixel)
Fotocamera Frontale: 32 MP, f/2.0
Fotocamera Posteriore: Tripla: 24 MP, f/1.8, (wide), 1/2″, 0.8µm, PDAF – 8 MP, f/2.2 13mm (ultrawide) – 2 MP, f/2.4, depth sensor e Flash LED
Processore: Hisilicon Kirin 710 (12 nm) – Octa-core (4×2.2 GHz Cortex-A73 & 4×1.7 GHz Cortex-A53)
Processore Grafico: Mali-G51 MP4
Memoria: 128GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1TB, 4GB RAM
Dimensioni / peso: 154.8 x 73.6 x 8 mm, peso 164 g.
Batteria: Ai polimeri di litio da 3400 mAh (non removibile) – Ricarica rapida 10W
Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, WiFi Direct, hotspot – Bluetooth v4.2, A2DP, LE
Reti: LTE-A (2CA) Cat. 4 DL 150 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione:  NON presente
NFC:
IRDA: No
USB: microUSB 2.0, USB On-The-Go
GPS: Sì, con A-GPS, GLONASS, BDS
Radio:
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 9.0 (Pie) con EMUI 9.0
Sim: Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Il tunnel carpale è una sindrome che causa dolore, senso di intorpidimento e formicolio al polso, alla mano e alle dita che può colpire chi utilizza per molte ore un mouse, ma ci sono dei prodotti che consentono di alleviare il dolore e prevenire l’insorgere del tunnel carpale. Da anni, sono commercializzati mouse ergonomici che aiutano a ridurre l’impatto dell’uso costante della tecnologia.

E quello che vi presentiamo oggi fa parte di questa categoria, è il Mouse Verticale ergonomico USB.

Confezione

Oltre al Mouse troviamo solo guida rapida e certificato di garanzia.

Ergonomia e Costruzione

Il Mouse Verticale Aukey ha una buona ergonomia, ed è piacevole al tatto. Il design sagomato fa sì che sta comodamente nel palmo della mano. Frontalmente troviamo i due tasti principali e tra di loro la rotellina, poco sotto troviamo il pulsante per il la selezione dei DPI.

Sul lato sinistro troviamo la sagomatura per il pollice e 2 pulsanti per andare avanti/indietro tra le pagine web o tra le cartelle presenti nel disco fisso; per il tasto indietro va presa un po’ di dimestichezza per l’utilizzo, vista la posizione non proprio intuitiva.

Sempre sul lato sinistro, sotto i due pulsanti, troviamo le due strisce LED di colore BLU. Un’altra striscia LED di colore  BLU, è presente sul lato opposto.

Utilizzo

Per utilizzare il mouse basta collegarlo ad una porta USB del PC e in un attimo viene riconosciuto senza problemi (testato su Windows 10).

Come detto, il mouse ha un’ottima ergonomia e dei due tasti laterali va presa dimestichezza solo con quello inferiore (indietro) che non è dove ce lo si aspetta, nessuno problema per l’altro tasto (avanti).

Conclusioni

Il Mouse Verticale ergonomico USB di Aukey, è prodotto con un rapporto qualità prezzo davvero ottimo.

Il Mouse Verticale Wireless di Aukey è disponibile su Amazon ad un prezzo di poco inferiore ai 15 euro, davvero poco.

Presentato il mese scorso (qui la notizia), e disponibile da qualche settimana, dopo aver avuto modo di provare il Huawei P30 (qui la nostra prova), ecco il suo fratello minore, il P30 Lite (qui l’unboxing). Vediamo come si è comportato nella nostra prova.

Confezione

La confezione è di forma rettangolare, di colore bianco con scritte gialle ocra; rimosso lo smartphone, troviamo lo scatolino contenente clip per l’apertura del carrellino per Nano SIM e microSD e guida rapida. Subito sotto sono presenti gli scompartimenti con i vari accessori, cavetto USB-USB Type C, caricatore da 5V/2A-9V/2A e auricolari.

Costruzione, Ergonomia

Il P30 Lite ha un corpo realizzato in plastica, molto classico, con i bordi  arrotondati i laterali e squadrati quello superiore e quello inferiore; ottimo il touch & feel.

Sulla parte destra, troviamo, il bilanciere del volume e il pulsante di accensione/spegnimento.

Sul lato superiore troviamo il cassettino per Nano-Sim e microSD e il microfono per la riduzione del rumore, mentre su quello inferiore troviamo, connettore USB Tipo C, in posizione centrale, con alla sua sinistra, jack da 3.5mm e alla sua destra microfono principale e l’altoparlante di sistema.

Frontalmente, nella parte superiore troviamo, in posizione centrale il notch con, sensori e fotocamera frontale e subito sopra la capsula auricolare.

Posteriormente, sulla sinistra in verticale, sono presenti le tre fotocamere, non a filo con la scocca e poco sotto il Flash LED. In posizione centrale è presente il sensore per le impronte digitali.

Hardware

Il P30 Lite, monta un processore Hisilicon Kirin 710 (12 nm) – Octa-core (4×2.2 GHz Cortex-A73 & 4×1.7 GHz Cortex-A53) con una GPU Mali-G51 MP4, 4GB di RAM e 128GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1TB.

Il P30 Lite utilizza un modem 4G LTE Cat. 6, con la possibilità di scaricare fino a 400 Mbps, mentre in upload ci si ferma a 50 Mbps.
Alla voce connessioni, troviamo Wi-Fi 802.11ac Dual-Band, Bluetooth 4.2, GPS (con A-GPS) e, ovviamente, NFC.

Il P30 Lite, adotta un tradizionale sensore per le impronte digitali, posto sul retro, rapido e preciso.

Ovviamente presente lo sblocco tramite scansione del volto, rapido e preciso.

Lo speaker offre un volume abbastanza alto, anche se non è stereo..

Display

Il P30 Lite ha un display LTPS  IPS LCD da 6.15 pollici con risoluzione FHD+ (2312 x 1080); un buon pannello sotto ogni punto di vista; ovviamente prevista la possibilità di regolare la temperatura colore.

Perfetta la regolazione automatica della luminosità e la visibilità alla luce diretta del sole.

Software

La versione di Android attuale è la 9 Pie con la EMUI 9.0.1 come interfaccia.

Come per tutti i sui dispositivi, il lavoro svolto da Huawei è ottimo, infatti durante le settimane di utilizzo non abbiamo mai riscontrato rallentamenti o impuntamenti ne riavvii accidentali, il sistema è risultato sempre fluido anche con molte app aperte.

Tra le varie impostazioni, segnaliamo la possibilità di cambiare lo Stile della schermata Home, attivando il drawer delle app o l’opzione app gemella, che permette di utilizzare due account per Facebook, Messenger o WhatsApp, peccato che manchi ancora la possibilità di un doppio account Telegram e Instagram; presente anche lo split screen attivabile dalle app recenti e tramite gesture.

All’interno delle impostazioni troviamo le classiche personalizzazioni della EMUI, la gestione delle notifiche, la gestione della barra di navigazione e la gestione del sensore di impronte.

 

Gestione Telefono

Tramite l’app Gestione Telefono è possibile, appunto, gestire il telefono effettuando varie operazioni, come per esempio ottimizzare il dispositivo, fare pulizia delle app che risiedono in memoria, vedere l’utilizzo dei dati, il filtro molestie, la durata della batteria, gestire la Dropzone ed effettuare la Scansione Virus.

Temi
Con l’app Temi, è possibile personalizzare graficamente l’interfaccia, potendo scegliere tra molti temi sia gratis che a pagamento

 

Huawei Health
Per gestire l’attività fisica e i vari progressi giornalieri.

Non mancano un sempre utile file manager (Gestione File), Meteo, Specchio, Torcia, Bussola e il Blocco note.

Fotocamera

Il P30 Lite monta tre fotocamere posteriori, con la principale, normale, da 40 megapixel con apertura f/1.8 da 27mm, la secondaria da 8 megapixel e apertura f/2.2 ultra-grandangolare da 13mm e la terza da 2 megapixel e apertura f/2.4 per la profondità di campo.

Le foto sono di ottimo livello in tutte le condizioni di luce dove l’Intelligenza Artificiale si fa sentire, incluso in notturna o con poca luminosità.

La fotocamera anteriore da 24 megapixel con apertura f/2.0.

L’app di gestione offre molte impostazioni e molte scene pre impostate da scegliere, Apertura, Notte, Ritratto, Foto, Video, Pro, Rallentatore, Panorama, Monocromatico, Lenti AR, Light painting, HDR, Time-lapse, Filtro, Panorama 3D, Filigrana, Documenti, Sott’acqua, Yummy, Super Marco.

La modalità Notte è davvero straordinaria (attivabile sia automaticamente che a mano), tramite la quale sarà possibile scattare foto perfette anche in notturna, senza cavalletto; il sistema scatterà varie foto con diversi tempi d’esposizione per poi fondendole tra di loro cercando di eliminare il più possibile il micro mosso tipico delle fotografie in queste condizioni, il tutto utilizzando l’intelligenza artificiale. Il risultato è incredibilmente sorprendente, fornendo un’immagine addirittura più luminosa di quanto realmente stiamo vedendo in quel momento.

Foto scattate con Huawei P30 Lite

Bene anche i Video, registrabili in FHD fino a 30fps, peccato che la stabilizzazione sia elettronica e non ottica.

Video girato con Huawei P30 Lite

Autonomia

Il P30 Lite ha una batteria da 3340 mAh, e con un utilizzo medio, la giornata si riesce a coprire senza problemi.

Con il nostro classico uso stress, 3g/4g per una decina d’ore e 3-4 in wifi, due account mail in push, con una cinquantina tra mail scaricate e inviate, Facebook, Google+ e Twitter in push, Whatsapp, Telegram e Hangouts attive e in push con diverse notifiche giornaliere, una mezz’ora di telefonare e qualche sms, siamo arrivati a sera, con circa 5h di display acceso.

Presente la ricarica rapida da 18W con il caricabatterie in dotazione (poco più di un’oretta per la ricarica completa) . Manca la ricarica wireless.

Conclusioni

Il P30 Lite è senza ombra di dubbio uno dei migliori dispositivi medio gamma presente sul mercato, con alcune peculiarità da fascia superiore, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto multimediale.

Attualmente è possibile trovare il P30 Lite, su Amazon ad un prezzo intorno ai 275 euro; certo non pochi, ma sicuramente allineati al mercato attuale, per un dispositivo ai vertici della categoria e con una fotocamera di buon livello.

Il collaudato processore Kirin 710 a 12 nanometri che, grazie sia ai 6GB di RAM e all’ottimizzazione Huawei, associa prestazioni e autonomia ai vertici, senza dimenticare i 128GB di memoria interna.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 6.15″ LTPS IPS LCD, FHD+ (2312 x 1080 pixel)
Fotocamera Frontale: 24 MP, f/2.0
Fotocamera Posteriore: Tripla: 48 MP, f/1.8, (wide), 1/2″, 0.8µm, PDAF – 8 MP, f/2.4 13mm (ultrawide) – 2 MP, f/2.4, depth sensor e Flash LED
Processore: Hisilicon Kirin 710 (12 nm) – Octa-core (4×2.2 GHz Cortex-A73 & 4×1.7 GHz Cortex-A53)
Processore Grafico: Mali-G51 MP4
Memoria: 128GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 1TB, 4GB RAM
Dimensioni / peso: 152.9 x 72.7 x 7.4 mm, peso 159 g.
Batteria: Ai polimeri di litio da 3340 mAh (non removibile) – Ricarica rapida 18W
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, WiFi Direct, hotspot – Bluetooth v4.2, A2DP, LE, aptX HD
Reti: LTE-A (2CA) Cat. 6 DL 400 Mbps DL, 50 Mbps UP; HSPA+ 42/5.76 Mbps
Certificazione:  NON presente
NFC: No
IRDA: No
USB: 2.0, Type-C 1.0
GPS: Sì, con A-GPS, GLONASS, BDS
Radio:
Lettore di impronte: Sì
Sistema operativo: Android 9.0 (Pie) con EMUI 9.0
Sim: Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)

Costruzione / Ergonomia
8/10
Hardware
8/10
Materiali
8/10
Display
9/10
Fotocamera
9/10
Software
9/10
Autonomia
9/10
Prezzo
8/10
Rapporto qualità / prezzo
8/10