Monitor

Annunciato l’anno scorso, abbiamo avuto la possibilità di poter testare il nuovo Asus ZenScreen Touch MB16AMT, monitor portatile da 15,6 pollici, con risoluzione Full HD (1980×1080 pixel).

Confezione

La confezione è poco più grande del monitor e appena aprta, troviamo, in uno scompartimento in cartone, i vari accessori, l’ASUS Smart Case, cavo Micro HDMI – HDMI, cavo USB-C – USB-C, adattatore USB Tipo-C – Tipo-A, ZenScreen pen e la guida rapida; rimosso questo scompartimento, troviamo ZenScreen Touch e Custodia protettiva.

Costruzione e Linea

L’Asus ZenScreen Touch MB16AMT monta un pannello IPS Full FHD (1920 x 1080 pixel) touchscreen a 10 punti.

Frontalmente abbiamo cornici molto sottili con il lato in basso più spesso per far posto ai pulsanti di controllo, menu a sinistra e accensione/spegnimento a destra e foro per riporre la ZenScreen pen.

Sul lato sinistro in basso, guardando il monitor, troviamo ingresso mini HDMI e la porta USB Tipo-C.

In alto su entrambi i lati, troviamo i due altoparlanti da 1W e sono appena sufficienti, ok per le voci, ma mancano completamente i bassi.

La custodia è magnetica e aderisce perfettamente al monitor e funge anche da supporto regolabile in tre diverse posizioni.

La ZenScreen pen è una penna stilografica molto bella e di stile e in alto è fornita di gommino compatibile con il touch screen.

Utilizzo

Come detto, lo ZenScreen Touch MB16AMT ha uno schermo di 15.6 pollici FHDtouchscreen multi-touch da 10 punti, di tipo IPS antiriflesso con retroilluminazione W-LED con un rapporto di contrasto 700:1.

Il monitor può essere collegato tramite porta micro HDMI con il cavo in dotazione, per PC dotati di porta HDMI o tramite la porta USB Tipo C per dispositivi mobile.

Noi abbiamo provveduto a collegare lo ZenScreen Touch MB16AMT ad un PC con Windows 10 Pro e a vari smartphone.

Per quanto riguarda il funzionamento collegato ad un PC con Windows 10, basta collegare il cavetto micro HDMI al monitor e la porta HDMI al PC e potremmo gestire il multischermo. Per il funzionamento del touch screen è necessario scaricare i relativi driver.

Una volta installati i driver, sarà possibile utilizzare il touch e interagire con il sistema operativo.

Per quanto riguarda il funzionamento con smartphone, abbiamo effettuato il collegamento con un Huawei Mate 20 Pro e un Huawei P40 (qui la nostra prova).

Per i dispositivi come i top gamma Huawei o Samsung, è possibile utilizzarli sia in modalità mirroring che in modalità Desktop, sia utilizzando il cellulare come pad, sia utilizzando il touch del monitor, ma per farlo è necessario scaricare un’app.

Menu

Il menu presente è di tipo OSD (On-Screen Display), che, tramite il mini joystick in basso a sinistra,  consente di regolare le prestazioni dello schermo o di selezionare funzioni del display direttamente da una finestra di istruzioni visualizzata.

Tra le varie opzioni, segnaliamo la funzionalità Splendid, tramite la quale è possibile selezionare 8 funzioni secondarie in base alle proprio esigenze:

  • Modalità standard: Questa è la scelta ottimale per l’editing di documenti
    con SPLENDID Video Intelligence Technology.
  • Modalità sRGB: È la selezione più indicata per la visione di foto e grafica
    dai PC.
  • Modalità scenario: Questa è la scelta ottimale per la visualizzazione di
    foto di paesaggi con SPLENDID Intelligence Technology.
  • Modalità teatro: Questa è la scelta ottimale per guardare film con
    SPLENDID Video Intelligence Technology.
  • Modalità gioco: Questa è la scelta ottimale per giocare con
    SPLENDID Video Intelligence Technology.
  • Modalità notturna: Questa è la scelta ottimale per giochi con scene
    scure o per guardare film con scene scure con SPLENDID Video
    Intelligence Technology.
  • Modalità Lettura: Questa è la scelta migliore per la lettura di libri.
  • Mod Cam Oscura: Questa è la scelta migliore per un ambiente con luce
    debole.

Filtro Luce Blu

Regola il livello di energia della luce blu emessa dalla retroilluminazione a LED; Livello 0, Nessuna modifica, Livello da 1 a 4, quanto più elevato è il livello, maggiore è la riduzione di luce blu.

Colore
Qui è possibile selezionare il colore di immagine preferito con questa funzione:

  • Luminosità: La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Contrasto: La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Saturazione: La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Colore: Contiene tre modalità colore predefinite (Freddo, Normale, Caldo) ed una Modalità Utente.
  • Tonalità pelle: Contiene tre modalità colore che includono Rossastro, Naturale e Giallastro.

Immagine
Le funzioni Nitidezza, Trace Free, Controlli, VividPixel e ASCR e possono essere regolate da questa funzione principale.

  • Nitidezza: Regola la nitidezza dell’immagine. La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • Trace Free: Accelera il tempo di risposta con tecnologia Over Drive. La gamma di regolazione è tra 0 (minima) e 100 (massima).
  • Controlli: Regola il rapporto proporzioni su “Schermo intero”, “4:3”. VividPixel: Tecnologia esclusiva ASUS che porta vedute realistiche per una visione cristallina ed orientata ai dettagli. La gamma di regolazione è tra 0 e 100.
  • ASCR: Selezionare ATTIVO o SPENTO per abilitare o disabilitare la funzione di rapporto contrasto dinamico.

Selezione input
Selezionare la sorgente di ingresso dal segnale di ingresso HDMI o Tipo C.

Imp Sistema
Regola la configurazione del sistema.

  • Splendid Demo Mode: Attiva la modalità demo per la funzione Splendid.
  • Rotazione Automatica: Per abilitare/disabilitare la rotazione automatica dell’immagine. La funzione Rotazione Automatica è disponibile solo nel Windows OS (sistema operativo Windows) installando il software DisplayWidget.
  • Touch screen: Per abilitare o disabilitare la funzione di tocco.
  • Volume: Regola il livello del volume in uscita.
  • Popup disp. di Input: Per abilitare/disabilitare Dispositivo di Input e Alimentazione da PC, visualizzare il popup delle domando OGNI VOLTA che si effettua il collegamento. Monitor USB Tipo C MB16AMT ASUS 3-7
  • Dispositivo di Input: Selezionare “Telefono” se si effettua il collegamento al telefono cellulare (la funzione di alimentazione non è fornita in “Telefono”, in quanto i dispositivi mobili comuni non sono in grado di fornire alimentazione sufficiente). Selezionare “NB/PC” se si effettua il collegamento al PC, quindi selezionare “Carica da NB/PC” con funzione di carica. Questa funzione consente di prolungare il tempo di funzionamento più lungo. Nella sottofunzione PC, è possibile disabilitare la funzione di alimentazione selezionando “Nessuna carica da NB/PC”.

GamePlus

La funzione GamePlus fornisce uno strumento e crea un ambiente di gioco migliore per gli utenti quando giocano a tipi diversi di gioco. In particolare, la funzione Mirino è progettata appositamente per i nuovi giocatori o per i principianti interessati a giochi sparatutto in prima persona (FPS).

Attivazione di GamePlus:

  • Premere GamePlus per accedere al menu principale GamePlus.
  • Attivare la funzione Mirino, Timer o Contatore FPS, oppure Allineamento schermo.
  • Spostare il tasto verso l’alto/il basso per selezionare e premere per confermare la funzione desiderata. Premere il tasto per uscire e chiudere.
  • Mirino/Timer/Contatore FPS può essere spostato con il tasto a 5
    direzioni.
  • Impostazione OSD: Regola Tempo attesa OSD, DDC/CI e Trasparenza del menu OSD.
  • Lingua: Seleziona la lingua OSD.
  • Blocco tasti: Premere il tasto a 5 direzioni verso sinistra per più di 5 secondi per disabilitare il blocco dei tasti.
  • Informazioni: visualizza le informazioni sul monitor.
  • Blocco tasto accensione: Per disabilitare/abilitare il tasto d’alimentazione.
  • Regola Tutto: Selezionare “Sì” per riportare tutte le impostazioni sulla modalità predefinita.

Collegamento
Selezionando questa opzione si può impostare il tasto di scelta rapida.

Collegamento: L’utente può scegliere tra “Filtro luce blu”, “Splendid”, “Luminosità”, “Contrasto”, “Rotazione Automatica”, “Touch Screen”, “Selezione input”, “Volume” e “Dispositivo di Input” per impostare il tasto di Collegamento.

MyFavorite
Carica/Salva tutte le impostazioni sul monitor.

Autonomia

L’Asus ZenScreen Touch MB16AMT monta una batteria ai polimeri di litio da 7800 mAh e l’autonomia dichiarata è di 4h e durante i nostri vari test ci siamo avvicinati molto a questo valore, che possiamo quindi dire essere veritiero.

Conclusioni

L’Asus ZenScreen Touch MB16AMT è davvero un bel monitor che sicuramente non passerà inosservato sulle vostre scrivanie sia se lo accoppierete al vostro PC / smartphone casalingo, sia in ufficio collegato al vostro PC Aziendale.

Attualmente è possibile trovare l’Asus ZenScreen Touch MB16AMT su Amazon ad un prezzo di circa 410 euro, certo non pochi, ma la qualità c’è e il Touch screen è sicuramente un valore aggiunto, che da solo vale il prezzo di acquisto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 15.6 pollici
– Risoluzione nativa: FHD 1920 x 1080 pixel
– Luminosità massima: 250 cd/m²
– Tempo di risposta da grigio a grigio: 1 ms
– Tipo di pannello: IPS
– Angolo di visione (CR?10): 178° / 178°
– Touchscreen: si / Capacitive 10-point multi-touch
– Segnale Input: USB-C (DP Alt mode + USB 3.0), Micro HDMI
– Altoparlanti: 1W x 2
– Rapporto di contrasto: 700:1
– Campo visivo: 178º orizzontale, 178º verticale
– Dimensioni / Peso: 359,7 x 227,4 x 9 mm / 0.9 Kg
– Batteria: ai polimeri di litio da 7800mAh
– Consumo energetico: On: < 12W, Standby: 0W, Off: 0W
– Compatibilità Touch: Microsoft Windows7/8/10, Android 6.0 e successive (tramite ASUS ZenScreen Touch App), Mac OS 10.15 e successive, Chrome OS, Linux

0 268

Annunciato qualche mese fa (qui la notizia), abbiamo avuto la possibilità di poter testare il nuovo monitor AOC 27G2U da 27 pollici, con risoluzione Full HD (1980×1080 pixels).

Confezione

La confezione, ovviamente, è abbastanza massiccia, infatti misura 520(A) x 730(L) x 187(P) mm e un peso di 7.5 kg, di colore nero con ai lati l’immagine del monitor; al suo interno troviamo un imballaggio ben strutturato con un unico blocco in polistirolo che racchiude il monitor. Oltre al AOC 27G2U troviamo la base da montare, cavo HDMI, cavo Display Port, cavo alimentazione e manuale.

Costruzione e Linea

Il 27G2U monta un pannello IPS Full HD (1920 x 1080 pixel) con una copertura della gamma di colori sRGB del 120%, assicurando una riproduzione di colori fedele all’originale. Grazie alla frequenza di aggiornamento di 144 Hz e al tempo di risposta di 1 ms, questo monitor può essere utilizzato anche per gameplay più spinti e senza interruzioni.

Il 27G2U supporta inoltre AMD FreeSync che elimina sfarfallii e screen-tear.

Frontalmente abbiamo cornici sottilissime il che rende il 27G2U perfetto per configurazioni multi monitor, solo il lato in basso è più spesso per far posto ai pulsanti di controllo (da sinistra a destra, pulsante per cambiare la sorgente, per la regolazione del volume, per navigare all’interno del menù OSD e infine il tasto di accensione e spegnimento).

Nella zona posteriore, guardando il monitor, da sinistra verso destra troviamo ingresso per l’alimentazione, Jack audio IN, Jack audio OUT, VGA, Display Port, 2 ingressi HDMI, USB 3.0 tipo B per poter connettere il monitor ad una porta USB 3.0 del nostro PC, 3 USB 3.0 tipo A, 1 USB 3.0 tipo A di colore giallo dedicata alla carica dei dispositivi.

Posteriormente, quello che subito colpisce sono i due inserti a V rossi, inserto rosso presente anche sulla staffa di sostegno, davvero bello; posteriormente troviamo all’attacco vesa (che viene coperto dalla staffa di sostegno) e poco sopra, sono presenti i 2 altoparlanti da 2 W in un’elegante motivo a V.

I due altoparlanti sono appena sufficienti, ok per le voci, ma mancano completamente i bassi, è anche vero che qualsiasi giocatore che si rispetti utilizzi gli altoparlanti del monitor.

La staffa di supporto, è in plastica molto resistente con l’inserto in rosso di cui abbiamo detto prima e un foro poco sotto la metà per far passare i vari cavi di collegamento. La base è anch’essa in plastica e riprende il tema a V presente posteriormente, molto bella ma abbastanza ingombrante.

Il supporto permette di regolare il monitor in altezza e inclinazione.

Utilizzo

Come detto, il 27G2U ha uno schermo di 27 pollici FHD, con un refresh rate di 144 Hz e tecnologia AMD FreeSync.

La tecnologia AMD FreeSync Premium garantisce che le frequenze di aggiornamento della GPU e del monitor siano sincronizzate, per un’esperienza di gioco più fluida e senza artefatti anche ai massimi livelli. L’AMD FreeSync Premium offre una frequenza di aggiornamento di almeno 120 Hz, producendo immagini meno sfocate e più definite, per un’esperienza di gioco più realistica. La funzione LFC elimina ogni esitazione anche nel caso in cui il frame rate scenda al di sotto della frequenza di aggiornamento.

Noi l’abbiamo collegato ad una Radeon rx 580 e in fase di gioco le differenze si notano e giocare ai giochi più veloci è davvero un piacere con le immagini che scorrono via in maniera molto fluida.

Abbiamo provato il 27G2U a diversi titoli, tra cui, CS GO, Watch Dogs, Call of Duty Modern Warfare, World Z, NFL e War Thunder e l’esperienza di gioco è stata ai massimi livelli su tutti.

Menu

Il menu presente è di tipo OSD (On-Screen Display), che consente di regolare le prestazioni dello schermo o di selezionare funzioni del display direttamente da una finestra di istruzioni visualizzata.

Game Setting

Tra le varie voci presenti segnaliamo Game Setting (Impostazione gioco), tramite la quale sarà possibile scegliere tra le varie modalità di gioco presenti (FPS, RTS, Cora, Giocatore 1, Giocatore 2, Giocatore 3, Disattiva), il Controllo Ombre, il Colore gioco, la modalità Low Blue e Overdrive.

Extra

Qui troviamo alcune utili opzioni come per esempio la Selezione dell’Input, il Timer di Spegnimento, il Rapporto d’Immagine e il supporto DDC-CI.

G-Menu

g-Menu è un software da installare per poter regolare le impostazioni di visualizzazione del monitor
usando i menu su schermo invece del tasto OSD sul monitor.

Conclusioni

L’AOC 27G2U è davvero un bel monitor che sicuramente non passerà inosservato sulle vostre scrivanie ed è offerto ad un prezzo davvero basso per quello che offre.

Offerto ad un prezzo di listino di 269 euro, il 27G2U è sicuramente un ottimo compromesso per poter giocare a 27″ e 144 Hz, impossibile trovare di meglio.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 27 pollici
– Risoluzione nativa: 1920 x 1080
– Luminosità massima: 250 cd/m²
– Colore: 16.7 Milioni di colori
– Tempo di risposta da grigio a grigio: 1 ms
– Tipo di pannello: IPS
– Freesync: 48-144
– Frequenza di aggiornamento: 144 Hz
– Peso: 3.8 kg
– Signal input: HDMI 1.4 x 2, DisplayPort, VGA
– USB Input: USB 3.0 x 4
– Audio Input: Line in
– Audio output: uscita da 3,5mm
– Altoparlanti: 2 W x 2
– Rapporto di contrasto Dinamico: 20M:1
– Contrasto: 1000:1
– Campo visivo: 178º orizzontale, 178º verticale
– Dimensioni: 612.1 x 363 x 46 mm – con la base: 612.1 x 395.9/525.9 x 227.4 mm
– Vesa: 100 x 100
– Consumo energetico: On: 28W, Standby: 0.3W, Off: 0.3W

Annunciato qualche mese fa (qui la notizia), abbiamo avuto la possibilità di poter testare il nuovo monitor AOC G2868PQU da 28 pollici, con risoluzione Ultra HD / 4K (3840×2160 pixels).

Confezione

La confezione, ovviamente, è abbastanza massiccia, infatti misura 510(A) x 731(L) x 240(P) mm e un peso di 8.5 kg; al suo interno troviamo un imballaggio ben strutturato con un unico blocco in polistirolo che racchiude il monitor. Oltre al AOC G2868PQU troviamo la staffa da montare. Completano la dotazione, cavo HDMI, cavo Display Port, cavo  connessione USB, cavo alimentazione, manuale e CD-ROM.

Costruzione e Linea

L’AOC G2868PQU è un monitor di fascia media che va incontro alle esigenze dei giocatori che cercano un gameplay fluido, immagini nitide e vivide, il display vanta uno schermo TN next-gen HDR-ready con tempo di risposta 1 ms. Il G2868PQ supporta inoltre AMD FreeSync che elimina sfarfallii e screen-tear. Tutte queste feature assicurano un’esperienza di gioco 4K fluida.

Nella parte bassa sotto il display verso destra, troviamo i tasti touch di controllo.

Nella zona posteriore, sulla sinistra troviamo l’ingresso per l’alimentazione, mentre sulla destra, i vari ingressi disponibili: attacchi HDMI 1.4, HDMI 2.0, DisplayPort 1.2, VGA, Cuffie, Line in, Uscita da 3,5mm.

Sul lato destro troviamo l’hub USB, dotato di 4 porte USB 3.1(Gen1)

In basso sono presenti anche i 2 altoparlanti da 3 W.

Utilizzo

Il G2868PQU ha uno schermo di 28 pollici con risoluzione massima pari a 3840×2160 pixel (Ultra HD / 4K) con un refresh rate di 60 Hz e tecnologia AMD FreeSync.

Proprio come gli altri modelli della serie AGON, anche G2868PQU è equipaggiato alcune feature specifiche per il gaming selezionabili nel menù sullo schermo.

Game Color di AOC

Con il Game Color di AOC, gli utenti possono regolare la saturazione del colore, la sovrasaturazione dell’immagine se il contenuto è spento, o sotto saturazione per livelli di grigio migliori.

Shadow Control di AOC

Con il Shadow Control di AOC, gli utenti possono determinare i livelli di ombra per illuminare le aree scure e, viceversa, per migliorare i dettagli in ombra o aree troppo luminose / sbiadite senza compromettere l’immagine intera.

AOC Game Modes

AOC Game Modes, con specifici adattamenti a seconda dei generi di gioco (FPS, Racing, RTS), più tre modalità personalizzabili dall’utente.

AOC Dial Point

Con AOC Dial Point, gli utenti possono posizionare un indicatore di puntamento nei giochi FPS, così da poter prendere la mira con precisione e accuratezza.

La tecnologia Clear Vision di AOC migliora la nitidezza e la vividezza delle immagini durante la visualizzazione di contenuti SD (Standard Definition). La tecnologia Flicker-Free di AOC elimina lo sfarfallio utilizzando la corrente continua (DC) per regolare la luminosità, in alternativa alla modulazione di larghezza d’impulso (PWC), e riduce l’affaticamento degli occhi quando si utilizza il monitor per un uso prolungato.

L’AOC G2868PQU ha una luminosità di 300 cd/m2, un contrasto di 1000:1, un angolo di visione di 170° e tempo di risposta di 1 ms GtG.

Menu

Il menu presente è di tipo OSD (On-Screen Display), che consente di regolare le prestazioni dello schermo o di selezionare funzioni del display direttamente da una finestra di istruzioni visualizzata.

Game Setting

Tra le varie voci presenti segnaliamo Game Setting (Impostazione gioco), tramite la quale sarà possibile scegliere tra le varie modalità di gioco presenti (FPS, RTS, Cora, Giocatore 1, Giocatore 2, Giocatore 3, Disattiva), il Controllo Ombre, il Colore gioco, la modalità Low Blue e Overdrive.

Extra

Qui troviamo alcune utili opzioni come per esempio la Selezione dell’Input, il Time di Spegnimento, il Rapporto d’Immagine e il supporto DDC-CI.

Software

G-Menu

g-Menu è un software da installare per poter regolare le impostazioni di visualizzazione del monitor
usando i menu su schermo invece del tasto OSD sul monitor.

e-Saver

Tramite e-Saver è possibile gestire il consumo energetico del monitor, tramite varie funzionalità, che permettono ai monitor di spegnersi in qualsiasi stato si trovi il PC, acceso, spento, in sospensione.

Per esempio:
1) Il monitor non si spegnerà mai quando il PC è acceso.
2) Il monitor si spegnerà automaticamente 5 minuti dopo avere spento il PC.
3) Il monitor si spegnerà automaticamente 10 minuti dopo che il PC è entrato in modalità sospensione/standby.
4) Il monitor si spegnerà automaticamente 20 minuti dopo l’attivazione dello screen saver.

Screen+

Tramite Screen+ sarà possibile dividere il desktop desktop in vari pannelli e ciascun pannello visualizzerà una finestra diversa, basterà trascinare la finestra sul pannello corrispondente per accedervi.

Conclusioni

L’AOC G2868PQU è davvero un bel monitor che sicuramente non passerà inosservato sulle vostre scrivanie ed è offerto ad un prezzo davvero basso per quello che offre.

Offerto ad un prezzo di listino di 369 euro, attualmente è possibile acquistare il G2868PQU su Amazon ad un prezzo di poco superiore ai 330 euro, davvero non male.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 28 pollici
– Risoluzione nativa: 3840 x 2160
– Luminosità massima: 300 cd/m²
– Colore: 16.7 Milioni di colori
– Tempo di risposta da grigio a grigio: 1 ms
– HDR: HDR ready
– Tipo di pannello: TN
– Freesync: 40-60
– Refresh rate: 60 Hz
– Peso: 4.9 kg
– Signal input: HDMI 1.4 x 1, VGA, DisplayPort 1.2 x 1, HDMI 2.0 x 1
– USB Input: USB 3.1(Gen1) x 4
– Audio Input: Line in
– Audio output: uscita da 3,5mm
– Altoparlanti: 3 W x 2
– Rapporto di contrasto Dinamico: 50M:1
– Contrasto: 1000:1
– Campo visivo: 170º orizzontale, 160º verticale
– Consumo energetico: On: 36W, Standby: 0.3W, Off: 0.3W

Dopo aver provato per un mesetto il PIONEER 27 Type C+ (YZ2710) (qui l’unboxing) di YASHI, vediamo come si è comportato.

Il PIONEER 27 Type C+ (YZ2710) è un monitor con fattore di forma bordless, e con l’interessantissima tecnologia Smart TypeC+ che permette di collegare smartphone o tablet, tastiera e mouse direttamente al monitor e di trasformarlo in un vero e proprio PC Desktop.

Tramite la porta USB TypeC+ i segnali audio e video transitano dallo smartphone al monitor mentre il sistema Android riconosce la tastiera e il mouse collegati alle altre due porte USB

Confezione

Viste le ridotte  dimensioni del monitor, la confezione non è eccessivamente grande; il monitor è ben protetto con sagome di polistirolo che lo avvolgono completamente. Al suo interno, oltre al monitor, troviamo, la base a V da collegare al supporto, 1 cavo HDMI, 1 cavo Type-C, alimentatore con relativo cavo di alimentazione Schuko e la Guida Rapida per l’installazione.

Costruzione e Linea

Il PIONEER 27 Type C+ è un monitor di fascia media, che racchiude alcune tecnologie molto interessanti; troviamo un display IPS LCD da 27 pollici con risoluzione FHD (1920 x 1080) a 60 Hz in formato 16:9 con angoli di visione ampi (178/178)

I bordi superiore e laterali sono molto ridotti e donano all’insieme un bel impatto visivo.

Nella parte bassa sotto il display verso destra, troviamo i tasti di gestione, menu e accensione / spegnimento.

Nella zona posteriore troviamo tutti i vari ingressi disponibili su questo monitor: HDMI, TYPE-C output per Smartphone & Tablet (Android), 2x USB per tastiera e mouse, Jack per le Cuffie, ingresso alimentatore. Presente anche una griglia per la dissipazione del calore.

Sono presenti anche due speaker da 3 W l’uno, nulla di eccezionale, ma possono togliere d’impaccio in mancanza di un impianto delicato

Utilizzo

Il PIONEER 27 Type C+ ha una luminosità di 550 cd/m2, un contrasto di 1000:1, un angolo di visione di 178° e tempo di risposta di 1 ms. La funzione Low Blue Light riduce l’emissione di frequenze blu e viola, un vantaggio importante per chi spende molto tempo davanti al PC.

Come detto, il tempo di risposta è di 1 millisecondo con tecnologia Overdrive, per immagini in movimento fluide, senza scatti e video privi di effetto trascinamento.

Abbiamo utilizzato il monitor in diverse circostanze e situazioni, dal rendering video ai giochi e dobbiamo dire che siamo rimasti soddisfatti in tutte le prove effettuate. I colori sono davvero ottimi, così come l’angolo di visione.

Smart TypeC+

Tra le varie tecnologie e funzioni presenti, senza alcun dubbio, la più interessante è la tecnologia Smart TypeC+, tramite la quale è possibile collegare smartphone, tastiera e mouse, direttamente al monitor e di trasformalo in un PC Desktop.

I dispositivi supportati sono i dispositivi Android (non supporta i dispositivi Apple) con interfaccia di collegamento Type C 3.1, come per es Huawei Mate 10 Pro (qui la nostra prova), Huawei P20 Pro (qui la nostra prova), Huawei Mate 20 Pro (qui la nostra prova), Samsung S8 (qui la nostra prova), Samsung Note 8 (qui la nostra prova), eccetera.

Utilizzare il proprio dispositivo mobile come un PC è veramente facile, basta collegare il cavetto Type-C in dotazione alla porta Type C del monitore e alla porta Type C del nostro dispositivo, dopodiché possiamo collegare anche tastiere e mouse USB alle 2 porte USB del monitor, utilizzabili proprio per questo scopo.

Noi l’abbiamo provato collegando il Huawei Mate 20 Pro e abbiamo la stessa esperienza d’uso data dalla modalità Proiezione Facile; sarà quindi possibile inviare tramite il Mate 20 Pro una schermata che riproduce una grafica simile a quella di Windows, potendo, quindi, utilizzare il Mate 20 Pro, quasi come un portatile, potendo scrivere documenti o vedere video e filmati in maniera più comoda.

L’unica differenza è il tipo di connessione utilizzata, normalmente, tramite un monitor o un televisore wireless o un adattatore USB-C/HDMI, in questo caso, tramite un semplicissimo cavo Type-C.

Conclusioni

Il PIONEER 27 Type C+ è davvero un bel monitor che per le splendide cornici, sicuramente non passerà inosservato sulla vostra scrivania e soprattutto viene offerto ad un prezzo davvero basso per quello che offre.

Attualmente è possibile acquistare il PIONEER 27 Type C+ su Amazon ad un prezzo di 249 euro, che per un 27 pollici Full HD, con frequenza di aggiornamento di 1ms, 2 altoparlanti e, soprattutto, la tecnologia Smart TypeC+, è davvero un ottimo prezzo.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 27? IPS LCD – Formato 16:9
– Risoluzione: 1920×1080 pixel a 60 Hz
– Luminosità massima: 350 cd/m²
– Angolo di visualizzazione178° orizzontale / 178° verticale
– Tempo di risposta: 1ms
– Altoparlanti incorporati: 3 W x 2
– Ingresso segnale: 1 HDMI – TYPE-C output per Smartphone & Tablet (Android) – 2x USB per tastiera e mouse
– Audio (ingresso/uscita): Jack: presente per linea d’ingresso audio
– Peso: 5.3 Kg
– Contrasto: 1000:1 static

Disponibile da qualche mese, abbiamo avuto modo di provare un monitor davvero interessante, sia per il suo fattore di forma bordless, sia per la nuova tecnologia Smart TypeC+ che permette di collegare smartphone o tablet, tastiera e mouse direttamente al monitor e di trasformarlo in un vero e proprio PC Desktop. Stiamo parlando del monitor di casa YASHI, il PIONEER 27 Type C+ (YZ2710).

Tramite la porta USB TypeC+ i segnali audio e video transitano dallo smartphone al monitor mentre il sistema Android riconosce la tastiera e il mouse collegati alle altre due porte USB. Vediamo le prime impressioni d’uso.

Confezione

Viste le ridotte  dimensioni del monitor, la confezione non è eccessivamente grande; il monitor è ben protetto con sagome di polistirolo che lo avvolgono completamente. Al suo interno, oltre al monitor, troviamo, la base a V da collegare al supporto, 1 cavo HDMI, 1 cavo Type-C, alimentatore con relativo cavo di alimentazione Schuko e la Guida Rapida per l’installazione.

Prime Impressioni

Il PIONEER 27 Type C+ ha un display IPS LCD da 27 pollici con risoluzione FHD (1920 x 1080) a 60 Hz in formato 16:9. Come connessioni troviamo una porta HDMI, una porta TYPE-C e due porte USB per collegare mouse e tastiera per utilizzare il proprio smartphone sfruttando la tecnologia Smart TypeC+.

Noi l’abbiamo provato collegando il Huawei Mate 20 Pro (qui la nostra prova) e abbiamo la stessa esperienza d’uso data dalla modalità Proiezione Facile sarà possibile inviare tramite il Mate 20 Pro una schermata che riproduce una grafica simile a quella di Windows, potendo, quindi, utilizzare il Mate 20 Pro, quasi come un portatile, potendo scrivere documenti o vedere video e filmati in maniera più comoda.

L’unica differenza è il tipo di connessione utilizzata, normalmente, tramite un monitor o un televisore wireless o un adattatore USB-C/HDMI, tramite semplicissimo cavo Type-C (in dotazione); altrettanto comoda è la possibilità di collegare mouse e tastiera alle due porte USB apposite.

Ovviamente forniremo maggiori dettagli nei prossimi giorni.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Dimensione schermo: 27″ IPS LCD – Formato 16:9
Risoluzione: 1920×1080 pixel a 60 Hz
Luminosità massima: 350 cd/m²
Angolo di visualizzazione178° orizzontale / 178° verticale
Tempo di risposta: 1ms
Altoparlanti incorporati: 3 W x 2
Ingresso segnale: 1 HDMI – TYPE-C output per Smartphone & Tablet (Android) – 2x USB per tastiera e mouse
Audio (ingresso/uscita): Jack: presente per linea d’ingresso audio
– Peso: 5.3 Kg
Contrasto: 1000:1 static

Annunciato l’estate scorsa (qui la notizia), abbiamo avuto la possibilità di poter testare il nuovo monitor AOC Q3279VWFD8 da 31.5 pollici.

Confezione

La confezione, ovviamente, è abbastanza massiccia, infatti misura 839 x 183 x 640 mm e un peso di poco superiore ai 10kg; al suo interno troviamo un imballaggio ben strutturato con un unico blocco in polistirolo che racchiude il monitor. Oltre al AOC Q3279VWFD8 troviamo la piastra in alluminio da assemblare al supporto già montato. Completano la dotazione, cavo HDMI, cavo Display Port, cavo alimentazione, manuale e CD-ROM.

Costruzione e Linea

L’AOC Q3279VWFD8 è un monitor di fascia media, che non disdegna l’utilizzo gaming grazie al supporto AMD FreeSync.

Nella parte bassa sotto il display verso destra, troviamo i tasti input, modalità giochi, image switch / volume, menu, accensione / spegnimento.

Nella zona posteriore, dietro un pannello in plastica amovibile, troviamo tutti i vari ingressi disponibili su questo monitor: attacchi DVI Dual-link, HDMI 1.4, DisplayPort 1.2, VGA, Cuffie.

Viste le dimensioni, la base è abbstanza grande, ma non ingombrante e tramite il supporto è possibile regolare l’angolazione del monitor (da -2° a +21.5°).

Utilizzo

Il Q3279VWFD8 ha uno schermo di 31.5 pollici con risoluzione massima pari a 2560×1440 pixel (QHD) con un refresh rate di 75 Hz e tecnologia AMD FreeSync.

La tecnologia Clear Vision di AOC migliora la nitidezza e la vividezza delle immagini durante la visualizzazione di contenuti SD (Standard Definition). La tecnologia Flicker-Free di AOC elimina lo sfarfallio utilizzando la corrente continua (DC) per regolare la luminosità, in alternativa alla modulazione di larghezza d’impulso (PWC), e riduce l’affaticamento degli occhi quando si utilizza il monitor per un uso prolungato.

L’AOC Q3279VWFD8 ha una luminosità di 250 cd/m2, un contrasto di 1200:1, un angolo di visione di 178° e empo di risposta di 5 ms GtG.

Menu

Il menu presente è di tipo OSD (On-Screen Display), che consente di regolare le prestazioni dello schermo o di selezionare funzioni del display direttamente da una finestra di istruzioni visualizzata.

Game Setting

Tra le varie voci presenti segnaliamo Game Setting (Impostazione gioco), tramite la quale sarà possibile scegliere tra le varie modalità di gioco presenti (FPS, RTS, Cora, Giocatore 1, Giocatore 2, Giocatore 3, Disattiva), il Controllo Ombre, il Colore gioco, la modalità Low Blue e Overdrive.

Extra

Qui troviamo alcune utili opzioni come per esempio la Selezione dell’Input, il Time di Spegnimento, il Rapporto d’Immagine e il supporto DDC-CI.

Software

i-Menu

i-Menu è un software da installare per poter regolare le impostazioni di visualizzazione del monitor
usando i menu su schermo invece del tasto OSD sul monitor.

e-Saver

Tramite e-Saver è possibile gestire il consumo energetico del monitor, tramite varie funzionalità, che permettono ai monitor di spegnersi in qualsiasi stato si trovi il PC, acceso, spento, in sospensione.

Per esempio:
1) Il monitor non si spegnerà mai quando il PC è acceso.
2) Il monitor si spegnerà automaticamente 5 minuti dopo avere spento il PC.
3) Il monitor si spegnerà automaticamente 10 minuti dopo che il PC è entrato in modalità sospensione/standby.
4) Il monitor si spegnerà automaticamente 20 minuti dopo l’attivazione dello screen saver.

Screen+

Tramite Screen+ sarà possibile dividere il desktop desktop in vari pannelli e ciascun pannello visualizzerà una finestra diversa, basterà trascinare la finestra sul pannello corrispondente per accedervi.

Conclusioni

L’AOC Q3279VWFD8 è davvero un bel monitor che sicuramente non passerà inosservato sulle vostre scrivanie ed è offerto ad un prezzo davvero basso per quello che offre.

Offerto ad un prezzo di listino di 249 euro, attualmente è possibile acquistare il Q3279VWFD8 su Amazon ad un prezzo di poco superiore ai 230 euro, davvero non male.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 31.5?
– Risoluzione nativa: 2560 x 1440
– Luminosità massima: 250 cd/m²
– Colore: 1.07 miliardi di colori
– Tempo di risposta da grigio a grigio: 5ms
– Refresh rate: 75Hz
– Peso: 7kg
– Rapporto di contrasto Dinamico 20M:1
– Contrasto: 1200:1
– Campo visivo: 178º orizzontale, 178º verticale
– Consumo energetico: On: 45W, Standby: 0.5W, Off: 0.5W

Dopo aver provato l’interessantissimo Monitor Philips 328P6VJEB da 32 pollici (qui la nostra prova), abbiamo avuto modo di provare un altrettanto interessante monitor Philips, il Brilliance 4K Ultra HD, monitor curvo da 40 pollici.

Confezione

La confezione, è davvero grande e fa presagire che al suo interno ci sia qualcosa di imponente.

L’imballaggio è ben fatto con blocchi di polistirolo un po’ ovunque per evitare qualsiasi tipo di danneggiamento al monitor.

Nella confezione è presente il supporto da montare, cavo D-Sub, cavo HDMI, cavo DP, cavo audio, cavo di alimentazione e documentazione dell’utente.

Costruzione, Linea

Il Philips BDM4037UW/93 monta un pannello curvo da 40 pollici con dimensioni e peso commisurate allo stesso, infatti misura 909 x 532 x 72 mm, senza piedistallo, per un peso di 11,3 Kg; con il piedistallo si arriva a 909 x 643 x 247 mm per un peso di 11,6 Kg.

Posteriormente troviamo tutti i vari ingressi disponibili: una porta MHL-HDMI 1.4, una porta MHL-HDMI 2.0, due Display Port, una porta VGA, un ingresso audio e un’uscita audio entrambe minijack, 4 porte USB 3.0, di cui una per la ricarica rapida (1W). In basso troviamo i doppi altoparlanti stereo da 5 W.

Presenti anche i fori per l’attacco VESA.

Il monitor arriva smontato con il piedistallo da montare a parte; il montaggio è molto facile e bastano quattro viti per montare il supporto.

Utilizzo

Lavorare con monitor così grandi all’inizio può spiazzare, ma dopo un po’ ci si fa l’abitudine e si riesce a gestire lo spazio nel miglior modo possibile. Ovviamente impostando la risoluzione 4K, lo spazio a disposizione è davvero tanto, e se icone e caratteri diventano davvero piccoli, è possibile affiancare molte finestre, in modo da ottimizzare al meglio il proprio lavoro.

Menu

Il menu presente è di tipo OSD (On-Screen Display), funzione presente in tutti i display LCD Philips, che consente di regolare le prestazioni dello schermo o di selezionare funzioni del display direttamente da una finestra di istruzioni visualizzata.

Tra le varie opzioni ci sarebbe piaciuto che ci fosse stata una scorciatoia per regolare la luminosità senza navigare tra i menu.

SmartResponse

Come su altri monitor Philips, anche qui troviamo la tecnologia SmartResponse che consente di ridurre i tempi di risposta, a seconda dell’utilizzo. Di default i tempi di risposta grigio-grigio e nero-bianco sono nella media, ma settando la modalità “il più veloce”, i tempi di risposta grigio-grigio scendono nettamente a 2.2 e 4.5 ms (6.7 ms vs 15.7 ms con i settaggi di default), utile in caso di giochi spinti.

SmartImage

SmartImage fornisce impostazioni predefinite che ottimizzano lo schermo per diversi tipi di contenuti,
regolando dinamicamente luminosità, contrasto, colore e nitidezza in tempo reale. Che si lavori con
applicazioni di testo, che si visualizzino immagini o che si guardi un video, Philips SmartImage fornisce
prestazioni ottimizzate del monitor.

Si possono selezionare sette modalità: Office (Lavoro), Photo (Foto), Movie (Film), Game (Giochi), Economy (Risparmio energetico), SmartUniformity e Off (Disattiva).

Office (Lavoro): Migliora il testo ed attenua la luminosità per migliorare la leggibilità e ridurre l’affaticamento degli occhi. Questa modalità migliora significativamente la leggibilità e la produttività quando si lavora con fogli di lavoro, file PDF, scansioni di articoli o altre applicazioni generiche.

Photo (Foto): Questo profilo combina saturazione del colore, miglioramento dinamico di contrasto e luminosità per visualizzare foto ed altre immagini con notevole chiarezza e colori brillanti, tutto senza modifiche o attenuazione dei colori.

Movie (Film): Luminosità elevata, in base alla saturazione del colore, contrasto dinamico e nitidezza tagliente permettono di visualizzare tutti i dettagli delle aree scure dei video e delle aree luminose senza
alcuno sbiadimento del colore, mantenendo valori dinamici naturali per fornire una avanzatissima visualizzazione video.

Game (Giochi): Attiva il circuito overdrive per ottenere tempi migliori di risposta, riduce i lati deformati degli oggetti in rapido movimento sullo schermo, migliora il rapporto di contrasto per schemi luminosi o scuri; questo profilo fornisce la migliore esperienza di gioco per gli appassionati.

Economy (Risparmio energetico): Con questo profilo, luminosità e contrasto sono regolate e l’illuminazione è regolata con precisione per la giusta visualizzazione quotidiana delle applicazioni Office ed un basso consumo energetico.

SmartUniformity: Le fluttuazioni della luminosità e del colore su diverse parti di uno schermo sono un fenomeno comune riscontrabile nei display LCD. L’uniformità tipica misurata è intorno al 75-80%.
Attivando la funzione SmartUniformity di Philips, l’uniformità del display aumenta fino a un valore superiore al 95%. In questo modo vengono riprodotte immagini più uniformi e reali.

Off (Disattivata): Nessuna ottimizzazione da parte di SmartImage.

MultiView

Multiview consente di collegare e visualizzare due sorgenti attive contemporaneamente in modo che utilizzare insieme vari dispositivi quali PC e notebook.

Noi abbiamo effettuato il test con una sorgente FHD tramite HDMI e una sorgente 4K tramite DisplayPort; le immagini provenienti dai due dispositivi, verranno mostrate insieme sullo schermo, con la possibilità di ridimensionare la grandezza delle varie fonti video.

Flicker-Free

Per via del modo in cui la luminosità viene regolata sugli schermi con retroilluminazione LED, alcuni utenti visualizzano sullo schermo uno sfarfallio che affatica gli occhi. La tecnologia Philips Flicker-Free regola la luminosità e riduce lo sfarfallio, per una visione ottimale.

Audio

Come detto in precedenza, il Philips BDM4037UW/93 è dotato di doppi altoparlanti stereo da 5 watt, sufficientemente potenti da garantire un audio di buon livello.

Conclusioni

Il Philips BDM4037UW/93 è un monitor che si presta davvero a mille utilizzi; sicuramente è più orientato al mondo business, ma non disdegna utilizzi da gaming.

Durante la nostra prova abbiamo cercato di utilizzare il monitor con i più disparati utilizzi, spaziando dalla semplice navigazione internet, a scopi redazionali, come la stesura degli articoli e il montaggio dei video. Ma abbiamo utilizzato il monitor anche per vedere video in 4K o per sessioni di gioco.

Abbiamo avuto modo di utilizzarlo per giocare in 4K a Destiny 2 e a World of Warcraft, in entrambi i casi utilizzando la modalità di refresh più spinta e nonostante non fosse la sua vocazione principale, ben si è distinto.

Attualmente è possibile trovare il BDM4037UW/93 ad un prezzo intorno ai 660 € su Amazon a questo indirizzo.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Dimensione schermo: 40?
– Risoluzione ottimale: 3840 x 2160 a 60 Hz
– Luminosità massima: 300 cd/m²
– Colore: 1,07 miliardi di colori
– Tempo di risposta da grigio a grigio: 4ms
– Frequenza di scansione:  30 – 99 kHz (H) – VGA/HDMI, 30 – 160 kHz (H) – DisplayPort / 56 – 80 Hz (V) – VGA, 23 – 80 Hz (V) – HDMI/DisplayPort
– Altoparlanti incorporati: 5 W x 2
– Ingresso segnale: VGA (analogico) – 2 DisplayPort  – HDMI (1.4) – MHL x 1 – HDMI (2.0) – MHL x 1
– USB: USB 3.0 x 4 (1 W/ricarica rapida)
– Ingresso sincronizzazione: Sincronizzazione separata, Sync su verde
– Audio (ingresso/uscita): Audio PC / Cuffie
– Dimensioni e Peso: Con piedistallo (altezza massima): 742 x 657 x 270  mm – Senza piedistallo
742 x 438 x 63 mm – Peso con piedistallo 9,23  Kg – Peso senza piedistallo 6,27  Kg
– Contrasto: 4,000:1