AMD

0 697

L’industria informatica, i produttori di computer e i governi sono sempre più attenti al consumo energetico dei server. Il dispendio di energia elettrica nel settore dei datacenter è cresciuto del 155% dal 2000, e si prevede una crescita simile nel prossimo futuro. Le necessità e i bisogni per sostenere le moderne macchine che operano nel settore dei Big Data e dell’IA l diventano sempre più esigenti, e i datacenter del futuro  devono guidare la sostenibilità con un’efficienza energetica di gran lunga superiore rispetto al passato .

I processori AMD EPYC stanno spianando la strada per datacenter più sostenibili ed un futuro informatico più pulito e più verde. Il processore di seconda generazione AMD EPYC ha infranto più di 100 record mondiali e siamo orgogliosi di poter affermare che i server basati su soluzioni EPYC sono ora tra i più efficienti al mondo da un punto di vista energetico.

L’elenco dei clienti AMD che stanno cambiando la loro infrastruttura per cercare di raggiungere degli obiettivi ambientali è in crescita:

  • Jennifer Fraser, Senior Director of Engineering di Twitter, ha scritto: “Twitter si impegna a ridurre l’impatto ambientale dei nostri data center trovando modi innovativi per aumentare l’efficienza. Il processore AMD EPYC di seconda generazione ci fornisce le prestazioni e il consumo energetico di cui abbiamo bisogno per onorare tale impegno, sostenendo al contempo l’elevato volume di traffico sulla nostra piattaforma. Utilizzando il processore AMD EPYC 7702 possiamo scalare i nostri cluster di calcolo con più core in meno spazio utilizzando meno energia, il che si traduce in un TCO inferiore del 25% per Twitter.”
  • Il ThinkSystem SR655 di Lenovo con architettura AMD EPYC di nuova generazione ha stabilito il record mondiale nel benchmark SPEC Power per prestazioni per Watt in Linux.
  • Nel frattempo, il nuovo HPE ProLiant DL385 con AMD EPYC di seconda generazione è ora il server a due processori più efficiente al mondo, aumentando la produttività del server del 28% in più rispetto al precedente leader del settore.

Con i processori AMD EPYC, il consumo energetico è significativamente inferiore: il che si traduce in un beneficio per l’ambiente, cambiando anche il modo in cui un business moderno può funzionare. La famiglia di processori AMD EPYC di seconda generazione offre fino a 64 core basati su architettura Zen 2, con una tecnologia di processo all’avanguardia a 7nm – ridefinendo le prestazioni e l’efficienza energetica.

Il processo produttivo a 7 nm si combina con la prossima generazione di AMD Infinity Architecture per ridurre il consumo energetico, portando a miglioramenti del TCO fino al 50% su numerosi carichi di lavoro, aumentando significativamente le prestazioni. Fino all’83% di prestazioni migliorate sulle applicazioni Java, fino al 43% di prestazioni SAP SD 2 Tier migliorate rispetto alla concorrenza, prestazioni da record mondiale in Real Time Analytics con Hadoop e prestazioni di virtualizzazione da record mondiale che ridefiniscono l’economia dei data center.

A partire da oggi i gamer potranno tuffarsi a capofitto nel mondo di Borderlands 3 e affrontare i Figli della Cripta, la setta di criminali a caccia delle Cripte, famigerati nascondigli di tecnologia aliena. Scegli il tuo Cacciatore preferito per fermare  i gemelli Calypso, gli incalliti leader della setta.

Borderlands 3 è stato sviluppato in Unreal Engine 4 con supporto per DX12 ed è ottimizzato per le schede grafiche AMD Radeon, compresa la nuova serie Radeon RX 5700 con architettura RDNA, che offre immagini mozzafiato, prestazioni sorprendenti, un gameplay fluido e ultra-responsive, oltre a funzioni sorprendenti, tra cui:

  • Asynchronous Compute – Consente alle GPU Radeon di eseguire più operazioni contemporaneamente. Questa capacità di multithreading delle GPU consente un’efficiente distribuzione del carico di lavoro tra grafica ed effetti visivi, con un conseguente aumento dei frame rate.
  • AMD FidelityFX – Offre un miglioramento significativo della nitidezza dell’immagine, contrastando l’attenuazione causata da altri effetti post-processing.
  • AMD Radeon FreeSync 2 HDR Technology – Radeon FreeSync è la più popolare tecnologia di visualizzazione a sincronizzazione adattiva disponibile sul mercato, con oltre 750 monitor supportati, testati e certificati per offrire un gioco fluido e realistico. FreeSync 2 HDR introduce una nuova dimensione di dinamicità per i monitor, con neri più intensi e bianchi più luminosi senza sovrasaturazione o clipping.
  • Multithreading of Command Buffers – Assicura una maggiore velocita nel trasferimento delle informazioni dal processore AMD Ryzen alla scheda grafica AMD Radeon, per prestazioni più elevate, una resa grafica migliore e latenza ridotta.

Con il supporto per Borderlands 3, i driver Radeon Software Adrenalin 2019 Edition 19.9.2 , offrono le migliori performance per i giocatori sin dal primo istante. Con DX12, le schede grafiche della serie AMD Radeon RX 5700 superano la concorrenza, le GeForce RTX 2060 e RTX 2060 Super, offrendo una migliore esperienza di gioco per i Cacciatori delle Cripte alla ricerca della migliore fedeltà visiva per scatenarsi su Borderlands 3.

AMD ha reso disponibili le incredibili feature di Radeon Image Sharpening (RIS) per le schede grafiche Radeon RX 570, RX 580 e RX 590, così come per le RX 470 e RX 480. Con l’ultimo aggiornamento dei driver Radeon Software Adrenalin Edition, AMD permette tutti i gamer di godere della stessa grafica mozzafiato vista sulle GPU della serie Radeon RX 5700, in un’ampia gamma di giochi AAA, eSports e indie.

Radeon Image Sharpening è un algoritmo intelligente che conferisce nitidezza e chiarezza alle immagini di gioco contrastando l’attenuazione causata da altri effetti di post-processing, con un impatto minimo sulle prestazioni di gioco. Se abbinato all’upscaling della GPU Radeon, il RIS consente di ottenere immagini nitide e frame rate fluidi.

RIS funziona sui titoli in DirectX 12 e Vulkan sulle schede grafiche Radeon RX 570, RX 580, RX 590, RX 470 e RX 480. Dal momento che RIS è integrato in Radeon Software gli sviluppatori non hanno bisogno di implementare il supporto per RIS nei giochi stessi.

AMD continua a democratizzare l’accesso alle tecnologie d’avanguardia. Dai giocatori alle prime armi fino ai player mainstream, le GPU Radeon RX 500 e 400 che ora offrono RIS permettono ai giocatori di immergersi in esperienze estremamente reali, mantenendo al contempo un frame rate fluido.

È possibile scaricare l’ultima versione di Radeon Software Adrenalin Editionquesto link.

AMD ha annunciato un aggiornamento volto a migliorare il funzionamento delle CPU AMD Ryzen sia in idle che in modalità Boost, oltre a introdurre un nuovo SDK di monitoraggio. I BIOS, basati su AGESA 1003ABBA, sono stati resi disponibili ai partner, così da permettere agli utenti di scaricare i nuovi BIOS entro circa due settimane, in base ai test e ai programmi di implementazione dei produttori.

I feedback degli utenti sul funzionamento dei prodotti è molto importante per AMD. L’azienda comprende pienamente il punto di vista di  tutti coloro che hanno espresso preoccupazioni circa la capacità delle CPU di raggiungere la massima frequenza in boost del processore che è stato acquistato. Il nuovo BIOS risolve questo problema implementando l’ottimizzazione delle prestazioni per migliorare la frequenza, che aggiungerà circa 25-50MHz alle attuali frequenze di boost sotto vari carichi di lavoro.

Questa release include anche di un aggiornamento per migliorare il comportamento della CPU in Idle, fornendo un “filtro di attività” che consente all’algoritmo CPU boost di ignorare alcune attività che vengono eseguite in background.

Inoltre, disponibile per il download a partire dal 30 settembre, AMD ha annunciato che rilascerà l’AMD Monitoring SDK, progettato per supportare chiunque voglia costruire uno strumento di monitoraggio pubblico che possa riportare in modo affidabile e coerente un’ampia gamma di metriche chiave sul processore. Come anteprima di ciò che il nuovo SDK può abilitare, AMD Ryzen Master include già la nuova API Media Core Voltage, pronta per il download oggi.

AMD ha annunciato il processore con le migliori prestazioni, la migliore architettura ed un vantaggioso TCO per il segmento dei datacenter: AMD EPYC™ 7002, basato sulla seconda generazione della famiglia AMD EPYC.

Ecco i principali dettagli dell’annuncio:

  • I processori AMD EPYC di seconda generazione offrono al mercato datacenter una soluzione in grado di ridurre fino al 50% il TCO (total cost of ownership) rispetto a soluzioni concorrenti.
  • Google ha annunciato l’utilizzo di processori AMD EPYC di seconda generazione per la sua infrastruttura datacenter interna e alla fine del 2019 alimenterà nuove soluzioni “general purpose” con i processori AMD EPYC di seconda generazione su Google Cloud compute Engine;
  • Twitter sta attualmente utilizzando i processori AMD EPYC di seconda generazione per migliorare i TCO dei suoi datacenter del 25%
  • HPE e Lenovo hanno annunciato l’immediata disponibilità di nuove piattaforme.

Inoltre, i processori AMD EPYC di seconda generazione saranno utilizzati anche da clienti del calibro di Microsoft Azure, Cray, Dell e altri ancora.

La serie AMD EPYC 7002 offre:

  • Leadership Performance: con un massimo di 64 core per SOC basati su architettura “Zen 2”, i processori EPYC di seconda generazione forniscono il 23% di instructions per clock (IPC) in più sui carichi di lavoro del server e hanno una Cache L3 quattro volte superiore rispetto alla generazione precedente.
  • Leadership Architecture: La nuova generazione AMD Infinity Architecture oltrepassa i limiti delle performance registrate fino ad ora in ambito x86 e per capacità di calcolo, garantendo così l’accesso alla CPU con la maggior capacità di I/O e la maggior memory bandwidth nella sua classe, oltre a fornire tecnologie di ultima generazione, tra cui il supporto al PCIe 4.0.
  • Leadership Security Features: seguendo il mantra “hardened at the core” AMD ha implementato caratteristiche basate su un sottosistema di sicurezza integrato al livello del silicio e funzioni di sicurezza avanzate come Secure Memory Encryption e Secure Encrypted Virtualization che aiutano i clienti a proteggere i loro dati più importanti.

Novità importanti in casa AMD: arrivano oggi sul mercato le sue nuove GPU AMD Radeon RX 5700 series, i processori desktop AMD Ryzen di terza generazione e le APU con processori Ryzen 3000 e Radeon Graphics.

Schede grafiche Radeon RX 5700 Series: performance per giocare a 1440p con fedeltà visiva incredibile prestazioni elevate

  • Solo il meglio per i videogiocatori, grazie alla nuova architettura RDNA, al supporto per la tecnologia PCIe 4.0 e agli 8GB di VRAM GDDR6, le schede della serie Radeon 5700 offrono fino a 1.25X performance-per-clock e fino a 1.5X performance-per-watt rispetto alle schede con architettura Graphic Core Next (GCN);
  • Nuove funzionalità: Radeon Image Sharpening, che consente di riprodurre immagini in-game più definite che mai; FidelityFX, un toolkit open-source con effetti di post-process di alta qualità; Radeon Anti-Lag, che riduce i tempi di risposta tra scheda e display e offre un vantaggio concreto in particolare agli appassionati di eSport;
  • Radeon RX 5700 XT e Radeon RX 5700 sono disponibili su AMD.com e presso rivenditori selezionati, da oggi, al prezzo consigliato di vendita di $399 e $349. La AMD 50th Anniversary Edition Radeon™ RX 5700 XT è disponibile al Prezzo consigliato di vendita di $449, su AMD.com e JD.com;
  • La versione più aggiornata del Radeon Software Adrenalin 2019 Edition è disponibile da oggi a questo indirizzo.

Processori desktop AMD Ryzen di terza generazione, il meglio per gaming e produttività

  • L’unione della nuova architetturaZen 2” con le performance elevate del processo produttivo a 7 nanometri, insieme all’utilizzo dell’innovativo chipset X570 con supporto alla tecnologia PCIe 4.0, fa dei processori Ryzen di terza generazione il meglio per il gaming, per lo streaming delle sessioni di gioco e per la creazione dei contenuti, con performance-per-watt fino al 58% superiori rispetto alla concorrenza;
  • Senza alcun blocco all’overclock e con il supporto di AMD Precision Boost Overdrive, è possibile incrementare la frequenza massima di clock di queste CPU anche di 200MHz, in maniera semplice e immediata;
  • I processori Ryzen desktop di terza generazione sono disponibili presso rivenditori selezionati, online e offline, a partire dal prezzo suggerito di vendita di $199.

APU Ryzen 3000 Series con Radeon Graphics: prestazioni elevate, costi ridotti

  • Le APU Ryzen 3000 Series con Radeon Graphics offrono velocità di clock elevate, chip grafici potenti e nuove funzionalità software. In particolare, il processore Ryzen 5 3400G è la soluzione desktop con grafica integrata più potente attualmente sul mercato.
  • Le APU Ryzen 3000 Series con Radeon Graphics sono disponibili da oggi presso rivenditori selezionati, a partire dal prezzo consigliato di vendita di $99. Puoi trovare maggiori informazioni in questo blog post.

AMD annuncia inoltre che quanti acquisteranno uno di questi nuovi prodotti tramite rivenditori aderenti, potranno avere accesso a Xbox Game pass per PC che garantisce l’accesso gratuito di tre mesi a Xbox Game Pass in versione PC. Maggiori informazioni sono disponibili questo indirizzo.

Perché fare una recensione di un prodotto con un anno di vita alle spalle e con la nuova generazione ormai alle porte (qui la notizia)?

Beh la risposta è semplice, il Ryzen 7 2700X di AMD, è ancora un ottimo prodotto che può essere e sicuramente sarà una valida alternativa alla nuova serie 3000 di prossima uscita; sia per via del prezzo che per forza di cose calerà, sia per la mancata compatibilità (o presunta tale) della nuova serie con le schede madre più vecchiotte (ma nemmeno tanto se pensiamo alle B350/X370). Magari a fronte di una buona offerta, può avere molto senso acquistare il top gamma della seconda generazione e fare un upgrade del sistema risparmiando un po’ di euro; del resto se vengono ancora venduti i processori Ryzen di prima generazione, un motivo ci sarà.

Abbiamo avuto modo di provare il Ryzen 7 2700X per un paio di settimane, vediamo come si è comportato nei nostri test.

Confezione

La confezione arrivata in redazione è la “Box” ovvero con il dissipatore Wraith Prism RGB incluso, quindi molto generosa nelle dimensioni. La CPU è ben riparata in uno scatolino a parte.

Oltre ad CPU e dissipatore, troviamo il certificato di garanzia.

Costruzione

Il Ryzen 7 2700X ha otto core con un clock di base a 3,7 GHz, che arriva fino a 4,3 GHz in modalità Max Boost. Pieno supporto alle RAM DDR4 in dual channel fino a 2933 MHz; il processo produttivo è a 12 nanometri il TDP è di 105 W.

Il passaggio dalla tecnologia produttiva a 14 nanometri della prima generazione, alla tecnologia a 12 nanometri, ha permesso ad AMD di ottenere, a parità di numero di numero di core, un aumento delle frequenze di clock di circa 250 MHz con una riduzione della tensione di alimentazione di ogni core di 50mV.

Il passaggio alla tecnologia produttiva a 12 nanometri ha permesso l’evoluzione delle tecnologie Precision Boost e XFR, ovvero, Precision Boost 2 e XFR2.

Tramite la tecnologia Precision Boost 2 vengono garantire frequenze più alte fino a 500 MHz per quanto riguarda i carichi multi core.

Tramite la tecnologia XFR2 (Extended Frequency Range 2) è possibile incrementare la frequenza fino al 16% in più di quanto raggiungibile tramite la Precisione Boost 2 se il dissipatore montato lo consente.

Come da tradizione AMD anche il Ryzen 7 2700X ha il moltiplicatore sbloccato per dare libero sfogo all’overclock, anche via software grazie a Ryzen Master.

Il dissipatore stock è il Wraith Prism con LED RGB su tre zone indipendenti e heatpipe a contatto diretto con il diffusore di calore della CPU, profili delle ventole selezionabili e una rumorosità di 39 dBA.

Il dissipatore è prodotto da Cooler Master, e sono presenti una porta USB e una RGB, sul dissipatore stesso per gestire e controllare i profili della ventola e dell’illuminazione via software.

Il dissipatore ha due modalità di gestione, LOW con le ventole che girano a 2800 RPM e HIGH, con le ventole che girano a 3600 RPM.

Funzionamento

Per testare il Ryzen 7 2700X, abbiamo utilizzato la seguente configurazione:

Per la nostra prova, abbiamo installato diversi giochi il Ryzen 7 (per esempio Battlefield V e Metro Exodus), coadiuvato dall’ancora ottima Sapphire RADEON RX 570 8GB GDDR5 NITRO+ si è comportato più che bene, utilizzando sempre la risoluzione a 1080p con dettagli e animazioni al massimo senza un minimo rallentamento ne tanto meno microlag, nemmeno nelle fasi più concitate, come possono essere i combattimenti con molti nemici/mostri.

Temperature

Durante i nostri test, abbiamo rilevato una temperatura in idle tra i 40 e 50 gradi e punto fino a 70 gradi durante i giochi più impegnativi o operazioni come il rendering video.

Conclusioni

In attesa della serie 3000, il Ryzen 7 2700X si difende ancora molto bene e con qualche buona offerta si può davvero fare l’affare, soprattutto per chi ha una “vecchia” B350/X370.
Il Ryzen 7 2700X è un processore senza compromessi se non vogliamo fare overclock spinto, in quel caso l’unico compromesso da fare è cambiare dissipatore con uno after market più performante.

Attualmente è possibile acquistare l’AMD Ryzen 7 2700X su Amazon a questo link al prezzo di poco superiore ai 300 euro, davvero poco per la qualità del prodotto, soprattutto dal punto di vista grafico.

Caratteristiche e specifiche tecniche

– Socket: AM4
Numero di Core: 8
– Numero di Thread: 16
– Frequenza CPU Base / Boost (GHz): 3.7 / 4.3
– Grafica Integrata: No
Cache L3: 16MB
– Frequenza memoria: fino a DDR4-2933
– Linee PCIe 3.0: x16 PCIe Gen 3
– TDP: 105W
– Processo Costruttivo: 12nm

 

Durante l’evento “Next Horizon Gaming” tenutosi a Los Angeles, la dott.ssa Lisa Su, Presidente e Amministratore Delegato di AMD, ha presentato le nuove soluzioni AMD che andranno ad arricchire le piattaforme di migliaia di utenti PC, svelando le incredibili prestazioni delle nuove schede grafiche AMD Radeon RX 5700 XT & RX 5700 e il processore AMD Ryzen 9 3950X – il primo processore desktop al mondo a portare ben 16 core nel mercato mainstream.

In particolare,

  • le nuovissime schede grafiche AMD Radeon RX 5700 XT e RX 5700, sfruttando il processo produttivo a 7nm e l’innovativa architettura AMD RDNA, pensata per il gaming e in grado di offrire fino a 1,25X performance-per-clock e fino a 1,5X performance-per-watt rispetto alla precedente architettura Graphics Core Next (GCN), permettono di giocare in 1440p, restituendo immagini fedeli e un gameplay ultra-responsive. La AMD Radeon RX 5700 XT,nella sua 50th Anniversary Edition, presenta anche un rivestimento dorato sul quale è presente la firma della dott.ssa Lisa Su.
  • è stato inoltre annunciato il primo processore desktop al mondo che porta i 16 core nella fascia mainstream, la CPU Ryzen 9 3950X, il top di gamma nella lineup di processori AMD per il grande pubblico: con 16 core e 32 threads che possono raggiungere i 4.7GHz, questa CPU ha già lasciato il segno facendo registrare risultati incredibili in alcuni dei principali benchmark. Il processore Ryzen 9 3950X ora detiene lo scettro in due importanti categorie, grazie alleprestazioni più elevate per un processore da 16 core e alle più alte performance più alte nel settore mainstream. I nuovi processori Ryzen di terzagenerazione saranno disponibili a partire da luglio 2019, mentre il Ryzen 9 3950X dovrebbe essere disponibile da settembre.

La Dott.ssa Su è stata inoltre raggiunta sul palco dal creatore di The Game Awards, Geoff Keighley e da alcuni tra i migliori sviluppatori di tecnologie per il gaming al mondo, tra cui Rod Fergusson (Presidente di The Coalition Studio), Mike Rayner (Technical Director di The Coalition), Randy Pitchford (Presidente, Amministratore Delegato e co-fondatore di Gearbox Software), Yves Guillemot (co-fondatore e Amministratore Delegato di Ubisoft), Nouredine Abboud(Produttore Esecutivo di Tom Clancy’s Ghost Recon Breakpoint in Ubisoft) e Natalya Tatarchuk (vice presidente di Unity Technologies).

AMD ha annunciato che le nuove GPU AMD Radeon Pro Vega II andranno ad alimentare il comparto grafico del nuovissimo Mac Pro. Le GPU Radeon Pro Vega II a 7nm sono pensate per supportare a pieno la creatività di tutti gli utenti che lavorano a video in 8K, su effetti video e per gestire i pesanti carichi di lavoro nell’ambito della creazione di contenuti grazie agli incredibili livelli di prestazioni grafiche delle GPU Radeon Pro Vega II.

Funzionalità e caratteristiche principali di AMD Radeon™ Pro Vega II:

  • Performance di calcolo all’avanguardia – Le GPU AMD Radeon™ Pro Vega II sono progettate per supportare a pieno le applicazioni professionali più esigenti, grazie a una potenza di calcolo che arriva fino a 14 TFLOPS in single-precision (FP32) e fino a 28 TFLOPS in half-precision (FP16)
  • Supporto per tecnologia di interconnessione GPU Infinity Fabric Link – Con un massimo di 84GB/s di accesso alla memoria low-latency peer-to-peer, la tecnologia Infinity Fabric Link consente la comunicazione GPU-to-GPU ad una velocità 5 volte superiore rispetto alla velocità di interconnessione PCIe® Gen 32.
  • Memoria HBM2 ultraveloce – I 32GB di memoria HBM2 ultraveloce offrono 1TB/s di bandwidth, fornendo così incredibili velocità di trasferimento dei dati ad alta risoluzione, configurazioni multi-display, video 8K, attività ad alta intensità di calcolo e creazione contenuti.

Oggi AMD e Samsung Electronics hanno annunciato una partnership strategica pluriennale relativa alla tecnologia grafica mobile ultra low-power ad elevate prestazioni, basata sulla tecnologia grafica AMD Radeon.

Come parte della partnership, Samsung otterrà in licenza la tecnologia grafica IP di AMD che utilizzerà su tecnologie e soluzioni grafiche avanzate fondamentali per migliorare l’innovazione nelle applicazioni mobile, incluso il settore degli smartphone.

I principali temi della partnership includono:

  • AMD concederà in licenza a Samsung l’IP grafico personalizzato basato sull’architettura RDNA, recentemente annunciata e altamente scalabile, da utilizzare nei dispositivi mobili, inclusi smartphone e altri prodotti che completeranno l’offerta di prodotti AMD.
  • Samsung pagherà licenza e royalties ad AMD per l’utilizzo di questa tecnologia.