Android

0 296

Rafforzando la sua leadership in termini di aggiornamenti del sistema operativo Android, HMD Global, la casa dei telefoni Nokia, raggiunge oggi svariati traguardi che consolidano ulteriormente il suo impegno nel fornire un Android puro, sicuro e aggiornato a tutti i suoi fan.

Gli smartphone Nokia rimangono all’avanguardia sia negli aggiornamenti di sicurezza che in quelli del sistema operativo Android, come conferma una ricerca Counterpoint secondo cui il 94% degli smartphone Nokia è stato aggiornato all’ultima versione di Android entro un anno dalla sua release, rendendolo così il brand più veloce a raggiungere questo traguardo. Questa settimana, il rollout di Android 10 si completa con l’aggiornamento di Nokia 3.1 e Nokia 5.1.

L’aggiornamento del sistema operativo di un telefono è un processo complesso che coinvolge più partner e una varietà di test”, commenta Juho Sarvikas, Chief Product Officer di HMD Global.

Siamo estremamente orgogliosi del processo che abbiamo messo in atto per gli smartphone Nokia e garantire ai nostri clienti la possibilità di beneficiare delle ultime innovazioni Android prima della concorrenza in ogni fascia di prezzo continua a essere una priorità”.

In poco più di 3 anni, gli smartphone Nokia sono stati aggiornati collettivamente 1.000 volte – una pietra miliare significativa che dimostra l’impegno costante dell’azienda nel garantire che i suoi fan utilizzino sempre le funzionalità più aggiornate nell’ambiente più sicuro.

Impegnata a garantire la massima trasparenza, HMD Global ha rilasciato la timeline per l’aggiornamento degli smartphone Android 11-ready. L’avvio è previsto per il 4° trimestre 2020 con il nuovo Nokia 8.3 5G e il Nokia 5.3. A dimostrazione dell’impegno dell’azienda a fornire lo stesso livello di supporto a tutti gli smartphone, indipendentemente dal prezzo e dalla data di lancio, i proprietari di Nokia 2.2 e Nokia 8.1 saranno tra i primi a sperimentare Android 11 quest’anno.

Il software Android 11 sugli smartphone Nokia è facile da usare e offre tutto ciò che conta, con un’interfaccia semplificata e senza fronzoli:

  • Gestire le conversazioni: Rimani in contatto con chi conta, gestendo le conversazioni attraverso diverse app di messaggistica, tutto in un unico posto sul tuo smartphone Nokia.
  • “Ehi Google, mostrami la mia giornata”: Con il pulsante dedicato di Google Assistant[4] o semplicemente la tua voce, ottieni un’istantanea completa della tua giornata, e quando hai bisogno di concentrarti o di rilassarti, usa gli strumenti del Benessere Digitale come la modalità Focus e quella Bedtime.
  • Autorizzazioni auto-reset: A sostegno del nostro impegno a fornire esperienze mobile sicure e affidabili, gli smartphone Nokia Android 11 reimposteranno le autorizzazioni delle applicazioni che non vengono utilizzate da tempo, consentendo solo a quelle più recenti l’accesso ai dati personali.

I telefoni cellulari Nokia sono puri, sicuri e aggiornati – offrono un massimo di tre anni di aggiornamenti di sicurezza mensili e due anni di update del sistema operativo in modo che i clienti possano ottenere di più dai loro telefoni per più tempo. Gli smartphone più recenti, anche nel segmento entry-level come il Nokia 3.4 e 2.4, sono già pronti per il prossimo passo nelle innovazioni Android – Android 12.

LG Electronics Italia (LG) ha annunciato che l’aggiornamento ad Android 10 è disponibile anche per LG G8SThinQ e LG V40ThinQ. L’azienda conferma il proprio impegno nel supportare i propri smartphone attraverso l’implementazione di software di ultima generazione anche sui dispositivi introdotti nel mercato negli anni scorsi. LG G8SThinQ è l’unico smartphone dotato di un sistema biometrico per l’autenticazione sicura, in grado di riconoscere il reticolo venoso della mano dell’utente sfruttando i raggi infrarossi. LG V40ThinQ è stato il primo smartphone a introdurre funzioni dedicate ai content creator, come per esempio il Cine Video, in grado di applicare color grading di livello professionale ai video per dare loro una qualità cinematografica. Grazie all’aggiornamento ad AndroidTM 10, questi smartphone garantiscono agli utenti ulteriore affidabilità e sicurezza offrendo allo stesso tempo performance di ottimo livello.

Sistema Operativo Android 10 con LG UX 9.0

La novità più significativa è la nuova e rinnovata interfaccia LG UX 9.0, che garantisce all’utente un utilizzo dello smartphone più semplice e intuitivo grazie a una migliorata organizzazione dei menu e alle opzioni contestuali. I menu e le opzioni delle app Rubrica e Galleria risultano ora più accessibili, in quanto sono stati spostati nella parte inferiore dello schermo. Inoltre, tra le novità più rilevanti si evidenziano:

  • L’arrivo di nuove gesture che consentiranno di tornare alla schermata Home, a quella precedente e alla lista delle app recenti usando dei semplici gesti sulla barra di navigazione inferiore.
  • La disponibilità della modalità notte che, oltre a garantire un risparmio sul consumo della batteria, offre una migliore fruizione dei contenuti in presenza di poca luce.
  • La modalità desktop, grazie alla quale collegando lo smartphone a un monitor o una TV con un adattatore HDMI sarà possibile accedere alle app utilizzando un mouse e la tastiera Bluetooth, come se si stesse utilizzando un PC.
  • L’arrivo dell’attuale funzionalità Benessere Digitale, un pannello per avere sotto controllo il tempo trascorso utilizzando lo smartphone al fine di gestirne l’uso con una maggior consapevolezza.
  • Il rinnovo dell’interfaccia della fotocamera, che diventa più semplice e intuitiva e permette di usare le gesture per passare da una funzione all’altra.
  • L’introduzione di Pop-up Window per poter ridurre in finestra le app così da meglio gestire le attività di multitasking.

L’aggiornamento ad Android 10 per LG G8SThinQ è attualmente disponibile sugli smartphone no-brand e Vodafone, mentre per LG V40ThinQ sugli smartphone TIM, scaricandolo dal menu Centro Aggiornamenti. L’aggiornamento di LG G8SThinQ per gli altri operatori sarà invece disponibile successivamente.

Il brand leader mondiale di smartphone OPPO ha lanciato oggi a livello globale, attraverso una conferenza stampa online, la nuova versione del sistema operativo chiamata ColorOS 11, entrando nella storia come uno dei primi sistemi operativi OEM a offrire l’ultimo aggiornamento di Android 11 agli utenti di tutto il mondo. Seguendo il suo motto “Make Life Flow”, ColorOS 11 mantiene l’apprezzatissimo stock di funzionalità Android, fornendo inoltre la ricca possibilità di personalizzazione dell’interfaccia utente richiesta dagli utenti OPPO. La rapidità di questa operazione di lancio, che ha seguito nell’immediato l’annuncio dell’Android 11 di Google, è il risultato di una stretta collaborazione tra le due aziende per realizzare il lancio in tempi record.

Nuovo livello di personalizzazione dell’interfaccia utente per dare sfogo alla tua personalità

ColorOS 11 offre un livello di personalizzazione dell’interfaccia utente senza precedenti per permettere agli utenti di esprimere al massimo la propria immaginazione e vivere un’esperienza unica su misura. Infatti, grazie a ColorOS 11, gli utenti possono creare il proprio Always-On Display personale, oltre al tema e allo sfondo, così come i font, le icone e le suonerie. Inoltre, quest’ultimo aggiornamento migliora anche la modalità Dark di Android grazie a tre schemi di colore e livelli di contrasto. In aggiunta, OPPO Relax 2.0 permette agli utenti di creare il proprio mix di rumori bianchi, offrendo al contempo un’ampia e coinvolgente raccolta di suoni provenienti dalle città di tutto il mondo.

L’attenzione di ColorOS 11 alla personalizzazione dell’interfaccia utente è stata progettata per soddisfare pienamente il desiderio dei consumatori di vivere un’esperienza sempre più personalizzata e unica“, ha dichiarato Lynn Ni, OPPO ColorOS Design Project Lead di OPPO. “Il team di ColorOS ha ascoltato i feedback degli utenti per raggiungere un grado di personalizzazione dell’interfaccia utente sempre maggiore, offrendo un servizio più personalizzato comprensivo di un’ampia gamma di funzioni. Grazie a questo nuovo prodotto, possiamo offrire agli utenti un ampio spazio per dimostrare la loro creatività e la capacità di gestire in modo sempre più autonomo i propri telefoni“. 

Efficienza senza precedenti

ColorOS 11 è dotato di caratteristiche solide e affidabili che migliorano l’efficienza della vita quotidiana e professionale. Tra queste è presente il Three-Finger Translate di Google Lens, la prima funzionalità creata in collaborazione da OPPO e Google, che permette di fotografare e tradurre il testo attraverso una semplice schermata catturata tramite un movimento delle tre dita.

Un’altra funzionalità all’avanguardia è Flex drop, che fornisce una soluzione semplice e intuitiva per il multi-tasking. Gli utenti, infatti, possono guardare video e testo allo stesso tempo, Inoltre, grazie a questa nuova funzionalità, è anche possibile passare da un dispositivo connesso all’altro e controllarlo attraverso un nuovo menu Device Control, senza dover scaricare nuove applicazioni.

In aggiunta, per massimizzare le performance della batteria disponibile, è stata progettata la nuova modalità Super Power Saving Mode, che consente agli utenti di selezionare sei applicazioni da attivare e utilizzare in quando la batteria è scarica. Inoltre, la funzione Battery Guard previene i danni derivanti da una carica prolungata a tensioni di alimentazione instabili acquisendo le abitudini dell’utente. Grazie a questa nuova modalità, ad esempio, la carica si interromperà durante la notte in modo intelligente una volta raggiunto l’80%, per poi riprendere e raggiungere una carica completa al risveglio degli utenti.

Una fluidità ineguagliabile

Mentre i frame rate elevati rappresentano un progresso positivo per il settore, i telefoni spesso presentano ritardi e difficoltà nella fluidità della comunicazione. Per questo, al fine di rimediare a queste problematiche, ColorOS 11 ha introdotto UI First 2.0, che combina il motore brevettato

da OPPO per la riduzione del ritardo con Quantum Animation. Ciò aumenta l’utilizzo della RAM del 45%, migliorando il tasso di risposta del 32% e il frame rate del 17%.

In aggiunta, AI App Preloading apprende il comportamento dell’utente per precaricare le app più utilizzate, riducendo i tempi di upload. SuperTouch identifica in maniera intelligente gli scenari utente e ottimizza di conseguenza la velocità di risposta al tocco, migliorando la fluidità del sistema.

Una maggiore attenzione alla sicurezza e alla privacy degli utenti

ColorOS 11 integra le nuove opzioni per la privacy del nuovo Android 11, creando al contempo una serie di funzioni aggiuntive per la protezione della privacy e la sicurezza dei dati. Il Private System[3] duplica le applicazioni e i dati, creando una copia indipendente dall’originale, accessibile solo tramite una scansione delle impronte digitali o una password apposita. Inoltre, una nuova shortcut per App Lock consente agli utenti di bloccare le applicazioni attraverso la password, le impronte digitali o il riconoscimento facciale. Anche il sistema di autorizzazioni è stato ottimizzato, grazie ad autorizzazioni temporanee che azzerano l’accesso alla telecamera, al microfono e alla posizione quando l’app è chiusa. Al contempo, l’auto-reset delle autorizzazioni riporta le impostazioni di autorizzazione dell’applicazione ai valori predefiniti se non sono state utilizzate da molto tempo. Infine, per evitare che le app dannose accedano ai dati di altre app, lo scoped storage limita l’accesso delle app ai dati del telefono, richiedendo l’autorizzazione dell’utente per poter procedere.

Il rollout più veloce e più esteso nella storia di ColorOS

L’attuale lancio beta di ColorOS 11 invita gli utenti esperti di tecnologia a esplorare le nuove funzionalità e a offrire un feedback, con una versione ufficiale che seguirà nelle prossime settimane. ColorOS 11 sarà rilasciato seguendo il metodo batch-by-batch, a partire dalla serie Find X2 Series. Maggiori informazioni saranno rilasciate nel corso dei prossimi mesi.

LG Electronics Italia  (LG) ha annunciato che LG G7ThinQ (qui la nostra prova) sarà aggiornato ad Android 10. L’azienda mantiene così fede al proprio impegno di offrire agli utenti LG smartphone duraturi e affidabili, portando un software di ultima generazione anche sui dispositivi presentati sul mercato negli anni passati. LG G7ThinQ , top di gamma lanciato nel 2018, registra il suo secondo aggiornamento e rinnova completamente la sua interfaccia, confermandosi uno smartphone al passo con i tempi in grado di offrire performance di livello.

Sistema operativo Android 10

La principale novità riguarda la nuova interfaccia LG UX 9.0 che rende l’utilizzo di LG G7ThinQ ancora più semplice e intuitivo grazie all’ottimizzazione dei menu e alle opzioni contestuali. I menu e le opzioni delle app Rubrica e Galleria infatti si trovano ora nella parte bassa dello schermo consentendo maggiore accessibilità.  Fra le novità più significative:

  • In arrivo nuove gesture che consentiranno di tornare alla schermata Home, a quella precedente e alla lista delle app usate di recente attraverso semplici gesti sulla barra di navigazione inferiore.
  • Attualissima la modalità notte attiva anche sul G7ThinQ, che non solo farà risparmiare il consumo della batteria, ma ottimizzerà la fruizione di contenuti quando c’è poca luce.
  • Con la modalità desktop invece sarà possibile collegare lo smartphone a un monitor o a una TV tramite adattatore HDMI e accedere alle app attraverso il mouse e la tastiera Bluetooth proprio come si fa quando si utilizza un PC.
  • La nuova funzionalità Benessere Digitale permette di avere il controllo del tempo da dedicare allo smartphone, limitandolo se necessario, e favorendo un uso del device maggiormente consapevole
  • L’interfaccia della fotocamera viene rinnovata: diventa più semplice e intuitiva e consente di usare le gesture per passare da una funzione all’altra
  • Il Pop-up Window permette infine di ridurre in finestra le app in modo da gestire meglio il multitasking.

L’aggiornamento ad Android 10 Pie per LG G7ThinQ è attualmente scaricabile per le varianti no brand e Vodafone, accedendo al menu Centro Aggiornamenti. Per gli altri operatori sarà disponibile nelle prossime settimane.

0 1246

Dopo aver provato il Huawei P40 per un paio di settimane (qui la recensione), abbiamo deciso di pubblicare una guida per le linee generali da seguire per avere il P40 perfettamente configurato e funzionante (e qualsiasi altro smartphone Huawei dal Mate 30 in poi, dotato dei Huawei Mobile Services, HMS).

Alla prima installazione di un telefono Huawei, sia gli ultimi modelli (quindi senza HMS), sia quelli più vecchi, durante la configurazione iniziale, ci verrà chiesto se vogliamo procedere ad un’istallazione pulita o vogliamo procedere con una copia di backup o utilizzare l’app Phone Clone.

Analizziamo proprio quest’ultima opzione, ovvero quella di utilizzare l’app Phone Clone, come consigliato anche da Huawei stessa. Tramite l’app è possibile effettuare una copia delle impostazioni, sms, chiamate e app compatibili, dal vecchio telefono al nuovo telefono Huawei.

Se la copia avviene da un precedente telefono Huawei / Honor, Phone Clone la troveremo già installata, se invece il nostro vecchio telefono, non è un Huawei / Honor, dovremmo provvedere a scaricare l’app sul vecchio dispositivo.

Come vecchio dispositivo abbiamo utilizzato il nostro Mate 20 Pro e le app saranno passate quasi tutte, fanno eccezione le bancarie che utilizzano tutte i Google Play Service.

Phone Clone utilizza la rete Wireless per effettuare la copia e al termine, sul nuovo dispositivo, troveremo, le varie impostazioni, come reti Wi-Fi salvate, gli sms, le chiamate e le app compatibili che abbiamo deciso di copiare.

Qualora non volessimo utilizzare Phone Clone, o lo volessimo utilizzare solo per copia di SMS e chiamate, o non disponiamo un telefono compatibile o il Huawei acquistato è il primo dispositivo, insomma per una qualsiasi ragione, allora dovremmo precedere all’installazione delle varie app e senza Play Store come si farà? Semplice, tramite lo store Huawei, ovvero AppGallery.

AppGallery è in continuo aggiornamento e le app presenti sono davvero molte, molte scaricabili direttamente, alcune venendo indirizzati sul sito dei produttore, come per esempio Facebook e WhatsApp, altre sono disponibili come WebApp o scaricabili da altri store.

Altri store come può essere l’Amazon App Store, dal quale per esempio abbiamo scaricato Instagram, certo non è comodissimo andare a cercare di qua e di là per i vari store presenti se l’app che stiamo cercando è presente o meno.

E proprio sotto quest’ottica che è nata TrovApp, tramite la quale reperire le app sugli smartphone con HMS, è un gioco da ragazzi. L’app è sviluppata in tutto e per tutto da un team tutto italiano proprio per aiutare gli utenti possessori di Huawei Mate 30 Pro o della serie P 40, o che acquisteranno un qualsiasi altro smartphone del produttore (anche HONOR) dotato di Huawei Mobile Services (HMS).

TrovApp è un vero e proprio motore di ricerca che aiuta agli utenti a capire dove poter scaricare le applicazioni desiderate, sia che queste si trovino sull’AppGallery di Huawei o su store terzi.

In questo momento TrovApp è in grado di trovare più di 1000 applicazioni tra le più diffuse e popolari in Italia.

TrovApp scaricherà e installerà in contemporanea un’altra app, ovvero, APKPure, che altro non è che uno store alternativo sicuro e affidabile dal quale poter reperire le varie App.

L’utilizzo è davvero facile ed immediato, basterà infatti cercare l’app e TrovApp ci dirà non solo in quale store è presente, ma ci aprirà anche lo store in questione (se presente come app sul dispositivo, altrimenti ci dirà di scaricarlo).

App di streaming come Netflix, Amazon Play, Disney + e via dicendo, sono disponibili su APKPure, quindi scaricabili e utilizzabili senza problemi, Mediaset Play è disponibile come WebApp.

Come Mediaset Play, altre app di uso comune sono disponibili come WebApp, come ad Uber, AirBnb, itTaxi, Alitalia, Trenitalia (Italo invece è disponibile su APKPure).

Alle WebApp si accede da AppGallery e una volta entrati sul sito, è sufficiente aggiungere il link alla home per trovarsi sulla schermata principale del proprio smartphone le app interessate.

Ad oggi alcune applicazioni di food delivery, car sharing e banche non sono funzionanti sui device Huawei HMS, ma non è detto che non lo siano quanto prima, su questo Huawei sta lavorando alacremente.

Ma come visto, per quasi tutte è possibile accedere ai servizi utilizzando alcune scorciatoie, come ad esempio: Glovo e Just Eat disponibili come WebApp.

Mentre su AppGallery sono già disponibili alcune app bancarie come, Relax Banking Mobile, myCartaBCC, BancapertaUnicredit, Sella o Hype sono disponibili su AppGallery come WebApp.

Per quanto riguarda, invece, l’utilizzo / sostituzione delle app Google, come Gmail, Maps e Youtube ci sono diverse soluzioni.

Per Gmail per esempio è possibile configurare in un attimo l’app nativa E-mail, così come per altre mail; Maps è usufruibile solo come pura navigazione, senza cronologia o impostazioni salvato come Casa o Lavoro, ma in alternativa si può utilizzare l’ottimo Waze; YouTube, invece, è disponibile come WebApp.

Se invece vogliamo utilizzare un backup di WhatsApp che di solito magari salviamo su drive, sarà la Community a darci una mano, infatti a questo link, sarà possibile trovare una guida che ci dirà passo passo come portare il backup sul nuovo dispositivo Huawei.

Durante le due settimane di prova, non abbiamo sentito per niente la mancanza dei Google Play Service e la configurazione iniziale non è nemmeno così complessa come si può credere, il tempo che ci vuole per scaricare quelle 2,3 app in più (TrovApp, APKPure, Amazon App Store) è davvero irrisorio, così come per configurare l’app E-mail per Gmail è davvero un attimo.

 

 

Xiaomi annuncia l’ultima versione del proprio sistema operativo basato su Android: MIUI 12. Oltre a garantire la straordinaria esperienza d’uso a cui gli utenti MIUI sono ormai abituati, l’attesissima MIUI 12 è stata implementata con una serie di ottimizzazioni per una user experience premium in grado di stupire gli utenti nuovi e quelli già affezionati, in tutto il mondo. Poiché la protezione della privacy è un elemento cardine all’interno del nuovo sistema, MIUI 12 introduce una serie di funzionalità avanzate relative alla privacy con l’obiettivo di aumentare la sicurezza. Grazie al nuovissimo design dell’interfaccia utente e alle animazioni di sistema ricche di sfumature, gli utenti MIUI potranno godere di un’esperienza d’uso “realistica” – vero elemento chiave tra le numerose nuove funzionalità.

La maggiore protezione della privacy rende l’utente informato e responsabile

MIUI 12 offre funzionalità avanzate di protezione della privacy che consentono all’utente di essere informato sull’attività di ogni singola app e di avere un maggiore controllo sulle autorizzazioni. L’utente può accedere in ogni momento alle informazioni su come le singole applicazioni utilizzano i permessi relativi alla posizione, ai contatti, alla cronologia delle chiamate, al microfono e alla memorizzazione. Con un solo clic sullo stato dei permessi, tutte le attività delle app saranno presentate chiaramente all’utente. Inoltre, durante il controllo del registro delle attività delle applicazioni, l’utente potrà facilmente modificare le impostazioni dei permessi per ogni singola applicazione nel caso in cui rilevasse un’attività anomala o indesiderata. Per consentire all’utente di essere correttamente informato, MIUI 12 aggiunge anche una funzione di notifica dei permessi. Nella barra di stato appariranno delle notifiche lampeggianti quando le applicazioni sensibili, tra cui la telecamera, la posizione e il microfono, sono in esecuzione in background. Cliccando sulla notifica, l’utente potrà modificare le impostazioni di autorizzazione e bloccare qualsiasi comportamento sospetto in qualsiasi momento.

MIUI 12 garantisce all’utente un maggiore controllo sulle autorizzazioni, offrendo una protezione della privacy di livello superiore. Quando le singole app richiedono le autorizzazioni, viene offerta una gamma più ampia di opzioni (come “Durante l’utilizzo dell’app” e “Notifica”). Rispetto al rigoroso controllo delle autorizzazioni di Android sulla posizione, MIUI 12 fa un ulteriore passo avanti nella gestione delle applicazioni che richiedono autorizzazioni sensibili. Oltre alla posizione, i permessi per accedere a fotocamera, microfono, contatti, cronologia delle chiamate, calendario e archiviazione sono consentiti solo in modalità “Durante l’utilizzo dell’app”. MIUI 12 protegge anche la privacy dell’utente durante la condivisione delle foto: le informazioni sulla posizione e i metadati possono essere rimossi prima dell’invio degli elementi.

Design e animazioni ispirate alla natura

MIUI 12 dà vita all’esperienza del sistema operativo con un design dell’interfaccia utente rinnovato secondo un approccio bottom-up, e con animazioni di sistema sfumate. A livello di sistema, le animazioni della scena centrale sono state completamente aggiornate con innovazioni tecniche a livello di kernel.

Grazie a Mi Render Engine, MIUI 12 crea un’esperienza UI ultra fluida. Alimentato da Mi Physics Engine, l’elegante movimento delle icone simula una curva 3D che ricorda la traiettoria del movimento della vita. Dall’elegante apertura e chiusura delle applicazioni, all’agevole passaggio da un’applicazione all’altra, ogni dettaglio si rispecchia in un nuovo design ispirato alla natura. Con animazioni di sistema sfumate, MIUI 12 introduce un’esperienza di sistema operativo realistica, in cui ogni dettaglio diventa veramente reale.

L’adozione di visualizzazioni realistiche in tutto il sistema operativo rende ogni schermo più chiaro e comprensibile. I dati, quando presentati in modo grafico, vengono recepiti più intuitivamente. Le visualizzazioni fanno risparmiare tempo e rendono l’interazione con il dispositivo mobile più immediata ed efficiente. Gli elementi visualizzati riconoscono la presenza dell’utente e ne riflettono il movimento nelle animazioni, il chè rende ogni sguardo sullo schermo unico e personale.

Il nuovo “Super Wallpaper” porta l’estetica cosmica a un nuovo livello con ricostruzioni stupefacenti di iconiche forme planetarie basate sulle immagini ufficiali della NASA. I super sfondi combinano display Always-on, Home screen e Lock screen in un’emozionante missione spaziale, rivelando nuove visioni di pianeti lontani mentre l’utente naviga attraverso il sistema. Con i super sfondi, MIUI 12 diventa una finestra sullo splendore fugace dell’universo.

Nuove funzionalità e miglioramenti

  • Multitasking

MIUI 12 introduce soluzioni multitasking all’avanguardia sotto forma di finestre fluttuanti. Quando l’utente naviga nel sistema utilizzando i gesti a schermo intero, le finestre possono facilitare il multitasking e risolvere il problema di passare costantemente da un’app all’altra. Possono essere facilmente spostate, chiuse e ridimensionate con semplici gesti applicati alla barra delle azioni. Ad esempio, quando arriva un messaggio di testo durante la riproduzione di un video, l’utente può rispondere direttamente nella finestra fluttuante senza mettere in pausa la riproduzione, consentendo così un multitasking senza soluzione di continuità, comodo e senza interruzioni.

  • Trasmissione dello schermo

MIUI 12 ha migliorato la funzionalità di trasmissione dello schermo precedentemente introdotta, trasformandola in uno strumento indispensabile per qualsiasi presentatore. L’utente può ora iniziare a trasmettere documenti, app, video e giochi con un solo tocco. Il multitasking è supportato anche qui: le finestre che vengono proiettate possono essere ridotte al minimo in qualsiasi momento. L’opzione per trasmettere elementi con lo schermo spento riduce il consumo di energia e, nascondendo gli oggetti privati, non permette la visualizzazione di notifiche e chiamate in arrivo su monitor esterni.

  • Ultra risparmio della batteria

MIUI 12 supporta la modalità di Ultra risparmio della batteria. Con questa funzione attiva, le funzioni che consumano più energia saranno limitate per prolungare il tempo di standby del telefono e ridurre così il consumo energetico quando la batteria dello smartphone sta per esaurirsi. Chiamate, messaggi e connettività di rete rimarranno invece completamente funzionanti.

  • Dark Mode

MIUI 12 è dotato di un nuovo e bellissimo look grazie alla Dark Mode migliorata. Con una tavolozza di colori più scuri per sfondi e applicazioni di sistema, oltre che per le applicazioni di terze parti, la Dark Mode offre un’esperienza visiva eccezionale in ambienti poco illuminati. Quando è attiva, l’utente può scegliere di regolare automaticamente il contrasto dello schermo, assicurandosi così che questo rifletta la condizione di luce dell’ambiente circostante quando la luminosità dello schermo è ridotta. Questa visualizzazione riduce anche il consumo energetico e aiuta a ridurre l’affaticamento degli occhi.

  • App Drawer 

Il Poco Launcher di Xiaomi ha dimostrato di essere ben accolto dagli utenti di tutto il mondo. La sua funzione di punta – App Drawer – ora arriva anche su MIUI 12. Se attivata, tutte le app confluiranno nel suo cassetto, rendendo la schermata Home più pulita e ordinata. L’utente può anche raggruppare automaticamente le applicazioni in base alle proprie preferenze, per trovare quella necessaria in pochi passaggi.

Piano di rilascio

  • Primo rilascio: nelle prossime settimane

Mi 9/ Mi 9T/ Mi 9T Pro/ Redmi K20/ Redmi K20 Pro

  • A seguire sarà rilasciato modello per modello

Redmi Note 7/ Redmi Note 7 Pro/ Redmi Note 8 Pro/ Redmi Note 8/ Redmi Note 8T/Redmi Note 9/ Redmi Note 9s/ Redmi Note 9 Pro/ Redmi Note 9 Pro Max/POCOPHONE F1/ POCO F1/ Mi 10 Pro/ Mi 10/ POCO F2 Pro/ POCO X2/ Mi 10 Lite/ Mi Note 10/ Mi Note 10 Lite/ Mi 8/ Mi 8 Pro/ Mi MIX 3/ Mi MIX 2S/ Mi 9 SE/ Mi 9 Lite/Redmi Note 7S /Mi Note 3/ Mi MIX 2/ Mi MAX 3/ Mi 8 Lite/ Redmi Y2/ Redmi S2/ Redmi Note 5/ Redmi Note 5 Pro / Redmi 6A/ Redmi 6/ Redmi 6 Pro/ Redmi Note 6 Pro/ Redmi Y3/ Redmi 7/ Redmi 7A/ Redmi 8/ Redmi 8A/ Redmi 8A Dual.

 

Dopo i numerosi aggiornamenti delle scorse settimane, è arrivato anche per i possessori di Nokia 6.2 il momento di godere delle nuove feature di Android 10. Comincia, infatti, anche in Italia il rilascio del nuovo sistema operativo sul device annunciato lo scorso settembre a IFA da HMD Global, la casa dei telefoni Nokia. Nokia 6.2: In vendita in promozione a 199 euro, questo dispositivo va ad affiancare gli altri undici smartphone dell’azienda finlandese già aggiornati ad Android 10.

Secondo una ricerca di Counterpoint, i telefoni Nokia sono stati i più rapidi nel rilasciare gli ultimi aggiornamenti software (HMD Global ha coperto il 94% del proprio portfolio), anche sui dispositivi entry level. L’annuncio di oggi conferma ancora una volta questo trend positivo che testimonia, inoltre, l’impegno di HMD Global nel garantire che i telefoni Nokia continuino a migliorare nel tempo.

Ad oggi, gli smartphone aggiornati ad Android 10 sono: Nokia 6.2, Nokia 8 Sirocco, Nokia 2.3, Nokia 7.2, Nokia 4.2, Nokia 3.2, Nokia 6.1, Nokia 7.1, Nokia 7 Plus, Nokia 9 PureView, Nokia 8.1 e Nokia 2.2.

I possessori di Nokia 6.2 – e coloro che vorranno acquistarlo sfruttando l’attuale promozione1 – godranno delle numerose nuove funzionalità offerte da Android 10, tra cui:

  • Gesture Navigation: migliore gestione con controlli più rapidi e intuitivi sulla punta delle dita
  • Smart Reply: risposte ancora più smart nei messaggi, non solo parole ma azioni
  • Privacy Controls: maggior controllo dei dati personali in unico posto e anche quando la propria location viene condivisa con le app – sempre, solo quando in uso o mai
  • Focus mode: blocco delle app quando c’è l’esigenza di concentrarsi (provatelo in Beta)
  • Family Link: parte della configurazione Digital Wellbeing, aiuta i genitori a stabilire regole digitali per l’intera famiglia.

Motorola Razr ha inaugurato una nuova era: l’era degli smartphone pieghevoli.

Una vera e propria rivoluzione, non solo fatta di hardware ma anche di software così da massimizzare al meglio i benefici di questo nuovo form factor. Questo è il motivo per cui abbiamo creato un’esperienza software innovativa e unica, sfruttando al meglio le potenzialità del Quick View Display da 2,7, abilitando nuove modalità di interazione con lo smartphone.

Chi possiede uno smartphone razr ne apprezza l’utilità, la versatilità e la possibilità di essere sempre aggiornato. L’upgrade di Razr ad Android™ 10 migliora ed espande in modo significativo le funzionalità del display Quick View, offrendo un’esperienza pieghevole senza pari, ottenuta sulla base dei feedback delle persone.

Gesti rapidi per restare in contatto

Chiama i tuoi contatti preferiti senza aprire il telefono, scorrendo sulla sinistra il display Quick View per accedere ai contatti preferiti. Rimanere connessi è più facile che mai, leggendo e rispondendo ai messaggi delle applicazioni di messaggistica più diffuse con la nuova funzionalità Smart Reply o con la nuova tastiera Quick View.

Nuovi modi per scattare un selfie

Abbiamo ampliato le caratteristiche della fotocamera frontale Quick View di Razr – con modalità come Group Selfie, Portrait Mode, Spot Color – per permettere di scattare selfie in modo ancora più preciso quando il dispositivo è chiuso. L’accesso alla fotocamera è facilitato con un semplice swipe sullo schermo. Quando razr è chiuso e sbloccato, si può accedere alla fotocamera scorrendo verso destra o con la funzione Quick Capture ruotando il polso.

Più applicazioni a portata di mano

Con l’aggiornamento ad Android™ 10, offriamo maggiori funzionalità e compatibilità con le applicazioni più utilizzate. Direttamente dal display Quick View è possibile accedere alla navigazione turn-by-turn da Google Maps e ai lettori musicali delle proprie app come Spotify, YouTube e Pandora. E sempre in termini di opzioni di scelta, è possibile utilizzare il display esterno per mostrare il proprio stile grazie ai nuovi temi.

Abbiamo già definito uno standard per i display esterni su un dispositivo pieghevole; ora vogliamo migliorarlo. Mentre superiamo i limiti dell’innovazione con i dispositivi pieghevoli, continuiamo a perfezionare l’esperienza sul nostro display Quick View per renderla perfetta, più intuitiva e divertente che mai.

Si allunga ulteriormente la lista di smartphone Nokia aggiornati ad Android 10. È partito, infatti, in Italia il rilascio del nuovo sistema operativo su Nokia 8 Sirocco e Nokia 2.3. I due dispositivi di HMD Global, la casa dei telefoni Nokia, vanno ad affiancare gli altri 9 smartphone dell’azienda finlandese aggiornati ad Android 10.

Continua, quindi, il trend che conferma gli esiti di una ricerca di Counterpoint, secondo cui i telefoni Nokia sono stati i più rapidi nel rilasciare gli ultimi aggiornamenti software (HMD Global ha coperto il 94% del proprio portfolio), anche sui dispositivi entry level.  Ancora una volta in prima fila nell’adozione di Android 10, questi aggiornamenti testimoniano l’impegno di HMD Global nel garantire che i telefoni Nokia continuino a migliorare nel tempo.

Ad oggi, Nokia 8 Sirocco, Nokia 2.3, Nokia 7.2, Nokia 4.2, Nokia 3.2, Nokia 6.1, Nokia 7.1, Nokia 7 Plus, Nokia 9 PureView, Nokia 8.1 e Nokia 2.2 sono tutti aggiornati ad Android 10.

I fan di Nokia 8 Sirocco e Nokia 2.3 godranno di numerose nuove funzionalità offerte da Android 10, tra cui:

  • Gesture Navigation: migliore gestione con controlli più rapidi e intuitivi sulla punta delle dita
  • Smart Reply: risposte ancora più smart nei messaggi, non solo parole ma azioni
  • Privacy Controls: maggior controllo dei dati personali in unico posto e anche quando la propria location viene condivisa con le app – sempre, solo quando in uso o mai
  • Focus mode: blocco delle app quando c’è l’esigenza di concentrarsi (provatelo in Beta)
  • Family Link: parte della configurazione Digital Wellbeing, aiuta i genitori a stabilire regole digitali per l’intera famiglia.

LG Electronics Italia (LG) annuncia la prossima disponibilità dell’aggiornamento ad Android 10 per LG V40, V50, G8X, G8S, G7, K50S, K40S, K50 e Q60, così che tutti gli utenti possano usufruire delle ultime novità in fatto di tecnologia mobile. L’aggiornamento ad Android 10 – oltre alle funzionalità del sistema operativo di Google come le nuove gesture – implementerà la nuova LG UX 9.0 vista su G8X, che rinnova completamente la veste grafica dello smartphone, rendendolo al tempo stesso più piacevole da usare grazie all’impostazione a schede e a importanti cambiamenti nell’esperienza d’uso.

Un piano di aggiornamenti su tutto il 2020

Il primo smartphone a implementare il nuovo update ad Android 10 – previsto per inizio febbraio – sarà LG V50ThinQ (qui la nostra prova),   il primo dispositivo mobile LG a connettività 5G e dotato di accessorio Dual Screen. A seguire, durante il secondo trimestre 2020, toccherà al G8XThinQ Dual Screen, il primo smartphone con doppio display incluso, per raddoppiare l’operatività in multitasking. Nel terzo trimestre 2020 l’aggiornamento ad Android 10 sarà disponibile su altri modelli fra cui LG G7, G8S e V40, mentre LG K50S, K40S, K50 e Q60 potranno fruire delle funzionalità aggiornate nell’ultimo trimestre 2020.

LG da sempre ha a cuore il consumatore finale e le sue esigenze, per questo motivo si impegna a offrire le migliori tecnologie, supportate dai sistemi operativi più performanti”, afferma David Draghi, Sales Director Mobile Communications LG Electronics Italia. “Da quando LG ha istituito il Software Upgrade Center globale l’obiettivo è stato quello di estendere gli aggiornamenti del software a più clienti possibile. Un obiettivo che ci riproponiamo anche con l’implementazione di Android 10, che arriverà su larga parte dei nostri smartphone, a partire dai flagship fino ai prodotti della serie K.