Bollenti spiriti dello Snapdragon 810 affliggono pure HTC J Butterfly e hanno...

Bollenti spiriti dello Snapdragon 810 affliggono pure HTC J Butterfly e hanno fatto rinviare Xiaomi Mi5

0 2426

Dopo l’outing di Sony della settimana scorsa che ha ammesso che Xperia Z3+ e Xperia Z4 stavano sperimentando problemi di surriscaldamento a colpa del SoC Snapdragon 810, sulla “braticola” (è il caso di dirlo) sono HTC e di Xiaomi.

Nel caso di HTC è il già rilasciato J Butterfly 3 che sta incontrando una serie di problematiche connesse alla gestione della temperature. Queste tra l’altro si aggiungono ad altri problemi che questo modello ha avuto come scarsa durata della batteria e un touchscreen non rattivo, e questa è una Butterfly che non sembra pronto a prendere il volo.

Mentre l’HTC One M9 impiega anche il chip Snapdragon 810, il costruttore diminuisce la velocità di clock del soc su tale modello in determinate condizioni, al fine di evitare che il chipset raggiunga le alte temperature che hanno afflitto su altri modelli. Altre varianti di HTC One M9, come l’HTC One M9+ utilizzare i chip MediaTek e non dovrebbero essere offerti in Europa o negli Stati Uniti.

Per quanto riguarda la casa cinese invece il successore della ammiraglia Xiaomi Mi 4 non è stato ancora svelato ma è stato comunque influenzato dal surriscaldamento del SoC Snapdragon 810.
Se infatti secondo un recente rapporto Xiaomi Mi5 e Xiaomi Mi5 Plus montererebbero entrambi lo Snapdragon 820 che sembra eliminare eventuali problemi generati dall’810, questi potrebbero essere stati ritardati fino a che questo nuovo SoC sarà pronto per spedizioni in numeri sufficienti.

Non è un caso infatti che Xiaomi utilizza già una manciata di controlli termici brevettati sul Xiaomi Mi Note Pro, nel tentativo di scongiurare problemi di surriscaldamento con lo Snapdragon 810. Ma se questi brevetti davvero avessero risolto tutti i problemi, Xiaomi non avrebbe probabilmente deciso di aspettare che Qualcomm iniziasse a produrre lo Snapdragon 820.

Per colpa del problema di surriscaldamento Qualcomm spediranno un numero inferiore di set di chip Snapdragon 810 di quanto originariamente previsto. Anche se questo non è sorprendente visto quanto successo, nel Maggio il VP del produttore di chip del marketing aveva detto che lo Snapdragon 810 non ha mai fatto surriscaldare su un dispositivo commerciale, affermazioni che a questo punto possiamo dire sono state smentite in modo abbastanza chiaro.