Attacchi malware coinminer: Avira mette in guardia gli utenti

AAAAAElFTkSuQmCC

Nel quarto trimestre del 2020 i ricercatori di Avira Protection Labs hanno registrato un aumento pari al 53% degli attacchi di malware coinminer rispetto al trimestre precedente. E dal momento che il valore di 1 Bitcoin è pari attualmente a circa 36.000 dollari, vicino al massimo storico raggiunto all’inizio dell’anno, il team di ricerca di Avira sospetta una possibile correlazione tra il rapido rialzo del prezzo e l’incremento dell’attività del malware coinminer.

Il rapido aumento degli attacchi malware coinminer suggerisce che gli artefici di minacce informatiche stanno approfittando dell’andamento del prezzo degli ultimi mesi, diffondendo sempre più malware con l’obiettivo di sfruttare le risorse informatiche altrui per attività di mining illegali. Questa correlazione non sorprende, ma alimenta comunque le preoccupazioni di miner e investitori legittimi“, afferma Alexander Vukcevic, direttore di Avira Protection Labs.

Come agisce il criptomalware?

Il criptomalware, conosciuto anche come malware coinminer, è una delle minacce più recenti. A differenza dei ransomware tradizionali, opera completamente indisturbato sul dispositivo dell’utente, una caratteristica che lo rende particolarmente insidioso. Il malware non ha infatti lo scopo di rubare dati o ricattare l’utente, ma di rimanere in background il più a lungo possibile per eseguire furtivamente l’attività di mining, che svolge avvalendosi delle risorse del computer infetto, come il processore, la scheda grafica e la memoria principale, nonché la larghezza di banda della rete. Lo sfruttamento delle risorse del computer a scopo di mining prende il nome di cryptojacking.

I tre principali tipi di coinminer sono file eseguibili (ad esempio file * .exe), miner di criptovalute basati su browser e miner fileless avanzati, tutti in grado di funzionare su svariati dispositivi e sistemi.

Attacchi malware in aumento mentre continua a salire il valore del Bitcoin

Dalla sua creazione nel 2009, il valore del Bitcoin è aumentato vertiginosamente, diventando in breve tempo la criptovaluta più costosa al mondo. A differenza della maggior parte delle valute normali, questa ha una disponibilità limitata che è fissata a 21 milioni. La conseguenza è che il valore cresce man mano che si esauriscono le unità di Bitcoin disponibili, come infatti è successo anno dopo anno nel decennio scorso. Tale aspetto, tuttavia, non nega l’estrema volatilità di questa criptovaluta: negli ultimi anni, infatti, abbiamo assistito a picchi e crolli vertiginosi che l’hanno resa un investimento sempre più rischioso. Ad esempio, venerdì 8 gennaio 2021 il Bitcoin ha raggiunto il massimo storico di quasi 42.000 dollari, ma il lunedì mattina successivo è stato quotato a circa 33.000 dollari, che equivale a un calo di oltre il 20%. Anche altre criptovalute e azioni hanno perso valore, al contrario del dollaro americano, ma nessuna ha fatto notizia come il Bitcoin. Ciò è dovuto al fatto che è diventato un’icona nella vita quotidiana ed è la valuta tra le più note al mondo.

Furti e frodi di criptovalute in ascesa

Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, nel 2019 si è registrato un forte aumento di criptovalute rubate, con l’equivalente di oltre 4,5 miliardi di dollari spariti a causa di furti e frodi. Si tratta di una cifra più che raddoppiata rispetto a quella del 2018 e, presumibilmente, questa tendenza è destinata a confermarsi a causa dell’aumento dell’attività dei malware. La quantità di Bitcoin rubati ogni giorno è alquanto controversa, tuttavia gli analisti di criptovalute stimano che in media sia di circa 1.500 Bitcoin. Se si combina questo dato con i circa 900 Bitcoin estratti tramite mining ogni giorno, risulta che le risorse disponibili diminuiscono giorno dopo giorno.

I reati legati alle criptovalute sono indubbiamente in crescita e stanno diventando un problema che non può essere ignorato. Gli utenti di Bitcoin devono essere estremamente vigili e adottare misure precauzionali per evitare di essere presi di mira”, ha affermato Vukcevic.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Arriva in Italia ASUS ZenBook Duo 14 (UX482): secondo schermo inclinabile, prestazioni eccezionali e massima portabilità

Next Post

A San Valentino dai un valore alle tue emozioni con gli smartphone TCL

Related Posts