Alphabet: nasce la madre di Google

Alphabet: nasce la madre di Google

Google non è una società convenzionale. Non intendiamo diventarlo.

Questo hanno scritto Sergey Brin e Larry Page nella originale lettera dei fondatori 11 anni fa, e oggi seguendo questa filosofia invece di far partorire l’ennesima società figlia “genera” una società “madre”, chiamata “Alphabet” (http://abc.xyz) di cui Brin diventa presidente e Page CEO.

Alphabet è principalmente una insieme di aziende, la più grande delle quali, naturalmente, è Google che ne uscirà così alleggerita dalla gestione da aziende, invece ora “contenute” in Alphabet, abbastanza lontane dai principali prodotti Internet, come ad esempio nel campo della salute con Life Sciences (che funziona su lenti a contatto di glucose-sensing), e Calico (incentrato sulla longevità). Questo consente una maggiore scala di gestione perchè si possono gestire in modo indipendente cose non sono molto legate tra loro.

Per i fondatori di Gooole le imprese prosperano attraverso leader forti e l’indipendenza e il modello da seguire è quello di avere un forte amministratore delegato che gestisce ogni attività, con il loro appoggio in caso di necessità. Verranno rigorosamente gestite l’allocazione del capitale e del lavoro per assicurare che ogni azienda possa funzionare bene, assicurando che ognua abbiamo un amministratore delegato adeguato. Inoltre a partire dal Q4 i risultati finanziari di Google saranno forniti separatamente rispetto a quelli del resto delle imprese Alphabet nel suo complesso.

Questa nuova struttura consentirà di mantenere un enorme attenzione per le opportunità presenti già in Google, a partire da Sundar Pichai al quale come premio per l’ottimo lavoro svolto a partire da Ottobre dello scorso anno, quando entranto in carica nel suo ruolo, la nostra attività svolte su Internet, viene attribuito il ruolo CEO di Google. Il nuovo CEO continuerà a focalizzare l’attenzione della società sull’innovazione portando avanti la missione principale di organizzare le informazioni a livello mondiale, come l’apprendimento automatico in Google Foto e Google Now dimostra, senza dimenticare servizi identitari come YouTube.

Alphabet Inc. sostituirà Google Inc. come entità quotata in borsa e tutte le azioni di Google daranno convertite automaticamente nello stesso numero di azioni di Alphabet, con tutti gli stessi diritti. Google diventerà una sussidiaria interamente di proprietà di Alphabet. Larry Page rivela anche che il nome Alphabet è piaciuto perché significa una raccolta di lettere che rappresentano il linguaggio, una delle innovazioni più importanti dell’umanità, ed è il cuore del nostro modo di indice con ricerca di Google ma anche che significa alfa-bet (Alpha è ritorno di investimento sopra un benchmark), per la quale la società sempre si impegna.