Recensione Samsung Gear S3 Frontier by Smartphone Italia

Recensione Samsung Gear S3 Frontier by Smartphone Italia

Acquistato un paio di settimane fa (qui la preview), è giunto il momento di vedere come si è comportato il Samsung Gear S3 Frontier. Vediamo le mie considerazioni.

Confezione

La confezione riprende la forma vista con il Gear S2, ovvero di forma cilindrica. All’interno, rimosso lo smartwatch, troviamo degli scomparti in cui in uno sono presenti il caricatore da 0.7 A, un cinturino più piccolo (taglia M, solo la parte senza la fibbia) e la manualistica. La basetta per la ricarica è confezionata assieme allo smartwatch.

Costruzione

Il Gear S3 Frontier sembra la naturale evoluzione del Gear S2 Classic, dal quale riprende la stessa linea ma aumentando le dimensioni lasciandone intatta la bellezza e la qualità costruttiva.

Il Gear S3 Frontier ha le dimensioni di 49 x 46 x 12.9 mm e 63 g di peso. Il cinturino, a differenza del predecessore, è in gomma ed è dotato di un pratico sistema di sgancio, risulta molto comodo al polso. Nella confezione troviamo anche una parte di ricambio di taglia S. Il cinturino ha un attacco standard da 22mm, quindi intercambiabile con qualunque cinturino presente in commercio.

La scocca è in acciaio inossidabile e sulla destra troviamo i due pulsanti fisici (back e home/power) con il microfono posto sotto il tasto inferiore; sulla sinistra, in posizione centrale, troviamo l’altoparlante per le chiamate.
Superiormente troviamo il vero tratto distintivo degli ultimi smartwatch Samsung, ovvero, la ghiera girevole, del colore della scocca e zigrinata sul bordo.
La parte posteriore è in vetro con al centro il sensore per il battito cardiaco.

Hardware

Il Gear S3 monta il nuovo processore Exynos 7270 Dual Core da 1GHz, 768MB di RAM, 4GB di memoria interna (in parte occupata da contenuti preinstallati). Alla voce connettività troviamo il Bluetooth 4.2, il Wi-Fi e NFC, mentre come sensori troviamo, GPS, accelerometro, barometro, giroscopio, battito cardiaco, luminosità. La batteria è al litio da 380mAh.

Presente la Certificazione IP68 per la resistenza ad acqua (fino a 1,5 metri per un massimo di 30 minuti) e polvere.

Display

Il display è un Super AMOLED da 1.33 pollici con una risoluzione di 360×360, davvero notevole e dotato di sensore di luminosità annegato nel display stesso, quindi niente odiose bande nere.

Forse il miglior display al momento presente su uno smartwatch.

Utilizzo

L’associazione avviene scaricando l’app di gestione, Samsung Gear, dal Google Play (al primo avvio, verrà richiesto di installare altre 2 app, Gear Plugin e Samsung Accessory Service), per l’associazione abbiamo usato un OnePlus 3T (qui la recensione) aggiornato ad Android Nougat e il nuovo Samsung Galaxy S8 (qui la preview) sempre con Android Nougat, la compatibilità è garantita con tutti i dispositivi con Android 4.4.x a salire.

L’associazione è molto facile e immediata, basta accendere lo Smartwatch, lanciare l’app sul nostro dispositivo e seguire le istruzioni che volta per volta appaieranno sui due display.

Anche con il Gear S3, proprio come il suo predecessore, è possibile ricevere le notifiche da remoto, tramite una connessione WiFi. Nel caso in cui il nostro dispositivo non sia accoppiato tramite Bluetooth, l’orologio, (con WiFi attivo) scansionerà le reti WiFi per cercare una connessione (o libera o tra quelle memorizzate) in modo da poter continuare a ricevere le notifiche. Il funzionamento è molto semplice, in caso di non accoppiamento con lo Smartphone, l’app inoltrerà tutte le notifiche ai server Samsung, che provvederanno a inoltrarle al nostro Smartwatch.

Accoppiato via Bluetooth, sarà possibile rispondere a tutte le notifiche direttamente dall’orologio tramite la tastiera integrata, che non è grandissima, ma con un po’ di pratica si riesce ad usare senza problemi.

Anche sul Gear S3 Frontier troviamo la comoda ghiera girevole, tramite la quale possiamo gestire tutte le funzionalità e le app dello smartwatch. Con l’orologio che mostra l’ora, girando la ghiera a destra vengono visualizzati i vari widget presenti (preimpostati sono presenti, meteo, contatti, promemoria, eventi, calorie bruciate, conta passi, Alti-Barometro, News Briefing, player musicale), girando, invece la ghiera a sinistra, andremo a visualizzare le notifiche, qualora fossero presenti. Ovviamente è possibile usare anche il touch per eseguire tutte le varie operazioni, ma la ghiera è così comoda che il touch lo useremo solo per il tap di conferma.

Premendo e tenendo premuto sulla home, si avrà la possibilità di poter cambiare quadrante scegliendo tra quelli presenti.

Software

Come Sistema Operativo, l’affidabilissimo Tizen Wearable, in versione 2.3.2, davvero un passo in avanti rispetto ad Android Wear, sia a livello di funzionalità sia di fluidità e dispendio di risorse. Basta infatti un processore dual core da 1GHz con poco meno di 1GB di RAM per avere un sistema fluido.

L’interfaccia riprende quella vista sul Gear S2, adattata al display circolare e all’uso con la ghiera girevole.

Funzionalità

Il Gear S3, non è un vero e proprio sport actvity trackercome il Gear Fit 2, ma lui non lo sa e svolge ottimamente questo compito.

Il Gear S3 è preciso nei valori misurati e nella semplicità d’uso, con misurazioni di passi, piani e frequenza cardiaca molto precise e veritiere, l’unico appunto da fare è sul consumo delle Kilocalorie, un pò approssimativo. Per far partire un allenamento basterà andare nella schermata relativa e scegliere il tipo di attività e il Gear S3 penserà a registrare i vari parametri come battito cardiaco e chilometri fatti (tramite il GPS). Questi dati saranno disponibili una volta sincronizzati con S Healt.

Dettaglio App installate

Le app presenti riguardano quasi tutte la sfera del fitness, quindi troviamo, Samsung Health, con le informazioni riguardanti le kilo calorie consumate, i passi fatti, i piani saliti, l’allenamento, le sfide, il battito cardiaco, i bicchieri di acqua bevuti e le tazzine di caffè consumate e la possibilità di aggiungerne altri.

La parte Allenamento, si divide nelle varie attività, Corsa, Camminata, Ciclismo, Escursioni, Attrezzo Cardio Circolatorio, Cyclette, Step, Tapis Roulant, Affondi, Crunch, Squat, Salti Divaricati, Pilates, Yoga, Vogatore e altro allenamento. Come notiamo, sono davvero tante le attività preimpostate e sono incluse anche molti esercizi svolti in palestra.

Segnaliamo anche la presenza del meteo, S Voice, Letotre Musicale, Alti-Barometro, Calendario, Sveglia, Fusi Orari, Briefing Notizie, Galleria, Trova Telefono, Monster Vampire, Messagi, E-mail. Per i messaggi verranno ripresi dal dispositivo collegato, mentre per le mail è possibile collegare un account separato da quello dello smartphone.

Il Cronometro, non è presente come app, in quanto basterà fare un tap su display per farlo partire, con tanto di lancette in movimento.

Tastiera

Come il Gear S2, anche sul Gear S3, è presente una tastiera, con la quale rispondere alle notifiche che riceveremo. La tastiera integrata è del tipo 3×4 con T9 e sullo store sono presenti tastiere alternativeQWERTY“, ma la “3×4” si è ben comportata e risulta abbastanza comoda, e il T9, possiamo definirlo “avanzato“, ovvero in grado di fare una predizione del testo già dalla prima lettera, come le moderne tastiere degli smartphone.
Avendo però più lettere per ogni “tasto” la velocità ne risentirà in quanto andremmo di volta in volta a vedere la parola scritta automaticamente se corrisponde a quella che vogliamo scrivere.

App store

Sullo store presenti molte app pensate per il Gear S3, anche se sono dell’idea che le app non sono così necessarie come su uno smartphone, e che di default siano presenti già tutte le app necessarie, esclusa forse la calcolatrice, presente sullo store. Sono presenti molti quadranti per cambiare l’aspetto del nostro Gear S3.

Batteria

Dagli smartwatch di ultima generazione ci si aspetta un’autonomia di almeno 2/3 giorni di utilizzo e il Gear S3, non delude le aspettative, certo non rispecchiamo le stime fornite da samsung, dove dichiarano fino a 4 giorni pieni di utilizzo.

Nei 15/20gg di test non sono mai arrivato a 4 giorni di autonomia, ma con tutti i sensori attivi, misurazione del battito, GPS quando richiesto, luminosità automatica, sono riuscito a coprire tranquillamente i 2gg di utilizzo, rimanendo con un buon 35% di batteria residua, ovviamente dipende da quante notifiche riceviamo e cosa usiamo dello smartwatch.

Ho fatto diversi test, dove l’unico punto comune erano le 17/18h di attivazione e spento la notte (non uso dormire con l’orologio). Di default sono presenti come widget il conta passi e il sensore di battito che si attiva un paio di volte al giorno, ma ho notato che non incidono di molto sulla durata della batteria. Disattivandoli, infatti, l’autonomia guadagnata è davvero ridicola.

Come quadrante ho lasciato quello di default, che riprende un cronografo, molto bello. Con un uso assiduo del cronometro, l’autonomia scende un po’, ma usando per 5/6 volte al giorno per 20 minuti, con consultazione ogni 2/3 minuti, i 2gg si riescono ugualmente a coprire. La percentuale residua sarà minore, ma la giornata verrà portata a casa senza problemi.

Durante l’uso, le notifiche sono state tutte consultate sull’orologio e in alcuni casi ho anche risposto direttamente dall’orologio.

Tra le funzionalità da segnalare, c’è la funzione di risparmio energetico avanzato che consente di ottenere autonomia “supplementare” impostando scale di grigi come colori, e limitando le prestazioni del processore.

Prezzo

Il prezzo di listino del Gear S3 Frontier è di 429 euro, e anche se comincia a trovarsi a qualcosa meno (al momento della pubblicazione, 390 su alcuni store) è sicuramente un po’ eccessivo, senza dubbio, ma in linea con gli attuali smartwatch tondi, sempre più costosi.

Conclusioni

Samsung con il Gear S3 Frontier ha deciso di seguire la linea scelta con il Gear S2 Classic, sperando di bissare il successo avuto. Quindi ritroviamo lo schermo tondo e ghiera girevole, ma con le dimensioni più grandi, rendendo più aggraziato tutto l’insieme.

Sicuramente alla voce autonomia si sarebbe potuto fare qualcosa in più, ma rientriamo nella media dei 2 giorni, abbastanza accettabili.

Il Gear S3 Frontier  è davvero un ottimo prodotto che mi ha convinto, degno sostituto del Gear S2 con l’aggiunta del GPS anche nella versione senza ESIM.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Display: 1.3 pollici, Super AMOLED, 360 x 360 (278 ppi)
Processore: Exynos 7270 Dual Core, 1GHz
Memoria RAM: 768 MB
Memoria interna: 4 GB
Dimensioni: 49 x 46 x 12.9 mm
Peso: 63 g
Batteria: 380 mAh
Connettività: NFC, Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth v4.2
Sensori: GPS, Sensore Battito Cardiaco, Accelerometero, Giroscopio, Barometro
Sitema operativo: Tizen wearable 2.3.2
Certificazione: IP68 per la resistenza ad acqua (fino a 1,5 metri per un massimo di 30 minuti) e polvere

Voti

Costruzione / Ergonomia
10/10
Hardware
9/10
Materiali
10/10
Display
9/10
Software
9/10
Autonomia
8/10
Prezzo
6/10
Rapporto qualità / prezzo
7/10
Condividi sui Social
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someonePrint this page