Recensione Moto Mods by Smartphone Italia

Recensione Moto Mods by Smartphone Italia

Dopo la recensione del Lenovo Moto Z Play (qui la nostra prova), è giunto anche il momento di vedere le nostre considerazioni sui Moto Mods. Dei quattro moduli disponibili, noi abbiamo provato il modulo fotocamera, Hasselblad True Zoom, la batteria ausiliaria, Incipio offGRID Power Pack e il proiettore, Insta-Share Projector.

Confezioni

Le confezioni sono tutte pressoché simili e con gli stessi accessori, guida rapida e custodia per il trasporto, tranne per la Incipio offGRID Power Pack, dove, purtroppo non è presente la custodia. La qualità è buona e su tutte le confezioni è presente una descrizione sulla parte posteriore.

Per il proiettore è prevista una custodia di morbida con il laccetto per la chiusura, mentre per il modulo fotocamera è stata pensata una custodia rigida con chiusura calamitata e laccetto per il trasporto.

Costruzione, Ergonomia e Utilizzo

Incipio offGRID Power Pack

L’Incipio offGRID Power Pack è ben fatto e le dimensioni sono abbastanza contenute, ma ovviamente, si andranno a sommare a quelle del Moto Z/Moto Z Play e soprattutto nel Moto Z la linea ne risente parecchio.

Anche il peso non è eccessivo, ma andrà ad inficiare l’esiguo peso del Moto Z.

Superiormente è presente il foro per la fotocamera, mentre posteriormente è presente un piccolo pulsante per il controllo della carica residua.

L’utilizzo è davvero immediato, basta infatti rimuovere la cover posteriore (qual’ora fosse utilizzata) e applicare la batteria che in un attimo prenderà posizione e grazie alla potente calamita rimarrà ben salda al Moto Z.

Una volta applicata, una vibrazione ci avviserà dell’avvenuto collegamento e un “+” verrà visualizzato sull’icona della batteria nella barra del notifiche.

Tramite la voce Moto Mods nelle impostazioni del telefono è possibile visualizzare alcune informazioni, come la percentuale di carica residua, la versione software e la Modalità batteria.

Le modalità previste sono due, Predefinita e Modalità Efficienza. In modalità Predefinita, il Power Pack manterrà la carica del telefono al 100%, ovviamente andandosi ad esaurire più o meno velocemente a seconda dell’utilizzo; in Modalità Efficienza il livello di carica mantenuto sarà dell’80%.

La carica tramite Power Pack è molto lenta purtroppo non è presente un attacco per essere ricaricato da solo, ma dovrà essere ricaricato mentre si ricarica il telefono. Durante la carica verranno mostrate le due percentuali di carica, con la carica del Power Pack sotto la batteria principale. Con caricabatteria standard verrà ricaricata prima la batteria dello smartphone e poi quella della batteria supplementare, mentre con il caricabatteria Turbo Charger la carica verrà ripartita tra le due batterie.

Il prezzo dell’Incipio offGRID Power Pack è l’unica nota stonata del dispositivo, infatti è possibile trovarlo a 69.90 euro, sicuramente troppo per un Power Bank da 2200 mAh. Nonostante ciò crediamo che sia un accessorio irrinunciabile per i possessori del Moto Z, vista l’esigua autonomia di cui è dotato e la comodità di utilizzo forse vale il prezzo di acquisto.

Hasselblad True Zoom

Era l’estate di 4 anni fa quando Samsung annunciò la Galaxy Cam, seguita dalla Galaxy Cam 2, fotocamere con Android, seguite a loro volta dal Galaxy S4 Zoom e dal Galaxy K Zoom, smartphone con obiettivo “reale” e zoom ottico, tutti prodotti di nicchia con uno scarso successo. Anche Asus ha provato ad entrare in questa strana fascia di mercato, mai consolidata, con lo ZenFone Zoom, anche qui con scarso successo. Ecco ora che Lenovo prova a dire la sua non con uno smartphone, ma con un “accessorio” atto allo scopo, ed ecco il Moto Mods Hasselblad True Zoom, sviluppato con la Hasselblad.

Il Hasselblad True Zoom è di ottima fattura e le dimensioni sono generose sia per riprendere la forma della Linea Z, sia per poter alloggiare l’obiettivo con lo Zoom da 10x.

Frontalmente, al centro troviamo l’obiettivo con alla sua sinistra, il sensore per la messa a fuoco e l’impugnatura e sulla destra il flash allo Xenon.

Superiormente, sulla destra troviamo il pulsante di accensione/spegnimento, il pulsante per lo scatto con doppia corsa e il selettore per lo zoom.

Posteriormente troviamo il foro per la fotocamera dello smartphone, in questo caso è presente un rivestimento in gomma piuma per proteggere la fotocamere stessa.

L’obiettivo presente ha un sensore da 12 MegaPixel, un’apertura di f/3.5-6.5 e una lunghezza focale di 4,5-45 mm (25-250 mm equivalente a 35 mm).

L’utilizzo è davvero immediato, basta infatti rimuovere la cover posteriore (qual’ora fosse utilizzata) e applicare il modulo che in un attimo prenderà posizione e grazie alla potente calamita rimarrà ben saldo al Moto Z.

Una volta applicata, una vibrazione ci avviserà dell’avvenuto collegamento e sul telefono verrà visualizzato un breve tutorial per l’utilizzo.

Una volta applicato il modulo, l’utilizzo è facile e immediato e l’insieme ricorda una grossa fotocamera compatta con un display enorme e un peso “importante”.

L’Hasselblad True Zoom è compatibile con la maggioranza della app Fotocamera presenti (praticamente tutte) e le foto sono di ottima qualità a patto di non esagerare con lo Zoom, infatti al massimo della focale il rumore è alto e anche la stabilizzazione non è il massimo. Le cose cambiano se si utilizza la modalità manuale in modo da gestire i tempi di esposizione e le ISO. Anche in condizione di scarsa luminosità il rumore è alto e le foto sgranano parecchio. Molto potente il flash.

E ora veniamo alla nota dolente dell’Hasselblad True Zoom, che tutto sommato non ci è dispiaciuto, ovvero il prezzo, servono infatti quasi 260 euro per portarsi a casa questo modulo, sicuramente troppo, ma crediamo che la strada intrapresa sia quella giusta.

Insta-Share Projector

Lenovo punta molto sui mini proiettori associati al settore mobile, ricordiamo, per esempio il Lenovo Yoga Tablet 2 Pro da noi provato nell’estate del 2015 (qui la nostra prova).

Come gli altri moduli anche l‘Insta-Share Projector è ben fatto con dimensioni abbastanza contenute, anche il peso non è eccessivo.

Superiormente è presente il foro per la fotocamera, al centro il supporto in metallo, regolabile in varie posizioni, dotato di due strisce gommate che ne garantiscono un’ottima stabilità, e la presa d’aria per la piccola ventolina interna per dissipare il calore prodotto dalla lampada; sul lato sinistro al centro troviamo la piccola lampada con a sinistra la rotellina per la regolazione della focale e a destra il pulsante di accensione/spegnimento; sul lato destro troviamo l’ingresso USB Type-C per la ricarica della batteria.

Posteriormente è presente un piccolo pulsante per il controllo della carica residua, infatti lInsta-Share Projector è dotato di una piccola batteria da 1100 mAh.

Come per gli altri due moduli, anche in questo caso l‘utilizzo è davvero immediato, infatti, una volta rimossa la cover posteriore (qual’ora presente) basta applicare il modulo che in un attimo prenderà posizione e grazie alla potente calamita rimarrà ben saldo al Moto Z.

Una volta applicata, una vibrazione ci avviserà dell’avvenuto collegamento e come per l’Hasselblad True Zoom sul telefono verrà visualizzato un breve tutorial per l’utilizzo.

L’Insta-Share Projector permette di proiettare qualsiasi cosa presente sul display del nostro smartphone, fino ad un massimo di 70 pollici ad una luminosità di 50 lumen. In un attimo potremmo proiettare il nostro video delle ferie, le nostre foto, una presentazione o qualsiasi cosa vorremmo, ovunque ci troviamo. Purtroppo la risoluzione è di 480p e per una visualizzazione ottimale è necessario che la stanza sia abbastanza buia. Tramite la piccola batteria integrata non si riuscirà a coprire l’ora di proiezione e verrà utilizzata la batteria dello smartphone, che se per il Moto Z Play non è un problema, potrebbe esserlo per il Moto Z. Purtroppo la posizione del connettore per la ricarica ne rende instabile l’utilizzo qualora volessimo caricare il proiettore durante l’utilizzo; una soluzione potrebbe essere quella di posizionare il supporto su una base in modo da lasciare libero il cavetto durante la ricarica.

Purtroppo in foto non si riesce a trasmettere la qualità d’immagine, ottima per un video o un film, un pò meno in caso di testi.

Veniamo al prezzo, che anche in questo caso è la nota dolente del modulo, infatti sono necessari poco meno di 310 per acquistare l’Insta-Share Projector, sicuramente non pochi, ma ricordiamo l’unicità e la portabilità del piccolo proiettore.

Conclusioni

Sicuramente rispetto al LG G5 (qui la nostra prova), i Moto Mods rappresentano di più l’idea di modularità che uno si aspetterebbe, infatti, tutti i moduli, sono ben costruiti e progettati e anche l’integrazione software è ottima. Ovviamente non sono esenti da difetti, uno tra tutti il prezzo, ma siamo alla prima versione e gli smartphone compatibili attualmente sono solo due (Moto Z e Moto Z Play). Sicuramente la strada intrapresa è quella giusta, c’è solo da aspettare una maggiore diffusione con una conseguente diminuzione dei prezzi.

Caratteristiche e specifiche tecniche Incipio offGRID Power Pack

Dimensioni: 152,7 x 73,5 x 6,2mm
Peso: 79 g
Capacità batteria: 2220 mAh
Autonomia Batteria: Fino a 22 ore
Output alimentazione: 4-6W varia a seconda del livello di carica del telefono
Input alimentazione da telefono collegato a muro: 2.2A, 11W

Caratteristiche e specifiche tecniche Hasselblad True Zoom

Dimensioni: 152,3 x 72,9 x 9,0 – 15,1 mm
Peso: 145 g
Risoluzione del sensore: 12 MP
Risoluzione video: Full HD 1080p a 30fps
Microfoni: 2
Tipo di sensore: BSI CMOS
Dimensione del sensore: 1/2,3 pollici
Dimensione dei pixel: 1,55 um
Diaframma: f3,5-6,5
Zoom: 10x ottico/4x digitale
Lunghezza focale: 4,5-45 mm (25-250 mm equivalente a 35 mm)
Macro: 5 cm @1x – 1,5 m @10x
Flash: Flash Xenon
Modalità del flash: Automatico, attivato, disattivato
Memoria: Memoria interna del telefono: 32 GB – 64 GB – Memoria microSD del telefono: fino a 2 TB – Cloud: spazio illimitato tramite Google Photos
Stabilizzazione dell’immagine: Fermo immagine: OIS Video: EIS
Equivalente ISO: Automatico, 100, 200, 400, 800, 1600, 3200
Modalità di acquisizione: Modalità foto, panoramica, video, professionale panorama notturno, ritratto notturno, sport, paesaggio diurno, ritratto retroilluminato
Modalità di messa a fuoco: Messa a fuoco manuale: selezione del ROI della messa a fuoco Blocco della messa a fuoco
Modalità professionale: Messa a fuoco, bilanciamento del bianco, velocità dell’otturatore, ISO, esposizione
Bilanc bianco: Automatico, luce a incandescenza, luce fluorescente, soleggiato, ombra
Effetti colore: A colori, bianco e nero, puro
Riduzione occhi rossi: Automatico
Formato file: Fermo immagine: JPG, DNG (RAW) Video: MPEG4
Durata della batteria: Varia in base al telefono
Connettività: Connettività del telefono: 4G/LTE, Wi-Fi
GPS: Telefono: geolocalizzazione migliorata

Caratteristiche e specifiche tecniche Insta-Share Projector

Dimensioni: 153 x 74 x 11mm
Peso: 125g
Risoluzione: 854×480 WVGA (480p)
Tecnologia: DLP
Luminosità: 50 lumen nominali
Contrasto: 400:1
Rapporto di Proiezione: 1.2
Dimendione Immagine: Up to 70″ diagonal
Aspect ratio: 16:9
Batteria: 1100 mAh
Durata Batteria: Adds up to 60 minutes of projection time
Ricarica Esterna: USB Type C

Condividi sui Social
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

0 commenti

Lascia un Commento