Meizu MX4 Ubuntu Edition lanciato in Cina, coming soon in Europa

Meizu MX4 Ubuntu Edition lanciato in Cina, coming soon in Europa

0 2507

Ne abbiamo parlato più volte finalmente il produttore cinese di telefoni Meizu ha messo in vendita una versione del suo smartphone MX4 con software basato su Linux Ubuntu al posto di Android.
Il Meizu MX4 Ubuntu Edition è ora disponibile per gli sviluppatori in Cina. Dovrebbe essere disponibile al pubblico in Cina e in Europa entro la fine dell’anno.

Ricordiamo infatti che Meizu è uno dei due primi partner di Canonical per l’OS Ubuntu. Se l’azienda spagnola BQ ha però lanciato all’inizio di quest’anno, Aquaris E4.5 Ubuntu Edition, un dispositivo entry-level con specifiche e un prezzo relativamente modesto, Meizu ha lanciato uno smartphone più premium.

Il Meizu MX4 Ubuntu Edition ha infatti uno schermo da 5,4 pollici 1920 x 1080 pixel, un SoC MediaTek MT6595 con processore octa-core, 2GB di RAM e una fotocamera principale da 20.7MP.
Comune a entrambi è appunto il nuovo Ubuntu la cui interfaccia è ottimizzata per gli smartphone, con schermi di piccole dimensioni rispetto ai pc, ed è molto, forse troppo, basata su swipe e gesture.

Canonical ha però in mente la convergenza tra più tipologie di dispositivi e come vi abbiamo riferito qualche giorno fà uno smartphone con hw appropriato, non è chiaro se basta quello di Meizu MX4 o di BQ Aquaris E4.5, sarà anche in grado di eseguire applicazioni desktop e lavoro come computer desktop portatili quando si collega un mouse esterno, tastiera e schermo

E’ stato introdotto anche il concetto di “Scope”, delle home dove le app sono raggruppate per tipologia e come un modo per gli sviluppatori di portare le proprie app in primo piano.
Nel complesso si tratta di un esperienza diversa, anche se in parte vista in alcuni launcher Android, ma come sempre il problema sarà proprio lo sviluppo delle App. Vedremo!

Condividi sui Social
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Articoli correlati