Chatbot Facebook, Messenger e WhatsApp: ecco come usarli

Chatbot Facebook, Messenger e WhatsApp: ecco come usarli

0 455

Cosa sono e come funzionano i chatbot per Facebook, Messenger e WhatsApp? In generale si definiscono chatbot tutti quei programmi che simulano una conversazione tra un robot e un essere umano con il compito di rispondere alle domande frequenti degli utenti che accedono al sito aziendale, alla pagina Facebook o che contattano l’impresa attraverso servizi di messaggistica istantanea. Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare fu a Joseph Weizenbaum, un informatico tedesco che lavorava a Boston, a creare nel 1966, quindi molti anni fa, il primo chatbot. Eliza, così si chiamava l’antenato dei moderni chatbot, faceva la parodia di una tipica conversazione tra un terapeuta e il suo paziente.

Se si pensa ad un iPhone o ad un pc Windows si capisce subito che i chatbot in questo caso sono Siri e Cortana. A Siri si chiede, anche a voice, di chiamare una persona presente in rubrica, di trovare il ristorante più vicino alla propria posizione o di aprire Google Maps per avere indicazioni sulla strada da percorrere per raggiungere un determinato posto. A Cortana si chiedono, invece, di cercare file o immagini presenti nel pc. Usare i chatbot è semplicissimo e grazie proprio a Siri e Cortana ormai tutti sanno destreggiarsi con essi.

I chatbot per Facebook Messenger sono stati presentati al grande pubblico solo lo scorso aprile del 2016, ma in brevissimo tempo sono proliferati fino a diventare più di 10 mila. Gli algoritmi sono in grado di rispondere ad ogni esigenze e prenotare viaggi e ristoranti, aiutare anche a disdire abbonamenti telefonici, etc… . Grazie ai chatbot l’utente viene condotto per mano a svolgere azioni quotidiane, a muoversi nel web grazie alla tecnologia sempre più avanzata come se avesse un tuttofare che lo segue passo dopo passo come un’ombra e che lo assiste per qualsiasi cosa aiutandolo a risolvere tutti i problemi. Perfino un giornale come l’ HuffPost si è dotato di un chatbot su Facebook Messenger con l’obiettivo: “di creare una relazione diretta tra il lettore e. Gli utenti potranno chiedere aggiornamenti sulle notizie più importanti e sugli argomenti che interessano loro maggiormente”.

Quanti e quali vantaggi ha una azienda che utilizza chatbot Facebook Messenger e WhatsApp? Innumerevoli, tanto che è difficile elencarli tutti. Fra i principali vi è sicuramente la possibilità di implementare un servizio di customer care rendendolo attivo ventiquattro ore su ventiquattro , trecentosessantacinque giorni l’anno. Alcuni bot, inoltre, possono creare un database personalizzato al quale inviare notifiche direttamente su Messenger convertendo gli utenti e i like in contatti utili al proprio business.

Condividi sui Social
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someonePrint this page